Trasferta di Pescara: Stroppa sciogliera' i dubbi sulla formazione a ridosso dell'incontro di domani

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 26 Settembre 2019 22:27

Serie BKT 6^ giornata│Pescara-Crotone venerdì ore 21, stadio Adriatico Giovanni Cornacchia. I convocati del Crotone: Cordaz, Golemic, Gigliotti, Mustacchio, Nalini, Benali, Vido, Figliuzzi, Bellodi, Crociata, Molina, Barberis, Gomelt, Maxi Lopez, Zanellato, Festa, Mazzotta, Simy, Rutten, Panza, Messias, Marrone.

Probabili formazioni:

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Zappa, Drudi, Scognamiglio, Masciangelo, Memushaj, Kastanos, Pepin, Galano, Brunori Sandri, Maniero. All. Zauri

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Mustacchio, Crociata, Barberis, Benali, Mazzotta, Messias, Max Lopez. All. Stroppa

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna

Assistenti: Muto - Lombardo

Quarto giudice: Giovanni Ayroldi di Molfetta

Il pre-partita. Fine del tour de force: con quello di Pescara si concludono i tre incontri settimanali affrontati dal Crotone e si chiudono contro una squadra che al momento non sta attraversando un buon periodo a proposito dei risultati. Due sconfitte subìte dai Delfini dopo cinque incontri non erano certo nei programmi del tecnico Zauri che, dal suo Pescara, pretende ben altri risultati in considerazione dello spessore tecnico dei giocatori. Basta questo per affermare che venerdì sul terreno del Giovanni Cornacchia ci sarà da sudare e tanto per gli squali. La lotta e la volontà di non soccombere nei confronti di qualsiasi avversario è, però, insita tra gli uomini di mister Stroppa. Contro la Juve Stabia è stata la dimostrazione lampante che i rossoblù non si sono mai arresi nel cercare fino al termine il gol del successo. Sarà uno scontro per guadagnare qualche altra posizione in classifica e guardare più da vicino la vetta. «Il Pescara – ha affermato Zauri - ha già dato in fatto di risultati negativi. Contro il Crotone, squadra che rispettiamo per come gioca e per il lavoro che mette in essere il tecnico Stroppa, non possiamo concederci un’altra battuta d’arresto». Per quanto riguarda la probabile formazione, le novità iniziali potrebbero riguardare Zappa in difesa, Memushaj a centrocampo, Maniero in attacco. Mister Stroppa non si sottrarrà alla regola del turnover in considerazione delle tre partite ravvicinate: i cambi potrebbero riguardare l’inserimento di Crociata fin dall’inizio. Altro innesto iniziale il ritorno di Mazzotta quinto di centrocampo sulla fascia sinistra. Dubbio amletico per mister Stroppa per quanto riguarda la coppia d’attacco con un ballottaggio tra Maxi Lopez, Messias, Simy e Vido. Le maggiori quotazioni in possesso sono per i primi due. Conferma per il trio difensivo Golemic a destra, Marrone centrale, Gigliotti a sinistra, Barberis e Benali nella zona mediana, Mustacchio esterno destro. Alex Cordaz come al solito sarà la saracinesca della porta pitagorica.  

Il parere di mister Stroppa sul prossimo incontro: «In due giorni si è dovuto accelerare il recupero fisico di qualche acciaccato e centellinare il lavoro per meglio presentarci a Pescara. Deciderò chi mandare inizialmente in campo qualche attimo prima dell’incontro». Parlando del futuro, mister Stroppa ha dichiarato: «Al momento il Crotone si sta comportando bene, al netto di qualche sbavatura, mi auguro sia in grado di migliorare con il passare delle partite. Rispetto alla scorsa stagione siamo avanti con la preparazione e con i punti conquistati. Ancora più soddisfatto per la vittoria contro la Juve Stabia. Un successo che ha cancellato la delusione dei due pareggi precedenti. Mantenendo la giusta concentrazione e determinazione possiamo mettere sotto qualsiasi squadra». Parlando del Pescara il tecnico pitagorico ha affermato: «Dobbiamo sudare e con determinazione per contrastare un duro avversario. Anche la mia squadra sotto l’aspetto negativo ha già dato. Contro Cosenza, Empoli, Cremonese, meritavamo di più e contro il Pescara non intendiamo concedere niente». Parlando in generale dei suoi uomini, Stroppa ha precisato: «Tutti continuano ad aumentare la propria stima per ciò che sono in grado di fare. I risultati positivi aumentano questa possibilità ma nello stesso tempo non esaltarsi per qualche vittoria, il campionato è ancora lungo».    

Mister stroppa disegna la formazione in vista della trasferta di La Spezia: «Abbiamo curato tutti i particolari per ben figurare»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 30 Agosto 2019 17:27

Spezia – Crotone 2^ giornata│Diretta in chiaro su Rai 2 sabato 31 agosto alle ore 18. Ex dell’incontro l’attaccante Federico Ricci. Crotone con l’incognita del debutto di Marrone. I 22 convocati dal tecnico pitagorico per la prossima trasferta:

Cordaz, Cuomo, Golemic, Gigliotti, Mustacchio, Benali, Vido, Figliuzzi, Bellodi, Crociata, Molina, Barberis, Gomelt, Kargbo, Zanellato, Festa, Mazzotta, Simy, Zak, Panza, Messias, Marrone.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Krapikas, Vignali, Terzi, Capradossi, Ramos, Bartolomei, M. Ricci, Mora, F. Ricci, Galabinov, Gyasi. All. Italiano

