Top Ad metalcarpenteria

Le probabili formazioni di Cagliari-Crotone: visita del presidente Vrenna per motivare i rossoblù

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 30 Settembre 2016 19:06

Cagliari (4-3-1-2): 1 Rafael, 19 Pisacane, 2 Bruno Alves, 23 Ceppitelli, 29 Murru, 3 Isla, 77 Tachtsidis, 20 Padoin, 10 Joao Pedro, 25 Sau, 22 Borriello. (13 Colombo, 35 Salamon, 24 Capuano, 26 Bittante, 8 Di Gennaro, 16 Munari, 18 Barella, 9 Melchiorri, 32 Giannetti). All.: Rastelli. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Farias, Ionita, Storari.
Crotone (3-4-3): 1 Cordaz, 13 Ferrari, 3 Claiton, 17 Ceccherini, 87 Martella, 8 Crisetig, 28 Capezzi, 6 Rodhen, 7 Palladino, 11 Falcinelli, 24 Tonev. (5 Festa, 95 Cojacaru, 23 Dussenne, 21 Cuomo, 31 Sampirisi, 18 Barberis, 9 Nalini, 20 Salzano, 29 Trotta, 12 Stoian, 99 Simy). All.: Nicola. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Rosi, Fazzi, Nicoletti, Mesbah. Arbitro: Giacomelli di Trieste. Quote Snai: 1,47; 4,25; 7,00.

Arbitro: Giacomelli di Trieste (Vuoto-Zappatore/Giallatini/Abisso-Minelli).

Intanto è scritto sul sito ufficiale del Football club Crotone che «si è regolarmente sovolto in mattinata l’allenamento degli squali presso il campo di Steccato di Cutro. Giornata speciale per la visita da parte del presidente Raffaele Vrenna che, come annunciato nella conferenza di ieri, ha incontrato la squadra per un discorso di incoraggiamento prima di questa nuova impegnativa trasferta. Sul versante atletico, i calciatori hanno svolto esercizi di riscaldamento fisico e di riscaldamento tecnico. Si è passati poi a una fase di possesso palla specifico e ad una sessione di studio sulle palle inattive. La fase finale dell’allenamento è stata dedicata alla preparazione alla gara. Reintegrato Nicolò Fazzi, la buona notizia di oggi proviene da Rosi: unitosi al gruppo, Aleandro si è allenato regolarmente ed è apparso in gran forma nonostante il periodo di stop. Nella giornata di domani l’allenamento si svolgerà sul campo di Margherita, con inizio alle ore 10.30. A seguire, la consueta conferenza pre-partita di Mister Davide Nicola.

Nicola e Gasperini: due panchine che "scottano" già alla sesta giornata. Lunedì il match tra i fanalini di coda

Pubblicato in Stadio
Sabato, 24 Settembre 2016 14:05

Serie A: sesta giornata, Crotone – Atalanta stadio Adriatico di Pescara lunedì 26 ore 19.00. Le panchine dei due tecnici più sconfitti del campionato scottano e potrebbero essere a rischio esonero. Soprattutto per chi ne uscirà sconfitto. Tonev è tornato ad allenarsi con il gruppo e farà parte dei convocati. Gli ex di turno saranno il difensore Suagher (se giocherà) e il centrocampista Konko.

Probabili formazioni:

Crotone (3-4-3): Cordaz, Ceccherini, Dussenne, Ferrari, Rohden, Capezzi, Salzano, Martella, Falcinelli, Trotta, Palladino. All. Nicola

Atalanta (4-3-3): Berisha, Masiello, Toloi, Zukanovic, Konko, Kessie, Grassi, Kurtic, D’Alessandro, Paloschi, Gomez. All. Gasperini

