Giuseppe Livadoti

Giuseppe Livadoti

La notizia era già trapelata alcuni giorni addietro, ieri sera in occasione dell’incontro allo Scida con la Sampdoria il giocatore era in tribuna. Da stasera Antonio Mazzotta è ufficialmente un giocatore del Crotone. Non si tratta di un nuovo elemento ma di un ritorno tra i pitagorici dopo qualche campionato in cui è stato in altre squadre anche di serie A. L’ultima volta di Mazzotta al Crotone stagione 2013/2014 quando, sotto la guida tecnica di Massimo Drago, gli Squali disputarono i preliminari play-off. In quella stagione Mazzotta segno anche due gol. Nato a Palermo il 2 agosto 1989, il trentenne esperto fluidificante è l’elemento che mancava al Crotone per gestire una zona del campo al meglio. L’arrivo di altri giocatori prima della chiusura del calciomercato, lo aveva annunciato il presidente Gianni Vrenna in sala stampa nel dopo partita con la Sampdoria. Così sta avvenendo ed a giorni ci sarà l’annuncio di altri arrivi, in primis l’attaccante che potrebbe essere Falcinelli o Pettinari, altri due giocatori già in forza al Crotone in passato. Oltre alla maglia del Crotone, Mazzotta ha vestito quelle del Lecce, Pescara, Cesena, Catania, Frosinone, Palermo per un totale di 253 partite. L’uomo giusto per un Crotone vincente fin dall’inizio della stagione. Già contro il Cosenza, l’esterno Mazzotta potrebbe essere in campo dall’inizio o in corso d’opera.  

COPPA ITALIA│Il Crotone esce a testa alta al terzo turno eliminatorio contro una Sampdoria cinica che ha strappato tre gol corsari ai rossoblù.

Tabellino.

Crotone        1

Sampdoria   3

Marcatori: Molina 7°, Caprari 37°, Murru (R ) 41°, Maroni 59°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Gigliotti, Cuomo, Golemic, Rutten (Mustacchio), Barberis (Ruggiero), Benali, Zanellato (Gomelt), Molina, Messias, Nanni. All. Stroppa

Sampdoria (4-3-3): Audero, Bereszynski, Murillo, Colley, Murru, Linetty (Gabbiadini), Vieria, Jankto, Ramirez (Ekdal), Quagliarella, Caprari (Maroni). All. Di Francesco

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Assistenti: Longo - Santoro

Quarto giudice: Robilotta

Ammoniti: Benali, Jankto, Colley

Angoli: 10 a 6 per il Crotone

Recupero: 3 e 6 minuti

Spettatori: 8.068 incasso € 59.875

La partita.

Crotone vs Sampdoria: è sembrato di rivivere a distanza di un solo campionato il clima della massima serie tra due avversari che non hanno mai lasciato insoddisfatto il publico presente. Bilancio (nei quattro precedenti incontri della A) favorevole ai pitagorici con due vittorie un pareggio ed una sconfitta, sette gol realizzati dal Crotone, otto dalla Sampdoria. L'incontro di Coppa Italia (giocato all'Ezio Scida a campo invertito) non è stato da meno per intensità di gioco e voglia di superararsi. Per i tecnici Stroppa e Di Francesco, l'appuntamento di Coppa rappresentava anche l'ultima impegnativa prova per sondare il livello tecnico/atletico raggiunto dai propri giocatori ad una settimana dall'avvio dei rispettivi campionati. Blucerchiati in campo fin dall'inizio con il bomber Fabio Quagliarella (26 gol realizzati in serie A la passata stagione), giocatore di notevole esperienza e attaccante della Nazionale. Al suo fianco, mister Di Francesco, ha schierato Ramirez a destra, Caprari a sinistra. Alle spalle della prima linea Linetty a destra, Vieira centrale, Jankto a sinistra. Tra i pitagorici mancava il difensore centrale Spolli sostituito da Cuomo ed all'ultimo momento mister Stoppa ha dovuto rinunciare all'attaccante Simy per attacco febbrile. Al posto del nigeriano in prima linea Nanni in coppia con Messias. Altra novità, per scelta tecnica, il difensore Gigliotti fin dall'inizio al posto di Bellodi.

