Subito in campo i calciatori del Crotone, allenamento nella Capitale prima di rientrare: ancora a parte Martella e Tonev

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 26 Ottobre 2017 19:33

Subito in campo i calciatori del Crotone, reduci da due sconfitte nelle trasferte contro la Sampdoria e la Roma. Cordaz e compagni hanno fatto allenamento nella Capitale prima di rientrare in Calabria per preparare la gara di campionato contro la Fiorentina, in programma domenica alle 15 all'Ezio Scida alle 15. Allenamento blando: lavoro defaticante per gli 11 titolari della sfida contro i giallorossi, normale seduta per il resto del gruppo. Ancora a parte Martella e Tonev. Nel pomeriggio la squadra e' ripartita in aereo verso la Calabria. Per domani e' in programma un allenamento pomeridiano. Per la trasferta di domenica contro il Crotone la Fiorentina dovra' fare a meno di Cyril Thereau che ieri sera, durante la gara con il Torino, e' dovuto uscire anzitempo per un un problema ai muscoli flessori della coscia destra. Le condizioni dell'attaccante, oggi rimasto a riposo, verranno valutate nuovamente domani ma appare difficile la sua disponibilita' per il prossimo impegno. Ancora ai box Saponara alle prese con una metatarsalgia.

 

Nicola ammente nel dopo partita: «Non possiamo competere, non abbiamo i mezzi: miei giocatori danno l'anima in campo»

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 20 Marzo 2017 10:21

Davide Nicola è arrivato sorridente ieri sera in sala stampa dopo la sconfitta del Crotone con i viola, ma era una maschera della sua delusione. Maschera che è caduta alla prima domanda: «Non posso dire nulla ai ragazzi, li ho elogiati per aver creato tante occasioni per fare gol. Anche la Fiorentina ha creato tanto, ma loro hanno segnato e noi no. A questo punto è giusto riconoscere che non si hanno i mezzi per poter competere fino in fondo. Io non posso che fare un plauso ai ragazzi che non si danno mai per vinti e continueremo a non darci per vinti. Potremmo fare di più, ma questo al momento è il massimo di quello che possiamo fare». Anche Sousa si dice orgoglioso della sua squadra: «Non dobbiamo pensare agli avversari, ma a noi: oggi abbiamo creato tantissimo, ma fatto un solo gol. Quindi dobbiamo migliorare in fase realizzativa, ma siamo contenti per la vittoria», dice il tecnico dopo la vittoria in extremis a Crotone. «Siamo tutti concentrati, e questi due successi cercati e trovati nei minuti finali ne sono la prova – ha proseguito il tecnico portoghese a Premium Sport –. Noi cerchiamo sempre di dare il meglio di noi stessi, crediamo di poter vincere ogni partita perché, nonostante alcuni limiti, ne abbiamo la capacità e io sono orgoglioso di questa squadra».

Crotone ancora Ko: sonfitta casalinga contro la Fiorentina, il gol-vittoria dei viola arriva oltre il 90esimo con Kalinic

Pubblicato in Stadio
Domenica, 19 Marzo 2017 17:12

Serie A 29.esima giornata altra sconfitta casalinga e questa volta veramente decisiva per la salvezza. Cordaz migliore in campo in senso assoluto. Stoian il peggiore. Negato un rigore al Crotone. Colpito un palo per parte.

Tabellino.

Crotone        0

Fiorentina     1

Marcatore: Kalinic 92°

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini (Dussenne), Ferrari, Mesbah, Rohden, Barberis (Barberis), Crisetig, Stoian, Tonev (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu, Astori, Gonzalo, Ilicic (Babacar), Vecino, Badelj (Olivera), Tello, Borja Valero, Kalinic, Chiesa (Saponara), Sanchez. All. Sousa)

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino

Coll. Alessandro Costanzo - Luca Mondin

Quarto giudice: Pasquale De Meo di Foggia

Add.1 Daniele Orsato - Add.2 Aleandro Di Paolo

Ammoniti: Cordaz, Gonzalo

Angoli: 5 a 3 per il Crotone

Recupero: 1 e 3 minuti

Spett. tot. 7997 € 142; biglietti 1.776 € 21.505; abbonati 6.221 rateo € 120.886

Il commento.