Crotone(3-5-2): Cordaz, Golemic, Cuomo, Gigliotti, Mustacchio, Barberis, Benali, Zanellato, Mazzotta, Simy, Messias. All. Stroppa

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo

Assistenti: Damiano Margani, Filippo Bercigli

Quarto giudice: Andrea Colombo

Il pre-partita. Gli ultimi sgoccioli di calciomercato potrebbero essere impegnati dalla società pitagorica per mettere a segno un altro importante colpo dopo il difensore Marrone e l’attaccante Lopez. A proposito di quest’ultimo, mister Stroppa ha dichiarato: “Lopez è un lusso per la serie B in considerazione del suo valore. Il presidente Gianni Vrenna ha voluto fare un ottimo regalo a tutta la tifoseria portandolo a Crotone. Per quanto mi riguarda ringrazio il presidente per avermi messo a disposizione un simile giocatore”. L’ultimo arrivo in ordine di tempo nella famiglia pitagorica potrebbe essere un altro difensore, lo svincolato Agustin Silvestre, argentino passaporto italiano nato a Mercedes il 25 settembre 1984, noto ai crotonesi per essere stato avversario in serie A con la maglia della Sampdoria. Per tesserarlo occorre vincere la concorrenza del Perugia, di più a proposito del suo ingaggio ne sapremo nelle prossime ore.

Nel prossimo incontro a La Spezia, sul terreno del Picco, il Crotone potrebbe schierare i 9/11 della partita contro il Cosenza. Uniche novità: Cuomo al posto del difensore centrale Spolli infortunato, Mustacchio a destra per Molina. Rimane l’interrogativo Marrone che potrebbe essere della partita fin dall’inizio se in questi due giorni di presenza a Crotone ha evidenziato una discreta preparazione fisica. Mister Italiano, a differenza del suo collega, non deve conciliare la formazione con assenze forzate e questo potrebbe significare la conferma dello schieramento che ha sconfitto in trasferta il Cittadella. Punto di forza dei ligure i fratelli Ricci, centrocampista e attaccante.

Le dichiarazioni di mister Stroppa alla vigilia del match: “Lo Spezia a Cittadella ha fatto ottime cose meritando la vittoria. Ma ha anche rischiato di perdere. Possiede dei valori importanti e con il cambio del tecnico sono stati apportati da parte dello Spezia pochi ritocchi rispetto al passato campionato. Una squadra propositiva che sa palleggiare con buoni giocatori in prima linea. Grandissimo rispetto per questa formazione. Noi come abbiamo dimostrato contro il Cosenza possediamo tutti gli accorgimenti per affrontarla al meglio. È vero che abbiamo sbagliato troppe occasioni da gol ma questo significa che siamo in grado di offendere di continuo l’avversario. Stiamo migliorando con il passare dei giorni e come prima trasferta abbiamo curato tutti i particolari per ben figurare. Nelle retrovie mancano alcuni uomini per un certo lavoro, ma con la positività che nella prima di campionato non abbiamo subito il gol. Tecnicamente dobbiamo migliorare e di continuo. Dopo Spezia saremo ancora più competitivi potendo usufruire di quindi giorni senza incontri e questo ci consente di recuperare qualche acciaccato. Con Vido, Simy, Lopez, indipendentemente da chi giocherà, il Crotone sarà fortemente competitivo e farà divertire tutti i tifosi. Stessa cosa con il pieno recupero di Mazzotta e Marrone che eleveranno il tasso tecnico sulla fascia sinistra e nel reparto arretrato”.          

Domani arriva allo Scida il Perugia di Nesta, mister Stroppa potrebbe effettuare il turn-over. Simy verso la Lazio?

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 01 Aprile 2019 18:38

Serie BKT 31esima giornata│Crotone-Perugia stadio Ezio Scida martedì 2 aprile ore 21. Tra i pitagorici ancora assenti Milic, Spolli, Rohden, Nalini, Figliuzzi. Pettinari in campo fin dall’inizio. I 23 convocati dal tecnico Giovanni Stroppa sono: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Firenze, Benali, Machach, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Kargbo, Marchizza, Molina, Vaisanen, Simy, Valietti, Pettinari, Sampirisi, Mraz, Latella.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Vaisanen, Golemic, Sampirisi, Barberis, Benali, Molina, Firenze, Pettinari, Simy. All. Stroppa

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Dragomer, Verre, Vido, Ranocchia. All. Nesta

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

Coll. Lombardo – Cangiano

Quarto giudice: Marco Acanfora di Castellamare di Stabia

Il pre-partita.

Avanti senza troppa sosta tra una giornata e l’altra. Così hanno deciso nelle alte sfere della Lega e così dovrà essere fatto. Appena tre giorni dopo l’ultima giornata (sabato 30 marzo) squadre di B nuovamente in campo per evadere il trentunesimo impegno del campionato. Il Crotone, dopo la vittoria di Carpi, dovrà affrontare sul proprio terreno la forte formazione del Perugia guidato dal tecnico Nesta. Anche in occasione della prossima sfida mister Stroppa non potrà utilizzare chi è stato assente per motivi fisici in Emilia: Milic, Spolli, Rhoden, Nalini, Figliuzzi, ancora convalescenti. Ciò significherà non poter effettuare un ampio turnover a proposito della formazione. «Saranno due o tre i probabili cambi nella formazione – ha dichiarato Stroppa nella conferenza stampa pre partita – che farò entrare in campo inizialmente». E non potrebbe essere diversamente considerando i disponibili.

