SPOGLIATOI│Zenga: «Il Crotone e' zoccolo duro abituato a lottare fino all'ultima partita»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 29 Aprile 2018 15:11

"Era una partita che necessitava la nostra prestazione, l'abbiamo fatta e i tre punti sono meritati. I ragazzi hanno fatto una grande prestazione". Walter Zenga fa i complimenti ai suoi dopo il 4-1 al Sassuolo che avvicina il Crotone alla salvezza. "Stiamo bene dal punto di vista della concentrazione, della serenita', questo e' un club, una citta', uno zoccolo duro abituato a lottare fino all'ultima partita e questo conta piu' dell'allenamento fisico stesso - sottolinea ai microfoni di Sky - I ragazzi sono determinati, andiamo sempre in ritiro perche' ci piace stare insieme, siamo sereni, tutto quello che facciamo lo facciamo con determinazione e le cose vanno per il meglio se le fai nella maniera giusta. I ragazzi, poi, mi seguono e ci mettono l'anima per mettere in pratica le mie idee come quella di Trotta esterno nel tridente d'attacco. Quando hai una squadra che ti segue e delle idee, devi solo avere il coraggio di metterle in pratica". Domenica col Chievo potrebbe bastare anche un pari per blindare la salvezza. "Dobbiamo giocarcela fino in fondo e se facciamo una prestazione come si deve possiamo essere quasi arrivati ma ora piedi per terra, attenzione e tanto lavoro. Niente e' finito, niente e' chiuso ma abbiamo dato una bella spallata al campionato".

 

Poker del Crotone contro il Sassuolo: doppiette per Trotta e Simy, il duo d'attacco trascina la squadra

Pubblicato in Stadio
Domenica, 29 Aprile 2018 14:58

Serie A 35esima giornata│Il Crotone batte 4-1 il Sassuolo nel 'lunch match' della 35esima giornata di Serie A e compie un passo importante verso la salvezza. I calabresi salgono a quota 34 in classifica e si portano in 14esima posizione a tre lunghezze proprio dai neroverdi che restano al 13° posto con 37 punti. Le reti dei padroni di casa portano la firma di Trotta e Simy, entrambi autori di una doppietta; inutile per gli ospiti il gol su rigore di Berardi.

Tabellino.

Crotone   4

Sassuolo  1

Marcatori: 3° Trotta, 15° Simy, 30° Trotta, 45° Berardi (r ), 88° Simy.

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini (Ajeti), Capuano, Martella, Barberis (Rohden), Mandragora, Stoian, Trotta, Simy, Nalini (Sampirisi). All. Zenga

Sassuolo (3-5-2): Consigli, Lemos, Acerbi, Peluso, Ragusa (Babacar), Missiroli, Magnanelli (Mazzitelli), Duncan, Rogerio, Berardi, Politano. All. Iachini

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Ass. Giulio Dobosz (Roma 2) - Fabrizio Posado (Bari)

Quarto giudice: Eugenio Abbattista (Molfetta)

Var: Marco Di Bello (Brindisi) - Avar: Alfonso Marrazzo (Roma 1)

Ammoniti: Mandragora, Ajeti, Trotta

Angoli: 7 a 5 per il Sassuolo

Recupero: 2 e ? minuti

Spett. tot. 13.600 € 187.140; biglietti 6.347 € 66.220; abbonati 7.253 rateo € 120.920.

La partita.

