Il Crotone ospita il Livorno, Barberis: «Campionato equilibratissimo, tifosi ci stiano vicini»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 19 Dicembre 2019 19:42

Serie BKT 17esima giornata│Crotone ancora “acciaccato” in occasione del prossimo incontro interno con il "fanalino di coda" Livorno. Oltre allo squalificato Golemic, dubbi per l’utilizzo di Spolli. Arbitro dell’incontro Daniele Minelli di Varese, assistenti Soricaro e Zingarelli, quarto giudice Mario Vigile di Cosenza.

Benevento-Crotone, Barberis: «Entrambe le squadre ci tengono a far bene, sara' bella partita»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 20 Novembre 2019 18:01

«Rendimento personale? Quello che conta è la squadra». Per mister Stroppa e' un titolare inamovibile e i numeri danno ragione all'ex Milan. Andrea Barberis, classe 1995, e' uno dei punti di forza di questo Crotone. Per lui quattro assist e ottime prestazioni: "Sono contento per come sta andando la squadra in generale e poi di conseguenza quando tutto va bene anche i singoli si esaltano. Giochiamo bene e siamo convincenti", ha dichiarato il centrocampista al sito internet del club rossoblu'. Sabato gli "squali" faranno visita al Benevento. "Sara' una bella sfida, stimolante perche' loro sono primi in classifica, e' una gara sentita anche dai tifosi e quindi ci teniamo a far bene anche per questo. Entrambe le squadre ci tengono a fare bene, sara' sicuramente una bella partita", ha concluso Barberis.

Intanto, a tre giorni dalla sfida del Vigorito contro il Benevento (sabato, ore 15), i rossoblù sono stati impegnati quest'oggi in una seduta pomeridiana sui campi del centro sportivo Antico Borgo. Il lavoro di preparazione alla sfida contro i giallorossi prosegue nel migliore dei modi e, dopo l’appuntamento in sala video e il lavoro in palestra, la squadra ha sostenuto attivazione tecnica, lavoro tattico e piazzati. Nalini ha svolto la seduta col gruppo. Domani si replica al mattino: come al solito gli allenamenti dell’antivigilia saranno a porte chiuse.

 

 

 

Barberis prolunga il contratto in rossoblu' fino al giugno 2020: «Questa maglia la sento mia»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 23 Marzo 2019 14:45

Il centrocampista Andrea Barberis resterà in rossoblù fino a giugno 2020. In casa del Crotone si pensa già al prossimo campionato e miglior inizio non poteva esserci dopo il prolungamento del contratto sottoscritto con il centrocampista Andrea Barberis con scadenza giugno 2020. È lui uno tra i più longevi giocatori del Crotone avendo già indossato la maglia rossoblù in quattro campionati: due di serie A, due di serie B. Arrivato nella Città di Pitagora campionato serie B 2015/2016 è stato tra i protagonisti della promozione in seria A sotto la guida tecnica di Ivan Juric realizzando un gol. Confermato in serie A nei due successivi campionati è ora inamovibile centrocampista con il compito di contribuire a centrare l’obiettivo della salvezza. Con la maglia rossoblù ha disputato fino ad ora 120 partite per un totale di 10.000 minuti. Il commento del dg Raffaele Vrenna: «Andrea è al suo quarto anno con noi, ha un grande senso di appartenenza alla maglia ed è una pedina fondamentale della squadra. Siamo contenti – ha continuato il dg – che abbia prolungato per un’altra stagione firmando l’opzione, è un’ottima persona e un grande calciatore». «Ormai questa maglia la sento mia – ha detto Barberis – Crotone mi ha adottato come seconda città e sono molto contento di essere un calciatore rossoblù».