Sarà, quindi, con ogni probabilità un Crotone che inizialmente potrebbe fare registrare la presenza dell’attaccante Pettinari al fianco di Simy, l’uomo gol del momento. Altra possibile novità potrebbe essere quella di Molina in sostituzione di Zanellato nel reparto mediano. Ma il giocatore del momento, quello che sta facendo parlare tutte le squadre, è il nigeriano Simy. Undici gol in totale nell’attuale campionato, cinque realizzati nelle ultime tre partite. La passata stagione in serie A ha realizzato contro la Juventus il gol del pareggio alla stessa maniera di Ronaldo con una rovesciata in area di rigore. Il calciomercato sta già impazzendo per accaparrarselo a fine campionato. Sembrerebbe che la Lazio di Inzaghi abbia già interpellato la società pitagorica per sapere le quotazioni del giocatore. Ancora è presto e di tutto questo né Simy, né la società, vogliono discutere. L'unico pensiero del giocatore è salvare il Crotone. E per quanto riguarda i suoi gol Simy afferma che il merito è di tutta la squadra.

Stroppa così alla vigilia di Crotone-Perugia: «La qualità di questa squadra – ha dichiarato Simy – mi lascia sorpreso positivamente, soprattutto in questo momento. Approcciano sempre bene ogni incontro. Contro il Perugia sarà una bella sfida dovendo affrontare una formazione imprevedibile che sa giocare al calcio e gli ultimi risultati favorevoli (4 vittorie, 1 sconfitta) lo dimostrano». Però mister Stroppa ancora non è del tutto soddisfatto della sua squadra: «L’esperienza – ha dichiarato il tecnico – ci dice che non dobbiamo mai mollare fine al termine del campionato. Dobbiamo ancora crescere. Sono un tecnico che in collaborazione con il suo staff, riesce a far terminare la stagione in piena forma a tutti i giocatori. Mi auguro che questo avvenga anche con il Crotone. Crotone e Perugia sono divisi da una diversa posizione in classifica – ha detto Stroppa –. Dobbiamo continuare a fare punti pesanti nelle prossime prestazioni». Ed a proposito della forma fisica dei suoi Stroppa ha affermato: «Mi auguro che sia avvenuto il totale recupero fisico da parte di tutti dopo la partita giocata a Carpi con una temperatura di venticinque gradi. Giocando di sera abbiamo la possibilità di sfruttare ore in più dall’ultima prestazione. Contro il Perugia ci saranno due o tre cambi, non di più».  Mister Nesta ha recuperato tutti gli effettivi ma, come il collega pitagorico, effettuerà qualche turnover che potrebbero essere Ranocchia e Vido.   

Carpi e Crotone si giocano un chance di salvezza: rientrano Sampirisi e Vaisanen, Kargbo affianchera' il bomber Simy

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 28 Marzo 2019 17:42

Serie BKT 30esima giornata│Carpi-Crotone, stadio “Sandro Cabassi”, sabato 30 marzo ore 15. La lista dei pitagorici indisponibili continua ad essere ampia anche per la prossima trasferta. Emiliani senza gli squalificati Pasciuti e Kresic.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Vaisanen, Spolli, Golemic, Sampirisi, Barberis, Rohden, Benali, Firenze, Simy, Kargbo. All. Stroppa

Carpi (4-4-2): Piscitelli; Sabbione, Poli, Vano, Pezzi; Mustacchio, Coulibaly, Vitale, Jelenic; Piscitella; Arrighini. All. Castori  

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

Assistenti di linea: Mastrodonato – Bresmes

Quarto giudice: Alessandro Prontera di Bologna

Il pre-partita.

Nonostante Giove Pluvio, in questi giorni, ha deciso di creare qualche problema alla preparazione dei pitagorici con abbondanti precipitazioni, in casa rossoblù si continua a lavorare con intensità pensando al prossimo impegno di Carpi. Mister Stroppa continua a fare i conti con gli indisponibili di lungo corso, l’attaccante Pettinari, con quelli che entrano in campo dopo una lunga convalescenza e abbandonano l’incontro in corso d’opera per il riacutizzarsi dell’infortunio, Nalini, e quelli che ancora non si sono ripresi dagli acciacchi degli ultimi incontri, Milic, Machach, Spolli. Ma ancora mancano due giorni all’incontro e qualche convalescente potrebbe lasciare l’infermeria.

In ogni caso il tecnico pitagorico è sempre riuscito ad allestire la formazione idonea per affrontare l’avversario di turno. Gli ultimi quattro risultati positivi (due vittorie, due pareggi) lo dimostrano. Assenze a parte, la prossima formazione farà registrare di sicuro qualche novità rispetto a quella che ha pareggiato in casa contro il Lecce. Sampirisi e Vaisanen (il pitagorico con la maglia della Finlandia è stato avversario dell’Italia per la qualificazione agli Europei) saranno in campo fin dall’inizio in sostituzione di Tripaldelli e Curado. In attacco, considerata l’indisponibilità di Machach sarà Kargbo ad affiancare il bomber Simy.