Primo tempo a favore degli ospiti per il risultato scaturito ma a favore dei locali per numero di giocate pericolose che avrebbero meritato più gol. Sampdoria per nulla pericolosa, deve contenere un Crotone  che sa come muoversi a centro campo con Zanellato in ottima serata. Ed è proprio quest'ultimo che al settimo minuto consente a Molina di realizzare il gol del momentaneo vantaggio. È sempre il Crotone a fare la partita. Al minuto ventotto, dopo il timeout, Molina dalla sinistra effettua un preciso cross per la testa di Benali che da ottima posizione non mette dentro il pallone. Al trentaquattresimo minuto triangolazione Zanellato, Messias, respinge il pallone il portiere. Pareggio della Sampdoria  con Caprari in sospetta posizione di fuori gioco. Il vantaggio degli uomini di Di Francesco su calcio di rigore per fallo di Rutten su Murru. Dagli undici metri non sbaglia Quagliarella.

Ancora a favore del Crotone i primi quindici minuti della ripresa con giocate che meritavano il gol. La bravura del portiere e l'imprecisione degli attaccanti lo hanno evitato. Triplica il vantaggio al minuto  cinquantanove la Samp con Maroni appena entrato. Il Crotone non meritava di subire il terzo gol. In campo Mustacchio al posto dello spento Rutten per rafforzare la spinta offensiva lungo la fascia sinistra. Fuori anche il centrocampista Barberis, meno brillante rispetto ad altre partite, per fare posto a Ruggiero. Crotone formato 3-4-3. Pitagorici fuori dalla Coppa Italia ma pronti per la prima di campionato  contro il Cosenza. Difesa pitagorica con qualche affanno in alcune giocate ma nel complesso ha tenuto bene i quotati attaccanti ospiti, Quagliarella si è notato poco. L'assenza di Simy in attacco e quella di Spolli in difesa, alla lunga hanno pesato sul risultato finale. Sampdoria più concreta nei momenti decisivi, sia in attacco, che in difesa. Il calciomercato chiude il due settembre ed il Crotone continua ad essere in piena attività per l'arrivo di altri giocatori: un difensore, un centrocampista, un'attaccante.

Coppa Italia│ Il Crotone batte l'Arezzo e supera il secondo turno. Prossimo avversario la Sampdoria in trasferta domenica 18 agosto ore 20.45.

Tabellino.

Crotone   4

Arezzo    3

Marcatori: Barberis 1°, Simy 6°, Borghini 10°, Belloni ( R) 16°, Zini 23°, Golemic 33°, Ruggiero 74°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Spolli (Gigliotti), Bellodi, Rutten Mustacchio), Barberis, Benali, Zanellato, Molina, Simy, Messias (Ruggiero). All. Stroppa

Arezzo (4-2-4): Pissardo, Luciani, Baldan, Masetti, Basit, Borghini, Foglia, Zini (Volpicelli), Rolando (Caso), Belloni (Mesina), Cheddira. All. Di Donato

Arbitro: Ivano Pezzato di Lecce

Assistenti: Domenico Rocca (CZ) - Valerio Vecchi (Lamezia Terme)

Quarto giudice: Daniele De Santis di Lecce

Ammoniti: Barberis, Rutten, Benali

Angoli:7 a 4 per l'Arezzo

Recupero: 5 minuti

Spettatori: 4.384 incasso € 23.025

La partita. È calcio ufficiale, anche se in piena stagione estiva. Iniziata bene la stagione per il Crotone con il passaggio al terzo turno della Coppa Italia dopo aver sconfitto l'Arezzo. Una sfida che sul terreno dello Scida mancava dal campionato 2008/2009 serie C. Prossimo avversario dei pitagorici sarà la Sampdoria che ha chiesto e ottenuto di giocare il match all'Ezio Scida. La preparazione pre-campionato, le quattro amichevoli, l'indisponibilità per motivi fisici d'alcuni giocatori, era gli elementi pregiudicanti alla base della prima formazione ufficiale schierata da mister Stoppa fin dall'inizio. Cordaz tra i pali; Golemic e Bellodi difensori esterni, a destra il primo, a sinistra il secondo; Spolli difensore centrale; Rutten e Molina quarto e quinto di centrocampo; Simy e Messias duo d'attacco. Di Donato ha predisposto i suoi con il 4-2-4 per tenere basso il Crotone. Le previsioni del tecnico toscano non hanno sortito l'effeto sperato nei primi dieci minuti. Barberis, al primo minuto, e Simy, al sesto, hanno realizzato il doppio vantaggio. Non smobilita l'Arezzo nonostante la partenza del Crotone e in tredici minuti mette a segno una tripletta con Borghini al decimo, l'azione iniziata da calcio d'angolo; con Belloni che realizza dagli undici metri, il fallo in area commeszo da Bellodi secondo l'arbitro ma il giocatore ha preso il pallone e non la gamba dell'avversario; al minuto ventitre è Zini a realizzarebil terzo gol per la sua squadra. Crotone poco attento in difesa e lento nei recuperi. Al minuto trentatré Golemic mette dentro il gol del pareggio per il Crotone. Con sei gol realizzati (tre per parte) si chiude la prima parte della partita. Pitagorici insufficienti in difesa e centrocampo. Bellodi e Golemic sempre in ritardo zui rispettivi avversari e poco propositivi. L'Arezzo ha saputo tenere testa al Crotone con una migliore disposizione a centrocampo. Altro Crotone nella ripresa, più concreto nella manovra offensiva e attento in difesa. Le migliore giocate con l'ingresso di Mustacchio, in sostituzione di Rutten, che ha fornito ottimi traversoni dalla sinistra per il compagno  smarcato. Azzeccata anche la sostituzione di Ruggero, al posto di Messias, in gol al minuto settantaquattro che ha significato il ritorno al vantaggio per il Crotone. Ancora molto lavoro attende mister Stroppa ed il suo staff per un Crotone formato campionato. Importante era superare il turno ed è stato fatto pur con qualche difficoltà di tenuta atletica, specie nella prima parte. Arrivederci al 18 agosto in quel di Genova contro i blucerchiati.

