Giuseppe Livadoti

Giuseppe Livadoti

Il giovane tecnico Davide Nicola piace alla società pitagorica che è sul punto di fargli firmare il contratto per la prossima stagione. Lui è nato a Luserno San Giovanni il 5 marzo del 1973 e figura tra i "papabili" allenatori della massima serie rossoblù. Nonostante abbia iniziato a fare l’allenatore da pochi campionati, il tecnico ha già diretto squadre della cadetteria e della serie A. È noto alla tifoseria rossoblù già come avversario all’Ezio Scida quando allenava il Livorno nella stagione 2012/2013. Al termine di quel campionato Nicola conquistò con la squadra toscana la promozione in serie A dopo aver vinto i play-off. La promozione gli valse la conferma sulla panchina del Livorno anche in serie A campionato 2013/2014, ma fu esonerato ad inizio del girone di ritorno (13 gennaio 2014) a causa della pessima classifica dei toscani. Nella stagione della serie B 2014/2015 divenne il nuovo tecnico del Bari dalla quindicesima giornata in sostituzione dell’esonerato Mangia. Sulla panchina dei pugliesi Nicola ha trascorso anche il campionato successivo (sempre in serie B) fino alla ventunesima giornata quando, per esonero, lasciò la panchina a Camplone. Se l’accoppiata Crotone-Nicola venisse ufficializzata, in queste ore, o prima del fine settimana, si chiuderebbe così la "pratica" realtiva all'allenatore e, subito dopo, si aprirebbe invece quella pertiente all'organico a sua disposzione prevista per l’inizio di luglio. Soprattutto da quest’ultimo versante, non si hanno ancora notizie certe. Intanto l’affaire Budimir con la Sampdoria non è stato ancora ufficializzato e stessa cosa succede per quanto riguarda il passaggio del difensore Ferrari al Genoa.

 

 

 

 

Quando è ormai il promo giorno d'estate, non si hanno amcora notizie certe sull’inizio dei lavori di ristrutturazione dello stadio Ezio Scida. Le settimane trascorrono e l’inizio della stagione agonistica rimane per quando prevista: il 21 agosto prossimo. Sono due mesi esatti. Di fronte a questa scadenza i cittadini cominciano ad essere pessimisti circa la possibilità di poter vedere dai seggiolini dell’Ezio Scida la prima sfida casalinga del Crotone. Ma c'è anche un’altra domanda che pervade tutta la tifoseria rossoblù in queste ore: “Le elezioni che hanno interessato anche Crotone potrebbero allungare i tempi d’inizio e fine lavori all’Ezio Scida?”. Tali risposte interessano anche la società pitagorica che, nell’attesa, ha inteso cautelarsi in anticipo nell’identificazione di un secondo stadio da poter utilizzare nel caso l’Ezio Scida non sia utilizzabile inizialmente. «Il Football Club Crotone - scrive attraverso il sito ufficiale della società - nella persona del presidente Raffaele Vrenna rende noto che nella giornata di lunedì 20 giugno è stata depositata presso la Commissione criteri infrastrutturali la documentazione comprovante la licenza d’uso di cui all’articolo 68 del Tulps per l’eventuale utilizzo dello stadio “Adriatico-Cornacchia” di Pescara. Un adempimento necessario, in attesa dell'adeguamento dello stadio “Ezio Scida” ai parametri richiesti per gli incontri di Serie A Tim: presso lo Scida è infatti prevista la costruzione di una tribuna mobile da 7000 posti in sostituzione dell'attuale e l'implementazione della Goal-line Technology. Raffaele Vrenna ringrazia il Comune, la Prefettura e la Questura di Pescara, nonché il presidente della Delfino Pescara 1936 Daniele Sebastiani per la disponibilità dimostrata».

Crotone calciomercato: Fabio Grosso ha rifiutato la panchina del Crotone. La notizia e' dell'ultima ora ed arriva dai canali Sky ma gia' in precedenza il ds Giuseppe Ursino aveva anteposto il condizionale al trasferimento dell'ex campione del mondo sulla panchina rossoblu'. Al rifiuto di De Zerbi e Gattuso ora si aggiunge quello di Grosso. L'alternativa a Grosso sembra essere Sannino oppure Razvan Lucescu.  

Potrebbe essere forse questione di ore perché il Crotone renda noto il nome del nuovo tecnico. La società sta trattando Fabio Grosso, attuale allenatore della squadra Primavera juventina. La società bianconera non si opporrebbe ad un eventuale trasferimento del suo giovane tecnico ed è disponibile a concedergli il nulla osta per accasarsi nella città di Milone come allenatore della massima serie. Nato a Roma il 28 novembre 1977 potrebbe essere il più giovane allenatore della serie A se l’affare con il Crotone dovesse andare in porto. La conferma dell’avvenuto ingaggio potrebbe esserci già nelle prossime ore al massimo nel fine settimana quando tutti i preliminari saranno stati concordati. Da giocatore Fabio Grosso è stato un difensore che ha indossato con successo la maglia Azzurra conquistando la Coppa del Mondo del 2006. La notizia ha già invaso la tifoseria pitagorica che giudica positivo l’eventuale arrivo di Grosso sulla panchina del Crotone.