Mister Castori in assenza degli squalificati Kresic e Pasciuti porterà in formazione Poli nelle retrovie e Coulibaly nel reparto mediano. Senza alcun dubbio sarà la giornata più difficile per il Crotone a proposito del risultato: gli emiliani da ultimi in classifica e distanti quattro lunghezze dai pitagorici si giocano l’ultima possibilità per guardare più da vicino la zona play-out. Perché possa avvenire ciò, mister Castori sta preparando l’incontro nel ritiro di Carpineti. Il ritorno alla vittoria della sua squadra dopo un’astinenza di tre giornate è quanto chiedono i propri tifosi. Sarà una giornata altrettanto difficile per chi occupa la zona rossa della retrocessione e quella grigia degli spareggi salvezza. Infatti, la trentesima giornata prevede, oltre alla trasferta del Crotone, quella del Padova, Foggia, Venezia e Livorno che dovranno affrontare rispettivamente Cittadella, Brescia, Salernitana, Perugia.

Stroppa alle prese con nuove soluzioni tattiche per la trasferta di Verona: novita' a centrocampo e in attacco

Pubblicato in Stadio
Sabato, 09 Febbraio 2019 19:00

Serie BKT 23esima giornata│Il rossublù Nalini ancora fermo, dubbi per l’impiego del centrocampista Rohden. Nalini in campo fin dall’inizio.  Ex il difensore Faraoni.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Spolli, Vaisanen, Golemic, Barberis, Benali, Firenze, Milic, Machach, Pettinari. All. Stroppa

Hellas Verona (4-3-3): Silvestri, Faraoni, Bianchetti, Empereur, L.Vitale, Danzi, Colombatto, Zaccagni, Matos, Di Carmine, Di Gaudio. All. Grosso

Arbitro: Marco Piccinini di Forli

Assistenti: Pagliardini - Dei Giudici

Quarto giudice: Cristian Cudini di Fermo

Crotone in quel di Verona con l’intento di non interrompere la mini-striscia positiva delle ultime tre giornate contro una squadra che deve ricucire il buon rapporto con i propri tifosi a causa degli ultimi risultati negativi. L’undici pitagorico che inizialmente si presenterà sul terreno del Bentegodi potrebbe essere ancora diverso da quello che ha pareggiato allo Scida contro il Livorno la settimana precedente. Pochi cambi e la novità più accreditata è quella di Benali nel reparto mediano in sostituzione di Rohden in non perfette condizioni fisiche. Altro giocatore che potrebbe fare il debutto in campionato con i pitagorici è Milic. Se così sarà, a fargli posto potrebbe essere Zanellato e questo significherebbe vedere un Crotone schierato con il 3-5-2 con Spolli, Vaisanen, Golemic trio difensivo; Barberis, Benali, Firenze centrocampisti con Sampirisi sulla fasce destra e Milic sulla fascia sinistra a sostegno delle giocate offensive e in aiuto alla difesa in fase di ripiegamento; In attacco non ci sarà Simy indisponibile per motivi influenzali ed al suo posto Machach al fianco di Pettinari. Il tecnico scaligero, Grosso, non potrà contare sugli indisponibili Tozzo, Kumballa, Crescenzi, Ragusa. Sicura presenza quella dell’ex Faraoni terzino destro con il compito di scendere lungo la fascia.

Il commento di mister Stroppa in occasione della prossima trasferta:

“Il Verona è una grossa squadra che merita la parte alta della classifica. Nonostante gli ultimi risultati non soddisfacenti continua ad avere consapevolezza del tipo di campionato che si gioca in serie B. Lo conosciamo bene per averlo affrontato nel girone d’andata nel momento migliore del Crotone, nonostante questo ha conquistato tre punti. Mi piace com’è allenata ed insieme a Brescia e Palermo è tra le più forte. Chi dei miei scende in campo deve sentirsi il fuoco nelle vene dall’inizio alla fine. Sarà una partita che si richiede da parte nostra grande dispendio mentale e fisico per non lasciare libertà d’azione agli avversari. Ed il Crotone ha le qualità per imporre il proprio gioco”. Per quanto riguarda gli effettivi che giocheranno fin dall’inizio, il tecnico pitagorico ha detto: “Milic potrebbe essere della partita, in attacco il dubbio è tra Mraz e Machach da affiancare a Pettinari essendo Simy indisponibile. Preferisco un Crotone meno bello ma più pratico in grado di portare a casa il risultato positivo”. Per quanto riguarda il rendimento dei pitagorici a proposito delle partite casalinghe, mister Stroppa ha affermato: “Contro il Livorno la settimana precedente abbiamo stentato il primo tempo per rincorrere il risultato, ma nella ripresa ho visto un ottimo Crotone che ha creato molto, anche se non è riuscito a concretizzare le  occasioni da gol. Non è una questione fisica ciò che sta mancando alla mia squadra, in campo corrono tutti. Ciò che penalizza i miei giocatori è la questione mentale nel gestire al meglio ciò che producono”. La continua assenza di Nalini, per mister Stroppa dipende da una questione clinica: “Il giocatore è fuori Crotone per farsi curare. In precedenza sembrava avesse risolto i problemi fisici ma nel momento in cui abbiamo deciso di impiegarlo, ha avuto una ricaduta. Nalini dichiara di avere sempre dolore al ginocchio. Ormai il calciomercato è chiuso e quindi Nalini sa che deve rimanere a Crotone. Dobbiamo recuperarlo perché è una risorsa per la squadra.        