 

 

 

 

 

Coppa Italia, il Crotone batte l'Arezzo e supera il secondo turno. Prossimo avversario la Sampdoria in trasferta domenica 18 agosto ore 20,45.

 

Crotone   4

Arezzo    3

 

Marcatori: Barberis 1°, Simy 6°, Borghini 10°, Belloni ( R) 16°, Zini 23°, Golemic 33°, Ruggiero 74°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Spolli (Gigliotti), Bellodi, Rutten Mustacchio), Barberis, Benali, Zanellato, Molina, Simy, Messias (Ruggiero). All. Stroppa

Arezzo (4-2-4): Pissardo, Luciani, Baldan, Masetti, Basit, Borghini, Foglia, Zini (Volpicelli), Rolando (Caso), Belloni (Mesina), Cheddira. All. Di Donato

 

Arbitro: Ivano Pezzato di Lecce

Assistenti: Domenico Rocca (CZ) - Valerio Vecchi (Lamezia Terme)

Quarto giudice: Daniele De Santis di Lecce

Ammoniti: Barberis, Rutten, Benali

Angoli:7 a 4 per l'Arezzo

Recupero: 5 minuti

Spettatori: 4.384 incasso € 23.025

 

È calcio ufficiale, anche se in piena stagione estiva, iniziato bene per il Crotone con il passaggio al terzo turno dopo aver sconfitto l'Arezzo. Una sfida che sul terreno dello Scida mancava dal campionato 2008/2009 serie C. Prossimo avversario dei pitagorici la Sampdoria da affrontare sul terreno del Luigi Ferraris. La preparazione pre-campionato, le quattro amichevoli, l'indisponibilità per motivi fisici d'alcuni giocatori, alla base della prima formazione ufficiale schierata da mister Stoppa fin dall'inizio. Cordaz tra i pali; Golemic e Bellodi difensori esterni, a destra il primo, a sinistra il secondo; Spolli difensore centrale; Rutten e Molina quarto e quinto di centrocampo; Simy e Messias duo d'attacco. Di Donato ha predisposto i suoi con il 4-2-4 per tenere basso il Crotone. Le previsioni del tecnico toscano non hanno sortito l'effeto sperato nei primi dieci minuti. Barberis al primo minuto e Simy al sesto hanno realizzato il doppio vantaggio. Non smobilita l'Arezzo nonostante la partenza del Crotone ed in tredici minuti mette a segno una tripletta con Borghini al decimo, l'azione iniziata da calcio d'angolo; con Belloni che realizza dagli undici metri, il fallo in area commeszo da Bellodi secondo l'arbitro ma il giocatore ha preso il pallone e non la gamba dell'avversario; al minuto ventitre è Zini a realizzarebil terzo gol per la sua squadra. Crotone poco attento in difesa e lento nei recuperi. Al minuto trentatré Golemic mette dentro il gol del pareggio per il Crotone. Con sei gol realizzati (tre per parte) si chiude la prima parte della partita. Pitagorici insufficienti in difesa e centrocampo. Bellodi e Golemic sempre in ritardo zui rispettivi avversari e poco propositivi. L'Arezzo ha saputo tenere testa al Crotone con una migliore disposizione a centrocampo. Altro Crotone nella ripresa, più concreto nella manovra offensiva e attento in difesa. Le migliore giocate con l'ingresso di Mustacchio, in sostituzione di Rutten, che ha fornito ottimi traversoni dalla sinistra per il compagno  smarcato. Azzeccata anche la sostituzione di Ruggero, al posto di Messias, in gol al minuto settantaquattro che ha significato il ritorno al vantaggio per il Crotone. Ancora molto lavoro attende mister Stroppa ed il suo staff per un Crotone formato campionato. Importante era superare il turno ed è stato fatto pur con qualche difficoltà di tenuta atletica, specie nella prima parte. Arrivederci al 18 agosto in quel di Genova contro i blucerchiati.