La lunga astinenza di vittorie del Crotone (ultimo successo contro l'Empoli 22.esima giornata) non si arresta. Contro la Fiorentina gli uomini di mister Nicola non sono riusciti a conquistare il quarto successo stagionale e così incamerare i tre punti importantissimi per rincorrere la salvezza. Un traguardo quasi irragiungibile dopo l'ennesima battuta d'arresto e quando mancano nove giornate al termine del campionato. La vittoria contro una squadra che lotta per un posto in Europa non e' stata conquistata dal Crotone. La vittoria doveva essere conquistata minuto dopo minuto con un'attenta strategia preparata dal tecnico Nicola nel corso della settimana. La diversa formazione schierata da quella che ha affrontato in trasferta il Napoli la scorsa partita non ha cambiato così il corso delle sconfitte. Fuori Sampirisi, Dussenne, Martella, Capezzi, Trotta, dentro i difensori Rosi, Ceccherini, Mesbah schierati rispettivamente a destra, centrale, esterno sinistro; centrocampo con il rientrante Barberis al fianco di Crisetig; in attacco Tonev, altra novita' della giornata, insieme a Falcinelli. Mister Sousa non potendo schierare il difensore Tomovic squalificato, l'attaccante Bernardeschi infotunato, ha preferito non utilizzare anche il difensore Rodriguez e il centrocampista Saponara, in sostituzione degli assenti Gonzalo, Ilicic, Badeli, Sanchez. Cambi a parte, di fronte al Crotone di oggi non e' stato per niente difficile per i viola, e anche se manca la controprova, oggi qualsiasi altra squadra avrebbe avuto ragione del Crotone. Nessun timore reverenziale da parte dei pitagorici al cospetto dei piu' quotati avversari inizialmente. Il trio difensivo predisposto dal tecnico Sousa con Gonzalo, Sanchez, Astori ed il folto centrocampo con cinque uomini per contrastare quello locale non ha impedito a Falcinelli in due occasioni (10°e 19°) di rendersi pericoloso al punto tale da far gridare al quasi gol. Altra occasione per il Crotone al minuto sedicesimo con Ferrari che in seguito a calcio d'angolo manda il pallone poco oltre la traversa dopo averlo colpito di testa. A favore degli ospiti il palo colpito da Kalinic al minuto trenta. Piu' attiva la Fiorentina nel reparto mediano che ha sempre piazzato l'uomo in piu' per impostare le giocate in ripartenza. Meno lucidi in attacco i gigliati ma per merito del quartetto difensivo pitagorico composto da Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah. Il suo vero volto il Crotone lo evidenzia nella ripresa dopo qualche minuto dall'inizio, quando esce Tonev (sotto la sufficienza la sua prestazione) ed entra Trotta. Fuori anche il difensore Ceccherini per motivi fisici rimpiazzato da Dussenne. È un continuo botta e risposta da una parte e dall'altra alla ricerca del gol. Falcinelli al quarantanovesimo non centra la porta da posizione favorevole. Al minuto sessantuno, lo stesso giocatore rossoblù colpisce il palo a portiere battuto. Un minuto dopo l'arbitro nega un evidente rigore al Crotone per fallo del portiere su Falcinelli. Le sostituzioni operati da Sousa: Saponara al posto di Chiesa, Babacar per Ilicic e Olivera per Badelj, non hanno per nulla impensierito il Crotone. Sembra consolidarsi il nulla di fatto a rete inviolate, ma a pochi minuti dal termine la solita ingenuita' costringe il Crotone alla resa con il gol di Kalinic. Niente da fare non e' l'annata giusta per il Crotone in zerie A.