Una battuta d'arresto contro il Sassuolo in questo scorcio di fine campionato, quando si lotta per rimanere in serie A, non era e non doveva essere nell'alveo delle cose possibili a detta dei pitagorici alla vigilia dell'incontro. E contro gli emiliani il successo è stato inseguito dal Crotone fin dal primo minuto col "coltello" tra i denti. Il risultato finale è stato il giusto riconoscimento per ciò che gli uomini di mister Zenga hanno fatto durante la partita. La posta in palio era troppo alta per lasciarsela sfuggire, l'hanno conquistata e da stasera hanno ridotto notevolmente la distanza verso la salvezza. Altro merito dei rossoblù: aver sfatato il tabù che voleva il Sassuolo (imbattuto negli ultimi otto incontri) mai sconfitto dal Crotone in serie A. Pitagorici inizialmente in campo con una sola novità rispetto a quella che ha sconfitto l'Udinese la precedente giornata: fuori il centrocampista Rohden per fare posto a Nalini schierato a sinistra. Non è da meno mister Iachini in fatto di fiducia per chi ha vinto contro la Fiorentina ed ha confermato i dieci/undicesimi con la sola variante di Ragusa in difesa per compensare l'assenza dello squalificato G. Adjpong. Nessun cambio per quanto riguarda il modulo con tre difensori, cinque centrocampisti e il duo d'attacco Berardi, Politano. Il Crotone inizia la partita schierandosi sotto la curva Sud. Il primo affondo sulla fascia sinistra con Martella per Nalini. Al terzo minuto arriva il vantaggio con Trotta dopo aver ricevuto l'assist di Faraoni sulla fascia sinistra. Quinto gol stagionale del pitagorico che non esulta in qualità di ex. Ancora Trotta al minuto quattordicesimo porge un buon pallone a Simy che lo calcia alto. Il quinto gol stagionale di Simy è rimandato di poco. Al minuto quindicesimo Nalini (tra i migliori del primo tempo), ricevuto il pallone sulla fascia sinistra da Martella, lo crossa in area dove trova bene appostato Simy che col petto lo mette dentro (anche per lui quinto gol stagionale). È un Crotone che produce frequenti azioni da gol. Trentesimo minuto Trotta mette dentro il terzo gol e si porta a quota sei gol stagionali. Sassuolo sotto, i continui colpi offensivi potrebbero portare a segnare ancora con Trotta e Simy. È però il Sassuolo che accorcia le distanze su calcio di rigore calciato da Berardi. La massima punizione concessa dopo la visione del Var per fallo su Politano. L'attaccante emiliano assente per tutto il primo tempo come seconda punta. Il doppio svantaggio costringe il tecnico Iachini a potenziare la spinta offensiva, fuori il centrocampista Ragusa, dentro l'attaccante Babacar. Sassuolo col 3-4-3 che fa soffrire il Crotone. Fuori anche lo spento centrocampista Magnanelli, dentro Mazzitelli pure centrocampista ma più offensivo. Nonostante i cambi il Sassuolo non passa. È il Crotone con Martella a sbagliare il quarto gol. Il pitagorico dopo una sgroppata sulla fascia sinistra e lo scambio con Nalini calcia il pallone addosso a Consigli da dentro l'area piccola. Primo cambio per mister Zenga, fuori Barberis (insuffciente la prova del centrocampista) dentro Rohden. Esce per motivi fisici Ceccherini, entra Ajeti. Un altro attaccante in campo per il Sassuolo, dentro Matri, fuori il centrocampista Missiroli che significa modulo 4-2-4. Nel  Crotone fuori Nalini, dentro Sampirisi. Simy non ci sta a farsi superare dal compagno Trotta come marcatore della giornata e realizza anche lui la doppietta al minuto 83 e sesto gol stagionale. Sette punti nelle ultime tre giornate rappresentano media scudetto ma il Crotone si accontenta di aver ipotecato la salvezza.

 

 

 

 

Ha segnato di destro, sinistro e rovesciata: arrivera' il gol di testa per Simy nel match di domenica contro il Sassuolo?

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 27 Aprile 2018 15:51

Serie A 35esima giornata│Crotone-Sassuolo stadio Ezio Scida domenica 29 aprile ore 12.30. Pitagorici alla ricerca del primo successo contro gli emiliani targato serie A. Curva nord disponibile per i tifosi pitagorici, si prevede il tutto esaurito. L’incontro sarà diretto da Antonio Damato di Barletta. Assistenti saranno Dobosz  (Roma2) e Fabrizio Posado (Bari). Quarto giudice Eugenio Abbattista  (Molfetta). Var: Marco Di Bello (Brindisi). Avar: Alfonso Marrazzo (Roma1). A meno quattro giornate dalla fine del campionato si annuncia un rush finale che terrà col fiato sospeso squadre d’alta e bassa classifica. Sabato 28 alle ore 18, Roma (67 punti) vs Chievo (31 punti) apriranno la quartultima giornata. La conquista del successo interesserà ai giallorossi per rimanere in zona Champions League, ed ai veneti per non compromettere la salvezza. L’attenzione massima del sabato calcistico è, però, rivolta al derby d’Italia tra l’Inter, quinto in classifica in piena lotta Champions, e la Juve capolista tallonata ad una sola lunghezza dal Napoli che, domenica ore 18, sarà ospite della Fiorentina (per quest’incontro sono state previste tutte le sicurezze per evitare tafferugli). Domenica impegnativa per la Spal (terzultima a quota 29 punti) in trasferta contro il Verona non ancora condannata alla retrocessione quantunque il penultimo posto. Il già retrocesso Benevento potrebbe allungare le sofferenze dell’Udinese (sulla panchina debutterà il nuovo tecnico Tudor) essendo ancora in piena bagarre salvezza con 33 punti. Stessa cosa per il Cagliari (in classifica ha gli stessi punti della squadra friulani) impegnato fuori casa contro la Sampdoria che, dopo la pesante sconfitta ad opera della Lazio, intende riprendere la corsa verso l’Europa League. Il Crotone aprirà gli incontri della giornata festiva con inizio alle ore 12.30. Dopo gli ultimi due risultati positivi (4 punti conquistati) i pitagorici si trovano a pochi “centimetri” dal traguardo salvezza. Per raggiungerlo occorre effettuare lo sprint finale nelle ultime partite, iniziando dalla prossima contro il Sassuolo che si presenta allo Scida senza l’assillo della salvezza essendo a quota 37 punti. Obiettivo della squadra di mister Zenga conquistare il primo successo targato serie A contro gli uomini di mister Iachini e scavalcare qualche altra posizione. Per questo difficile incontro il tecnico pitagorico sembra orientato a confermare inizialmente la precedente formazione di Udine. Ma non è da scartare l’ipotesi di qualche cambio per “confondere” le idee all’avversario. Nessun problema per i quattro difensori Faraoni, Ceccherini, Capuano e Martella che tanto bene stanno facendo. Una nota in più la merita l’esterno sinistro Bruno Martella considerato tra i migliori difensori fluidificanti della serie A. Qualche novità, nell’assetto iniziale, potrebbe verificarsi a centrocampo con il ritorno di Stoian, e nel trio d’attacco con l’inserimento di Ricci, i due occuperebbero rispettivamente il posto di Rohden e Trotta. Simy, il gigante buono come l’ha definito il presidente Gianni Vrenna, sarà ancora la prima punta. Il nigeriano (tre gol nelle ultime quattro giornate) rappresenta lo spauracchio delle difese che lo dovranno affrontare nelle prossime giornate. Casualità vuole: i gol Simy li realizzata di destro e sinistro, mai di testa pur essendo il giocatore più alto della massima serie. Ma per lui conta soltanto la salvezza della squadra e nelle ultime partite vuole fare ancora meglio per contribuire a conquistare i punti che mancano. Altro punto di forza del Crotone è sicuramente l’esterno Nalini. Il giocatore ha dimostrato quanto è stato utile al Crotone nell’ultima trasferta di Udine. Da venerdì, come da consuetudine in questo periodo, tutti in località Steccato di Cutro fino a qualche ora prima dell’incontro per le ultime rifiniture. Il prossimo incontro rappresenterà anche una rivincita personale per mister Zenga avendo debuttato sulla panchina del Crotone in quel di Sassuolo con una sconfitta. Tra gli ospiti non sarà disponibile per squalifica il difensore Adjapong, sarà dell’Orco suo sostituto e non Rogerio. In attacco nessun problema per Politano (8 gol realizzati). Il giocatore rappresenta il valore aggiunto della sua squadra. In occasione del calciomercato estivo il Napoli ha tentato fino all’ultimo di accaparrarselo a suon di milioni di euro. Con Politano a fare da prima punta ci sarà Berardi, mentre Babacar sarà sulla panchina per essere impiegato in corso d’opera.  