VIDEO│Mister Oddo prepara il match esterno col Perugia: «Responsabilita' non solo in difesa, prima c'e' centrocampo»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 07 Novembre 2018 18:59

Serie B 12esima giornata│Perugia-Crotone stadio ‘’Renato Curi’’ venerdì 9 novembre ore 21. Oltre agli assenti di lungo corso quali Benali e Nalini, mister Oddo non potrà disporre di Cordaz squalificato a cui si aggiungono per infortunio Marchizza e Martella. Giovedì mattina partenza per l’Umbria. Esonerati altri due tecnici: Mandorlini (Cremonese) sostituito da Rastelli; Bisoli (Padova) sostituito da Foscarini. La classifica non aspetta, va avanti chi fa punti ed il Crotone dopo undici partite procede a piccoli passi concedendosi anche qualche pausa di troppo. I dodici punti conquistati dai pitagorici dopo undici incontri rappresentano lo spartiacque tra la zona play-out e quella dei play-off. Il vertice della classifica è, al momento, zona off limite. Una posizione che ad inizio stagione era inimmaginabile. Il percorso fin qui fatto è ormai storia del passato, dalla prossima giornata, in quel di Perugia, gli squali ne dovranno scrivere una diversa come del resto si confà a una squadra che annovera i nove/undicesimi della passata stagione di serie A. Mister Oddo, tecnico che conosce bene come si deve giocare un campionato vincente di serie B, avrà già focalizzato in quale reparto occorre maggiore attenzione affinché il Crotone torni a conquistare con più frequenza i tre punti. Perché questo avvenga, dovrà indossare i panni del “mago” e cambiare la mentalità di quei giocatori che in alcuni momenti della partita si estraniano dal gioco collettivo. Occorre dare la “sveglia” al reparto mediano ed a quello difensivo per una maggiore attenzione nelle ripartenze degli avversari. Subire il gol quando si è in attacco, rappresenta la cartina di tornasole dell’estraneità dei giocatori in alcune fasi di gioco. Venerdì non sarà della partita lo squalificato Cordaz, al cui posto dovrebbe esserci Festa. Altre assenze forzate, ma per motivi fisici, saranno quelle dei difensori Marchizza e Martella, che si aggiungono a quelle in corso da più giornate di Nalini e Benali. Per i sostituti, la scelta cadrà di sicuro su Golemic e Curado. Per il resto nessun altro cambio nell’undici iniziale, anche se c’è da tener presente che la definitiva formazione mister Oddo la metterà assieme dopo l’allenamento mattutino di giovedì. Chi scenderà in campo fin dall’inizio si troverà di fronte avversari in serie positiva da due giornate con sei punti conquistati, sei gol realizzati, quattro subiti ed un solo punto di distanza dai play-off. Incontro non facile come hanno commentato mister Oddo e il centrocampista Barberis.

Mister Oddo: “La difesa non ha molte colpe sui gol che subìsce, prima della difesa c’è il centrocampo che deve intervenire su determinate giocate – ha dichiarato il tecnico – stiamo lavorando per un sistema difensivo diverso, non inteso soltanto come difesa, ma come squadra. Dobbiamo evitare di farci prendere in contropiede dagli avversari”. Per quanto riguarda gli assenti mister Oddo non ne fa un dramma: “Ho disponibili ventidue giocatori ed eventuali assenti saranno adeguatamente sostituiti. Non vorrei mai perdere giocatori importanti, ma non dobbiamo crearci problemi per le assenze. Anzi, sarà un’ottima occasione per chi ha giocato meno affinché si metta in evidenza”. “Il Perugia – ha dichiarato Oddo – è una buona squadra, ma ogni partita è una storia a sé, noi andiamo in Umbria per fare la nostra”. Parlando del traguardo che dovrà raggiungere a fine stagione il Crotone, mister Oddo ha affermato: “Al momento siamo distanti dai play-off di soli tre punti, dopo ogni partita dovrà essere questo il traguardo, se si raggiungerà quando mancano delle giornate guarderemo avanti. Per fare ciò abbiamo bisogno della dovuta tranquillità. Subire continue pressioni per come giochiamo potrebbe essere dannoso nei confronti dei giocatori”. Sulla precedente partita casalinga pareggiata contro il Carpi, il tecnico pitagorico ha detto: “La partita mi è piaciuta, buone giocate in molte occasioni, diverse azioni da gol mancate per pura casualità, sia da Budimir, che da Simy. Ripeto, questo Crotone sta crescendo grazie al lavoro settimanale. La classifica si rivoluzione con tre risultati utili consecutivi e noi abbiamo questa possibilità”.