Da Bari allo Scida per sostenere Nicola: la riconoscenza dei genitori di un'associazione per l'autismo. Probabili formazioni di Crotone e Fiorentina

Pubblicato in Stadio
Sabato, 18 Marzo 2017 18:17

Vigilia di Crotone – Fiorentina 29.esima giornata serie A. Non convocato dal tecnico viola Sousa l’ex Bernardeschi per motivi fisici (fastidio alla caviglia sinistra in seguito a recente trauma distorsivo). Tra i rossoblù certo il ritorno di Tonev al posto di Trotta. I convocati dai rispettivi allenatori, probabili formazioni ed il commento alla partita di mister Davide Nicola. I convocati del Crotone sono: Cordaz, Festa, Viscovo, Dussenne, Sampirisi, Ferrari, Rosi, Ceccherini, Nartella, Mesbah, Nalini, Rohden, Crisetig, Capezzi, Barberis, Suljic, Stoian, Acosty, Kotnik, Falcinelli, Tonev, Trotta, Simeon. Paolo Sousa porterà con sé a Crotone: Astori, Badelj, Cristoforo, De Maio, Hagi, Ilicic, Kalinic, Babacar, Maistro,Milic, Oliveira, Gonzalo, Salcedo, Sanchez, Saponara, Satalino, Sportiello, Tatarusanu, Tello, Valerio, Vecino.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Acosty, Capezzi, Crisetig, Mesbah, Tonev, Falcinelli. All. Nicola

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu, Rodriguez, Astori, Salcedo, Vecino, Badelj, Tello, Valero, Saponara, Kalinic, Babacar. All. Sousa

Vigilia particolare per mister Nicola, da Bari sono giunti infatti a Crotone un gruppo consistente di cittadini pugliesi per incontrarlo e tifare forza Crotone nel corso della prossima partita contro la Fiorentina. Si tratta di famiglie che hanno un figlio sofferente di autismo. Del perché della loro venuta a Crotone ne parla una mamma di uno di questi ragazzi sofferenti di autismo. “Mister Nicola è stato l’allenatore del Bari la passata stagione – ha dichiarato la mamma – e noi lo abbiamo conosciuto nel corso di un allenamento e per l’occasione abbiamo realizzato un bellissimo video trailer mentre i ragazzi correvano sul terreno di gioco ed hanno assaporato anche l’emozione di stare seduti sulla panchina. Il video è stato regalato come ricordo ai ragazzi presenti. Quest’anno gli amici autistici tornano a trovare Davide Nicola per fargli sentire il loro calore in questo momento così caldo per la sua squadra, Crotone, e per l’occasione gli consegniamo una targa e lo nominiamo per quest’anno nostro padrino dell’associazione “Vinci con Noi”. Anche sul terreno dello Scida è stato realizzato per l’occasione il video trailer per promuovere l’associazione e sarà presentato il 2 aprile in occasione della giornata mondiale dell’autismo. Davide Nicola ha detto in merito: “Al di là del tifo, c’entra ciò che rappresentano questi ragazzi e l’associazione. Complimenti ai loro genitori che hanno una pazienza infinita nell’assistere con tanto amore i loro figli. Davanti ad iniziative del genere tanto di cappello. Oggi grazie al Crotone calcio sono stati accolti all’interno dello Scida per fargli vedere come ci prepariamo ad un incontro. Hanno fatto la foto di gruppo con i giocatori ed il video trailer e domani assisteranno all’incontro sperando che sia di buon auspicio la loro presenza per quanto concerne la vittoria”. Tornando al tema tecnico della prossima partita, mister Nicola ha affermato: “La Fiorentina è una squadra che ha giocatori esperti di qualità in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario. A noi tutto questo non interessa giacché l’unico pensiero è conquistare i tre punti. Un obiettivo che ci prefiggiamo di centrare anche nelle partite successive. Abbiamo ancora tanto da dare e le nostre possibilità di conquistare punti salvezza li metteremo in essere. Per la prossima sfida voglio un Crotone con tanta grinta per rendere per neutralizzare i loro punti di forza, in particolare i due esterni che sono bravi e difficili da controllare. Inoltre voglio che due dei miei giocatori non perdano mai di vista la loro punta che potrebbe essere Babacar o Kalinic. Inoltre dobbiamo stare attenti al continuo cambio di modulo che applica Sousa nel corso dell’incontro. Per quanto riguarda la mia formazione posso affermare che l’unico ad essere sicuro di giocare contro la Fiorentina è Tonev che ha ottime qualità fisiche tale da poter giocare in una grandissima squadra. In questo giocatore ho sempre creduto e aspetto i suoi gol. Nell’assieme il Crotone ha ancora ampia possibilità di miglioramento pur mancando dieci partite e questo mi rende fiducioso per un diverso finale di campionato”.  