Il Crotone chiama in massa i tifosi contro il Sassuolo: settori a prezzi ridotti e in Tribuna l’abbonato porta un amico gratis

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 23 Aprile 2018 18:46

«#RiempiAMOLoScida, sosteniamo il Crotone, alziamo il muro di sciarpe rossoblù». Il Football Club Crotone chiama a raccolta i suoi tifosi per l’importante sfida di Serie A Tim contro il Sassuolo di domenica 29 aprile alle ore 12.30 allo Stadio Ezio Scida: tutti i settori a prezzi ridotti e in Tribuna l’abbonato porta un amico gratis. La Curva costerà 10 euro, mentre in Tribuna si potrà accedere con un tagliando unico da 25 euro. 50 euro il prezzo per la Tribuna Vip. I biglietti saranno in vendita da domani, martedì 24 aprile, alle ore 10:00. I canali di vendita sono le ricevitorie LisTicket abilitate, il sito LisTicket e, a partire da Mercoledì 25 aprile, anche il Ticket Point di via G. Di Vittorio (aperto da mercoledì a sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 19, e domenica dalle ore 9,30 in poi). La vendita terminerà domenica 29 aprile alle ore 12.30. Tutti gli abbonati del settore Tribuna avranno la possibilità di portare allo Scida un amico gratis. Come fare è semplice: basta recarsi solo ed esclusivamente al Ticket Point di via G. Di Vittorio muniti di abbonamento e copia del documento in corso di validità della persona che si intende invitare gratis alla partita. La promozione è valida fino ad esaurimento della disponibilità dei posti. Per quanto riguarda il settore ospiti l’acquisto dei tagliandi sarà possibile sempre dalle ore 10 di martedì 24 aprile fino alle ore 19 di sabato 28 aprile, ma solo presso le ricevitorie LisTicket abilitate (circuito “Ospiti”) e online, sul sito web LisTicket. A seguito delle disposizioni delle Autorità competenti, per questa gara è previsto che per i residenti nella Regione (Emilia Romagna) e per l’acquisto dei biglietti del SETTORE OSPITI non è necessario essere in possesso della Tessera del Tifoso. Si ricorda che i punti vendita del circuito LisTicket a Crotone sono:

Ricevitoria Better – Via Mario Nicoletta, 51

Tommasini Andrea Costantino Antonio – Viale Antonio Gramsci, 216

Rivendita Tabacchi n.25 – Via XXV Aprile, 86

Muoio Sofia Francesca Rita – Via Roma, 2

Brugellis Camillo – Via Pietà, 63

 

Vrenna resta con i piedi per terra: «Vittoria di Udine e' un tassello per la salvezza, contro il Sassuolo riempiamo lo Scida»