  

Le probabili formazioni di Perugia-Crotone: mister Oddo con il reparto difensivo da ridisegnare

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 08 Novembre 2018 18:19

Serie B 12esima giornata│I convocati dal tecnico Oddo per la dodicesima partita in quel di Perugia (venerdì 9 novembre ore 21), anche lo squalificato Cordaz fa parte della comitiva. Ex di turno sarà il difensore Cremonesi. Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Stoian, Faraoni, Figliuzzi, Crociata, Budimir, Barberis, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Sampirisi, Spinelli, Aristoteles. Infortunati Benali, Marchizza, Martella, Nalini.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Falasco, Michael, Bianco, Verre, Dragomer, Melchiorri, Vido. All. Nesta

Crotone (4-3-3): Festa, Faraoni, Sampirisi, Vaisanen, Golemic, Molina, Barberis, Rohden, Stoian, Simy, Firenze. All. Oddo 

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce

Assistenti: Robilotta – Vecchi

Quarto giudice: Francesco Meraviglia di Pistoia.

Alla vigilia dell'incontro. Compagni nella Nazionale mondiale del 2006, avversari per la prima volta a distanza di dodici anni come tecnici in occasione dell’anticipo di serie B tra Perugia e Crotone, è la novità in assoluto nei confronti di Alessandro Nesta e Massimo Oddo. Due grossi difensori che in passato hanno contribuito a fare conquistare il quarto titolo Intercontinentale all’Italia. Ora si preoccupano di trasmettere le loro conoscenze calcistiche ai propri giocatori per un campionato soddisfacente.

Il risultato finale di venerdì sera al Curi dovrà confermare il buon momento che sta attraversando nelle ultime partite il Perugia e, dal versante opposto, il ritorno al successo del Crotone dopo un’astinenza di tre giornate. Per mister Oddo i pitagorici sono sulla giusta strada per fare bene sul terreno del Renato Curi, pur contro una squadra entusiasta per gli ultimi risultati e potendo contare sull’apporto del proprio pubblico.

Il tecnico pitagorico non avrà disponibile il portiere Cordaz, squalificato, e per quanto riguarda il reparto difensivo mancherà anche Marchizza e Martella. L’apporto degli ultimi due, in particolare quello di Martella sulla fascia sinistra, non è facilmente sostituibile, ma da buon ex difensore Oddo non si allarma ed ha già fatto intendere che il sostituto sarà all’altezza dell’assente.

La scelta potrebbe cadere su Golemic che rientrerebbe in squadra fin dall’inizio dopo cinque giornate. Compito del difensore, se in campo, non perdere di vista il goleador biancorosso Vido che ha già realizzato cinque gol. Nessun cambio nel reparto mediano e conferma del trio impiegato contro il Carpi: Molina, Barberis, Rohden. In attacco Stoian e Firenze al fianco di Simy punta centrale, quest’ultimo in sostituzione di Budimir.

Mister Nesta conferma la regola di non cambiare la squadra vincente e si affida agli stessi undici iniziali che hanno sconfitto (2-3) il Livorno in trasferta la precedente giornata. Inizialmente il tecnico locale agirà con il modulo 4-3-1-2 con Michael, Bianco, Verre centrocampisti, Dragomir regista alle spalle del duo d’attacco Melchiorri, Vido. In corso d’opera e con il risultato a suo favore, il Perugia è solito disporsi con Bianco davanti al reparto difensivo per bloccare la verticalizzazione degli avversari.

Zenga alle prese con acciacchi e dubbi in formazione prima dell'incontro casalingo di sabato con l'Atalanta

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 08 Febbraio 2018 19:49

Serie A 24esima giornata│ Crotone-Atalanta sabato 10 febbraio ore 18 Stadio Ezio Scida. Pitagorici senza i difensori esterni Sampirisi e Martella e con il dubbio della presenza di Ricci. Budimir potrebbe giocare fin dall’inizio al posto di Trotta. Presentato Moussa Diaby. Ospiti con il problema Caldara e Gomez e la probabile assenza di Spinazzola.

Probabili formazioni:

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Capuano, Pavlovic, Barberis, Mandragora, Ricci, Benali, Budimir, Nalini. All. Zenga

Atalanta (3-5-1-1): Berisha, Toloi, Palomino, Masiello, Hateboer,  Cristante, Freuler, De Roon, Gosens, Ilicic, Petagna. All. Gasperini

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Alessandro Giallatini (Roma 2) – Fabiano Preti (Mantova)

Quarto giudice: Daniele Ghiffi di Padova

Var: Piero Giacomelli (Trieste) Avar: Alessandro Costanzo (Orvieto)