Sfuma la possibilità di avere sulla panchina del Crotone per la prossima stagione uno tra Roberto De Zerbi, Luigi Di Biagio e Rino Gattuso. De Zerbi ha infatti prolungato il contratto con il Foggia; Di Biagio pare preferisca continuare ad allenare l’Under 21; mentre Gattuso ha detto sì al presidente del Pisa anche per la prossima stagione in serie B. Le alternative non mancano, essendo la categoria degli allenatori italiani alquanto numerosa, tant’è che, ad ogni inizio campionato, sono molti quelli (anche bravi) che rimangono inattivi. Altri allenatori che interessano il Crotone sono Roberto Stellone (ex Frosinone) e già dato in rossoblù prima ancora di De Zerbi e Gattuso. Un altro giovane tecnico il cui nome circola nell’ambiente rossoblù è Fabio Grosso ex campione del Mondo come giocatore ed attuale allenatore della Primavera juventina. Non solo loro, in città e tra i tifosi pitagorici, circola molto il nome di Stefano Colantuono quale tecnico di sicuro affidamento per un tranquillo campionato di serie A essendo un conoscitore della massima serie, ma su di lui ci sono anche le mire del Bari. Un altro tecnico gradito alla tifoseria il giovane Simone Inzaghi che, insieme al collega Christian Brocchi, pare siano alternative che la società sta vagliando. Oltre agli allenatori il presidente Raffaele Vrenna ed il ds Giuseppe Ursino devono iniziare ad evadere la pratica giocatori in entrata e uscita. Primo obiettivo è la risoluzione dei prestiti di quei giocatori che la società vorrebbe trattenere ancora in rossoblù. Si tratta del centrocampista Capezzi di proprietà Fiorentina che sembra intenzionata a lasciarlo ancora nella città di Milone, ma c’è da battere la concorrenza di altri club che lo hanno richiesto. L’altro giocatore che il Crotone vorrebbe confermare è Pol Garcia Tena (lo vogliono diverse squadre di B e qualcuna di serie A), ma il giocatore intende tornare in Spagna. Ancora aperta rimane la questione di Ricci che la Roma vuole portare in ritiro per poi lasciare la decisione al tecnico a proposito della conferma in giallorosso. Sul fronte delle uscite l’interessamento della Sampdoria per il bomber Ante Budimir e del Genoa per Ferrari che continua a richiederlo con insistenza. Tornando alla questione allenatori non è ancora risolta quella tra Juric ed il Crotone tant’è che la società ligure non ha ancora ufficializzato l’ingaggio del tecnico croato. Anzi, in riva alla Lanterna si parla di un interessamento molto particolare del presidente Preziosi a Oddo tecnico che ha vinto i playoff di serie B col Pescara.  

 

 

 

 

Il tecnico Roberto De Zerbi ha incontrato oggi il presidente del Crotone Raffele Vrenna e il direttore sportivo Beppe Ursino. Il tecnico, però, non ha ancora interrotto il rapporto con il Foggia. Sono iniziate, dunque, le consultazioni del tecnico Roberto De Zerbi con le società che lo vorrebbero sulla panchina per la prossima stagione e tra queste il Crotone. Nella giornata di ieri il tecnico si è incontrato con il Foggia e né scaturito una reciproca fiducia per quanto riguarda la permanenza sulla panchina dei pugliesi. La sua permanenza al Foggia è legata alla conferma dell’attuale blocco giocatori ed al rinnovamento dello staff medico. L'incontro avuto ieri, invece, con il ds del Crotone Giuseppe Ursino e il presidente Raffaele Vrenna è stato interlocutorio, ma è stata confermata dalla società pitagorica la volontà ad avvalersi delle sue prestazioni tecniche per il prossimo campionato di serie A. De Zerbi si è preso ancora quelche ora di tempo prima di decidere. In quanto dovrà incontrarsi prima con i dirigenti dell’Ascoli e poi del Catania che hanno pure intenzione di ingaggiarlo. Anche se non è ancora ufficiale, l'Ascoli pare abbia scelto quealche ora fa di puntare su alfredo Aglietti. Il giro delle consultazioni si dovrebbe concludere domani, quando ci sarà un ulteriore faccia a faccia tra de Zerbi e i vertici del Foggia. Solo allora il tecnico scioglierà la riserva e farà sapere su quale panchina si andrà a sedere per questo campionato. Nel frattempo il Crotone continua a sondare per il terreno Gigi Di biagio allenatore della Nazionale Under 21 e Davide Nicola svincolato, mentre resta aperta la porta per Rino Gattuso che però vorrebbe rimanere a Pisa. Più distanti sono le probabilità che Walter Zenga scenda in riva allo Jonio per il prossimo campionato anche perché la società pitagorica è orientata a puntare su un debuttante. Potrebbe fare al caso loro forse Roberto Boscaglia del Brescia allenatore promettente cui piace lavorare con i giovani. Per quanto i trasferimenti dei calciatori continua l’insistenza del Genoa per accaparrarsi il difensore centrale Ferrari su esplicita richiesta del tecnico Juric che lo conosce molto bene.