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 23 Aprile 2018 18:13

Lunedì all’insegna del buon inizio di settimana su due fronti per il Crotone calcio ed il presidente Gianni Vrenna. La prima bella notizia a proposito del sociale, settore che vede la Fc Crotone da sempre impegnata, e riguarda la somma di 13.576,00 euro raccolta attraverso l’incontro di calcio a sfondo benefico giocato l’11 aprile tra due formazioni miste composte da giocatori pitagorici, avvocati e giudici. La somma è stata devoluta per intero alla parrocchia di San Domenico (parroco Lino Leto) per ristrutturare il campetto di calcio. La cerimonia della consegna dell’assegno è avvenuta presso la sala stampa dello Scida nella giornata di oggi. L’altra bella notizia la vittoria (1-2) del Crotone in trasferta contro l’Udinese. Successo che ha ampliato la possibilità di raggiungere il traguardo della salvezza con qualche giornata d’anticipo, come vorrebbe il tecnico Zenga. Del successo sull’Udinese e cosa rappresenterà abbiamo parlato col presidente Gianni Vrenna:

Presidente, dopo il successo di Udine il Crotone si avvia a tagliare il traguardo della salvezza?

Continuiamo a rimanere con i piedi per terra, è presto per affermare che siamo già salvi. A Udine il Crotone ha messo un importante tassello sul mosaico della salvezza contro una diretta concorrente, ma ci sono ancora quattro prove difficilissime da superare e la classifica è corta nella parte bassa della classifica.

Eravate convinti che a Udine il Crotone avrebbe fatto bene?

Il segnale che l’incontro di Udine l’avremmo giocato alla pari è arrivato dall’incontro precedente contro la Juventus. Aver costretto i campioni d’Italia uscenti a subire il pareggio dopo essere passati in vantaggio è stata la dimostrazione della compattezza di tutta la squadra. Contro l’Udine c’è stata la conferma.

Simy fa pochi gol ma importanti?

È vero. I gol importanti Simy li ha fatti nella passata stagione e li sta facendo in questo campionato contro la Spal a Ferrara, il Bologna, la Juventus ed a Udine in occasione del pareggio e poi ci ha messo anche lo zampino per il gol del successo di Faraoni. Lo abbiamo definito il “Gigante” buono e dimostra di esserlo in campo evidenziando professionalità e serietà. Si tratta di un ragazzo che si allena con attaccamento e quando è chiamato a scendere in campo dà il massimo. L’ha fatto contro la Juve e si è ripetuto a Udine.  

La prossima sfida casalinga del Crotone contro il Sassuolo un’altra battaglia da superare”

Per l’occasione l’Ezio Scida deve essere una “bolgia” all’insegna del tifo rossoblù. La società abbasserà i prezzi per consentire a tutti  di recarsi allo stadio domenica prossima, 29 aprile ore 12.30, per essere il dodicesimo uomo in campo. Un appello non soltanto a chi risiede in città, ma a tutti i cittadini della provincia. Il traguardo della salvezza potrebbe passare veramente dal prossimo incontro casalingo con il Sassuolo. 

 

Sconfitta esterna del Crotone col Sassuolo: Budimir manca il pareggio, Cordaz para rigore su Matri

Pubblicato in Stadio
Domenica, 10 Dicembre 2017 20:02

Il Sassuolo vince un importante scontro salvezza. Al Mapei Stadium batte 2 a 1 il Crotone. I gol arrivano tutti nel secondo tempo: al 4' e al 16' segnano Goldaniga e Politano, mentre al 21' accorciano le distanze i calabresi grazie a un autogol di Acerbi. Al 44' infine Matri si e' fatto parare un calcio di rigore dall'ottimo portiere dei pitagorici.

Tabellino.

Sassuolo 2

Crotone 1

Marcatori: Galzanica 48°, Politano 61°, Budimir 66°

Sassuolo (3-4-3): Consigli, Lirola, Goldanica, Acerbi, Peluso, Mazzitelli, Missiroli, Cassata (Duncan), Berardi (Matri), Politano (Cannavaro), Falcinelli. All. Iachini

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella, Rohden (Aristoteles), Mandragora, Barberis (Kragl), Stoian (Trotta ), Budimir, Tonev. All. Zenga

Arbitro:Gianluca Manganiello (Pinerolo)

Ass. Filippo Valeriani – Alessio Tolfo

Quarto giudice: Rosario Abisso (Palermo)

Var: Paolo Silvio Mazzoleni – Avar: Lorenzo Illuzzi

Ammoniti: Berardi (proteste nei confronti dell’arbitro), Ajeti, Missiroli, Cassata

Angoli: 8 a 7 per il Sassuolo

Recupero: 4 minuti a fine ripresa

La partita.