SERIE BTK│I pitagorici battono il Castrovillari 3-0 e chiudono con un poker di vittorie le amichevoli presso il Villaggio Baffa.

Tabellino.

Crotone            3

Castrovillari        0

Marcatori: 13° Simy, 19° Ruggiero, 76° Nanni

Crotone 1° tempo: Festa, Bellodi, Spolli, Golemic, Rutten, Benali, Gomelt, Barberis, Evari’s, Simy, Ruggiero. All. Stroppa

Crotone 2° tempo: Cordaz, Panza, Cuomo, Mariani, Rodio, Itrak, Gomelt, Zanellato, Molina, Kargbo, Nanni. All. Stroppa

Castrovillari: Manno, Dainello, De Pace, Ferrante, Greco, Gangemi, Miocchi (46° Costabile), Consiglio (46° Mansueto), Gagliardi (46° Mattei), Puntorieri (46° Krajina), Canale (76° Bellomonte). All. Marra

Arbitro: Lepera di Rossano

La partita. Prima fase pre-campionato in quel del Villaggio Baffa con quattro successi su altrettante amichevoli disputate nei primi quindi giorni di preparazione. Bilancio positivo, con qualche distinguo tra i vari reparti. In totale 23 gol realizzati, due subiti. In evidenza i goleador Simy, Kargbo e il giovane Ruggiero, quest’ultimo nota lieta e inaspettata di questo ritiro pre-campionato. Un elemento che Stroppa ne terrà conto nel corso del campionato. Bene la linea di centrocampo con Benali e Barberis, entrambi non devono dare alcuna dimostrazione delle capacità tecniche. Il loro momentaneo problema è, come per gli altri giocatori impiegati, la mancanza di minuti nelle gambe, cosa che migliorerà con la continuazione della preparazione. Reparto difensivo col solito Spolli regista della difesa con licenza di spingersi in avanti per sfruttare giocate che iniziano da palle inattive. Esterni bassi: Bellodi e Golemic bene nelle ripartenze ma un po’ lenti nel rientro. Non hanno preso parte alla gara per motivi precauzionale perché affaticati Messias e Mustacchio. Mentre Crociata e Petris proseguono col lavoro differenziato. Dal versante del calciomercato il prolungamento del contratto fino a giugno 2021 annunciato dal dg Raffaele Vrenna in occasione dell’ultima amichevole. Prossima sfida amichevole in quel di Getafe venerdì 2 agosto.

Cordaz. Sono bastate poche parole, una stretta di mano e la forte volontà di continuare insieme un bellissimo percorso fatto di 174 presenze tra campionato e coppa, una storica promozione in serie A e una salvezza conquistata all’ultimo respiro che ha portato i rossoblù alla ribalta delle cronache in tutto il mondo: il capitano Alex Cordaz ed il Football Club Crotone saranno ancora insieme. Il portiere ha incontrato in ritiro il direttore generale Raffaele Vrenna e, nel giro di pochi secondi, il suo contratto in scadenza il 30 giugno 2020 è stato prolungato di un’altra stagione. Perfetta comunione di intenti, dunque: il grande attaccamento di Alex alla squadra e le idee chiare della dirigenza decisa a lasciare la fascia sul braccio di chi ha fatto la storia della società.

Contro il Monopoli superato il test tra luce ed ombre

Pubblicato in Stadio
Domenica, 28 Luglio 2019 09:31

 

 

FcCrotone, terza amichevole contro il Monopoli termina (2-1) a favore dei pitagorici grazie al gol di Ruggiero sul finire dell’incontro. Partita piacevole e risultato incerto fino al termine.

 

Crotone               2

Monopoli            1

 Marcatori: Barberis 60°;  Mariano 84°; Ruggiero 92°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Bellodi, Spolli (Cuomo 42°), Golemic (Gomelt 61°), Rutten (Mustacchio 61°), Benali (Messias 61°), Barberis, Zanellato (Markovic 67°), Molina (Evan’s 67°), Simy (61° Nanni), Kargbo 46° Ruggiero).

Monopoli (3-5-2): Antonino (Menegatti 46°), Ferrara (Cavallari 61°), De Franco, Mercadante, Rota (Antonacci 57°), Giorno (Mariano 70°), Hadzicosmanovic (Carannante 57°), Donnarumma (Arena 67°), Tuttisanti (Ansani 80°), Salvemini (Mendicino 71°), Cuppone (Triarico 57°).