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

Coll. Ranchetti – Tegoni

Quarto giudice: Posado; Add.1 Galvarese – Add.2 Di Martino

Mister Gasperini avversario del suo ex Crotone dopo dieci campionati e questa volta nella massima serie. La posizione in classifica delle due squadre, Crotone ultimo (4 sconfitte 1 pareggio), Atalanta penultimo (quattro sconfitte una vittoria), tiene in apprensione i due tecnici: chi tornerà a casa a mani vuote potrebbe trovare le dimissioni nella “buca della posta”. Il tormentone di Davide Nicola sono i troppi gol (10) subiti in cinque partite. Passivo dovuto alla scarsa ermeticità della difesa nonostante il cambio di uomini e modulo ad ogni gara. Contro l’Atalanta ancora ci potrebbe essere un diverso assetto difensivo: Dussene centrale al posto di Claiton. Novità anche nel reparto mediano che sarà a quattro e non a cinque come in occasione dell’incontro dell’Olimpico contro la Roma. I quattro centrocampisti con più possibilità di giocare fin dall’inizio sono Rohden a destra, Capezzi e Salzano centrali, Martella a sinistra, Crisetig in panchina. Linea offensiva con Falcinelli a destra, Trotta centrale, Palladino a sinistra. Per quanto riguarda gli infortunati Fazzi, Rosi, Mesbak, Tonev potrebbero essere disponibili per la prossima partita avendo recuperato la forma fisica, in particolare Tonev che sta completando la preparazione insieme al gruppo. Mister Gian Piero Gasperini per tentare di conquistare la seconda vittoria stagionale si affida ad una difesa a quattro con Zukanovic e Toloi centrali, Masiello e Konko ai lati. Centrocampo con Kessie e Kurtic sulle fasce, Grassi centrale. Trio d’attacco con D’Alessandro e Gomez esterni, ed il ritorno di Paloschi punta centrale. In forse la convocazione per gli infortunati Pesic, Dramè, Carmona, Suagher non perfettamente guariti. L’ultima volta di Crotone – Atalanta fu la 37esima giornata del campionato serie B nella stagione 2010/2011 terminata in parità (2-2) con doppietta di Cutolo per il Crotone e gol di Tiriboschi e Doni per l’Atalanta

La prima volta del Crotone all'Olimpico. Falcinelli: «C'è entusiasmo, contro la Roma ce la giocheremo»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 20 Settembre 2016 17:01

IL turno infrasettimanale della Serie A (quinta giornata) metterà davanti Roma e Crotone nel match in programma domani mercoledì 21 alle ore 20.45 presso lo stadio Olimpico. Falcinelli, nell’intervista pre-partita, ha dichiarato che la Roma è una grande squadra ma il Crotone non parte già battuto sulla carta. Gli ex di turno sono Florenzi e Stoian.

Probabili formazioni:

Roma (4-3-3): Szczesny, Florenzi, Manolas, Fazio, Bruno Peres, Nainggolan, De Rossi, Strootman, El Shaarawy, Dzeko, Totti. All. Spalletti

Crotone (3-5-2): Cordaz, Ceccherini, Doussenne, Ferrari, Capezzi, Crisetig, Rohden, Sampirisi, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Carmine Russo di Nola

Coll. Paganessi – Di Vuolo

Quarto giudice: Fiorito (Add. 1 Di Bello - Add. 2 Sacchi)

Il pre-gara.

Roma, Inter, Lazio, Udinese, Fiorentina mancavano nell’almanacco degli incontri ufficiali disputati dal Crotone. Domani (mercoledì 21 settembre) contro i giallorossi di Totti sarà il primo incontro con le squadre di Serie A mai affrontate in precedenza in nessuna categoria dai rossoblù. La sfida contro la Roma arriva nel momento migliore della squadra di mister Nicola dal versante psicologico avendo ottenuto, contro il Palermo, il primo punto in serie A. Di fronte, la compagine pitagorica avrà una Roma arrabbiata per la prima sconfitta stagionale subita contro la Fiorentina. In casa dei giallorossi non mancano le polemiche a proposito di De Rossi (capitano sì, capitano no, dopo tre giornate di punizione) e di Totti (giocherà fin dall’inizio?). Mister Luciano Spalletti (il tecnico alcuni campionato addietro ha rifiutato di venire a Crotone) nel corso della conferenza stampa ha dichiarato: «De Rossi se dovesse giocare sarà il capitano. Per quanto riguarda Totti è in predicato di scendere in campo fin dall’inizio come tutti gli altri convocati. Per quanto riguarda Gerson è un giocatore di qualità ma ancora non è in condizioni di scendere in campo. In attacco dobbiamo essere più cattivi».

Falcinelli: «Abbiamo entusiasmo».

