Simy e Crotone la storia continua... L'attaccante nigeriano ha firmato per altri tre anni in rossoblu'

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 13 Maggio 2019 18:34

Simy e Crotone, la storia continua… L’attaccante nigeriano ha rinnovato oggi il contratto con la società con durata triennale. Dopo aver raggiunto la salvezza diretta battendo 3-0 l’Ascoli nell’ultimo incontro sabato all’Ezio Scida, l’Fc Crotone si sta già organizzando per la prossima stagione di serie B che significa undicesimo campionato consecutivo tra serie B (nove) e serie A (due). Un traguardo che, a parte grosse città, nessuno vanta. Questo è il vero miracolo che l’attuale dirigenza ha trasformato in realtà. Evasa la pratica salvezza è tempo di pensare alla prossima stagione. Il presidente Gianni Vrenna, nel post partita, ha confermato la continuità del rapporto con il tecnico Giovanni Stroppa che a sua volta non ha smentito né confermato: «Rimanere a Crotone - ha detto il mister - non è un problema, perché dovrei cambiare squadra, ma a determinate condizioni».

Le condizioni per una permanenza di Stroppa la prossima stagione sono note: allestire una rosa di giocatori in grado di lottare fino al termine della stagione per un determinato traguardo. Quest’anno il Crotone ha pagato dazio alla classifica nella prima parte del campionato per alcuni giocatori che si credevano di primissimo piano in serie B. Nel girone di ritorno, al netto di questi giocatori e con l’arrivo di qualche altro, il Crotone ha conquistato trenta punti, un rendimento da squadra che meritava la promozione. Tutto questo grazie soprattutto al bomber Simy che ha siglato dieci gol nel girone di ritorno. Il presidente Gianni Vrenna, come già affermato in precedenza, non ha consentito che altre squadre, anche di serie A, si potessero rafforzare con l’apporto del nigeriano e nel primo pomeriggio di oggi ha sottoscritto con il giocatore il contratto che lo lega al Crotone anche per la prossima stagione. Un primo importante tassello per un prossimo campionato senza incertezze. Simy era arrivato al Crotone in serie A stagione 2016/2017 disputando venti partite e messo a segno 4 gol. Confermato il secondo anno di serie A e nell’attuale di serie B. In totale Simy con il Crotone ha realizzato 25 gol in 82 partite. «Simy è un professionista esemplare – ha dichiarato il presidente – un ottimo ragazzo sia dentro che fuori dal campo. È entrato nella famiglia rossoblù  tre anni fa conquistando tutti con la sua generosità ed i suoi gol. Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto».        

 

Ultima ''fatica'' del Crotone sabato nell'incontro casalingo contro l'Ascoli. Simy: «Spero di festeggiare salvezza e compleanno»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 09 Maggio 2019 19:58

Serie BKT 38esima giornata│Crotone-Ascoli stadio Ezio Scida sabato 11 maggio ore 15. Simy: “voglio festeggiare il mio ventisettesimo compleanno insieme alla salvezza del Crotone”. Arbitro dell’incontro Fabio Piscopo di Imperia: assistenti di linea Opromolla e Di Gioia; quarto giudice Fabio Pirrotta di Barcellona

Sabato prossimo ultima di campionato e per la prima volta tutte le squadre impegnate lo stesso giorno e alla stessa ora, tranne il Cosenza già in vacanza dovendo usufruire della giornata di riposo per obblighi del calendario. Insieme ai lupi della Sila, già salvi da due giornate, non hanno nessun traguardo da centrare: Brescia promosso nella massima serie, Carpi e Padova retrocessi in serie C. Sfida play-off fino all’ultimo secondo tra Perugia (47 punti) e Cremonese (49 punti). Chi uscirà sconfitto da questo incontro rimarrà escluso dalla sfida promozione a beneficio del Verona (49 punti) impegnato in casa contro il Foggia (37 punti). Pugliesi obbligati a conquistare altri punti per non farsi scavalcare dalla terzultima Venezia (35 punti) in trasferta contro il retrocesso Carpi. Partita in chiave play-off e play-out tra Pescara – Salernitane con gli abruzzesi impegnati a non farsi scavalcare dalla quinta posizione né dallo Spezia impegnato in quel di Lecce che per l’occasione cerca la diretta promozione in serie A, né dal Cittadella che dovrà fare visita al Palermo con i siciliani che sperano nel passo falso dei leccesi per scalare la seconda posizione in caso di vittoria.