Andrea Barberis, cento partite con il Crotone, potrebbe essere il capitano della squadra a Perugia in assenza di Cordaz. “Contro il Carpi – ha dichiarato il centrocampista – non abbiamo concretizzato le occasioni da gol, ma in campo abbiamo avuto un’ottima reazione e potevamo tornare negli spogliatoi con i tre punti”. Cosa pensa dell’attuale momento non positivo del Crotone? Andrea ha affermato: “Difficile fare un’attenta analisi di ciò che impedisce al Crotone di conquistare più punti. In campo entriamo determinati e sembra che tutto vada bene, poi arriva la giocata che ti fa perdere l’incontro e manda per aria il lavoro fatto nel corso della settimana. La classifica non ci soddisfa. Dobbiamo migliorarla a breve, per farlo occorrono i risultati positivi a ogni partita, iniziando dalla prossima”. Del Perugia il pitagorico ha detto: “E’ una buona squadra, ha fatto un ottimo calciomercato e disputato due buone ultime gare conquistando sei punti. Scenderanno in campo carichi per conquistare altri tre punti ed avvicinarsi di più ai play-off. La partita la stiamo preparando pensando al valore dei prossimi avversari per non ritardare ancora l’appuntamento con il successo”. “Questo Crotone – ha dichiarato Barberis – non merita l’attuale classifica ma evitiamo, al momento, di pensare ad una promozione diretta se prima non raggiungiamo i play-off”.  Intanto già sette squadre hanno cambiato il tecnico dopo undici giornate, questo significa che tutti vogliono conquistarsi un posto al sole nella cadetteria e quando le cose non girano per il giusto verso a pagare è sempre il tecnico: Brescia (Suazo – Corini), Carpi (Chezzi – Castori), Palermo (Tedino – Stellone), Venezia (Vecchi – Zenga), Crotone (Stroppa – Oddo), Cremonese (Mandorlini – Rastelli), Padova (Bisoli – Foscarini).            

Barberis e' pronto a tornare in campo: «Non vedo l'ora di raggiungere le 100 partite con la maglia rossoblu'»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 03 Ottobre 2018 19:51

L'attesa del centrocampista Andrea Barberis per il suo gradito ritorno sui campi di calcio (che dura dall’inizio del campionato causa l’intervento al menisco) è terminata. Il pitagorico scalpita per rendersi utile alla causa della squadra e per farne parte si allena insieme ai compagni con intensità. I tifosi non aspettano altro che vederlo di nuovo all’opera sapendo che si tratta di un giocatore che al Crotone ha sempre dato tutto. Le sue ultime presenze con la maglia rossoblù in occasione delle due partite di Coppa Italia contro il Giana Erminio allo Scida e il Livorno in trasferta. Incontri terminati con le vittorie del Crotone e passaggio al turno successivo. Ma in totale, con la maglia rossoblù ha totalizzato 97 presenze. Sempre presente nelle trentotto partite di serie A dello scorso campionato, ha messo a segno due importanti gol, entrambi in trasferta, decisivi per il risultato finale: contro il Verona (21esima giornata) ha aperto le marcature del Crotone con una punizione dal limite; contro l’Inter (23esima giornata) ha pareggiato il gol di Eder. In serie B (2015/2016) tra i protagonisti della storica promozione del Crotone nella massima serie, ha messo a segno anche un gol importante nella vittoriosa (3-0) sfida dello Scida contro la Ternana. Un centrocampista dai pochi gol ma con una forte personalità nel reparto più nevralgico. Contro il Palermo, sfida importantissima per l’alta classifica che si giocherà sul terreno “Renzo Barbera”, non è ancora tempo di parlare della probabile formazione, ma Barberis è pronto a tornare ed elogia i compagni per ciò che hanno fatto nelle precedenti partite: “Devo fare i complimenti ai miei compagni – ha dichiarato Barberis ai microfoni di Fc Crotone – per ciò che hanno fatto contro il Brescia. Hanno disputato una buonissima partita e, pur con l'uomo in meno, sembravano numericamente di più. Sono dispiaciuto per non aver iniziato il campionato, avrei voluto dare una mano ai miei compagni in campo ed invece l’infortunio mi ha provocato tanta sofferenza. Guardare le partite fuori dal campo non è mai bello. Non vedo l’ora di centrare il traguardo delle cento partite con la maglia rossoblù. Ciò significa che in questa città ed in questa squadra mi trovo bene”. Ed a proposito della prossima partita con il Palermo, che il Crotone sta preparando sotto la pioggia, Barberis ha dichiarato: “È un avversario di valore con ottimi giocatori che vogliono tornare in serie A”. Intanto, alla vigilia della trasferta di Palermo, il Crotone dovrà fare a meno di Golemic. Un solo giocatore, infatti, è stato squalificato dal giudice sportivo di Serie B dopo la 6/a giornata di campionato: si tratta proprio di Golemic del Crotone che salterà una gara.       