Ventiquattresima giornata ancora all’insegna dello “spezzatino” per quanto riguarda giorno e ora delle partite. Un evento ormai consolidato da più campionati e dalla prossima stagione i diversi orari degli incontri passeranno da cinque a otto con le seguenti modalità: sabato 15,00 – 18,00 – 20,30; domenica 12,30 – 15,00 (tre partite) – 18,00 -20,30; lunedì 20,30. Intanto, per il secondo sabato consecutivo, il Crotone scenderà in campo contro l’Atalanta del tecnico Gianpiero Gasperini che, da ex allenatore pitagorico, torna all’Ezio Scida a distanza di undici anni (campionato di serie B 2006/2007). Per il Crotone si tratta di confermare il buon momento che sta attraversando contro un avversario che nelle ultime cinque trasferte ha conquistato tredici punti (4 vittorie, 1 pareggio) contro Torino, Genoa, Milan, Roma, Sassuolo. Un viatico che sta consentendo ai neroazzurri bergamaschi di poter centrare per il secondo anno consecutivo l’Europa League. L’undici pitagorico sotto la guida tecnica di Walter Zenga sta dimostrando di non temere nessun avversario, la partita contro l’Inter è stata la dimostrazione. Ciò significa che sabato prossimo sul terreno dello Scida nessun protagonista potrà tirare il fiato finché non arriverà il triplice fischio. Tra i locali potrebbero mancare i difensori esterni Sampirisi e Martella ed esiste anche il dubbio sulla presenza dell’esterno Ricci (out nell’allenamento di giovedì). Questi i dubbi per quanto riguarda l’undici iniziale, per il resto scontata la conferma degli otto/undicesimi che hanno pareggiato a San Siro contro l’Inter. Mister Gasperini dovrà fare a meno di Caldara e Gomez ed al loro posto i più accreditati sono Ilicic come trequartista e Palomino difensore. Esiste anche la possibilità di un turno di riposo per Spinazzola. Nessun problema per quanto riguarda la presenza dell’attaccante Petagna di essere della partita. Alla vigilia dell’incontro il tecnico Walter Zenga ha dichiarato: «Mancano ancora due giorni all’inizio della prossima partita e c’è tempo per recuperare qualche acciaccato. Dobbiamo presentarci in campo nelle migliori condizioni tecniche/fisiche per affrontare una squadra che lotta. L’Atalanta sta disputando due grossi campionati – ha affermato Zenga – sotto la guida di Gasperini, un tecnico che i tifosi locali conoscono molto bene e che ha fatto un girone di Europa League fantastico. Inoltre – ha dichiarato Zenga – la squadra di mister Gasperini si compone di giocatori con elevato spessore tecnico. Per un qualsiasi allenatore è stimolante affrontare un simile avversario». Sull’affollamento in infermeria dei suoi giocatori mister Zenga è stato scaramantico: «L’ultima volta che ho affermato di avere disponibili tutti i giocatori poi nel corso dell’incontro alcuni si sono infortunati e li ho persi per alcune partite. Non parlerò più dell’ottimo stato di salute dei giocatori. Ad oggi, oltre Sampirisi e Martella, esiste anche il problema di Ricci che ha dovuto disertare l’allenamento. In ogni caso – ha affermato il tecnico pitagorico – i miei uomini durante gli allenamenti lavorano con entusiasmo e voglia di prepararsi bene per l’incontro, anche dopo alcune sconfitte di seguito». Sui dubbi per la prima punta da impiegare sabato prossimo contro l’Atalanta, Zenga non ha escluso l’impiego di Budimir fin dall’inizio: «Budimir, come pure Nalini, Trotta e Simy, sono in condizioni di poter giocare inizialmente da prima punta, dipende dalle caratteristiche degli avversari, Ante Budimir è in condizioni di poter essere impiegato fin dall’inizio contro l’Atalanta». Nel corso della conferenza stampa è stato presentato l’ultimo arrivato in ordine di tempo, il diciannovenne Moussa Diaby, esterno che può giocare sia a destra che a sinistra, proveniente dal Psg in prestito. Il giocatore (parla pochissimo l’italiano) era stato contattato anche dal Pescara ma lui ha preferito venire al Crotone per conoscere e giocare nella massima categoria.          

Martella chiama all'impresa contro il Milan: «Dobbiamo cercare di fare il colpaccio fuori casa»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 04 Gennaio 2018 18:58

Serie A 20.esima giornata. Milan-Crotone stadio San Siro sabato 6 gennaio ore 15. Tra i pitagorici torna disponibile il difensore Ajeti dopo aver scontato la squalifica. Nalini, Simic, Cabrera non utilizzabili. Tra i lombardi ancora fermo il difensore Abate (problemi al polpaccio) e dubbi sull’utilizzo dell’attaccante Kalic.

Probabili formazioni:

Milan (4-3-3): Donnarumma, Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez, Kessiè, Montolivo, Bonaventura, Suso, Cutrone, Calhanoglu. All. Gattuso

Crotone (4-3-3): Cordaz, Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella, Barberis, Mandragora, Rohden, Trotta, Budimir, Stoian. All. Zenga