La tranquilla Ascoli, salva da due giornate con quarantatré punti, dovrà affrontare sul terreno dello Scida il Crotone a quota quaranta punti a cui basta un punto per la matematica salvezza. Mister Stroppa ed i suoi giocatori l’antivigilia della partita l’hanno vissuta con una seduta d’allenamento mattutina sempre al centro sportivo Antico Borgo. La nota positiva, oltre al duro lavoro che si stanno sottoponendo tutti i pitagorici per terminare al meglio questo campionato, il rientro in gruppo di Pettinari e Rohden, questo fa pensare ad un possibile impiego dei due giocatori fin dall’inizio o in corso d’opera. Sicura, invece, la presenza del difensore centrale Spolli e quella di Benali che ha scontato la giornata di squalifica.

Il bomber Simy (tredici gol) ventisette anni compiuti il sette maggio, intende festeggiare il compleanno dopo la salvezza del Crotone. «Ringrazio di cuore tutti – ha dichiarato Simy ai microfoni di FcTv – per il sostegno e l’affetto che mi hanno dimostrato. Il giorno del mio compleanno ho ricevuto tantissimi auguri il regalo più bello sarebbe quello di poter festeggiare sabato la salvezza. Sappiamo l’importanza della prossima partita e ci stiamo preparando come sempre con il massimo impegno e concentrazione per arrivare a questa sfida nel miglior modo possibile.  Sarà una gara difficile – ha detto Simy – contro un avversario ostico come lo sono tutte le squadre della serie B. Dalla nostra parte abbiamo la consapevolezza dell’ottimo girone di ritorno – ha continuato Simy – ed io sono particolarmente orgoglioso per aver contribuito. È nella difficoltà che si vedono i veri uomini – ha concluso Simy – e lo abbiamo dimostrato raccogliendo tantissimi punti. Non conta quanti gol abbia segnato, ma il rendimento della squadra, vogliamo la salvezza». 

 

 

 

Pubblico delle grandi occasioni per il derby Cosenza-Crotone. Simy: «Cresciuti tanto sotto la guida di Stroppa»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 04 Aprile 2019 20:20

Serie BKT 32esima giornata│Cosenza-Crotone stadio San Vito-Marulla domenica 7 aprile ore 21. Milic disponibile, in via di definitivo recupero Rohden, Spolli prosegue con la preparazione differenziata. Nessun squalificato tra i pitagorici. Mister Stroppa. “smorziamo gli entusiasmi e stiamo con i piedi per terra”. Arbitro del prossimo incontro sarà Eugenio Abbattista; assistenti di linea Muto – Formato. Quarto giudice Lorenzo Maggioni di Lecco.   

Indipendentemente dall’orario e dalle previsioni meteo, domenica, in quel di Cosenza sul terreno del San Vito, sarà una serata abbastanza calda e a riscaldarla saranno i rispettivi tifosi con il loro incitamento. Pubblico delle grandi occasioni per assistere all’ennesimo derby rossoblù, tra serie C e serie B. La classifica distanzia le due squadre di due lunghezze a favore degli uomini di mister Braglia reduci da tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque giornate.

Crotone a gonfie vele avendo conquistato nello stesso percorso tre vittorie e due pareggi. Osservato speciale della difesa locale sarà Simy, il bomber che sta facendo innervosire portieri e difese avversarie con i suoi continui gol. La preparazione all’incontro di domenica prossima mister Stroppa l’ha sta portando avanti senza alcuna pausa dopo la partita interna contro il Perugia.