Sassuolo e Crotone alla prova dei nuovi tecnici, Iachini e Zenga, dopo gli esoneri di Bucchi (15.esima giornata) e Nicola (16.esima giornata) nella difficile sfida per non rimanere impantanati nella zona grigia della classifica. Se il debutto del tecnico Iachini sulla panchina dei neroverdi è coinciso con la sconfitta (3-0) in quel di Firenze la precedente giornata, per mister Zenga si è trattato della prima assoluta alla guida dei pitagorici. A Crotone era arrivato venerdì sera, quindi poco tempo a disposizione per trasmettere il suo modo d’allenare. Nonostante ciò non sono mancati i giusti suggerimenti dalla panchina nei momenti difficili, anche se il risultato finale è stato penalizzante. Dal versante opposto mister Iachini ha migliorato la precaria classifica della sua squadra pur non entusiasmando. Formazione pitagorica con Ajeti difensore centrale al posto di Simic, Martella difensore esterno sinistro in sostituzione di Pavlovic, Budimir di nuovo in campo dopo la squalifica in coppia con Tonev come due d’attacco, Stoian esterno sinistro fin dall’inizio al posto di dell’infortunato Nalini. Turnover operato anche da mister Iachini per motivi d’infermeria. Assenti Cannavaro (difensore) Gazzola e lo squalificato Magnanelli (centrocampisti), Matri (attaccante), in campo Lirola difensore destro, Cassata e Mazzitelli centrocampisti esterni, l’ex Falcinelli prima punta. Bene la prima parte del Crotone mai in affanno nel reparto difensivo, Ceccherini e Ajeti hanno controllato bene l’ex Falcinelli mai pericoloso all’indirizzo di Cordaz. Il duo Mandragora, Ceccherini ha saputo far girare il pallone togliendo l’iniziativa delle giocate a Missiroli e Mazzitelli. Stoian e Rohden hanno interpretato bene il ruolo, assistendo i compagni nel raddoppio della marcatura lungo le fasce. Il più bravo Stoian che ha messo in difficoltà il diretto avversario Lirola. Poche azioni di rilievo, al minuto diciottesimo Martella salva in angolo.Ventiquattresimo minuto punizione di Stoian che manda il pallone in area dove Budimir non riesce a metterlo dentro. Ancora un’azione pericolosa del Crotone con Tonev che crossa in area per Barberis e di testa manda il pallone fuori. Brutta ripresa iniziale dei pitagorici che si fanno assediare in area ed al quarantottesimo minuto Galzanica segna di testa il suo primo gol stagionale dopo l’assist di Politano dalla sinistra. Immediata reazione del tecnico Zenga che manda dentro Aristoteles al posto di Rohden, e Trotta in sostituzione di Stoian che aveva speso molto nel primo tempo. È però il Sassuolo che raddoppia dopo tre minuti con Politano che fulmina Cordaz da fuori area. Prima d’affrontare il Crotone, la squadra del presidente Squinzi aveva segnato un solo gol sul proprio terreno dall’inizio della stagione. Crotone più aggressivo su indicazione di Zenga che richiama i suoi ad essere più offensivi. Le consegne vengono rispettate ed al minuto sessantaseiesimo Budimir accorcia le distanze (quarto gol stagionale del pitagorico). Lo stesso giocatore due minuti dopo sbaglia il gol del pareggio colpendo male il pallone da dentro l’area. Ultimo cambio per la squadra di Zenga, fuori Barberis (piuttosto spento nella ripresa) per fare posto al centrocampista Kragl. Crotone insiste per raggiungere il pareggio ed accumula diversi calci d’angolo che rimangono infruttuosi. Difende a denti stretti il minimo vantaggio con la disposizione tattica 5-4-1 il Sassuolo. Negli ultimi minuti Iachini manda in campo il difensore Cannavaro e toglie l’attaccante Politano. Difesa ad oltranza da parte dei locali e molto nervosismo in campo. Al minuto ottantasette l’arbitro per fallo di Sampirisi ai danni di Matri in area di rigore decreta il penalty contro gli ospiti. Dal dischetto batte lo stesso Matri che si vede respingere il pallone da Cordaz. In ogni caso non ce l’ha fatta il Crotone ad evitare la quarta sconfitta consecutiva. Da stasera i neroverdi scavalcano i pitagorici in classifica con l’unica vittoria casalinga conquistata dall’inizio della stagione. Per mister Zenca adesso inizia il vero lavoro per fare invertire la rotta dei risultati negativi alla sua squadra.

 

 

 

 

 

 

 

Iniziato il toto-nomi per il sostituto di Nicola sulla panchina del Crotone, bocche cucite intanto dalla societa'