 Arbitro: Rabilotta di Sala Consolina

 Prima vera amichevole stagionale del Crotone contro il Monopoli, formazione che affronterà il campionato di serie C, nel segno di luce e ombre come ha affermato lo stesso tecnico Stroppa a fine partita. Non poteva essere diversamente essendo trascorsi soltanto dodici giorni dall’inizio della preparazione. Da considerare, a proposito di  alcune negatività evidenziate da parte del Crotone nel coso dell’incontro, lo spessore dell’avversario avanti nella preparazione dovendo affrontare a giorni il primo turno di Coppa Italia. Ciò che non ha funzionato alla perfezione nell’undici pitagorico la fascia destra coperta da Bellodi come difensore e da Rutten primo centrocampista esterno. Tra i due si creavano ampi spazi ben sfruttati da Donnarumma. Poco incisivo il reparto offensivo dove Kargbo al fianco di Simy non ha impensierito molto la difesa ospite. Bene il trio di centrocampo con Barberis davanti al reparto basso, Zanellato e Benali a dettare i tempi delle giocate. I tre centrocampisti rappresenteranno nel corso del campionato (calciomercato permettendo) il punto forte della squadra. Nella seconda parte dell’incontro il debutto del neo pitagorico Mustacchio schierato esterno destro. Il primo gol porta la firma di Barberis che ha insaccato il pallone con una perfetta punizione dal limite. Il pareggio degli ospiti al minuto ottantaquattro con Mariano che sfrutta bene un errore difensivo del Crotone, Spolli era già uscito ed il ruolo di difensore centrale era stato occupato da Barberis. Gol del definitivo successo del Crotone al minuto novantadue con Ruggiero che di testa mette dentro il pallone dopo averlo ricevuto da Messias su calcio di punizione. Al settantesimo il pitagorico Itrak ha colpito la traversa. Il calciomercato è sempre frequentato con interesse da parte della società del Crotone e altri arrivi sono previsti nei prossimi giorni. Il commento di Stroppa a fine partita:

“Soddisfatto a sprazzi per come la squadra si è espressa. Ancora troppe gambe pesanti,sono troppo imballate. Il test era si più difficile, però inizialmente non abbiamo risposto bene alle difficoltà, ci siamo innervositi nel volere fare delle giocate che solitamente facciamo ma che non si riusciva a concretizzarle. Questo dipende anche dalla non buona condizione fisica. Nonostante ciò sotto porta ci siamo arrivati spesso. Dobbiamo migliorare, questo è certo, per disputare la partita sotto un altro profilo: fare girare di più la palla quando le gambe ancora non rispondono.

Bellodi deve fare di più il difensore e stare sull’uomo. Le sue caratteristiche sono idonee per il gioco del Crotone. Rutten deve migliorare nei tempi, sia offensivi che difensivi. Ruggiero è un giocatore interessante che potrebbe rimanere anche con noi. Barberis ha giocato difensore centrale per l’assenza momentanea di altri difensori, però non bisogna mai dire mai, alcune volte può capitare, in caso di emergenza, di doverlo utilizzare in questo ruolo. Spero di avere la squadra al completo nel breve periodo. Qualcosa si sta muovendo per quanto riguarda l’attacco essendo il reparto con meno disponibili. Nell’assieme l’organico è competitivo, al netto di qualche altro arrivo”.

      

Serie BKT│Altra amichevole estiva con il Morrone mentre continua il duro lavoro dei pitagorici per raggiungere la giusta forma tecnico/atletica. Ingaggiato l’esperto Mustacchio. Benali non è sul mercato, così ha dichiarato la società.

Tabellino.

Crotone               6

Morrone             2

Marcatori: Simy 14 ( R )-41°, 15° Nanni, 18°-60° Ruggiero, 24° Azzinaro, 62° Messias, 66° Ferraro,   

Crotone: Cordaz (1°s.t. Lupescu), Bellodi (16° Panza), Spolli (1° s.t Golemic), Cuomo, Rutten (1° s.t. Rodio), Ruggiero, Gomelt (1° s.t. Barberis), Zanellato, Molina, Simy, Nanni (1° s.t. Messias). All. Stroppa

Morrone: Risoli (1° s.t. Bance), Orsino, D’Acri (1° s.t. Vodopiver), Batarilo (1° s.t. Mazzei D.), Bruno, De Luca, Mazzei De, Nagore, Ferraro, Azzinnaro (1° s.t.Cissè), Perez. All, Stranges 

