Sorteggiato il calendario serie A: tutti gli incontri del Crotone per la stagione 2016/2017

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 22 Luglio 2016 20:08

Il Crotone debutterà nella massima serie in trasferta contro il Bologna, mentre alla seconda giornata arriverà allo Scida (lavori permettendo) il Genoa di mister Juric. La terza giornata Crotone in trasferta a Empoli; quarta giornata Crotone in casa contro il Palermo; quinta giornata Roma – Crotone; sesta giornata Crotone – Atalanta; settima giornata Cagliari – Crotone; ottava giornata Sassuolo – Crotone; nona giornata Crotone – Napoli; decima giornata Fiorentina – Crotone; undicesima giornata Crotone – Chievo; dodicesima giornata Inter – Crotone; tredicesima giornata Crotone – Torino; quattordicesima giornata Crotone – Sampdoria; quindicesima giornata Milan – Crotone. Gli accopiamenti per il calendario di serie A (stagione 2016/2017) sono stati forniti qualche minuto fa dal cervellone elettronico L'inizio è il 21 agosto, il termine il 28 maggio 2017. Tre i turni infrasettimanali e tutti nel 2016 (mercoledì 21 settembre, mercoledì 26 ottobre, giovedì 22 dicembre) col criterio che, in queste date, non possono esserci derby e confronti diretti fra Inter, Juve, Milan, Napoli e Roma. Le soste del cmapionato sono invece previste per domenica 4 settembre, domenica 9 ottobre, domenica 13 novembre, domenica 26 marzo 2017 (impegni della Nazionale), domenica 25 dicembre 2016 e domenica 1 gennaio 2017 (festività natalizie). Nella prima e nell’ultima giornata non possono incontrarsi squadre che si sono già affrontate nelle stesse giornate degli ultimi due campionati. Nella costruzione delle sequenze di incontri in casa e in trasferta si è tenuto conto anche dei seguenti criteri: nelle ultime quattro giornate le gare in casa sono perfettamente alternate a quelle in trasferta; non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone; nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l'altra in trasferta; è prevista alternanza assoluta degli incontri in casa ed in trasferta per le seguenti coppie di Società: Crotone - Pescara; Empoli - Fiorentina; Genoa - Sampdoria; Inter - Milan; Juventus - Torino; Lazio - Roma. In tutti i casi in cui ciò è stato possibile, si è tenuto conto delle situazioni di indisponibilità del campo e/o di concomitanza con altri eventi cittadini di speciale rilevanza (vedi scheda allegata: "segnalazioni delle Società o dell'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive del Ministero dell'Interno"). Nelle città che presentano due Società che condividono lo stesso stadio (Genova, Milano e Roma), l'ordine di esordio in casa è invertito rispetto al Campionato 2015/2016. Le Società che, nel Campionato di Serie A TIM 2015/2016, hanno disputato fuori casa l'ultima gara giocano in casa l'ultima partita.

IL CALENDARIO

Prima giornata domenica 21 agosto

Atalanta – Lazio

Bologna – Crotone

Chievo – Inter

Empoli – Sampdoria

Genoa – Cagliari

Juventus – Fiorentina

Milan – Torino

Palermo – Sassuolo

Pescara – Napoli

Roma - Udinese

Seconda giornata

Cagliari – Roma

Crotone – Genoa

Fiorentina – Chievo Verona

Inter – Palermo

Lazio – Juve

Napoli – Milan

Sampdoria – Atalanta

Sassuolo – Pescara

Torino – Bologna

Udinese – Empoli

La terza giornata Crotone in trasferta a Empoli; quarta giornata Crotone in casa contro il Palermo; quinta giornata Roma – Crotone; sesta giornata Crotone – Atalanta; settima giornata Cagliari – Crotone; ottava giornata Sassuolo – Crotone; nona giornata Crotone – Napoli; decima giornata Fiorentina – Crotone; undicesima giornata Crotone – Chievo; dodicesima giornata Inter – Crotone; tredicesima giornata Crotone – Torino; quattordicesima giornata Crotone – Sampdoria; quindicesima giornata Milan – Crotone;

 

 

 

Quello dello stadio Ezio Scida è un de profundis che va avanti da oltre un decennio...