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 07 Dicembre 2017 17:23

Serie A 16.esima giornata Sassuolo-Crotone domenica 10 dicembre ore 18 Mapei Stadium di Reggio Emilia. Probabile debutto del nuovo tecnico sulla panchina del Crotone. Tra i locali assente il centrocampista Magnanelli per squalifica. Ex l’attaccante Falcinelli. L’incontro sarà diretto da Gianluca Magnanelli di Pinerolo, gli assistenti di linea saranno Filippo Valeriani e Alessio Tolfo. Quarto giudice Rosario Abisso di Palermo. Addetti Var e Avar rispettivamente Paolo Silvio Mazzoleni e Lorenzo Illuzzi. Un altro spareggio salvezza tra due squadre che non stanno attraversando un buon momento per quanto riguarda la classifica e la panchina. Il Crotone è ancora alla ricerca del tecnico dopo le dimissioni di Nicola comunicate subito dopo la sconfitta contro l’Udinese. Il Sassuolo, la pratica relativa al cambio del tecnico (Iachini per Bucchi), l’aveva evasa già nella precedente giornata, ma non è arrivata l'attesa vittoria per la formazione del presidente Squinzi. In occasione della prossima sfida la probabile formazione pitagorica non è facilmente decifrabile, proprio per l’assenza del tecnico che dovrà sostituire Davide Nicola. La società è in piena attività per portare a Crotone un nome esperto della massima serie prima della partenza per Reggio Emilia. Diversi i nomi, quelli più gettonati sono: la novità dell'ultima ora Zenga (alcuni lo danno già in arrivo), Di Carlo (l’interessato sembra abbia dichiarato di sentirsi onorato d’allenare il Crotone ma non ha ricevuto ancora nessuna offerta), Reja, Colantuono, Nesta, quest’ultimo attualmente non si trova in Italia. Nel frattempo gli allenamenti sono diretti da Ivan Moschella, Elmiro Trombino e dal preparatore dei portieri Antonio Macrì. I tre tecnici questa mattina presso il centro sportivo Antico Borgo hanno diretto un intenso allenamento. Lavoro differenziato per Izco e Tonev. Terapie per Nalini sottoposto ad esami strumentali che hanno evidenziato una distrazione muscolare di primo grado. Tra i probabili undici iniziali torna disponibile per fine squalifica l’attaccante Budimir che insieme a Trotta potrebbe formare la coppia d’attacco. La conferma tra i pali di Cordaz, di Simic difensore centrale, ed il ritorno di Stoian sulla fascia sinistra è più che una certezza in considerazione del loro valore. In casa del Sassuolo pochi dubbi per mister Iachini. Conferma del trio difensivo Goldanica, Cannavaro, Acerbi. Centrocampo con l’unica variante di Mazzitelli in sostituzione dello squalificato Magnanelli. Alle spalle della punta Matri il duo Berardi, Politano ma con Falcinelli che scalpita per tornare in formazione fin dall’inizio.

Finisce a reti inviolate allo Scida tra Crotone e Sassuolo, salvezza sempre più lontana. Nicola: «Rosicchiato punto all'Empoli»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 05 Marzo 2017 19:22

Serie A 27.esima giornata, quinto pareggio stagionale del Crotone (il primo a reti inviolate). Un inutile punto per la salvezza.

Tabellino.

Crotone     0

Sassuolo    0

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden (Acosty) Capezzi, Crisetig, Stoian, Simy (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Gazzola, Acerbi, Peluso, Dell'Orco, Missiroli (Aquilani),  Mazzitelli, Duncan, Berardi (Ragusa), Matri (Iemmello), Politano. All. Di Francesco

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Coll. Marco Barbanti - Alessio Tolfo

Quarto giudice: Fabrizio Posado di Schio

Add.1 Gian Luca Rocchi - Add.2 Ivano Pezzuto

Ammoniti: Rosi, Ceccherini, Martella,

Angoli: 9 a 8 per il Sassuolo

Recupero: 2 e 3 minuti

Spett. tot. 7.544 € 129.559; biglietti 1.301 € 8.358; abbonati 6.243 rateo 121.174 €

Il commento.

L'emorragia delle diciannove sconfitte (le ultime cinque consecutive) che stavano dissanguando la classifica del Crotone e' stata arrestata contro il Sassuolo. I romagnoli, nelle tre precedenti gare esterne, avevano conquistato altrettanti vittorie, con un deludente pareggio. «Non e' ancora tempo di vacanza – aveva dichiarato il portiere rossoblu' alla vigilia dell'incontro e lotteremo fino al termine della stagione per conquistare punti salvezza». Il risultato finale ha confermato che il successo non e' arrivato al di là della volonta' da parte dei pitagorici di conquistarlo. Non ci sono stati i soliti errori difensivi che in altre occasioni hanno determinato la sconfitta, ma sono mancate le giocate offensive di una certa pericolosita'. Assente per motivi fisici il difensore centrale Claiton, mister Nicola ha potuto contare sulla disponibilità di Ferrari (fine squalifica) e così schierarlo al centro della difesa al fianco di Ceccherini. Altri cambi nell'undici di casa hanno riguardato Rohden per Acosty, Capezzi in sostituzione di Barberis a centrocampo, Simy al posto dell'attaccante Trotta. Il tecnico romagnolo Di Francesco ha dovuto fare a meno dello squalificato Pellegrini e per motivi fisici non ha schierato inizialmente Defrel (otto gol realizzati) e Aquilani. Al loro posto inseriti rispettivamente Missiroli, Mazzitelli e Matri. Giornata molto ventilata che ha disturbato il gioco per l'intera partita. Vento che il Crotone, fra l’altro, ha avuto a sfavore il primo tempo questo gli ha comportando un maggiore spreco di energie. Nessun pericolo per la squadra, se si esclude l'errore commesso da Ferrari al ventiduesimo nell'appoggiare il pallone all'indietro costringendo Cordaz a effettuare una difficile respinta in angolo. Piu' presente in fase offensiva il Crotone con Falcinelli, Rosi, Simy, Stoian. Il reparto mediano con Rohden, Capezzi, Criserig e il sostegno di Stoian in piu' occasioni, ha fatto soffrire quello avversario. Le due punte neroverdi, Matri e Politano, pur con il vento a favore, non hanno mai impensierito Cordaz e questo e' stato un merito della difesa locale. Ripresa con il Sassuolo che spinge di piu' tenendo alto il baricentro con Politano, Matri, Berardi. Il pareggio non serve al Crotone. Lo sa bene Nicola che richiama lo spento Simy per fare posto a Trotta schierato al fianco di Falcinelli. Il cambio non sortisce alcun effetto positivo ai fini del successo e il tecnico tenta ancora di cambiare assetto con l'ingresso di Acosty in sostituzione di Rohden, una punta per un centrocampista. La palla gol è tra i piedi di Trotta al minuto ottantacinque, ma il giocatore la spedisce oltre la traversa a porta vuota. In precedenza, da segnalare un palo colpito da Ferrari al minuto settantanove. Adesso per la squadra di mister Nicola la retrocessione appare sempre piu' vicina, ma lottare nelle prossime undici partite e' un dovere per tutta la squadra e sicuramente sara' così. Davide Nicola parlando ai microfoni di Rai Sport ha affermato: «Abbiamo fatto punti, era importante visto che incontravamo una squadra temibile come il Sassuolo. Questa squadra ha diversi meriti, sul campo non c’era tutta questa differenza. Abbiamo preso un palo e c’era anche un fuorigioco dubbio, potevano arrivare i tre punti, ma alla fine ne abbiamo rosicchiato uno all’Empoli».