Berberis fa il punto della situazione: «Contro il Napoli dovremo rimanere concentrati sulla nostra partita»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 16 Maggio 2018 20:02

Mattinata di allenamento per il Crotone che continua a preparare l'ultima di campionato in casa del Napoli. I rossoblu' di mister Zenga si sono ritrovati al centro sportivo per la consueta colazione di gruppo e, a seguire, hanno sostenuto la sessione di lavoro sul terreno di gioco dell'Antico Borgo: possessi palla, lavoro tattico, conclusioni in porta e una serie di partitine con le sponde nel menu odierno. Domani ancora mattinata di allenamento. Intanto Barberis fa il punto della situazione: "Oggi abbiamo fatto un allenamento piu' di sostanza e di intensita', stiamo preparando al meglio la gara contro il Napoli. Dobbiamo essere concentrati solo sulla nostra partita, sapendo che il Napoli e' un avversario molto forte".

 

Crotone-Genoa, notiziario: botta alla caviglia per Barberis in allenamento, domani si valuteranno le sue condizioni

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 12 Aprile 2018 18:42

CROTONE. Procede la marcia di avvicinamento del Crotone alla sfida di sabato in trasferta contro il Genoa. Agli ordini di Zenga questa mattina la squadra ha lavorato sui campi del centro sportivo. Allenamento tattico per provare i movimenti offensivi e difensivi da replicare contro i liguri, ma anche molta cura sui calci piazzati. Rientrato nei ranghi Martella, che si e' allenato regolarmente col gruppo, mentre Barberis si e' fermato a causa di una botta alla caviglia (le sue condizioni verranno valutate domani). Nalini prosegue col programma di recupero personalizzato. Partenza per Genova prevista per venerdi' pomeriggio dopo la seduta di allenamento mattutina.

GENOA. Gruppo diviso in due parti nella seduta odierna svolta dai rossoblu' tra il centro sportivo Signorini e il campo Gambino di Arenzano, terreno in sintetico, casa della Primavera. Nel programma tattica ma soprattutto analisi dei singoli in vista dell'anticipo di sabato con il Crotone al Ferraris. Buone notizie per Taarabt ed El Yamiq, entrambi regolarmente a disposizione, cosi' come per Spolli che dopo gli acciacchi dei giorni scorsi si e' allenato regolarmente. Da valutare Bertolacci alle prese con un affaticamento, che ha svolto lavoro differenziato e sara' valutato domani. Contro i calabresi sicuri assenti Rigoni e Izzo.

