Test insidioso la trasferta di Cremona per il Crotone di Stroppa: attacco da ridisegnare, Nalini fra i convocati

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 20 Settembre 2019 17:34

Serie BKT quarta giornata│Cremonese-Crotone stadio Giovanni Zini sabato ore 15. Indisponibile Messias, dubbi sull’utilizzo fin dall’inizio di Simy per motivi fisici. Tra i convocati torna Nalini. Ex Claiton e Migliore. I 23 pitagorici convocati: Cordaz, Golemic, Gigliotti, Mustacchio, Nalini, Benali, Vido, Figliuzzi, Bellodi, Crociata, Itrak, Molina, Barberis, Gomelt, Maxi Lopez, Zanellato, Festa, Mazzotta, Simy, Evans, Rutten, Panza, Marrone.

Probabili formazioni:

Cremonese (3-5-2): Agazzi, Bianchetti, Claiton, Caracciolo, Mogos, Michael, Casta, Valzania, MiglioreCiofani, Ceravolo. All. Rastelli

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Giglotti, Molina, Benali, Barberis, Zanellato, Mazzotta, Vido, Maxi Lopez.  All. Stroppa

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata

Assistenti: Maccadino – Cipressa

Quarto giudice: Francesco Meraviglia di Pistoia

Il pre-partita. Inizia da Cremona il primo tour de force con tre partite in una settimana. Il Crotone affronterà per prima la Cremonese che si porta dietro due sconfitte consecutive, il probabile esonero del tecnico Rastelli in caso di un’altra battuta d’arresto, la contestazione dei tifosi in ritardo con la classifica (la Cremonese è stata allestita per il salto della categoria), sono tutte componenti che renderanno la vita difficile al Crotone nel corso dell’incontro. Una partita che, a parte gli intenti degli uomini di mister Rastelli, potrebbe lanciare i pitagorici verso la parte alta della classifica. Perché avvenga ciò, mister Stroppa ha caricato i piani di lavoro durante la settimana per affrontare al meglio la prossima difficile trasferta. Come nelle partite precedenti, anche contro la Cremonese, il tecnico pitagorico dovrà fare a meno di elementi importanti. All’assenza di Cuomo si aggiunge quella dell’attaccante Messias (contro l’Empoli il giocatore è stato sostituito per motivi fisici al termine del primo tempo). Oltre all’assenza certa di Messias, esiste il dubbio sull’utilizzo di Simy, anche lui uscito anzitempo contro l’Empoli. L’assenza di Messias potrebbe essere compensata con l’utilizzo di Vido fin dall’inizio al fianco di Maxi Lopez se Simy non dovesse farcela.  Esterni destro e sinistro rispettivamente Molina e Mazzotta. Centrocampisti Benali, Barberis, Zanellato. Trio difensivo Golemic, Marrone, Gigliotti. Nota positiva la presenza di Nalini tra i convocati. Il giocatore da due settimane è tornato ad allenarsi con il Gruppo. Mister Rastelli sembra aver optato per gli stessi undici sconfitti pesantemente (4-1) a Pisa.  Da loro pretende la rivincita ed il ritorno alla vittoria dopo due consecutive battute d’arresto.

Il commento di mister Stroppa alla vigilia dell’incontro: “Nalini sostituirà tra i convocati Messias. Il giocatore ha ripreso ad allenarsi con il gruppo ed è tornato disponibile. Questo compensa il numero degli attaccanti a disposizione anche se difficilmente potrà essere utilizzato”. A proposito dell’eventuale esonero di Rastelli se la Cremonese non dovesse continuare a perdere, Stroppa ha dichiarato: “Non vado a Cremona per giocare una partita tra allenatori. È il Crotone che affronta una squadra importantissima che, indipendentemente dagli ultimi risultati, dirà la sua nel corso del campionato. Rastelli è un tecnico che fa giocare bene le sue squadre. Con lui la passata stagione la Cremonese ha subito meno gol di tutte le altre squadre. In formazione può schierare giocatori importanti che sanno come farsi valere durante la partita. Affronteremo un avversario ferito che vorrà risalire in classifica iniziando dal Crotone. Troveremo un ambiente difficile – ha dichiarato Stroppa – per quanto riguarda il pubblico e l’atteggiamento in campo dei giocatori avversari”.  