Sul terreno dove l’ha visto per lunghi anni protagonista come portiere con la maglia dell’Inter, torna ma come tecnico del Crotone l’ex portiere Walter Zenga. Di fronte si troverà Rino Gattuso, un altro protagonista di San Siro con la maglia del Milan. Come dire: tra i due si rivive il clima del derby della Madonnina con la curiosità che un calabrese, Gattuso, siederà sulla panchina del Milan, mentre un milanese, Zenga, sarà su quella del Crotone. L’incontro sarà diretto da Fabio Maresca di Napoli assistito sulle fasce da Filippo Valeriani di Ravenna e da Stefano Del Giovane di Albano Laziale. Quarto giudice sarà Juan Luca Sacchi di Macerata. Addetti Var e Avar rispettivamente Davide Massa di Imperia e Antonio Rapuano di Rimini. Tra i pitagorici torna disponibile, dopo aver scontato la squalifica, il difensore centrale Ajeti che dovrebbe fare coppia con Ceccherini. La zona destra della difesa se la contendono Faraoni e Sampirisi con quest’ultimo favorito. Difensore sinistro ancora Martella con il compito di scendere più frequentemente lungo la fascia facilitato dal nuovo modulo voluto da Zenga. Linea mediana ancora con Barberis, Mandragora, Rohden ma con qualche possibilità di vedere fin dall’inizio il centrocampista centrale Kragl per un reparto a quattro in considerazione della forza dell’avversario. Se così dovesse essere, Trotta rimarrebbe sulla panchina per un Crotone formato 4-4-2 con Stoian e Budimir in prima linea. Indipendentemente dalle formazioni, sarà una partita delicata per entrambe le squadre che dovranno recuperare punti e posizioni in classifica. Un altro risultato negativo dopo le due precedenti sconfitte allontanerebbe ancora di più il Crotone dal quartultimo posto. In sala stampa il difensore Bruno Martella a proposito della prossima sfida col Milan ha dichiarato: “Una partita dura contro una squadra che arriva da un buon periodo dopo aver superato il turno di Coppa Italia e pareggiato contro la Fiorentina in trasferta. Dobbiamo cercare di fare il colpaccio fuori casa. Con mister Zenga lavoriamo benissimo e stiamo preparando nel modo migliore la partita. Un tecnico che ha trasmesso tranquillità a tutti noi. Dobbiamo affrontare il Milan senza nessun timore. Sapere interdire il loro gioco a centrocampo per evitare di produrre assist a beneficio di Suso e Bonaventura che se entrano in area di rigore possono fare male. Inoltre occorre stare attenti a Bonucci quando lascia la propria metà campo per proiettarsi in avanti. La passata stagione contro il Milan a San Siro potevamo conquistare il risultato positivo se fossimo stati più attenti negli ultimi minuti, sabato prossimo non dobbiamo mai perdere la concentrazione dall’inizio alla fine dell’incontro considerando che il Milan vuole fare sua la partita e lotterà su ogni pallone”.   

Crotone e Udinese in campo lunedì a caccia di punti utili: allo Scida si affrontano le due squadre appaiate in classifica

Pubblicato in Stadio
Sabato, 02 Dicembre 2017 20:18

Serie A 15.esima giornata, Crotone-Udinese stadio Ezio Scida lunedì 4 dicembre ore 19. Assente per squalifica l’attaccante pitagorico Budimir. Ospiti con il dubbio Hallfredsson per motivi fisici.
Probabili formazioni:
Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Ajeti, Pavlovic, Rohden, Mandragora, Ceccherini, Nalini, Trotta, Stoian. All. Nicola
Udinese (3-5-1-1): Bizzarri, Larsen, Danilo, Samir, Widmer, Barak, Balic, Fofana, Adnan, Lax Lopez, Lasagna. All Oddo

Il pre-partita.
E' chiamato a scuotersi il Crotone nello scontro diretto che giochera' in casa contro l'Udinese. La squadra di Davide Nicola e' reduce da tre sconfitte consecutive, due in campionato e una in Coppa Italia, e in vista di un finale di girone estremamente complesso, deve cercare di racimolare piu' punti possibile con le squadre dirette concorrenti nella corsa alla salvezza. Lunedì sarà, dunque, proprio spareggio salvezza tra due squadre in ritardo con la vittoria da due giornate e appaiate in classifica al quindicesimo posto con dodici punti. Nota positiva in favore del tecnico friulano Oddo, subentrato alla guida della squadra alla 14.esima giornata al posto di Del Neri, l’accesso agli ottavi di Tim Cup dopo aver sconfitto il Perugia con una goleada (8-3). Il campionato è però tutt’altra cosa, una vittoria in più contro una diretta concorrente per la salvezza significa conquistare punti pesanti. L’incontro sarà diretto da Davide Massa di Imperia assistito da Vivenze e Cecconi, quarto giudice sarà Ivano Pezzuto di Lecce. Addetti Var e Avar saranno Di Bello e Nasca. La passata stagione (36.esima giornata) grazie al primo gol stagionale del centrocampista esterno Rohden, i pitagorici conquistarono la seconda vittoria consecutiva (settimo risultato utile di seguito) contro i bianconeri guidati del tecnico Del Neri. Tre importanti punti che ampliarono la speranza della salvezza. Ed è proprio Rohden che dopo l’allenamento pomeridiano di sabato, Gragl e Izco si sono allenati ancora a parte, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a proposito della prossima sfida: “La prossima partita contro l’Udinese mi ricorda il primo gol segnato in serie A la passata stagione – ha dichiarato il pitagorico – un successo che ci consentì di salvarci. Ora è tutt’altra cosa, la stagione è ancora lunga e lunedì affronteremo una diversa Udinese che si trova insieme a noi in classifica. Se sarò in campo, il mio pensiero non è realizzare il gol a tutti i costi, ma contribuire al successo, indipendentemente da chi mette dentro il pallone. Torniamo a giocare davanti al nostro magnifico pubblico – affermato Rohden – che ci incita dall’inizio alla fine della partita con molto calore. Parlando di come vive a Crotone, Rohden ha detto: “Insieme alla mia compagna ci troviamo abbastanza bene in una bella città dove vive gente fantastica”. Mister Oddo dopo il successo in Tim Cup contro il Perugia, quasi certamente confermerà in formazione l’attaccante Max Lopez autore di quattro degli otto gol realizzati dall’Udinese. Altra possibile conferma quella di Lasagna che bene ha fatto al fianco di Lopez mettendo a segno un bel gol. L’entusiasmo accumulato in Coppa Italia sarà, quindi, l’arma in più dell’Udinese sul terreno dello Scida.