Allenamenti a porte aperte per il Crotone allo Scida. Nicola: «Non siamo spacciati, mancano ancora 12 partite»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 02 Marzo 2017 18:20

Serie A 27.esima giornata Crotone – Sassuolo stadio Ezio Scida domenica 5 marzo ore 15. Tra i rossoblù disponibile per fine squalifica il difensore Ferrari. Mister Di Francesco non potrà disporre dello squalificato Pellegrini. Ennesimo appuntamento decisivo per il Crotone di mister Nicola sempre più a rischio retrocessione dopo le cinque sconfitte registrate nelle precedenti giornate. Il margine di salvezza, anche in caso di successo, rimane sottilissimo, ma si evita alla logica matematica di pronunciarsi definitivamente con così largo anticipo e magari sperare nell’eventuale miracolo. Mister Nicola ed i suoi giocatori non vogliono sentir parlare di retrocessione quasi avvenuta e insieme continuano ad affermare che il campionato si conclude fra dodici partite. Contro il Cagliari la sconfitta è stata subìta in rimonta dopo aver sciupato molte occasioni da gol, un fatto che, purtroppo, si verifica di continuo. Nel mirino è il reparto arretrato. Ma gli errori del Crotone, sia in attacco, che in difesa si palesano partita dopo partita. Contro il Sassuolo mister Nicola riavrà disponibile per fine squalifica il difensore centrale Ferrari, un elemento di cui il reparto difensivo non può più fare a meno. Farà sicuramente parte della prossima formazione in sostituzione di Claiton che contro il Cagliari ha passato una brutta giornata. Qualche novità potrebbe verificarsi anche a centrocampo con il ritorno di Capezzi (assente la scorsa partita) in sostituzione di Barberis anche lui non al meglio della forma. Tra gli ospiti non sarà della partita per squalifica il centrocampista Pellegrini. Il turnover che mister Di Francesco ha annunciato di volere mettere in atto potrebbe riguardare anche il giovane Dell’Orco al posto di Letschert o Cannavaro. In attacco Matri si gioca la presenza con Defrel, ma non è esclusa quella a sorpresa di Ragusa. Come il Crotone, anche il Sassuolo è reduce dalla sconfitta interna contro il Milan. Una sconfitta molto contestata dalla squadra del Patron Squinzi. Nelle ultime sei giornate i neroverdi sembrano aver invertito il fattore campo: perdono in casa, vincono in trasferta e questo è anche un avvertimento per mister Nicola in occasione della prossima sfida allo Scida. Come la precedente settimana, anche in occasione del prossimo incontro, mister Nicola ha preferito effettuare la preparazione di metà settimana all’Ezio Scida a porte aperte, per il pubblico e la stampa. Non vi ha preso parte il difensore Ceccherini perché febbricitante, Tonev ha svolto un lavoro differenziato. All’andata, l’incontro si concluse a favore degli emiliani dopo che i pitagorici si erano portati in vantaggio con Falcinelli al primo minuto di gioco. La rimonta della squadra di mister Di Francesco in tre minuti con Sensi e Iammello rispettivamente all’ottantatreesimo e ottantaseiesimo. L’arbitro del prossimo incontro sarà Michael Fabbri della sezione di Ravenna. Collaboratori di linea Marco Barbiranti e Alessio Tolfo. Quarto giudice Fabrizio Posado di Schio. Add. 1 Gian Luca Rocchi, add. 2 Ivano Pezzuto.  