   

 

 

Federico Bernardeschi salterà la trasferta di domani con il Crotone: sarebbe stato l'ex più atteso della sfida

Pubblicato in Stadio
Sabato, 18 Marzo 2017 16:39

Federico Bernardeschi salterà la trasferta di domani con il Crotone contro cui sarebbe stato l'ex più atteso della sfida. L'attaccante della Fiorentina continua ad avere dolore alla caviglia sinistra dovuto, si legge nel report medico diffuso dalla società viola, ad un recente trauma distorsivo. In alcune gare Bernardeschi, che è in odor di convocazione con la Nazionale per i match contro Albania e Olanda, ha giocato grazie a delle infiltrazioni.

Mesbah non si arrende: «La matematica non ci condanna e le prossime dieci partite potranno essere decisive per la salvezza»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 16 Marzo 2017 17:38

Serie A 29.esima giornata: Crotone-Fiorentina, stadio Ezio Scida, domenica 19 marzo ore 15. Prima volta in assoluto dei gigliati allo Scida. Tra i rossoblù tornano disponibili per fine squalifica i difensori Rosi e Ceccherini. Ospiti senza il difensore Tomovic squalificato. Ex l’attaccante Bernardeschi. Arbitro designato per l’incontro è Luca Pairetto di Nichelino: con i collaboratori Alessandro Costanzo – Luca Mondin; quarto giudice Pasquale De Meo di Foggia (Add.1 Daniele Orsato - Add.2 Aleandro Di Paolo). Mercoledì ventisei ottobre 2016 all’Artemio Franchi in programma la decima giornata tra Fiorentina e Crotone. In quell’occasione Giove Pluvio sembrava non volesse che la partita si giocasse. Così, nella prima parte dell’incontro, ha mandato giù tanta di quella pioggia da costringere l’arbitro Gavillucci a interrompere il gioco per impraticabilità del campo (17° minuto). Squadre di nuovo negli spogliatoi sul risultato di parità. Si temeva per il definitivo rinvio ma dopo un’interruzione di quaranta minuti si è ripreso a giocare essendo diminuita d’intensità la pioggia. Mai decisione arbitrale fu bene accetta dal Crotone che ha evitato una seconda trasferta ed ha conquistato un importante pareggio (1-1). Crotone in vantaggio al 24° minuto con Falcinelli (seconda rete stagionale) raggiunto all’84° con il gol realizzato da Astori. Domenica prossima la sfida si ripete e questa volta non ci dovrebbe essere nessuna interruzione per motivi climatici considerando il periodo dell’anno. Ciò che invece si dovrà concretizzare sul terreno dell’Ezio Scida è la conquista dei tre punti da parte dei pitagorici (ultima vittoria 22.esima giornata Crotone – Empoli 4-1) ed il ritorno al gol di Falcinelli che ha segnato gli ultimi tre gol contro l’Empoli. Come da prassi consolidata da qualche periodo, mister Nicola apre le porte dello Scida a metà settimana per consentire ai tifosi ed alla stampa di seguire l’allenamento mattutino. Seduta alquanto intensa con la presenza di tutti i pitagorici. Disponibili per la prossima partita Rosi e Ceccherini (fine squalifica) e questo fa sorridere il tecnico che può disporre di altri due difensori per un loro eventuale impiego. Novità in senso assoluto la presenza allo Scida dei Gigliati tra le cui fila milita l’ex attaccante Bernardeschi in forza al Crotone stagione 2013/2014 sotto la guida tecnica di Massimo Drago. Annata felice per il giocatore che mise a segno 12 gol e per il Crotone che disputò i play-off. Domenica prossima Bernardeschi sarà avversario della squadra che l’ha lanciato nel calcio che conta. Un avversario temibile in fase di realizzazione, fino ad ora ne ha accumulato dieci (tre rigori). Del prossimo incontro ha parlato il pitagorico Mesbah assente dalla formazione iniziale da quattro giornate, ultima presenza contro la Roma all’Ezio Scida sostituito in corso d’opera da Sampirisi. «Sarà una partita importante ai fini della salvezza – ha dichiarato Mesbah – sappiamo che andremo ad affrontare una grossa squadra con molte individualità che creano problemi agli avversari. Dobbiamo moltiplicare le nostre forze per conquistare il successo e ridurre lo svantaggio dall’Empoli, cosa possibile pur con un finale di calendario che ci vede impegnati con grosse squadre, sia allo Scida dove abbiamo conquistato soltanto tre vittorie e tre pareggi, sia in trasferta dove i punti conquistati sono soltanto due. Ma in più occasioni siamo stati penalizzati da eventi negativi che hanno impedito di fare meglio in termini di risultati. Non siamo mai crollati di fronte a qualsiasi avversario e questo continueremo a fare. La matematica ancora non ci condanna e le prossime dieci partite potranno essere decisive per la salvezza. Sto bene fisicamente ed il lavoro che ci ha fatto svolgere mister Nicola in previsione della prossima sfida sarà l’arma in più per battere la Fiorentina».    