La probabili formazioni di Bologna-Crotone. Al Dall'Ara previsto massiccio afflusso di tifosi pitagorici

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Novembre 2017 12:31

Serie A dodicesima giornata Bologna-Crotone stadio Dall’Ara sabato 4 novembre ore 18. Tra i locali assenti i centrocampisti Pulcar (squalificato), Poli infortunato, ancora fuori Mirante (portiere), probabile ritorno dell’attaccante Palacio. Tra i pitagorici incerta la presenza dell’esterno Rohden per motivi fisici.

Probabili formazioni:

Bologna (4-3-3): Da Costa, Krafth, Gonzales, Helander, Masina, Nagy, Taider, Donsah,Verdi, Palacio, Di Francesco. All. Donadoni

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Simic, Ceccherini, Pavlovic, Nalini, Mandragora, Barberis, Stoian, Trotta, Budimir. All. Nicola

Arbitro: Fabrizio Pasqua (Tivoli)

Ass. Schenone – La Rocca

Quarto giudice: Francesco Fourneau (Roma1)

VAR: Mazzoleni - AVAR: Tegoni

La classica sfida tra due squadre che non si sono mai perse di vista nei campionati di serie A e B. L’incontro Bologna-Crotone, definito il derby rossoblù in ragione dei colori sociali, ma anche per i tanti crotonesi residenti nella città delle due Torri, sabato prossimo farà registrare il tutto esaurito sulle gradinate del Dall’Ara. Alla tifoseria locale si aggiungerà quella pitagorica proveniente, anche, da altre città. Il dodicesimo uomo in campo, anche a favore della formazione di mister Nicola, sarà quindi presente. La passata stagione fu proprio la sfida con il Bologna ad inaugurare la storica stagione della massima serie del Crotone. Un debutto che poteva concludersi con il risultato positivo se l’attaccante Destro non avesse bucato Cordaz a quattro minuti dal termine. Amara conclusione di una partita che il Crotone non meritava di perdere. L’incontro di sabato prossimo potrebbe essere anche un revival per molti giocatori dell’una e dell’altra formazione. Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Rohden, Stoian, Martella, Simy, Barberis, se in campo potrebbero scontrasi ancora con Krafth, Masina, Verdi, Destro, Di Francesco e riprendersi la rivincita dello scorso campionato. Bologna per il Crotone sarà il primo di quattro impegnativi scontri nel mese di novembre. Dopo la partita del Dall’Ara pausa del campionato (11 novembre) per l’impegno della Nazionale (Play-Off  con la Svezia per la qualificazione ai Mondiali 2018 in Russia). Alla ripresa del campionato (19 novembre) pitagorici all’Ezio Scida per affrontare il Genoa per poi (26 novembre ore 20.45) la proibitiva  trasferta di Torino contro la Juventus ma, come si dice in gergo, il pallone è rotondo. Quattro giorni dopo (30 novembre) pitagorici impegnati sul terreno del Marassi nel quarto turno di Tim Cup ancora contro il Genoa. Nell’immediato c’è, però, la sfida di Bologna che mister Nicola ed i suoi stanno preparando per dare continuità all’ultimo risultato positivo contro la Fiorentina. In fase di pieno recupero Rohden ma la sua presenza non è scontata, il suo apporto alla squadra è sempre sopra la sufficienza sia in fase offensiva che di rientro. Trotta e Budimir, a segno per la prima volta in questo campionato, la coppia d’attacco potrebbe essere l’arma vincente del Crotone nelle prossime partite. Reparto difensivo ancora con il duo Simic, Ceccherini al centro e con Sampirisi a destra e Pavlovic a sinistra ma non è da escludere la presenza iniziale di Martella difensore sinistro essendo tornato in piena forma fisica. Stessa considerazione a proposito della conferma per quanto concerne il reparto mediano dove al centro dovrebbe manovrare Mandragora e Barberis, esterni di fascia Nalini a destra, Stoian a sinistra. Tra i felsinei iniziali che non vogliono perdere la quarta partita consecutiva, non ci saranno i centrocampisti Pulcar (squalificato), Poli infortunato il cui posto dovrebbero occuparlo Taider e Donsah. Manovre anche in attacco da parte del tecnico Donadoni con il probabile ritorno di Palacio in prima linea nonostante Destro sia disponibile. Così mister Nicola alla vigilia dell’incontro: “Rohden si è allenato in maniera differenziata ma verrà con noi a Bologna – ha dichiarato mister Nicola - a proposito del pitagorico. Per quanto riguarda la formazione vedrò al momento se è il caso di qualche cambio. Il Crotone ha un ampio organico che non mi preoccupa qualche assenza forzata perché metto sempre in preallarme (tre o quattro) possibili soluzioni, indipendentemente se saranno attuate”. Del Bologna mister Nicola ha detto: “Del Bologna so benissimo che si tratta di una squadra molto qualitativa che non va sminuita per gli ultimi tre risultati negativi. I nostri prossimi avversari non lottano per la salvezza poiché hanno molta qualità capace di tornare a vincere contro chiunque. È una squadra che va affrontata con la dovuta attenzione e “intelligenza” tattica - ha dichiarato Nicola”. Sulla conferma dell’undici che ha sconfitto la Fiorentina mister Nicola non si sbilancia: “non ci sono titolari pianta stabile – ha dichiarato il tecnico – squadra che vince se è il caso va anche cambiata giacché ogni partita è diversa e va affrontata secondo le caratteriste dell’avversario”.      

 

 

 

 

 

  

Pagina 1 di 3

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}