 

 

 

 

Si accorciano i tempi per sapere chi sarà il nuovo allenatore del Crotone, mercoledì potrebbe essere la giornata buona. Aumentano intanto le quotazioni per Gennaro Gattuso al Crotone, ma c’è anche Walter Zenga. La società pitagorica non ha lasciato trapelare ancora nessuna notizia a proposito dell’allenatore che dovrebbe sedere sulla panchina per il prossimo campionato e finché il presidente, o chi per lui non si esprimeranno, qualsiasi tecnico potrebbe essere quello che sta cercando il Crotone. Stando, però, a ciò che ha affermato il presidente del Pisa, Fabio Petroni, nel corso delle dichiarazioni post promozione a proposito della conferma o meno di Gattuso sulla panchina dei toscani anche per la serie B ha lasciato trasparire che il tecnico calabrese è in partenza. Non solo, il presidente Petroni ha pure detto che a Gattuso gli è stata concessa la liberatoria su sua richiesta un mese fa tant’è, dice sempre il presidente del Pisa, già da allora ci siamo messi sulle tracce di un altro tecnico con esperienza anche nella massima serie. A questo punto si potrebbe affermare che le quotazioni che danno Gattuso al Crotone sono in aumento. Se sarà confermato l’affare Gattuso si tratterebbe di un altro allenatore ex campione del Mondo da giocatore dopo Cabrini e Selvaggi. Il primo arrivato ad inizio stagione 2001/2002, il secondo nello stesso campionato ma in corso d’opera dopo l’esonero di Cabrini, Cuoghi, Materazzi. La pista che sembra portare a Walter Zenga gradito allenatore del Crotone non si interrompe anzi, da quando è comparso il suo nome sembra essere scoppiata in città la Zenga mania.

È festa grande nella famiglia Ricci. Non capita tutti gli anni, infatti, che due fratelli, per di più gemelli, e che giocano in due diverse squadre riescano a festeggiare la promozione nella serie superiore. Ci sono riusciti invece i gemelli Federico e Marco Ricci, entrambi giovani calciatori cresciuti nelle giovanili della Roma e in questa stagione, uno, in forza al Crotone (Federico), l'altro, al Pisa (Marco). Ognuno dei due gemelli potrà adesso appendere al muro della propria abitazione i gagliardetti della promozione di entrambe le squadre in cui hanno militato quest'anno. Dopo la grande festa per l’avvenuta promozione in serie A del Crotone, nella cui formazione Federico ha avuto un ruolo importante con i suoi 12 gol (il nome del giocatore è già sul taccuino di molte società della massima serie), il fratello Marco ha centrato ieri l'obbiettivo col Pisa di mister Gattuso. La squadra toscana ha ottenuto la promozione in serie B battendo nella doppia finale play-off (4-2 all’andata per il Pisa; 1-1 il risultato del ritorno) il Foggia del tecnico De Zerbi. Grande merito per il pareggio ottenuto dal Pisa sul terreno dello Zaccheria va a Marco Ricci che, all’ultimo secondo utile prima del triplice fischio, con un perfetto assist ha consentito a Eusepi di riequilibrare l’incontro e mettere fine alle speranze del Foggia di sperare nei tempi supplementari. La promozione del Pisa ha avuto anche un altro effetto, la riconferma del tecnico Gattuso sulla panchina dei toscani. Ed a proposito di allenatori che dovrebbero venire a Crotone si fa anche il nome di Walter Zenga già tecnico della Sampdoria. In ogni caso la società rossoblù ha annunciato che entro mercoledì della prossima settimana annuncerà il nome del tecnico.  