 

Il Crotone sprofonda sempre di più: non basta la reazione inziale contro il Sassuolo, la sconfitta arriva nei minuti finali

Pubblicato in Stadio
Domenica, 16 Ottobre 2016 18:40

Serie A ottava giornata, settima sconfitta del Crotone. Sfugge nei minuti finali la vittoria per distrazioni difensive. "Una sconfitta che mi dà molto fastidio. Siamo arrivati vicinissimi a conquistare la nostra prima vittoria che avremmo meritato dopo due settimane di intenso lavoro". Così il tecnico del Crotone, Davide Nicola, dopo il ko col Sassuolo. "Tatticamente abbiamo giocato una partita perfetta - sottolinea -. Non voglio parlare di sfortuna, ma alla fine dal possibile 2-0 a nostro favore, abbiamo subito due reti che ci hanno condannato ingiustamente. Personalmente sono molto sereno anche per la mia posizione perché credo che giocando con questa intensità il Crotone dimostrerà che può essere competitivo in questo campionato".

Tabellino.

Sassuolo               2

Crotone               1

Marcatori: 1° Falcinelli, 83° Sensi, 85° Iammello

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini (Sensi), Magnanelli, Pellegrini, Politano, Defrel (Iemmello), Ricci (Matri). All. Di Fancesco

Crotone (4-3-3):  Cordaz, Rosi, Claiton (Dussenne), Ferrari, Martella, Salzano, Crisetig, Capezzi, Tonev (Rohden), Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Tasso – Di Iorio

Quarto giudice: Liberti

Add. 1 Russo, Add. 2 Saia

Ammoniti: Crisetic, Capezzi, Palladino

Angoli: 15 a 1 per il Sassuolo

Recupero: 1 e 3 minuti

Il commento.

Ciò che il Crotone riesce a fare nel primo tempo contro qualsiasi avversario, non lo fa nella seconda parte nei minuti finali. In quel di Reggio Emilia, di fronte a un folto pubblico amico ha così accumulato la settima sconfitta stagionale per due distrazioni difensive in tre minuti (82°-83°). I duemila tifosi pitagorici rappresentavano il dodicesimo uomo in campo ben sfruttato fin dall’inizio. Bel colpo d’occhio in una bella giornata di sole che stava per trasformarsi in una domenica di festa e invece, quando si cominciava a pensare che sarebbe arrivata la prima vittoria, sono arrivati i tre minuti “mortali”. Mister Nicola lo aveva detto alla vigilia: sul terreno del Mapei Stadium ci sarà un Crotone diverso per atteggiamento mentale e approccio alla partita e così è stato. Le novità in campo rispetto all’ultima formazione schierata al Sant’Elia contro il Cagliari hanno riguardato Salzano e Capezzi in sostituzione di Ceccherini e Rohden. Crotone schierato per la prima volta con il 4-3-3 ma suscettibile di cambiamento in corso d’opera dove i difensori bassi, Rosi e Martella in alcuni casi si predisponevano come centrocampisti insieme al trio Salzano-Criserig-Capezzi. Il tecnico emiliano Di Franceco ha rinunciato a Antei, Acerbi, Letschert, Mazzitelli, Adjapong rimpiazzati da Biondini, Peluso, Acerbi, Ricci. Difesa a quattro con Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; trio di centrocampo con Petrini, Magnanelli, Pellegrini; prima linea formata da Politano, Defrel, Ricci. Parte subito bene il Crotone ed a meno di un minuto dall’inizio passa in vantaggio con l’ex Falcinelli su assist laterale di Rosi. Primo gol del giocatore con la maglia rossoblù e tripudio sugli spalti da parte dei duemila crotonesi. Immediata la reazione dei locali al terzo minuto con Defrel che colpisce la traversa, ed al minuto ottavo un grossolano errore del difensore Ferrari costringe Cordaz ad effettuare una difficile respinta in angolo. Il Crotone soffre ma si difende bene sorretto da un buon centrocampo dove Crisetig sa come dettare i tempi delle giocate. Il migliore è sempre Palladino che sulla fascia sinistra mette in continua difficoltà gli avversari. Nervoso sulla panchina i rispettivi tecnici ma per opposti motivi. Mister Di Franceco ad inizio ripresa lascia negli spogliati lo spento Ricci per fare posto a Matri in attacco. Il cambio non preoccupa gli ospiti che al minuto quarantanove colpiscono la traversa con Falcinelli su assist dalla sinistra di Palladino. È un continuo botta e risposta a proposito di azioni pericolosi. Traverse colpite da una parte e dall’altra, l’ultima di Capezzi al minuto 82. In occasione della ripartenza dopo la traversa il Sassuolo trova il gol del pareggio con Sensi ma Cordaz era in netto ritardo sul pallone. Due minuti dopo la debacle, in seguito al quindicesimo angolo il Sassuolo fa suo l’incontro con Iemmello che di testa raddoppia. Una vera pillola di veleno per i rossoblù dopo aver condotto la gara fino a pochi minuti dal termine. Continua la tradizione sfavorevole del Crotone sempre sconfitto in trasferta dal Sassuolo. Crotone che progredisce ancora ma deve continuare a farlo ancora, specie in difesa per eliminare le continue distrazioni. La nota positiva: al Crotone necessita il sostegno del pubblico e il 23 ottobre contro il Napoli si prevede il tutto esaurito all’Ezio Scida.         

 

 

Pagina 1 di 2

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}