In fase di pieno recupero Milic che si sta allenando con il gruppo. Rohden dovrebbe essere disponibile per domenica, mentre Spolli continua con il programma differenziato. La preparazione dell’antivigilia e della vigilia saranno, come sempre, a porte chiuse. Nessun giocatore squalificato del Crotone e questo significa, al netto di qualche infortunato, che il tecnico pitagorico potrà disporre di un'ampia scelta per quanto riguarda la formazione.

Stroppa: «Smorziamo gli animi a proposito del derby – ha dichiarato Stroppa – non dimentichiamo da dove è ripartito il Crotone quando sono tornato, concentriamoci su questa prossima partita importante e stiamo con i piedi per terra».

Simy, dodici gol al suo attivo: «Siamo cresciuti tanto sotto la guida tecnica di mister Stroppa, non abbiamo troppo tempo per rilassarci dopo la vittoria contro il Perugia, dobbiamo pensare all’incontro di Cosenza che per il Crotone è importantissimo continuare a conquistare altri punti».

Altri incontri del trentaduesimo turno prevedono lo scontro tra Carpi – Padova rispettivamente ultimo e penultimo. Il Livorno quintultimo dovrà recarsi a Cittadella, mentre il Venezia quartultimo dovrà giocare sul terreno della capolista Brescia. Giornata al cardiopalma per i tifosi di queste squadre il cui risultato potrebbe essere decisivo per la retrocessione.       

 

 

Al Crotone ci pensa Simy: un gol dell'attaccante nigeriano a 5 minuti dal termine decide la partita esterna col Livorno

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 17 Settembre 2018 23:23

Serie BKT terza giornata│Livorno-Crotone si ripete il risultato di Coppa Italia in favore dei pitagorici. I rossoblù strappano lo 0-1 grazie a un gol di Simy a 5 minuti dal termine. I Livornesi hanno più occasioni, ma non le sfruttano. Cinici i rossoblù di Stroppa che, con una buona occasione, occiuffano i tre punti. Crotone adesso a 6 punti. 

Tabellino.

Livorno 0

Crotone               1

Marcatori: Simy 84°

Livorno (3-5-2): Mazzoni, Albertazzi (Giannetti), Dainelli, Di Gennaro, Maicon, Luci (Valiani), Diamanti, Agazzi, Iapichino Denis, Kozak (Raicivic), Murilio. All. Lucarelli

Crotone (3-5-2): Cordaz, Cuomo, Sampirisi, Marchizza, Faraoni (Stoian), Rohden (Molina), Benali, Firenze, Martella, Budimir (Simy), Nalin. All. Stroppa. All. Stroppa

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

Coll. Cataldo e Di Giudici

Quarto giudice: Meraviglia

Ammoniti: Benali, Faraoni, Diamanti, Di Gennaro

Angoli: 6 a 5 per il Crotone.

Recupero: 4 minuti nella ripresa

La partita.