Barberis incontra i ragazzi della Junior Tim cup: «Da piccolo giocavo all'Oratorio, adesso sogno la Nazionale»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 07 Febbraio 2018 20:43

I ragazzi della Junior Tim Cup, il torneo di calcio Under 14 promosso da Lega Serie A, Tim e Centro Sportivo Italiano, hanno vissuto un pomeriggio da sogno insieme ad Andrea Barberis del Crotone, accolto oggi alla Parrocchia San Paolo Apostolo di Crotone. "Da piccolo - ha raccontato il centrocampista - giocavo sempre all'Oratorio del mio paese, insieme a tutti i miei amici. Passavo giornate intere al campetto, quindi e' una realta' che conosco molto bene. Il mio sogno e' sempre stato quello di giocare in Serie A Tim, adesso invece ho l'obiettivo di mantenere la categoria con la maglia del Crotone e magari un giorno arrivare in Nazionale! Ai ragazzi consiglio di scendere in campo per divertirsi, inseguendo sempre le proprie passioni". Una giornata che ha regalato emozioni a tutti i partecipanti. I ragazzi, dopo aver rivolto alcune domande all'ambasciatore del Crotone, hanno poi donato una maglia con la scritta "Uno di Noi", simbolo dell'unione tra il calcio di vertice e quello di base. Barberis, insieme al capitano della squadra di un oratorio locale che partecipa al torneo, ha poi firmato una speciale maglia che, come nell'edizione precedente, fara' una "staffetta" in tutte le citta' dei prossimi incontri, diffondendo il messaggio e i valori del progetto in tutta Italia. Infine, tanto divertimento con alcuni dei giovani calciatori della Junior Tim Cup scesi in campo insieme all'ambasciatore della squadra calabrese. Crotone ospitera' nuovamente la Junior Tim Cup in occasione del pre-partita di Crotone-Atalanta, quando all'Ezio Scida le squadre della Parrocchia S. Nicola Vescovo e della Parrocchia S. Maria del Carmelo scenderanno per sfidarsi in un'amichevole sullo stesso campo dei loro idoli calcistici, sostenuti dal calore dei tifosi sugli spalti. Il torneo coinvolge gli oratori delle 15 citta' le cui squadre militano nella Serie A Tim e nelle precedenti edizioni ha fatto giocare oltre 53mila ragazzi in tutta Italia e quasi 4mila oratori, promuovendo l'alleanza tra sport di vertice e di base nel percorso di crescita e formazione dei piu' giovani.

Zenga scuote lo spogliatoio: «Voglio un Crotone che sappia mettere in campo passione, coraggio e cuore»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 15 Dicembre 2017 13:44

Serie A 17.esima giornata Crotone-Chievo domenica 17 dicembre ore 15.00 stadio Ezio Scida. «Contro il Chievo, voglio un Crotone che sappia mettere in campo passione, coraggio e cuore»: è ciò che pretende mister Zenga per domenica prossima dai suoi giocatori anche e soprattutto per mantenere alto l'affetto dei tifosi.

Probabili formazioni:

Crotone (4-3-3): Cordaz, Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella, Barberis, Mandragora, Stoian, Rohden,Trotta, Budimir. All. Zenga

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi, Bastien, Radovanovic, Hetemaj, Birsa, Meggiorini, Inglese. All. Maran

Arbitro: Luca Pairetto (Nichelino)

Ass. Costanzo – Bottegoni

Quarto giudice: Mario Saia (Palermo)