Arbitro: Spizzini di Cosenza

Il punto. A distanza di tre giorni del primo test estivo con lo Scandale, squadra di prima categoria, è toccato alla Morrone (formazione che milita in Eccellenza) contribuire ad elevare la preparazione tecnico/atletica degli uomini di mister Stroppa attraverso la seconda amichevole di preparazione. Il programma degli incontri, sul terreno del Villaggio Baffa, non sarà però soltanto con squadre dilettanti: venerdì 26 luglio (ore 17) è prevista la partita con il Monopoli, squadra di serie C. Contro i pugliesi, allenati dall’esperto Giorgio Rosselli (oltre 600 panchine al suo attivo) si inizierà a vedere veramente a che punto della preparazione si trova il Crotone e quali giocatori servirebbero ancora per affrontare il difficile campionato di serie B.

Dopo l’incontro con il Monopoli, sarà il Castrovillari (serie D) lunedì 29 luglio (ore 17) che affronterà gli Squali sul terreno del Villaggio Baffa. L’amichevole contro il Morrone, giocata oggi, è da definire come da copione quando il valore tecnico tra le formazioni che entrano in campo è distante. Diversamente dalla precedente amichevole, le novità hanno riguardato il debutto del difensore Bellodi neopitagorico e di Rutten. Non hanno preso parte all’incontro perché affaticati, Kargbo e Benali.

A proposito di Benali, la società ha confermato che non è sul mercato. Per quanto riguarda l’assenza di Curado è dovuta a motivi fisici, il giocatore forse verrà operato. Ma la novità in assoluto è l’ingaggio a titolo definivo del centrocampista Mattia Mustacchio, prelevato dal Perugia, con il quale la società pitagorica ha sottoscritto un contratto di due anni e opzione per il terzo. Giocatore noto alla tifoseria pitagorica per averlo visto come avversario tra le fila del Perugia all’Ezio Scida e con il Carpi in trasferta lo scorso campionato. Esperto trentenne di molti campionati anche della massima serie ha al suo attivo oltre 200 partite. L'aveva annunciato mister Stroppa al termine dell’incontro con lo Scandali che in settimana sarebbero arrivati altri giocatori e così sta avvenendo.   

 

Serie BKT│Prima amichevole del Crotone a suon di gol contro lo Scandale. Mister Stroppa in sala stampa: “in settimana arriveranno altri giocatori e nessuno andrà via”.

Tabellino.

Crotone   14

Scandale   0

Marcatori: 11° Messias, 19°-21°-36° Kargbo, 20° Zanellato, 29°-31°-33°-42° Nanni, 63° Simy, 68°-70° Ezeh, 86°-89° Molina.

Crotone (1°tempo): Cordaz, Cuomo, Spolli, Golemic, Ruggiero, Messias, Narberis, Zanellato, Evars, Kragbo, Nanni. All. Stroppa

Crotone (2° tempo): Lupescu, Panza, Cuomo, Mariani, Rodio, Benali, Gomelt, Itrak, Molina, Ezeh, Simy. All. Stroppa

Scandale (1° tempo): Molluna, Carvelli, Vennari, Lumare, Iaconetta, Giuda, Rullo, Marino, Vigo, Scalise, Palermo. All. Maiolo

Scandale (2° tempo): Corigliano, Raimondo N., Venneri, Carvelli, Innaro, Scalise A., Garofalo A., Marino, Sansalone, Kamsoulaye, Marazzita. All. Maiolo

Arbitro: Bottura di Crotone; assistenti:Codispoti – Mungo di Catanzaro.

La partita. Diciamo subito che si è trattato della classica amichevole estiva dopo i primi giorni di allenamento contro una squadra, lo Scandale, che milita in prima categoria e quindi è notevole la distanza tecnica tra le formazioni scese in campo, sia nel primo che nel secondo tempo. Nel Crotone hanno fatto la loro comparsa molti ragazzi del settore giovanile, tra cui il centrocampista Itrak classe 2000, e due giocatori in prova: il portiere Lupescu e l’attaccante Ezeh. Non era certamente il risultato quello che interessava mister Stroppa, ma come i suoi giocatori avrebbero risposto per tenuta atletica e disposizione tattica.