Vincere e scalare la parte alta della classifica è l’unico modo per una squadra d’accreditarsi con i fatti quale candidata alla promozione nella massima serie. Il tecnico Giovanni Stroppa ed i suoi giocatori non si sono mai nascosti dal volere raggiungere tale obiettivo. Impresa difficile che si deve  conquistare  in ogni partita lottando contro tutto e tutti. Sul terreno “Armando Picchi” i pitagorici schierati inizialmente ed in corso d’opera, hanno cancellato definitivamente le critiche piovutegli addosso dopo la pesante sconfitta della prima giornata contro il Cittadella. Uomini come Cordaz, Sampirisi, Faraoni, Benali, Rohden, Martella, Stoian, già del Crotone in serie A, hanno confermato il loro spessore tecnico in serie B unitamente agli altri compagni. Bene Firenze nella continuità del buon campionato disputato col Venezia la passata stagione. Nessun cambio operato da Stroppa con riferimento alla formazione che ha battuto il Foggia all’Ezio Scida. Stessa cosa non ha fatto il tecnico toscano Lucarelli che per il debutto casalingo ha cambiato gran parte degli uomini sconfitti  in trasferta a Pescara. Sei i cambi: Dentro Mendes, Iapichino Denis, Maicon, Agazzi, Diamanti, Murilio, in sostituzione di Gonnelli, Fazzi, Valiani, Rocca, Porcino, Giannetti. Ottima ragnatela del Crotone a centrocampo ma centrocampisti lenti nell’impostare la ripartenza. Sulle fasce niente incursioni da parte di Martella a sinistra, Faraoni a destra, i due hanno preferito sorvegliare il reparto difensivo. Poco incisivi in fase offensiva la coppia Nalini, Budimir. Bene invece hanno fatto in difesa il trio Sampirisi, Cuomo, Marchizza non avendo mai lasciato incustodito le punte amaranto. Cordaz ha risposto alla grande nelle due uniche occasioni chiamato in causa. Esattamente al minuto trentasei su colpo di testa di Diamanti, ed al quarantaquattresimo su un altro colpo di testa di Dainelli. In entrambe le giocate ha respinto il pallone in calcio d’angolo da vero campione. Giusto il risultato di parità a reti inviolate scaturito nella prima parte. Non cambia la sceneggiatura dell’incontro ad inizio ripresa. Giocate del Crotone lente a centrocampo e poca profondità per gli attaccanti. Non insiste con gli stessi uomini mister Stroppa e manda in campo Stoian in sostituzione di Faraoni. Cambia volto il Crotone nel velocizzare le giocate. Al minuto sessantaquattro Di Gennaro impedisce a Nalini di mettere dentro il pallone. Al minuto sessantacinque è Stoian che dà favorevole occasione manda il pallone oltre la traversa. Più velocità nelle manovre, strilla Stroppa ai suoi dalla panchina, e perché questo avvenga anche nei pressi dell’area avversaria, manda in campo l’attaccante Simy in sostituzione di Budimir. Crotone più incisivo ed al minuto ottantaquattro Stoian dà il là all’azione che porta in vantaggio il Crotone. Dalla sinistra il centrocampista pitagorico crossa per Firenze che manda in area il pallone dove bene appostato trova Simy che lo mette dentro. Primo gol stagionale del pitagorico e primi tre punti in trasferta del Crotone che sommati a quelli della precedente giornata fanno decollare la squadra del presidente Gianni Vrenna nella parte alta della classifica. Sul terreno dell’Armando Picchi si ripete l’identico risultato dell’incontro di Coppa Italia. Migliore uomo del Crotone Cordaz autore di tre parate importante che hanno salvato il risultato. Livorno ancora a zero punti ma non crisi avendo la squadra uomini in grado di risalire la classifica.           

 

Ha segnato di destro, sinistro e rovesciata: arrivera' il gol di testa per Simy nel match di domenica contro il Sassuolo?