Tramite l’agenzia AdnKronos abbiamo raccolto la seguente intervista di Falcinelli a proposito della prossima partita del Crotone contro la Roma. «Le difficoltà maggiori che troveremo contro la Roma domani sono che ci schiacceranno e faremo fatica a ripartire, perché le grandi squadre fanno quello. Ti chiudono nella metà campo, vanno sulle preventive, i difensori sono forti e ti concedono poco, ma non andremo li battuti, anche se abbiamo un grandissimo rispetto della Roma». Diego Falcinelli, attaccante del Crotone è comunque pronto a sfidare la Roma all'Olimpico. Il bomber dei calabresi, arrivato in prestito dal Sassuolo, vuole ben figurare contro una delle squadre che puntano al titolo. «La Roma è sempre una grande squadra che ogni anno lotta per vincere lo scudetto. L'anno scorso è arrivata al preliminare di Champions, è una squadra forte sotto tutti i punti di vista – sottolinea Falcinelli all'Adnkronos –, forte fisicamente, mentalmente, ha un grandissimo allenatore, sarà una partita più che complicata però ce la andremo a giocare, abbiamo entusiasmo e sarà anche importante per la nostra crescita affrontare questo tipo di calciatori». Ad ogni modo per il titolo Falcinelli vede la Juve davanti a tutti. «Chi lotterà per lo Scudetto? La Juve è un gradino sopra a tutti, ma il campionato è lungo, gli impegni sono tanti, le antagoniste possono essere la Roma, Napoli e forse l'Inter». Grandi complimenti da parte dell'attaccante ai due tecnici di Crotone e Sassuolo. «Nicola e Di Francesco? Giocano con due moduli diversi, il mister Nicola lavora molto sulla squadra avversaria, ci dice tutto. Di Francesco pensa un po' più alla propria squadra. Palla a terra e mai calciata via. Grande organizzazione, tutti sanno quello che devono fare in qualsiasi zona del campo, con la palla e senza. Nicola è un grande allenatore e una grandissima persona. È da poco che lavora con il gruppo, ma ci sono stati netti miglioramenti. Del resto una squadra neopromossa che nei primi tempi avrebbe avuto 6-7 punti vuol dire che sta lavorando bene. Certo che quando cali di intensità non è la Serie B che puoi gestire la palla visto che gli altri hanno una qualità maggiore. Però si lavora tanto, non ero abituato, anche se ho visto i dati e tra le squadre che corrono di più in serie A, ci sono il Sassuolo che è secondo e noi quarti». Il Crotone ha conquistato il primo punto in Serie A contro il Palermo ma sono tante le recriminazioni. «Non siamo soddisfatti del risultato con il Palermo, perché è stata una partita giocata a grandi livelli e a grandi ritmi –spiega Falcinelli – e abbiamo fatto un ottimo primo tempo, abbiamo speso molto e i primi minuti della ripresa abbiamo un po' sofferto il calo fisico. Normale che quando cali fisicamente dobbiamo migliorare la gestione della palla, ma siamo in netto miglioramento e si vede», poi aggiunge convinto: «Alla fine queste partite allo Scida non si perdevano. Il nostro stadio è mancato molto, perché quando cali di intensità il tuo pubblico ti tira fuori la forza interiore. L'obbiettivo del Crotone è la salvezza, per quanto mi riguarda io metto sempre davanti prima la squadra, lavoro per la squadra, ho grande voglia di fare gol e mettermi in mostra, e poi vedremo, penso solo al Crotone». Un gol lo aveva quasi fatto ma gli è stato 'scippato'. «Trotta lo hanno massacrato un po' tutti, ma sono contento perché l'importante è trovarsi lì e che avevamo sbloccato la gara. Ho voglia di far gol, ma c'è tempo, bisogna provare a fare la giocata perché così possiamo capire che abbiamo la possibilità di fare la differenza». Infine una battuta sul gol del suo ex compagno di squadra Sansone con il Villarreal da oltre 50 metri. «Complimenti a Sansone, gli ho scritto subito un messaggio. E' un bravissimo ragazzo e un grande giocatore».

 

Salva

Tre partite in sette giorni: settimana intensa per dimostrare che il Crotone c'è e dirà la sua in campionato

Pubblicato in Stadio
Sabato, 17 Settembre 2016 19:54

Serie A quarta giornata Crotone – Palermo domenica ore 15.00 stadio Adriatico Cornacchia di Pescara. Crotone senza Dussenne squalificato, Claiton il probabile sostituto. Recuperabili Simy e Tonev, sicura l’assenza anche di Mesbak e Rosi.