«Stiamo lavorando bene – ha affermato il tecnico nel dopo partita – e dopo dodici allenamenti ancora non siamo perfettamente sciolti nei movimenti e non poteva essere diversamente. Il morale è però molto alto, si sta creando un buon gruppo, stiamo bene nel luogo del ritiro e questo ci aiuta nel lavoro giornaliero». È stata un’amichevole che ha evidenziato ancora gambe lente nei movimenti e una certa lentezza quando si è trattato di allungare il passo per proiettarsi a rete, ma è giusto che sia così dopo pochi giorni di preparazione. «Occorre la giusta pazienza e l’impegno giornaliero – ha dichiarato Stroppa – per meglio disputare queste partite in cui tutti giocheranno nella speranza che nessuno si infortuni». Parlando della rosa attualmente disponibile, la risposta del tecnico pitagorico è stata: «quest’anno, a differenza della passata stagione, abbiamo i difensori e mancano gli attaccanti. Quindi portiamo avanti un lavoro a metà non essendo la squadra completa in tutti i ruoli. Ciò che mi gratifica è notare l’elevato impegno di tutti i giocatori». Per quanto riguarda i “senatori” Stroppa ha dichiarato «che è bellissimo averli essendo elementi che fanno da traino per quei giovani che devono crescere».

È calcio d’agosto e come tale anche il Crotone è un cantiere ancora aperto con riferimento al calciomercato e da questo versante mister Stroppa è stato categorico: «in settimana arriveranno altri giocatori e questo non significa che ci saranno delle uscite, dalle notizie in mio possesso non si sposta nessuno. Parlando con i ragazzi tutti vogliono restare. In noi, mi metto in mezzo anche io, c’è una sorta di rivincita per quello che stava accadendo la passata stagione a proposito della classifica. Il prossimo campionato vogliamo essere protagonisti e il calciomercato, quando sarà concluso, affermerà che il Crotone sarà stato tra le squadre protagoniste nell’allestimento dell’organico. Non ci accontenteremo di giocatori qualsiasi, quelli che arriveranno devono essere di spessore e motivati quando entrano in campo». All’amichevole non hanno preso parte Markovic, Rutten, Petris, Festa per affaticamento. Prossima amichevole mercoledì 24 col Morrone, venerdì 26 contro il Monopoli squadra di serie C, entrambe le amichevole sul terreno del Villaggio Baffa. 

Coppa Italia. Si è svolto intanto questo pomeriggio, nella sede della Lega Calcio di via Rossellini a Milano, il sorteggio per delineare il tabellone della Coppa Italia 2019-20. Il Crotone esordirà a partire dal secondo turno eliminatorio, in programma l’11 agosto, e affronterà in gara unica allo Scida la vincente tra Arezzo e Turris. Se passeranno il turno, i rossoblù saranno ospitati dalla Sampdoria, al Marassi, il 18 agosto. Alla Competizione partecipano 78 Società (tutte le Società ammesse ai Campionati di Serie A e Serie B, 29 Società segnalate dalla Lega Pro e 9 dalla Lega Nazionale Dilettanti), che saranno posizionate in un tabellone di tipo tennistico con posti dal n. 1 al n. 78. Il torneo inizierà il prossimo 4 agosto con il Primo Turno Eliminatorio per concludersi mercoledì 13 maggio 2020.

 

Per il Crotone di mister Stroppa è quasi tempo di un primo bilancio della preparazione iniziata presso il Villaggio Baffa domenica 14 luglio. Le due sedute giornaliere nei primi sei giorni hanno messo a dura prova tutto l’organico e nei giorni a seguire la tabella degli allenamenti non rallenterà. Domenica 21 luglio alle ore 17 la prima partitella estiva contro lo Scandale (squadra che milita in prima divisione) e sarà anche un test sullo stato d’amalgama raggiunto tra i pitagorici confermati e i nuovi arrivati. La prossima amichevole interesserà al tecnico Stroppa per rendersi conto di come i suoi stanno metabolizzando il metodo di gioco che dovrebbero praticare nel corso della stagione. Per Cordaz, Spolli, Curado, Golemic, Barberis, Benali, Gomelt, Molina, Zanellato, Kargbo, Nalini, Simy, Nanni, i metodi di Stroppa saranno assorbiti più velocemente essendo già stati suoi dipendenti la passata stagione. Stando a ciò che hanno confermato ai microfoni di FcTv i nuovi pitagorici Petris, Markovic, Messias, Rutten, (Bellodi ancora impegnato con l’Under 19) il lavoro di Stroppa e dei suoi collaboratori è apprezzato. La mattinata di venerdì è stata impegnata nel lavoro tattico e lavoro fisico. Differenziato per Petris, piscina per Markovic, Messias, Rutten. Nel pomeriggio solita partitella. Poche notizie sul fronte del calciomercato. Parola d’ordine degli addetti al mercato: “taci, la concorrenza ti ascolta”. Quindi nessun nome trapela dal duo Giuseppe Ursino, Raffaele Vrenna, rispettivamente ds e dg. Notizie certe che dovranno essere ingaggiati un difensore sinistro, un attaccante e un centrocampista. Pratiche che potrebbero essere evase la prossima settimana. In uscita il prestito al Cesena dell’attaccante, classe 1999, Giuseppe Borello avvenuto nei giorni scorsi.  