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 27 Aprile 2018 15:51

Serie A 35esima giornata│Crotone-Sassuolo stadio Ezio Scida domenica 29 aprile ore 12.30. Pitagorici alla ricerca del primo successo contro gli emiliani targato serie A. Curva nord disponibile per i tifosi pitagorici, si prevede il tutto esaurito. L’incontro sarà diretto da Antonio Damato di Barletta. Assistenti saranno Dobosz  (Roma2) e Fabrizio Posado (Bari). Quarto giudice Eugenio Abbattista  (Molfetta). Var: Marco Di Bello (Brindisi). Avar: Alfonso Marrazzo (Roma1). A meno quattro giornate dalla fine del campionato si annuncia un rush finale che terrà col fiato sospeso squadre d’alta e bassa classifica. Sabato 28 alle ore 18, Roma (67 punti) vs Chievo (31 punti) apriranno la quartultima giornata. La conquista del successo interesserà ai giallorossi per rimanere in zona Champions League, ed ai veneti per non compromettere la salvezza. L’attenzione massima del sabato calcistico è, però, rivolta al derby d’Italia tra l’Inter, quinto in classifica in piena lotta Champions, e la Juve capolista tallonata ad una sola lunghezza dal Napoli che, domenica ore 18, sarà ospite della Fiorentina (per quest’incontro sono state previste tutte le sicurezze per evitare tafferugli). Domenica impegnativa per la Spal (terzultima a quota 29 punti) in trasferta contro il Verona non ancora condannata alla retrocessione quantunque il penultimo posto. Il già retrocesso Benevento potrebbe allungare le sofferenze dell’Udinese (sulla panchina debutterà il nuovo tecnico Tudor) essendo ancora in piena bagarre salvezza con 33 punti. Stessa cosa per il Cagliari (in classifica ha gli stessi punti della squadra friulani) impegnato fuori casa contro la Sampdoria che, dopo la pesante sconfitta ad opera della Lazio, intende riprendere la corsa verso l’Europa League. Il Crotone aprirà gli incontri della giornata festiva con inizio alle ore 12.30. Dopo gli ultimi due risultati positivi (4 punti conquistati) i pitagorici si trovano a pochi “centimetri” dal traguardo salvezza. Per raggiungerlo occorre effettuare lo sprint finale nelle ultime partite, iniziando dalla prossima contro il Sassuolo che si presenta allo Scida senza l’assillo della salvezza essendo a quota 37 punti. Obiettivo della squadra di mister Zenga conquistare il primo successo targato serie A contro gli uomini di mister Iachini e scavalcare qualche altra posizione. Per questo difficile incontro il tecnico pitagorico sembra orientato a confermare inizialmente la precedente formazione di Udine. Ma non è da scartare l’ipotesi di qualche cambio per “confondere” le idee all’avversario. Nessun problema per i quattro difensori Faraoni, Ceccherini, Capuano e Martella che tanto bene stanno facendo. Una nota in più la merita l’esterno sinistro Bruno Martella considerato tra i migliori difensori fluidificanti della serie A. Qualche novità, nell’assetto iniziale, potrebbe verificarsi a centrocampo con il ritorno di Stoian, e nel trio d’attacco con l’inserimento di Ricci, i due occuperebbero rispettivamente il posto di Rohden e Trotta. Simy, il gigante buono come l’ha definito il presidente Gianni Vrenna, sarà ancora la prima punta. Il nigeriano (tre gol nelle ultime quattro giornate) rappresenta lo spauracchio delle difese che lo dovranno affrontare nelle prossime giornate. Casualità vuole: i gol Simy li realizzata di destro e sinistro, mai di testa pur essendo il giocatore più alto della massima serie. Ma per lui conta soltanto la salvezza della squadra e nelle ultime partite vuole fare ancora meglio per contribuire a conquistare i punti che mancano. Altro punto di forza del Crotone è sicuramente l’esterno Nalini. Il giocatore ha dimostrato quanto è stato utile al Crotone nell’ultima trasferta di Udine. Da venerdì, come da consuetudine in questo periodo, tutti in località Steccato di Cutro fino a qualche ora prima dell’incontro per le ultime rifiniture. Il prossimo incontro rappresenterà anche una rivincita personale per mister Zenga avendo debuttato sulla panchina del Crotone in quel di Sassuolo con una sconfitta. Tra gli ospiti non sarà disponibile per squalifica il difensore Adjapong, sarà dell’Orco suo sostituto e non Rogerio. In attacco nessun problema per Politano (8 gol realizzati). Il giocatore rappresenta il valore aggiunto della sua squadra. In occasione del calciomercato estivo il Napoli ha tentato fino all’ultimo di accaparrarselo a suon di milioni di euro. Con Politano a fare da prima punta ci sarà Berardi, mentre Babacar sarà sulla panchina per essere impiegato in corso d’opera.  

Dopo la splendida rovesciata con la Juve e' il CR7 di Crotone, ma il vero successo di Simy sta nel sacrificio e nella riservatezza