Il presidente Gianni Vrenna e tecnico Giovanni Stroppa a colloquio per programmare il futuro

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 16 Maggio 2019 19:07

Nessuna ufficialità dei contenuti dell’incontro che c’è stato ultimamente tra il Presidente ed il tecnico, sotto contratto per un altro anno. Ma è scontato il tema della discussione a campionato ultimato ed in previsione del prossimo: quali giocatori dovranno rimanere e chi lascerà il Crotone per fine prestito o perché non rientra nei programmi futuri. Il primo importante colpo è stato messo a segno da parte della società con il prolungamento del contratto a Simy per altri tre anni. E questa, per mister Stroppa e i tifosi, è stata una buona notizia. Altra conferma importante sarà sicuramente quella del difensore Nicolas Spolli, con il giocatore c’era già un’intesa che sarebbe rimasto al Crotone in caso di salvezza. Stesso accordo con il difensore croato Hrvoje Milic. Fino al 2020 saranno rossoblù, calciomercato permettendo, il portiere capitano Alex Cordaz, Andrea Barberis, Ahmad Benali, Andrea Nalini, Marco Firenze, Giuseppe Cuomo. Scadenza 2021 per il difensore Vladimir Golemic, l’esterno Salvatore Molina, il centrocampista Tomislav Gomelt. In scadenza di contratto, giugno 2019, Marcus Rohden, Mario Sampirisi. In prestito Riccardo Marchizza (Sassuolo), Nicolò Zanellato (Milan) quest’ultimo con obbligo di riscatto da parte del Crotone, Zinedine Machach (Napoli), Saul Vaisanen (Spal), Marcus Curado (Genoa), Samuel Mraz (Empoli), Stefano Pettinari (Lecce). Marcus Rohden e Mario Sampirisi scadenza giugno 2019. Il calciomercato è ancora lontano, ma stando al girone di ritorno disputato dal Crotone (30 punti conquistati) mister Stroppa potrà già contare su alcuni giocatori che hanno evidenziato un ottimo rendimento tecnico/atletico. “Disputeremo un campionato tranquillo senza fare voli pindarici - aveva affermato il presidente Gianni Vrenna a fine campionato – indipendentemente da chi andrà via per fine prestito o perché non intende rimanere a Crotone”. Le premesse iniziali vanno nella giusta direzione perché si concretizzi il pensiero del presidente.

Verso il tutto esaurito allo Scida per l'incontro salvezza di domani con l'Ascoli. Stroppa: «Squadra e' motivata»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 10 Maggio 2019 19:04

Serie BKT 38esima giornata│Crotone-Ascoli si prevede il tutto esaurito allo Scida. Mister Stroppa convoca tutta la rosa, anche gli infortunati e lo squalificato Golemic. Ospiti con qualche assenza di rilievo. I ventuno convocati da mister Vivarini: Lanni, Milinkovic, Savic, Scevola, Andreoni, D’Elia, Laverone, Padella, Quaranta, Rubin, Valentini, Addae, Baldini, Cavion, Chajia, Coly, Frattesi, Iniguez, Troiano, Ardemagni, Ninkovic.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Vaisanen, Spolli, Marchizza, Sampirisi, Barberis, Zanellato, Rohden, Benali, Pettinari, Simy. All. Stroppa

Ascoli (4-3-2-1): Lanni, Laverone, Padella, Valentini, D’Elia, Troiano, Iniguez, Cavion, Ninkovic, Chajia, Ardemagni. All. Vivarini

Il pre-partita.