 

 

 

 

Bella reazione del Crotone a Firenze: i rossoblù rischiano il "colpaccio" al Franchi, il pareggio dei viola arriva solo nel finale

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 26 Ottobre 2016 23:53

Decima giornata campionato "Serie A - Tim" Fiorentina – Crotone finisce 1-1. Interrotta con un pareggio dai rossoblu' la striscia negativa (sette sconfitte consecutive) sul terreno dell'artemio Franchi.

Tabellino.

Fiorentina  1

Crotone      1

Marcatori : Falcinelli 24°, Astori 84°

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu, Salcedo, Rodriquez, Astori, Olivera (Kalinic), Badel, Vecino, Tello, Ilicic, Bernardeschi (Chiesa), Babacar. All. Paulo Sosa

Crotone (4-3-3): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbak, Rohden, Barberis, Capezzi, Trotta (Simy), Falcinelli (Claiton), Stoian(Palladino). All. Nicola

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Coll. De Pinto - Liberti

Quarto giudice: Passeri

Add.1 Pairetto. Add.2 Rapuano

Ammoniti: Stoian, Ceccherini,

Angoli: 14 a 1 per la Fiorentina

Recupero: 2 e 4 minuti

Il commento.

"Giove Pluvio" non ha consentito un regolare svolgimento della partita fin dall'inizio facendo cadere un'abbondante pioggia sul terreno dell'Artemio Franchi. La partita è stata sospesa tra Fiorentina e Crotone per le abbondanti precipitazioni e solo l'intervento di lamine meccaniche ha consentito la ripresa del match. Pioggia a parte si e' visto un buon Crotone finche' non c'e' stata la prima interruzzione al minuto diciassette. Mister Nicola ha optato per un ampio turnover lasciando fuori Claiton, Martella, Crisetic, Salzano, Tonev, Palladino sostituiti da Ceccherini, Mesbak, Barberis, Rohden, Trotta, Stoian. Fiorentina con una sola novita' rispetto alla precedente trasferta di Cagliari avendo mister Paulo Sosa lasciato fuori Kalinic ed inserito Badely. Crotone ben messo in difesa con il quartetto Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbak (prima presenza in campionato) e attento a centrocampo dove il trio Capezzi, Barberis, Rohden sorretti anche da Trotta e Stoian sulle fasce contrastavano bene gli avversari. Piu' pericoloso il Crotone  che non ha mai corso seri pericoli. Partita sospesa al diciassettesimo minuto per l'abbondante pioggia che continuava a cadere. Squadre negli spogliatoi dopo un primo sondaggio del terreno da parte del direttore di gara insieme ai giocatori. Si riprende dopo un intervallo di trentacinque