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 15 Luglio 2016 14:52

Ma come è possibile che la Sopraintendenza cambi parere a secondo del giorno sul progetto di ampliamento dello stadio Ezio Scida? Forse è utile fare un passo indietro e riscostruire la vicenda. Mercoledì sera la Soprintendenza esprime parere negativo per la ristrutturazione [leggi articolo], mentre giovedì pomeriggio, dopo l’incontro di Cosenza [leggi articolo], sembra si sia aperto uno spiraglio per un eventuale ok ai lavori, ma il vincolo ministeriale che insiste sull’area intorno allo stadio impone che non possa essere rilasciato alcun parere positivo circa la costruzione di alcuni tipi di manufatti. Questa è la posizione ufficiale del giovedì. A questo punto l’amministrazione presenterà una nuova soluzione tecnica ed entro mercoledì prossimo il soprintendente, dopo l’esame, presenterà questa alla commissione regionale dei beni culturali. Al momento, quindi, si allungano i tempi per la ristrutturazione dello stadio, sempre se la soprintendenza darà parere favorevole. Intanto imperversa solito dubbio amletico a proposito dell’impiantistica sportiva nella città di Pitagora: si farà o non si farà l’adeguamento dello stadio in tempo utile per l’inizio della stagione in data 21 agosto? L’ardua sentenza adesso è nelle mani della Sopraintendenza cui spetta l’ultima parola. Dara lei a decidere se le partite di serie A il Crotone le potrà disputare allo Scida o in un altro stadio d’Italia. Del resto, dell’adeguamento Ezio Scida, se ne parlava da più tempo e si affermava anche che là dove sorge è un'area archeologica e quindi sempre sottoposta a questo tipo di vincoli. Tornando indietro di un decennio e forse anche più, la Soprintendenza bloccò i lavori dell’attuale curva Nord perché furono rilevati dei reperti archeologici. Il completamento della gradinata avvenne con una struttura in carpenteria metallica poggiata al suolo senza perforare il terreno. Il tutto fu deciso dopo una serie d'incontri tra l’allora sopraintendete e l’amministrazione comunale. Quindi, si sapeva già che lo stadio si trovava sopra reperti archeologici. Negli anni si sarebbe dovuto programmare da parte degli amministratori la costruzione di un nuovo stadio in un luogo diverso, giustificandolo con la categoria (serie B) in cui militavano i rossoblù. Non è stato fatto ed ora si lotta con il poco tempo che rimane all’inizio della stagione. Se si giocasse altrove, peggiore delusione non ci sarebbe e per i tifosi, e per la città e per l’intera provincia, ma anche e soprattutto per la società che ha fortemente voluto il traguardo della massima serie. A Crotone quando si parla d'impiantistica la storia insegna che occorre affermare: “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco” altrimenti si va incontro a delle delusioni. Già in passato (1975) la città ha dovuto rinunciare allo storico campionato di serie B di Pallanuoto per mancanza di un’adeguata piscina. Il campionato la R.N. Auditore lo ha dovuto disputare tutto in trasferta in quel di Salerno che significò la retrocessione. Grazie poi alla realizzazione della piscina Olimpionica dopo alcuni decenni c’è stato il ritorno della R.N. in serie B nei mesi scorsi. Evitare a proposito dell’Ezio Scida lo scarica barile e fare sinergia tra le varie Istituzioni per realizzare le dovute modifiche necessitano affinché la serie A il Crotone la giochi sul proprio terreno. Le porte della massima categoria ai pitagorici si sono spalancate mesi prima della conclusione del campionato. Essere arrivati ad un mese dall’inizio della nuova stagione e non sapere con esattezza se lo stadio sarà adeguato per la serie A inquieta tutta la tifoseria e l’intera città.