La prima sfida europea dell’Italia contro il Belgio (lunedì 13 ore 21.00), ma anche tutte le altre che gli azzurri disputeranno in questo torneo europeo, saranno seguite con maggiore enfasi dai tifosi del Crotone. Soprattutto quando si annunceranno i nomi degli azzurri che faranno parte della formazione e di quelli che siederanno sulla panchina. Un applauso in più, infatti, i crotonesi lo dedicheranno agli azzurri che sono degli ex del Crotone e che oggi sono tra le fila della Nazionale. forse il nome del primo giocatore che ascolteranno dal commentare (in quanto difensore) sarà Ogbonna, poi ascolteranno via via il nome del centrocampista Florenzi e degli attaccanti Pellè e Bernardeschi. Quattro giocatori che da rossoblù hanno lasciato a Crotone un buon segno al saldo delle loro prestazioni allo Scida. Ogbonna, arrivato a Crotone dal Torino in occasione del campionato di C1 stagione 2006/2007 (tecnico Indiani), è stato impiegato in 26 partite (24 di campionato, 2 play-off). Al termine di quella stagione il difensore di colore ha spiccato il volo per la massima serie. Il centrocampista Florenzi venne in prestito dalla Roma al Crotone campionato serie B 2011/2012. Registrò trentacinque presenze e undici gol realizzati. Anche per lui si segnalò il ritorno alla Roma da titolare nella massima serie durante la stagione successiva. Pellè al Crotone arrivò nel campionato 2005/2006 della serie B. Proveniva dal Lecce e realizzò con la maglia rossoblù sei gol in diciassette partite. La presenza di Bernardeschi, proveniente dalla giovanile della Fiorentina, tra le fila del Crotone è di recente memoria, avendo vestito la maglia rossoblù nel campionato 2013/2014. Ha accumulato trentotto presenze in rossoblù e realizzato dodici gol. La Fiorentina, a fine stagione, non ha esitato un solo istante a richiamarlo nella propria rosa. Dopo di loro la storia di calciatori che dal Crotone sono approdati in Nazionale potrebbe continuare. Oggi l’attenzione della massima serie è rivolta ai vari Ricci, Ferrari, Martella, Capezzi, Cordaz, al croato Budimir, a Yao, tutti giocatori che la società rossoblù vorrebbe trattenere anche per il prossimo campionato. Non solo loro, all’attenzione del presidente Raffaele Vrenna ci sono giovani in forza ad altre squadre e tra questi si fa il nome del centrocampista austriaco Gucher (Frosinone) e dell’attaccante nigeriano Sadiq (Roma).

Le nuove regole del calciomercato rendono più difficile il lavoro delle società, anche del Crotone. Non solo la "questione" stadio, dunue, tiene alta la discussione tra tutti i tifosi rossoblù, ma anche e soprattutto il calciomercato. In primis c'è da stabilire chi sarà il nuovo tecnico. La società pitagorica sull’argomento calciomercato non conferma né smentisce per quanto riguarda tecnico e giocatori, in entrata e uscita. La promozione del Pescara in serie A ha significato anche la conferma di Oddo sulla panchina degli abruzzesi. Il Foggia tramite il suo presidente ha fatto sapere che in caso di promozione in serie B il tecnico De Zerbi rimarrà ancora sulla panchina della sua squadra per tentare la scalata nella massima serie. Mister Gattuso tecnico del Pisa impegnato nella finale play-off con il Foggia ha dichiarato che al momento non ha ricevuto nessuna offerta da altre squadre. Sul fronte calciatori le notizie su eventuali affari già conclusi sono ancora più riservati. I contratti scadano il trenta giugno e fino ad allora nulla si può dichiarare. Il Crotone per la prossima stagione non parte da zero per quanto riguarda l’organico. Tra coloro che sono proprietà della società ci sono giocatori richiesti da squadre della serie A. Il presidente Raffaele Vrenna ha dichiarato che li vorrebbe confermare tutti, ma qualche pezzo pregiato lo dovrà sacrificare in nome del potenziamento della prossima squadra. Cordaz, Ferrari, Budimir, Martella i più richiesti. Per quanto riguarda alcuni prestiti della passata stagione la società ha dichiarato che sarebbe sua intenzione avere al proprio servizio ancora l’attaccante Ricci (proprietà Roma), il centrocampista Capezzi (proprietà Fiorentina) e il difensore Yao (proprietà Inter). Ma a complicare le operazioni di calciomercato le nuove regole che devono essere applicate dalle società in questo campionato. La rosa non deve superare le 25 unità e tra i venticinque giocatori in forza quattro devono essersi formati nel proprio vivaio e quattro nel vivaio di un'altra squadra italiana. Questo significa che tutte le società prima ancora di procedere all’ingaggio di altri giocatori devono snellire la propria rosa per dare seguito alle nuove regole. Il capitano del Perugia Lorenzo Del Prete pare sia stato richiesto in queste ore dal Crotone come confermatao anche dal Nuovo Corriere nazionale. Per il trentenne esterno romano sarebbe un ritorno in Calabria dopo l’ottima stagione disputata nel campionato 2013-14. La trattativa è in fase di sviluppo e il Perugia, che aveva resistito alle avances di gennaio del Verona (che avrebbe offerto 600.000 euro per il cartellino) potrebbe accettare una valutazione analoga proposta dal Crotone.

 

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}