I convocati rossoblù: Cordaz, Claiton, Festa, Nalini, Palladino, Rohden, Stoian, Barberis, Capezzi, Ceccherini, Cojocaru, Criserig, Cumo, Dussene (squalificato), Falcinelli, Ferrari, Martella, Nwankwo, Salzano, Sampirisi, Tonev, Trotta.

 

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Sampirisi, Crisetig, Rohden, Salzano, Martella, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Palermo (4-3-3): Posavec, Rispoli, Goldanica, Rajikovic, Aleesami, Hiljemark, Gazzi, Henrique, Salai, Diamanti, Nestorovski. All. De Zerbi.

Arbitro: Domenico Celi di Bari

Coll. Peretti – Gava

Quarto giudice: Carbone

Add. 1 Giacomelli, add.2 Abbattista

 

Inizia la settimana "terribile" del Crotone con tre difficili appuntamenti in sette giorni. Dopo l’incontro con il Palermo (18 settembre) quello con la Roma (21 settembre) e domenica 25 contro l’Atalanta. Per meglio gestire i tre ravvicinati incontri, i rossoblù non rientreranno a Crotone dopo l’incontro con il Palermo, si fermeranno alla Borghesiana per preparare la difficilissima partita contro i Lupi di Totti.  I numeri autorizzerebbero a dire che la squadra di mister Nicola dopo tre giornate è ancora lontana dalla forma campionato: due soli gol realizzati, sei subiti, ultimo posto in classifica con zero punti. Quantunque le cifre, c'è da dire che il bicchiere è mezzo pieno per il gioco evidenziato dai rossoblù nelle prime uscite. Al termine dei primi tempi il Crotone è tornato negli spogliatoi imbattuto contro Bologna (0-0), Genoa (1-0), Empoli (1-1). Le riprese sono state, invece, disastrose nel punteggio essendo terminate con tre sconfitte. Contro il Palermo (un solo punto in classifica) non è più tempo di prestazioni part-time da parte dei rossoblù, occorre approcciare tutta la partita per non tornare a casa ancora a mani vuote. Mister Nicola come da consuetudine non annuncia mai la formazione, si prende tutto il tempo a disposizione per non lasciare nulla d’intentato circa le scelte degli uomini. In considerazione dei tre incontri ravvicinati ci sarà il turnover e potrebbero giocare chi, fino a ora, non è stato ancora inserito. Uniche certezza l’assenza di Rosi e Mesbak (problemi fisici) e del difensore Dussenne (squalifica). L’assenza del difensore sarà rimpiazzata certamente da capitan Claiton non utilizzato contro l’Empoli. Recuperabili invece sia Tomy che Tonev. Se contro il Palermo Nicola opterà per il 3-5-2 potrebbero scendere in campo Ceccherini, Claiton, Ferrari quali trio difensivo a guardia di Cordaz; Sampirisi, Crisetig, Rohden, Salzano, Martella centrocampisti; Falcinelli, Palladino coppia d’attacco. Così mister Nicola in sala stampa: "Abbiamo lavorato veramente bene. Sono soddisfatto del lavoro svolto dai ragazzi. C’è solo da andare in campo e cercare di raccogliere punti. Conosco il tecnico del Palermo De Zerbi per la sua filosofia di gioco. Avrà sicuramente avuto il tempo di preparare la partita contro il Crotone. Noi dobbiamo essere pronti a contrastare la sua squadra per l’intera partita. Le palle inattive non sono un problema così grave, avendo in queste condizioni subìto un solo gol dall’inizio del campionato. In serie A è normale subìre certi gol. Capezzi giocherà come gli altri componenti della rosa in base alle caratteristiche dell’avversario. Dal versante della preparazione atletica, il Crotone è la settima squadra che corre di più. Qualche deficienza la si può riscontrare soltanto contro il Bologna. Nelle successive partite siamo stati superiori agli avversari. Per i risultati finali delle prime tre gare occorre fare uno step a livello mentale. Sappiamo che ci considerano una squadra non all’altezza del campionato, non condividiamo questa considerazione, ma dobbiamo trovare equilibrio di gioco tra il primo e secondo tempo per quanto riguarda l’approccio alla partita”.    

Pagina 3 di 3

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}