Dopo sei campionati torna a vestire la casacca rossoblù il centrocampista Andrea Mazzarani

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 08 Luglio 2016 16:39

Torna in rossoblù dopo sei campionati Andrea Mazzarani. Per lui contratto biennale con scadenza 30 giugno 2018. Calciomercato pitagorico, dunque, all’insegna dell’esperienza e della conoscenza della massima serie: questa è la linea tracciata dal duo Gianni Vrenna–Beppe Ursino. L’ultimo acquisto in ordine di tempo è il ventisettenne mediano Andrea Mazzarani (Roma 6-11-1989) già in rossoblù stagione 2009/2010 sotto la guida tecnica di Franco Lerda (subentrato a sua volta al Crotone al posto di Francesco Moriero che non è rimasto nella città di Pitagora dopo aver vinto il campionato di C1). In quella stagione Mazzarani indossò la maglia rossoblù per trenta partite, mettendo a segno tre gol di seguito contro Ancona, Modena in trasferta, Reggina. Stagione fortunata quella sia per il Crotone, piazzatosi all’ottavo posto, che per Mazzarani messosi all’attenzione del calcio nazionale. Dopo Crotone, infatti, il neo centrocampista approdò al Modena dove ha accumulato trentasette presenze e nove gol. Mazzarani è passato l’anno successivo al Novara in serie A, partecipando a venti gare e realizzando un gol. Quinndi è in serie B di nuovo con il Modena, Entella e poi ancora Modena dove ha giocato l’ultimo sfortunato campionato, essendo la squadra emiliana retrocessa in Lega Pro. Mazzarani ha indossato anche la maglia azzurra dell’Under 19/21 e quella della Nazionale di B. Con la società Pitagorica ha firmato un contratto biennale con scadenza 30 giugno 2018. Presto sarà a disposizione del tecnico Nicola per il ritiro di Moccone.  

Bentornato Raffaele Palladino! L'attaccante vestirà ancora la maglia rossoblù per altri due anni

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 07 Luglio 2016 16:58

L’estro e il genio di Raffaele Palladino vestiranno ancora la maglia rossoblù e, questa volta, per altri due anni. Continua a tappe forzate il potenziamento della squadra pitagorica in previsione del prossimo campionato di serie A. Dopo l’arrivo dell’attaccante esterno Nalini dalla Salernitana e del difensore Ceccherini dal Livorno, unitamente alla conferma dei centrocampisti Capezzi e Fazzi attraverso la formula del riscatto, il duo Gianni Vrenna – Giuseppe Ursino (rispettivamente amministratore delegato e direttore sportivo), hanno “regalato” ai tifosi pitagorici quella che sarà la ciliegina sulla torta per la prossima stagione: Raffaele Palladino. Arrivato al Crotone nel dicembre 2015 dal Parma, il numero 14 rossoblù ha subito evidenziato simpatia per la città e per i tifosi. Non poteva essere diversamente per un giocatore meridionale (nato a Napoli il 1984) e cresciuto calcisticamente tra le fila di molte società italiane della massima serie tra cui la Juventus e con alcune presenze nella Nazionale maggiore. Palladino è stato alle dipendenze anche dell’attuale tecnico della Francia Deschamps quando il francese allenava la Juventus in serie B, campionato 2006/2007, in quell’occasione fu anche avversario del Crotone. Con la maglia rossoblù ha debuttato alla diciannovesima giornata (19 dicembre 2015) in quel di Latina, l'incontro è poi terminato in parità (2-2). In campo si è fatto notare per la sua classe, fornendo assist importanti ai suoi compagni nell’area avversaria. Non solo rifinitore, Palladino è stato anche uomo gol importante ai fini della promozione in serie A. La doppietta messa a segno alla trentesima giornata contro l’Ascoli ha permesso al Crotone di prendere il largo nei confronti delle inseguitrici. Ancora in gol contro il Pescara alla trentaduesima giornata. Il suo peso agonistico, Palladino, lo ha consacrato a Modena quando ha messo dentro dal dischetto il pallone del pareggio che ha significato promozione matematica in serie A. La società pitagorica ha così deciso di non lasciar andare via un giocatore con queste caratteristiche. Attorno a lui, la società intenderà costruire la squadra del prossimo campionato. Con il Crotone Raffaele Palladino ha firmato un contratto biennale con scadenza 30 giugno 2018. Il curriculum di Palladino afferma che è un’ala sinistra di grande esperienza. Potente e versatile, ha giocato anche come punta centrale e seconda punta, militando in carriera nelle linee di Benevento, Juventus, Salernitana, Livorno, Genoa, e Parma. Totali presenze in serie A 176 e 22 gol; in serie B 86 presenze con 27 marcature. Presenze anche in Coppa Italia, Europa League. Con la maglia azzurra nell’Under 21 di Claudio Gentile e nella Nazionale Maggiore tre presenze sotto la guida tecnica di Donadoni. In vista dell’immediato ritiro Palladino raggiungerà al più presto il resto della squadra.