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 19 Aprile 2018 19:20

Per tutti ormai e' il "Ronaldo di Calabria", colui che, replicando il gesto di CR7, ha fermato sul pari la Juve e ridato ossigeno alle speranze tricolori del Napoli e a quelle salvezza del Crotone. Simeon Tochukwu Nwanko, per comodita' chiamato Simy, 25enne nigeriano, e' entrato nella storia sportiva di Crotone al 20' del secondo tempo di Crotone-Juventus quando, in rovesciata, ha segnato la rete del pareggio, tra l'altro primo gol inflitto dai ai bianconeri in cinque scontri tra serie A e B. Calciatore di quasi due metri sconosciuto ai piu', Simy e' arrivato a Crotone nella passata stagione dal Portimonense, squadre di serie B del campionato portoghese dove aveva segnato 31 reti in 103 presenze tra coppe e campionato. L'anno scorso Simy e' andato a segno tre volte, ma la sua crescita si e' vista in questo campionato. Prima sotto la guida di Davide Nicola e in questi ultimi mesi soprattutto grazie alle lezioni di Benny Carbone, il secondo di Zenga, che sta affinando la tecnica ancora acerba del nigeriano. Ha gia' eguagliato il suo bottino di gol della passata stagione e sulle ali dell'entusiasmo potrebbe migliorare. Al Crotone e' legato fino al 30 giugno 2019. "Quando a gennaio abbiamo parlato - ha raccontato Zenga - mi ha detto che voleva restare per continuare ad imparare. Da quel discorso ho capito tanto. L'ho anche provocato, mettendolo alcune volte in disparte durante gli allenamenti, ma lui e' stato sempre al suo posto ed oggi i risultati si vedono". Dedito al lavoro, e' un calciatore molto riservato. Non e' appassionato di videogame come molti suoi colleghi ed anzi ama trascorrere il suo tempo con gli amici e passeggiare per Crotone con la moglie che ha sposato l'estate scorsa in Nigeria. Presente sui social, ma piu' appassionato al contatto diretto con i tifosi, Simy, per la sua voglia e la sua determinazione e' diventato gia' dalla passata stagione il beniamino degli ultras rossoblù. Dopo lo spettacolare gol alla Cristiano Ronaldo segnato alla Juve, probabilmente, e' secondo nella storia sportiva cittadina solo a Milone, il mitico lottatore crotoniate che vinse sette olimpiadi antiche. "La rovesciata? E' stato un gesto d'istinto - ha detto -. Dentro l'area dobbiamo provare, se non proviamo non riusciamo a fare gol. Siamo concentrati sul nostro obiettivo che e' la salvezza, sarebbe il nostro scudetto".

Simy: «Io come Ronaldo? Ci ho provato ed e' andata bene»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 18 Aprile 2018 23:09

"Un gol in rovesciata come quello di  Cristiano Ronaldo? Una rete da attaccante. Io ci ho provato, e' andata bene e sono contento perche' questo e' un punto importante per il Crotone. La rete la dedico alla squadra e alla mia famiglia". Cosi' l'attaccante del Crotone Simy, che in acrobazia ha segnato la rete che ha bloccato la Juventus sull'1-1. "La lotta scudetto non ci riguarda - ha aggiunto il nigeriano ai microfoni di Sky Sport -, il nostro scudetto sara' la salvezza".

Crotone nuovamente al lavoro, Simy: «Siamo carichi e pronti per affrontare il finale di stagione»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 21 Marzo 2018 19:19

Dopo i due giorni di pausa concessi da Zenga, oggi il Crotone e' tornato al lavoro presso il centro sportivo "Antico Borgo". Seduta pomeridiana caratterizzata da core stability in palestra, attivazione in campo e alternanza di lavoro con la palla (partitine a campo ridotto) e lavoro a secco. Izco ha svolto la prima parte della sessione col gruppo, terapie per Nalini e Rohden. Non hanno preso parte alla seduta gli infortunati Budimir e Simic oltre ai quattro nazionali (Ajeti, Crociata, Diaby e Mandragora), con Sampirisi in permesso per l'imminente nascita del primogenito. Domani doppia seduta. "Ora ci attende un'importante finale di stagione - le parole di Simy al canale tematico del club - e vogliamo raggiungere il nostro obiettivo della salvezza. Siamo tutti molto carichi e pronti per ricominciare".