Tutto è pronto in casa pitagorica per l’ultimo e decisivo impegno stagionale contro un avversario per nulla arrendevole nonostante abbia già raggiunto la salvezza. Intanto, dalle notizie che arrivano dai vari Ticket point rossoblù si prevede il tutto esaurito sulle gradinate dell’Ezio Scida per domani. L’importanza del risultato, che deve essere assolutamente a favore degli squali, non ha lasciato indifferente la tifoseria che in casi del genere è stata sempre vicina alla propria squadra, non soltanto quando c’è da festeggiare qualche promozione in serie B o serie A, ma anche quando si deve mantenere la categoria. E sabato con inizio alle ore quindici il Crotone per novanta minuti più recupero avrà bisogno del suo dodicesimo uomo per chiudere al meglio la stagione. Prima mister Stroppa e dopo capitan Cordaz, in sala stampa alla vigilia dell’incontro, hanno manifestato il buon lavoro fatto in settimana per arrivare a quest’incontro concentrati al massimo. Per capitan Cordaz, arrivare con la maglia del Crotone all'ultima partita per un determinato traguardo, non è una novità. Nel campionato di serie B (2014/2015), all'ultima giornata, si evitarono i play-out dopo il pareggio a reti inviolate scaturito al termine dell’incontro con l’Entella. Poi la promozione in serie A l’anno successivo. Anche al termine di quel primo campionato della massima serie, Cordaz ha dovuto difendere all’ultima partita interna contro la Lazio la permanenza. E la storia si ripete: sabato il portiere capitano dovrà contribuire insieme a tutti i suoi compagni che entreranno in campo, inizialmente o in corso d’opera, ad evitare al Crotone altre partite aggiuntive dopo la fine del regolare campionato.

In sala stampa Alex ha affermato: «Speriamo che anche domani sia di buon auspicio, come lo è stato in altre occasioni, raggiungere la salvezza diretta all’ultima giornata. L’Ascoli, pur perdendo le due precedenti partite contro Brescia, prima, e Palermo, dopo, mi ha fatto un’ottima impressione. Ho visto giocare una squadra in maniera del tutto spensierata con ottime individualità e un buon collettivo. Da parte nostra – ha affermato Cordaz –  dobbiamo farci trovare pronti fin dall’inizio per disputare la giusta partita». Parlando dell’intera stagione Cordaz ha dichiarato: «È stato un anno particolare, pieno di difficoltà nella prima parte della stagione, ma che abbiamo superato bene e nel girone di ritorno siamo stati competitivi come le squadre d’alta classifica». Del pubblico che sarà presente allo Scida Cordaz ha detto: «Ho visto un pubblico delle grandi occasioni quando eravamo ultimi in classifica. Dalle notizie ricevute in queste ore, lo stadio sabato sarà pieno in ogni settore, questo rappresenta il vero attaccamento che tutti hanno nei confronti della squadra».

Mister Stroppa: «Sarà una partita dove potremo raccogliere ciò che abbiamo fatto da gennaio ad oggi. In alcune occasioni non siamo stati all’altezza ma nel corso del campionato abbiamo recuperato e bene il nostro valore. La squadra è motivata al massimo sapendo anche dell’entusiasmo che ci sarà sulle gradinate. Di fronte avremo un avversario che pur privo di alcuni giocatori non regalerà niente, e noi dobbiamo giocare con la mente libera da ogni condizionamento». Per quanto riguarda la formazione, mister Stroppa ha evidenziato che a parte Curado e lo squalificato Golemic, esiste la possibilità dell’utilizzo fin dall’inizio di Pettinari, Spolli, Rohden. Tra i convocati di mister Vivarini non risultano  Casarini, Ciciretti, Ganz, Bacci, Brosco, Beretta, Rossetti.           