 

Nuovo colpo di mercato del Crotone: dal Livorno arriva il centrale di difesa Ceccherini

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 07 Luglio 2016 00:31

Il Crotone ha acquistato il difensore centrale Federico Ceccherini. Per lui un contratto triennale con scadenza 30 giugno 2019. Si tratta di un difensore noto alla tifoseria pitagorica per essere stato avversario del Crotone in più campionati con la maglia del Livorno. Il neoacquisto rossoblù è una vecchia conoscenza del tecnico Davide Nicola che lo ha avuto alle sue dipendenze in serie B ed in serie A sempre con il Livorno. Nell’ultima stagione di serie B ha collezionato trentadue presenze e realizzato due gol. L’operazione di mercato è stata condotta e conclusa dal duo Gianni Vrenna (amministratore delegato) e Giuseppe Ursino (direttore sportivo). Si tratta di un difensore centrale temuto dagli attaccanti avversari per il senso tattico. Cresciuto calcisticamente nel settore giovanile del Livorno ha conosciuto anche il calcio di serie D con la Pistoiese (un solo campionato) per poi tornare al Livorno da dove non si è più mosso. La retrocessione della squadra toscana in Lega Pro nonostante i quattro allenatori che si sono succeduti sulla panchina tra cui Panucci, ha favorito il passaggio del giocatore tra le fila del Crotone. Rimarrà nella città di Pitagora i prossimi tre anni avendo sottoscritto un contratto triennale fino al 30 giugno 2018. Per Ceccherini si tratta dunque di un ritorno nella massima serie insieme al tecnico che lo ha avuto alle sue dipendenze. Soddisfatto e non poteva essere diversamente, Davide Nicola per l’operazione messa a segno dal Crotone. Giusto il tempo di sapere della sua nuova destinazione e poi Ceccherini dovrà immediatamente unirsi al gruppo degli altri rossoblù in partenza per il ritiro di Moccone.

 

Sabato il Crotone andrà in ritiro a Moccone: Puscas e Falletti probabili arrivi dal calciomercato