 

Tripletta di Simy alla Primavera: Zenga continua a preparare il match di domenica in trasferta a Torino

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 01 Marzo 2018 20:17

Allenamento pomeridiano per il Crotone di Walter Zenga che continua a preparare il match di domenica in trasferta a Torino. Zenga ha diviso il gruppo in due: lavoro di recupero fisico per la maggior parte dei titolari di domenica contro la Spal; partitella di allenamento (due tempi da 40 minuti ciascuno) contro la Primavera per il resto della rosa. Per la cronaca, sono state 10 le reti messe a segno dalla prima squadra: tripletta per Simy, doppiette per Budimir e Ajeti e un gol a testa per Crociata, Trotta e Zanellato. Per quanto riguarda l'infermeria Ricci migliora e ha giocato qualche minuto della partitella mentre da valutare sono le condizioni di Rohden, uscito malconcio a circa 15 minuti dalla fine. Presenti alla seduta anche Ceccherini e Mandragora (che e' andato anche a segno nel test contro la Fiorentina Primavera) tra i protagonisti nei giorni scorsi dello stage della Nazionale Italiana di Di Biagio. Di ritorno da Coverciano, i due calciatori del Crotone hanno parlato ai microfoni di Fctv: "E' stata sicuramente una bellissima esperienza perche' la Nazionale lascia sensazioni e ricordi bellissimi, ma ora la nostra testa e' solo al campionato e al prossimo avversario, il Torino".

 

Crotone concentrato sulla trasferta di Genova dove incontrerà la Sampdoria: torti arbitrali permettendo...

Pubblicato in Stadio
Martedì, 18 Aprile 2017 19:59

Serie A 33.esima giornata Sampdoria - Crotone domenica 23 aprile ore 15 stadio Luigi Ferraris. Tra i blucerchiati mancherà lo squalificato Linetty. Ex di turno è l'attaccante Ante Budimir. Due giorni dopo il pareggio (1-1) di Torino, il Crotone di nuovo al lavoro in quel di Steccato di Cutro, pensando alla seconda trasferta consecutiva di Genova, dove affronterà la Sampdoria di mister Giampaolo. Ed è pensando alla prossima importante sfida in chiave salvezza con i blucerchiati che occorre richiamare l'attenzione dei designatori degli arbitri finché facciano presente ai "fischietti" di turno l'imparzialita' nel dirigere le partite. Il Crotone continua a subire torti arbitrali che stanno alterando il risultato finale. Contro il Torino l'arbitro Doveri ha fischiato un rigore inesistente a favore dei granata sul risultato di parità, il tecnico Mihajlovic ha giudicato il fallo di rigore inesistente. La stessa giornata a Firenze, invece, l'Empoli ha conquistato tre importanti punti grazie ad un rigore inesistente concesso a suo favore dal signor Mazzoleni quando mancavano pochi secondi al termine dell'incontro. Due errate decisioni arbitrali che hanno impedito al Crotone di accorciare ulteriormente il distacco dalla quartultima Empoli. La squadra del tecnico Martusciello si deve salvare attraverso le prestazioni che riesce a fare sul terreno e non attraverso i favoritismi arbitrali perché a qualcuno dei piani alti della Lega interessa salvare il derby toscano, a spese del Crotone. All'andata  contro la Sampdoria sul terreno dell'Ezio Scida non è mancato lo scippo della vittoria nei confronti dei pitagorici per colpa dell'arbitro che non ha bloccato il gioco quando il Crotone era con un uomo in meno, uscito dal terreno per infortunio. L'auspicio da parte della sportivissima tifoseria pitagorica di non assistere ad incontri gia' decisi in anticipo a partire dalla prossima giornata. Al termine della ripresa degli allenamenti il goleador di Torino, Simy, pensando alla trasperta di Genova, ha dichiarato: «Sono molto contento sia per me che per la squadra. Stiamo attraversando un ottimo momento di forma, dobbiamo continuare su questa strada giorno dopo giorno, lavorando duramente come fatto fino ad ora. I nostri sforzi sono stati ripagati nelle ultime partite, con tre risultati utili consecutivi. Al termine del campionato mancano sei partite e le affronteremo con questo spirito, a cominciare dalla trasferta di Genova dove incontriamo la Sampdoria. In Italia mi sono ambientato e mi trovo bene. È un campionato più veloce e tecnico che mi sta consentendo di migliorare molto».  

 

 

 

Pagina 1 di 2

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}