minuti ed e' ancora il Crotone che dimostra di non avere alcun timore reverenziale nei confronti dei piu' quotati avversari. La supremazia rossoblu' si concretizza al minuto ventiquattro con Falcinelli  che mette dentro il pallone del vantaggio (secondo gol con la maglia rossoblu'). Non arretra il baricentro il Crotone e non corre alcun rischio. Le condizioni del terreno rallentano la velocita' delle giocate e questo penalizza i viola abituati a giocare in velocita'. Termina il primo tempo con il Crotone in vantaggio come in altre occasioni. Secondo tempo subito un cambio per la Fiorentina, fuori il difensore Olivera, dentro il centrocampista Kalini per una maggiore aggressivita'. Il Crotone non soffre sotto la continua pressione dei locali alla ricerca del pareggio e riesce a portarsi piu' volte in area avversaria. La fatica si fa sentire ed il primo ad essere sostituito tra i rossoblu' e' Stoian, tra i migliori in campo, ed al suo posto Palladino. Minuti finali ancora fatali al Crotone come in altre occasioni. Correva il minuto ottantatre ed in seguito al tedicesimo angolo a sfavore Cordaz subisce il gol del paeggio per opera di Astori dopo un liscio di Rohden. Un punto conquistato meritatamente dal Crotone su un terreno dove mai nessuna squadra aveva segnato. Dopo sette sconfitte consecutive si interrompe la striscia negativa dei pitagorici e dal prossimo turno casalingo sara' un'altra importante giornata per continuare a fare punti.   

 

 

 

 

 

Nicola mischia le carte in campo per la trasferta di Firenze: «Andiamo a giocarcela contro una grande, il gruppo non si abbatte»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 25 Ottobre 2016 18:23

Decima giornata campionato serie A Tim Fiorentina - Crotone mercoledi 26 ottobre ore 20,45. Ex Bernardeschi, Capezzi, Fazzi. Ventiquattro i convocati da mister Nicola per la trasferta di Firenze: Barberis, Capezzi, Ceccherini, Cojocaru, Cordaz, Crisetig, Claiton, Dussenne, Falcinelli, Fazzi, Festa, Martella, Mesbak, Nalini, Nwankwo, Palladino, Rohden, Rosi, Salzano, Sampirisi, Stoian, Tonev, Trotta.

Probabili formazioni:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu, Salcedo, Rodriquez, Astori, Tello, Vecino, Borjavalerio, Olivera, Ilicic, Bernardeschi, Kalinic. All. Paulo Sosa

Crotone (4-3-3): Cordaz, Mesbak, Claiton, Ferrari, Martella, Rosi, Crisetig, Capezzi, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Coll. Di Pinto - Liberti