 

 

 

 

Crotone ''incerottato'' alla volta di La Spezia, mister Stroppa: «Chiudero' la formazione poco prima dell'inizio partita»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Maggio 2019 19:13

Serie BKT 37esima giornata│Contro lo Spezia un Crotone "incerottato" per alcune assenze forzate. Mister Stroppa proverà a rinviare la qualificazione play-off alla sua ex squadra.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Lamanna, Vignali, Capradossi, Ligi, Augello, Maggiore, Ricci, Mora, Gyusi, Galabinov, Okereke. All. Marino

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Marchizza, Vaisanen, Sampirisi, Barberis, Zanellato, Molina, Firenze, Machach, Simy. All. Stroppa   

Vigila con il fiato sospeso da parte del tecnico pitagorico a proposito di qualche assenza forzata per squalifica e infortunio. “Non chiedetemi di una probabile formazione o chi dovrebbe giocare al posto degli assenti – ha detto in sala stampa mister Stroppa – la formazione iniziale la comporrò qualche ora prima della partita”. Sicuri assenti saranno Benali e Golemic squalificati ai quali si aggiungono l’attaccante Pettinari, il centrocampista Rohden e in dubbio la presenza dei difensori Spolli mentre Vaisanen ha recuperato dall’infortunio subito all’undicesimo del primo tempo la precedente partita.

I convocati per Spezia dopo la rifinitura mattutina (la squadra è partita alla volta di Spezia nel pomeriggio) sono ventiquattro e prenderanno parte alla trasferta anche gli squalificati Benali e Golemic. Cordaz, Curado, Cuomo, Firenze, Spolli, Machach, Figliuzzi, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Milic, Kargbo, Barberis, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Pettinari, Sampirisi, Mraz.

Mister Stroppa alla vigilia della prossima trasferta in chiave salvezza: “A causa delle assenze ho fatto una rifinitura diversa provando diverse soluzioni. Per quanto riguarda la probabile formazione il tutto sarà rinviato a domani dopo aver fatto la conta e vedere chi realmente può scendere in campo”. A proposito del prossimo incontro mister Stroppa ha confermato che si tratta di un’altra difficilissima finale: “Come in precedenza, il Crotone in questo scorcio di campionato dovrà giocare soltanto finali. Dobbiamo fare molta attenzione durante la partita giacché affrontiamo una squadra che sa come disporsi in campo per dare fastidio alle giocate avversarie. Lo Spezia – ha detto Stroppa – è eccezionale, costruito bene in tutti i reparti e bisogna fare i complimenti a chi l’ha costruito. A questo si aggiunga che ha un allenatore da me stimato moltissimo. In passato ho preso come riferimento il suo modo di allenare. In definitiva – ha dichiarato Stroppa - lo Spezia è una squadra che ha ottime individualità ed un buon collettivo e questa partita arriva in un momento importane sia per noi che per loro”. Un appunto mister Stroppa intende farlo anche sul calendario per quanto riguarda le ultime giornate riferite ad alcune squadre in lotta per la retrocessione che giocano in orari e giorni diversi: “è strano fare giocare il Crotone sabato pomeriggio alle ore quindici; Benevento – Padova e Livorno - Carpi domenica ore quindici; Foggia – Perugia lunedì ore ventuno. Tutte le partite con lo stesso obiettivo si devono giocare in contemporanea. Ne prendiamo atto, dobbiamo cercare di recuperare al massimo le forze mentali e fisiche per disputare una partita importante”.  E per quanto riguarda un probabile turnover il tecnico pitagorico ha dichiarato: “non lo posso confermare pur dovendo giocare un incontro ravvicinato dal precedente, debbo sincerarmi effettivamente delle condizioni fisiche di tutti. Al momento posso solo affermare che potrebbe anche non esserci”.