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 06 Luglio 2016 17:50

Le vacanze dei rossoblù stanno per finire, da sabato tutti in sede. Ancora pochi giorni e poi di nuovo a sudare agli ordini del nuovo tecnico Nicola in quel di Moccone in località Camigliatello Silano. Il raduno è fissato per sabato 9 luglio (giorno della presentazione del tecnico alla stampa) e dal 10 al 13 i primi allenamenti in forma ridotta e il rituale delle visite mediche. La partenza per Moccone prevista nel pomeriggio di mercoledì 13 con destinazione il Complesso turistico “La Fattoria” che da cinque anni rappresenta il ritiro estivo del Crotone. Gli allenamenti si svolgeranno presso il campo sportivo “Parrilla” ubicato nella stessa struttura de “La Fattoria” fino all’11 agosto. Sul terreno Parrilla la prima uscita stagionale domenica 17 luglio contro una rappresentativa locale. Il 31 luglio i pitagorici saranno impegnati in un triangolare contro Cagliari e Olbia allo Stadio “Sant’Elia” di Cagliari. Gli orari delle due amichevoli sono già definiti, mentre le date, i luoghi e gli avversari delle altre gare, saranno comunicate nei prossimi giorni. Nell’attesa di conoscere gli sviluppi del calciomercato il Crotone ha nel proprio organico molti giocatori della vittoriosa passata stagione: Cordaz (portiere), Claiton (difensore centrale), Ferrari (difensore centrale), Cremonesi (difensore centrale), Martella (difensore esterno), Zampano (centrocampista), Salzano (centrocampista), Barberis (centrocampista), Capezzi (centrocampista), Fazzi (centrocampista), De Giorgio (attaccante esterno), Torromino (attaccante) e Nalini (attaccante esterno) neo rossoblù proveniente dalla Salernitana. Altri nuovi arrivi potrebbero riguardare l’attaccante Puscas classe 1996 di proprietà dell'Inter (ma in forza al Bari la passata stagione) e il ventiquattrenne trequartista Falletti dalla Ternana dove ha giocato gli ultimi tre campionati (84 presenze - 11 gol).

«Davide Nicola è il nuovo allenatore del Crotone»: l'annuncio ufficiale della società

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 23 Giugno 2016 16:38

Il Football Club Crotone comunica di aver affidato, a partire dall'1 luglio 2016, la guida tecnica della prima squadra al signor Davide Nicola. Nei prossimi giorni verrà comunicata la data della presentazione ufficiale del neollenatore rossoblù attraverso apposita conferenza stampa. «La società - è scritto nella comunicazione - dà il benvenuto a mister Nicola e gli augura un grosso in bocca al lupo per il nuovo incarico». Davide Nicola è nato a Luserno San Giovanni (Torino) il 5 marzo del 1973. Nonostante abbia iniziato a fare l’allenatore da pochi campionati, il tecnico ha già diretto squadre della cadetteria e della serie A. È più noto alla tifoseria rossoblù come avversario all’Ezio Scida quando allenava il Livorno nella stagione 2012/2013. Al termine di quel campionato Nicola conquistò con la squadra toscana la promozione in serie A dopo aver vinto i play-off. La promozione gli valse la conferma sulla panchina del Livorno anche in serie A campionato 2013/2014, ma fu esonerato ad inizio del girone di ritorno (13 gennaio 2014) a causa della pessima classifica dei toscani. Nella stagione della serie B 2014/2015 divenne il nuovo tecnico del Bari dalla quindicesima giornata in sostituzione dell’esonerato Mangia. Sulla panchina dei pugliesi Nicola ha trascorso anche il campionato successivo (sempre in serie B) fino alla ventunesima giornata quando, per esonero, lasciò la panchina a Camplone.

Nicola pista percorribile per il Crotone: ore cruciali per la designazione del nuovo tecnico rossoblù