Quarto giudice: Passeri

Add.1 Pairetto. Add.2 Rapuano

La domanda nasce spontanea: quando conquistera' la prima vittoria il Crotone nella massima serie e chi sarà a cedere i tre punti ai pitagorici? Difficile stabilirlo, dopo 8 sconfitte subìte in nove partite e un solo pareggio conquistato. Le formazioni fin qui schierate da Nicola hanno sempre evidenziato tanta fragilità difensiva e poca coesione tra i reparti. Unica nota "lieta" in questo quadro non certe confortante sono i sette gol realizzati da diversi giocatori. Questo dimostra che il Crotone sa come "bucare" la difesa avversaria, ma non sa come impedire che la sua venga superata. Venti gol subiti dopo nove partite e' una media gol/partita che la dice lunga su qual è la forza d'urto che centrocampo e difesa non riescono a espriemre. Contro la Fiorentina, reduce dal successo di Cagliari (3-5), ci sarà ancora un diverso schieramento da parte del tecnico Nicola. Dentro il difensore algerino Mesbak e relativo spostamento di Rosi centrocampista esterno insieme a Crisetig e Capezzi. Fuori Tonev, dentro Stoian esterno destro nel trio d'attacco. Nella conferenza stampa prepartita di questa mattina mister Nicola ha dichiarato che: «Andiamo a Firenze con il solito stato d'animo, con l'obbiettivo di vincere contro una forte squadra. Il gruppo non si abbatte, sa benissimo quello che deve fare e che campionato deve disputare. Qualche giocatore deve recuperare fisicamente, ma tutti sono disponibili. Ci saranno delle novita' in formazione a causa dei tre turni ravvicinati. Palladino e Claiton, i piu' longevi come presenze, sono giocatori che sanno prendersi la responsabilità di guidare gli altri e lo fanno bene. Continuiamo a mantenere lo stesso assetto tattico perché riteniamo sia il modo migliore per continuare a crescere. Nelle ultime partite perdiamo qualche pallone in più nella nostra metà campo. I centrocampisti devono essere abili nel servire gli attaccanti, scavalcando gli avversari e annullando così la loro pressione. Contro squadre che hanno un ottimo palleggio è necessario chiudere i loro spazi con geometrie diverse. Per quanto riguarda la fragilità difensiva dipende dall'inesperienza dei giocatori nella massima serie. Abbiamo provato a cambiare modulo difensivo senza alcun risultato, il problema vero è sapere attaccare l'area avversaria rimanendo corti. Contro il Napoli il Crotone ha percorso dieci chilometri in più, ma non ha coperto bene gli spazi. Gli errori individuali fanno parte della crescita di ognuno. Il Crotone non riesce a imporre il proprio gioco in entrambi i tempi e, questo, sta significando il dover accumulare sconfitte. Allo stato attuale siamo in affanno rispetto alle squade che riescono a mantenere per tutta la partita un rendimento costante. La differenza contro il Napoli e altre squade è stata questa». Mister Paulo Sousa, dal suo, teme il Crotone per la fame di vittoria che dovrebbe avere in premessa per iniziare a risalire la china dall'ultima posizione. «Per conquistare un altro successo dobbiamo avere la loro stessa volontà, altrimenti potremmo non farcela» ha detto il portoghese. Il tecnico viola getta acqua sul fuoco dell'entusiasmo dei suoi giocatori dopo la goleada che hanno realizzato a Cagliari durante la precedente giornata. Nessun squalificato viola, qualche dubbio sull'utilizzo dell'ex Bernardeschi per alcune botte ricevute a Cagliari ma stando alle dichiarazioni del suo tecnico si e' regolarmente allenato con il gruppo.

 

Paulo Sousa avverte i viola: «Attenti al Crotone perché è squadra che segna, la partita di domani è pericolosa»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 25 Ottobre 2016 14:56

«Dobbiamo dare continuità alle nostre ultime vittorie, per questo dovremo avere la stessa fame e la stessa intensità del Crotone. Le partite come quella di domani sono molto pericolose». È l'avvertimento lanciato da Paulo Sousa alla Fiorentina, in vista della sfida interna contro la formazione calabrese, ultima in classifica con un solo punto. «Non dimentico che il Crotone, tranne in una partita, ha sempre fatto gol - ha continuato l'allenatore dei viola - quindi dovremo essere attentissimi, altrimenti rischieremo di trasformarci in una squadra vulnerabile e fragile». Nel gruppo viola sono tutti al momento a disposizione anche se qualche elemento, come Ilicic e Bernardeschi, accusano un po' di acciacchi. (ANSA)

 

 

 

Pagina 2 di 2

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}