 

 

 

Il Crotone ha suonato l’adunata per la stagione di Serie B 2019/2020. Da oggi, 11 luglio, tutti in sede e poi dal 14 trasferimento in quel di Trepidò presso il Villaggio Baffa. Presentati i nuovi acquisti.

Le vacanze sono già un lontano ricordo per lo staff tecnico e giocatori. Dall’11 luglio alle ore 15.30 presso il centro sportivo Antico Borgo il primo allenamento e dal 14 presso il Villaggio Baffa si continuerà a lavorare a pieno ritmo con due sedute giornaliere. La novità di quest’anno a proposito della preparazione, stando a ciò che ha dichiarato il presidente Gianni Vrenna, “un’amichevole e un minitorneo da disputare in Spagna in data da stabilire”. “Una decisone – ha dichiarato il dg Raffaele Vrenna - per fare conoscere il Crotone anche lontano dall’Italia”.

La presentazione dei quattro nuovi giocatori c’è stata presso la sala stampa dell’Ezio Scida, presenti il presidente Gianni Vrenna, il ds Giuseppe Ursino, il dg Raffaele Vrenna. I neorossoblù presentati, mancava il solo diciottenne difensore Gabriele Bellodi impegnato con l’Under 19, rilevato dal Milan in prestito, hanno evidenziato entusiasmo e voglia di fare bene in una squadra di serie B come il Crotone. Messias, Rutten, Petris, Evans, sono i primi innesti, ma di sicuro non gli ultimi, il ds Giuseppe Ursino ha dichiarato che ci saranno altri arrivi: due attaccanti ed un esterno difensivo sinistro. A proposito delle uscite, il presidente Gianni Vrenna ha precisato: “Nessun contatto con il Brescia per quanto riguarda il nostro centrocampista Benali”. Circa lo zoccolo duro della formazione che tanto bene ha fatto nella seconda parte del campionato, il presidente ha confermato che nessun giocatore è incedibile, l’unico vincolo dipende dalla questione economica e dalla qualità della squadra che intende ingaggiare il nostro giocatore.  

Qualche problema fisico esiste ancora per Nalini e come tale risulta ancora convalescente. Abbonamenti: la società intende promuovere una formula che soddisfi economicamente tutte le famiglie nella misura più idonea per avere uno stadio sempre pieno che si trasformi nel dodicesimo uomo in campo. “Già in altra occasione il Crotone si è salvato all’ultima giornata e il campionato successivo è stato promosso in serie A – ha dichiarato Giuseppe Ursino – quest’anno partiamo con l’intento di salvarci e nel corso del campionato analizzeremo la posizione di classifica e ne trarremo le dovute conseguenze per dire fin dove può arrivare la squadra”.

Il nome dei prossimi giocatori in arrivo non è stato possibile saperlo, la triade Vrenna, Ursino, Vrenna, inflessibili. “La concorrenza è spietata e se ci scappa il nome del giocatore che vorremmo prendere si aprirebbe un’asta pericolosa per noi che siamo una piccola società. Quindi faremo tutto in silenzio e comunicheremo il nome del giocatore a contratto firmato” Per l’inizio della preparazione la società ha convocato i seguenti giocatori: Andrea Barberis (1993) – Ahmad Benali (1992) – Gabriele Bellodi (2000) – Alex Cordaz (1983) – Giovanni Crociata (1997) – Marcos Curado (1995) – Giuseppe Cuomo (1998) – Jean Allan (1998) – Marco Festa (1992) – Giacomo Figliuzzi (2000) – Vladimir Golemic (1991) – Tomislav Gomelt (1995) – Augustus Kargbo (1999) – Luka Marcovic (2000) – Walter Messias ( 1991) – Salvatore Molina (1992) – Andrea Nalini (1990) – Nicola Nanni (2000) – Nwankwo Simy (1992) – Federico Panza (2001) – Arnaud Petris (1998) – Francesco Rodio ( 2001) – Zac Ruggiero (2001) – Moreno Rutten (1993) – Nicolas Spolli (1983) – Aniello Viscovo (1999) – Niccolò Zanellato (1998).

Le amichevole nel corso della preparazione al Villaggio Baffa saranno disputate con lo Scandale (squadra di prima divisione) domenica 21 luglio. Mercoledì 24 luglio con la Morrone che milita nel campionato di Eccellenza. Domenica 28 luglio contro il Rende formazione di serie C.    

  

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}