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 23 Giugno 2016 01:45

Il giovane tecnico Davide Nicola piace alla società pitagorica che è sul punto di fargli firmare il contratto per la prossima stagione. Lui è nato a Luserno San Giovanni il 5 marzo del 1973 e figura tra i "papabili" allenatori della massima serie rossoblù. Nonostante abbia iniziato a fare l’allenatore da pochi campionati, il tecnico ha già diretto squadre della cadetteria e della serie A. È noto alla tifoseria rossoblù già come avversario all’Ezio Scida quando allenava il Livorno nella stagione 2012/2013. Al termine di quel campionato Nicola conquistò con la squadra toscana la promozione in serie A dopo aver vinto i play-off. La promozione gli valse la conferma sulla panchina del Livorno anche in serie A campionato 2013/2014, ma fu esonerato ad inizio del girone di ritorno (13 gennaio 2014) a causa della pessima classifica dei toscani. Nella stagione della serie B 2014/2015 divenne il nuovo tecnico del Bari dalla quindicesima giornata in sostituzione dell’esonerato Mangia. Sulla panchina dei pugliesi Nicola ha trascorso anche il campionato successivo (sempre in serie B) fino alla ventunesima giornata quando, per esonero, lasciò la panchina a Camplone. Se l’accoppiata Crotone-Nicola venisse ufficializzata, in queste ore, o prima del fine settimana, si chiuderebbe così la "pratica" realtiva all'allenatore e, subito dopo, si aprirebbe invece quella pertiente all'organico a sua disposzione prevista per l’inizio di luglio. Soprattutto da quest’ultimo versante, non si hanno ancora notizie certe. Intanto l’affaire Budimir con la Sampdoria non è stato ancora ufficializzato e stessa cosa succede per quanto riguarda il passaggio del difensore Ferrari al Genoa.

 

 

 

 

Il Crotone la squadra più corretta del campionato: assegnata la Coppa disciplina di Serie B 2015/16

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 22 Giugno 2016 17:04

 Il Crotone si è aggiudicato la Coppa Disciplina per il campionato di Serie B 2015/16. Lo scrive il sito ufficiale dell'Fc Crotone. Gli squali sono in testa secondo la classifica ufficiale pubblicata dalla Lega B che premia la correttezza degli atleti in campo. La squadra rossoblù è risultata la più corretta del campionato cadetto. Nella classifica si tiene conto dei provvedimenti disciplinari adottati dal Giudice sportivo per il comportamento in campo dei tesserati delle società.

 

 

Due mesi all'avvio del campionato e niente lavori allo Scida: la società si "cautela" in quel di Pescara

Pubblicato in Stadio
Martedì, 21 Giugno 2016 16:20

Quando è ormai il promo giorno d'estate, non si hanno amcora notizie certe sull’inizio dei lavori di ristrutturazione dello stadio Ezio Scida. Le settimane trascorrono e l’inizio della stagione agonistica rimane per quando prevista: il 21 agosto prossimo. Sono due mesi esatti. Di fronte a questa scadenza i cittadini cominciano ad essere pessimisti circa la possibilità di poter vedere dai seggiolini dell’Ezio Scida la prima sfida casalinga del Crotone. Ma c'è anche un’altra domanda che pervade tutta la tifoseria rossoblù in queste ore: “Le elezioni che hanno interessato anche Crotone potrebbero allungare i tempi d’inizio e fine lavori all’Ezio Scida?”. Tali risposte interessano anche la società pitagorica che, nell’attesa, ha inteso cautelarsi in anticipo nell’identificazione di un secondo stadio da poter utilizzare nel caso l’Ezio Scida non sia utilizzabile inizialmente. «Il Football Club Crotone - scrive attraverso il sito ufficiale della società - nella persona del presidente Raffaele Vrenna rende noto che nella giornata di lunedì 20 giugno è stata depositata presso la Commissione criteri infrastrutturali la documentazione comprovante la licenza d’uso di cui all’articolo 68 del Tulps per l’eventuale utilizzo dello stadio “Adriatico-Cornacchia” di Pescara. Un adempimento necessario, in attesa dell'adeguamento dello stadio “Ezio Scida” ai parametri richiesti per gli incontri di Serie A Tim: presso lo Scida è infatti prevista la costruzione di una tribuna mobile da 7000 posti in sostituzione dell'attuale e l'implementazione della Goal-line Technology. Raffaele Vrenna ringrazia il Comune, la Prefettura e la Questura di Pescara, nonché il presidente della Delfino Pescara 1936 Daniele Sebastiani per la disponibilità dimostrata».

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}