Var: Rosario Abisso – Avar: Federico La Penna

Meno tre al giro di boa e per il Crotone di Walter Zenga saranno appuntamenti che metteranno a dura prova la tenuta tecnico/atletica dei rossoblù. Primo difficile appuntamento di questi ultimi incontri di fine girone d’andata è contro il Chievo del tecnico Maran domenica prossima. Sabato 23 dicembre (ore 12.30), invece, i pitagorici saranno impegnati sul terreno dell’Olimpico di Roma dove affronteranno la Lazio del tecnico Inzaghi. Venerdì 29 dicembre (20.45), infine, di nuovo all’Ezio Scida c’è il Napoli di mister Sarri. Una chiusura d’anno al cardiopalma, calcisticamente parlando e non mancano le condizioni affinché il Crotone possa brindare a una classifica migliore. Per il momento la massima concentrazione è rivolta al Chievo, la passata stagione contro i veneti di Maran (11.esima giornata) arrivò il primo successo stagionale del Crotone con gol di Trotta e Falcinelli. In occasione della prossima sfida, l’obiettivo dei locali è altrettanto importante: occorre invertire la rotta delle quattro sconfitte consecutive. Nel nuovo dispositivo tattico (4-3-3) che mister Zenga sta facendo metabolizzare ai suoi, l’attaccante Trotta potrebbe, in sostituzione di Tonev che accusa problemi fisici, essere della partita insieme a Budimir e Stoian per comporre il trio d’attacco. Mandragora, Barberis, Kragl (Nalini non recuperabile insieme a Izco) comporranno la nuova versione del centrocampo. Come mister Zenga ha affermato in sala stampa, a due giorni dall’incontro è prevedibile una valutazione diversa per alcuni giocatori, ma nell’assieme il tecnico pitagorico ha pure dichiarato che ci sarà continuità con il grosso della squadra che ha affrontato il Sassuolo. Mister Maran deve sciogliere l’interrogativo dell’impiego dei difensori Tomovic, Jarszynsky e del centrocampista De Paoli. Se non dovessero farcela, i più quotati a prendere il loro posto sembrano essere i difensori Gobbi e Dainelli ed il centrocampista Hetemaj. Mister Zenga ed il centrocampista Barberis hanno concluso pochi minuti fa la conferenza pre-partita. «Nel calcio – ha affermato Zenga – c’è sempre da imparare qualcosa di nuovo e da migliorare. Per quanto mi riguarda - ha dichiarato Zenga – ho iniziato ad allenare il Crotone da quattro giorni e parto da questo periodo, quanto fatto in precedenza è alle spalle, occorre guardare sempre avanti. È stata una settimana intensa, trascorsa a conoscere l'ambiente, i calciatori, le persone che lavorano per la societa' e la citta'. Mi sembra - ha aggiunto - di essere tornato a Catania dove c'e' molta familiarita' con la societa', dove i punti di riferimento a cui rivolgersi sono precisi. C'e' un presidente che mi chiama per chiedermi come stai e non per fare le formazioni. Qui c'e' un grande senso di appartenenza alla squadra da parte delle persone che lavorano con l'Fc Crotone e dei tifosi. Se uniamo tutte queste componenti possiamo fare un bel lavoro. Io ci metto la mia passione che voglio trasmettere alla squadra perche' coinvolga poi anche il pubblico che deve aiutarci soprattutto nei momenti di difficolta' e non solo quando si gioca bene». Per quanto riguarda il modulo del Crotone il tecnico pitagorico ha dichiarato: «In campo bisogna correre tanto e bene e il Crotone ha i giocatori adatti per farlo. Contro il Chievo sarà un Crotone che dovrà proporsi fino all’ultimo secondo». Poi un breve cenno al rapporto con i tifosi: «Non chiedo mai ai tifosi di stare dalla nostra parte, ma chiedo alla mia squadra passione, coraggio cuore, elementi che attirano i tifosi». Parlando del Chievo Zenga ha aggiunto: «Si tratta di una squadra esperta, tosta con una filosofia molto chiara per quanto riguarda il gioco ed ha un gruppo compatto. Hanno dei giocatori giovani come Bastien, Inglese, De Paoli che sono bravi ai quali si deve aggiungere un portiere, Sorrentino, di navigata esperienza e ci sono giocatori che se non più giovani in campo sanno farsi valere. Inoltre hanno in Birsa un giocatore che fa la differenza, sa come fare la giocata ed imposta ottimi assist». Quindi ha parlato Barberis: «Sappiamo come gioca il Chievo e nel corso della settimana ci siamo allenati per mettere in pratica le contromisure durante l’incontro. Come qualità il Chievo è una squadra brava che sa come affrontare qualsiasi avversario. Stiamo metabolizzando velocemente i concetti di mister Zenga e il nuovo modulo che intende praticare. Stiamo lavorando anche mentalmente per eliminare quei vuoti che accusiamo durante la partita che poi si rivelano fatali per quanto riguarda il risultato finale. Mi sto impegnando per mettere a segno il mio primo gol in serie A e spero, facendo gli scongiuri del caso, di realizzarlo domenica prossima contro il Chievo».       

      

 

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}