Ma in serie BKT in questo scorcio di campionato è anche il tempo degli esoneri allenatori. Al termine della 35esima giornata è stata la volta del tecnico Stellone ad essere esonerato dalla guida tecnica del Palermo e sostituito con Delio Rossi, in precedenza, settima giornata, Stellone aveva rimpiazzato Tedino. Niente di anormale, per il presidente dei rosanero Zamparini sostituire più allenatori nel corso del campionato è ordinaria amministrazione. All’indomani della sconfitta casalinga del Verona ad opera del Livorno (36esima giornata) la società veneta ha esonerato mister Grosso ed al suo posto chiamato Aglietti. Le rispettive società hanno giustificato l’esonero dei due tecnici con la inadeguatezza della squadra in previsione dei play-off. In totale trentacinque allenatori fino ad ora si sono alternati sulle panchine delle diciannove squadre, il Foggia ne ha cambiato quattro. Soltanto otto società hanno mantenuto lo stesso allenatore: Benevento (Bucchi), Cittadella (Venturato), Cosenza (Braglia), Lecce (Liverani), Livorno (Lucarelli), Perugia (Nesta), Pescara (Pillon), Spezia (Marino).

Mister Stroppa vuole i tre punti ''salvezza'' a Venezia: «La squadra si e' allenata bene, sono fiducioso»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 26 Aprile 2019 18:57

Serie BKT 35esima giornata│Mister Stroppa contro il Venezia vuole i tre punti. Dubbi sulla presenza del difensore Spolli per motivi precauzionali. Tutti i disponibili (33) tra i convocati: Cordaz, Curado, Cuomo, Rohden, Firenze, Spolli, Benali, Machach, Figliuzzi, Tripaldelli, Gomelt, Milic, Kargbo, Barberis, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa,Vaisanen, Simy, Valietti, Pettinari, Mraz,

Probabili formazioni:

Venezia (3-4-3): Vicario, Coppolaro, Modolo, Domizzi, Zennaro, Besea, Pinato, Lombardi, Bocalon, Rossi, Vrioni. All. Cosmi

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Vaisanen, Marchizza, Sampirisi,  Barberis, Rohden, Molina, Benali, Pettinari, Simy. All. Stroppa

Arbitro: Antonio Giua di Olbia

Assistenti di linea: Imperiale - Schirru

Quarto giudice: Simone Sozza di Seregno

Il pre-partita.

La sfida della possibile salvezza sarà certamente per chi rientrerà negli spogliatoi con i tre punti in tasca. Il Crotone scenderà in campo con una maggiore tranquillità psicologica dovuta al punto in più in classifica nei confronti degli avversari che si trovano in quintultima posizione. E questo potrebbe consentire agli uomini di mister Stroppa una condotta di gara votata più sul controllo delle giocate dei veneti e non a cercare quindi con insistenza la via del gol. Un atteggiamento senza alcuna distrazione in difesa, attenta a centrocampo, cinica in prima linea, elementi alla portata dei pitagorici, per innervosire il Venezia con il passare dei minuti e farle pagare dazio al risultato finale. In simili casi, quando a poche partite dal termine della stagione la salvezza si gioca sul filo di lana, anche un eventuale pareggio sul terreno del “Penzo” tornerebbe utile per la classifica finale.

Dopo Venezia, a chiusura del campionato, i pitagorici dovranno giocare due partite allo Scida contro Benevento e Ascoli con l’intermezzo della trasferta in quel di La Spezia. Per la prossima sfida mister Stroppa potrà contare sulla disponibilità dell’intera rosa a parte Nalini, infortunato di lungo corso, e Golemic che deve scontare ancora quattro giornate di squalifica. Per motivi precauzionali e considerando i prossimi due impegni ravvicinati, il difensore Spolli sarà dirottato in panchina.

Partendo dalla prima linea, l’uomo di punta sarà ancora una volta Simy, con i suoi dodici gol sta tenendo il Crotone lontano dalla diretta retrocessione e dalla zona play-out. «Se il campionato fosse già terminato avremmo potuto festeggiare la salvezza – ha dichiarato Stroppa – purtroppo si deve ancora soffrire». Al fianco del bomber, con il compito di spaziare sia a destra che a sinistra, dovrebbe esserci Pettinari che grazie al turno di riposo è tornato in piena forma fisica. I tifosi attendono i suoi gol in queste ultime partite. Esterni di centrocampo con qualche novità rispetto alla precedente partita interna contro la Cremonese. Sulla fascia destra confermata la presenza di Sampirisi, mentre su quella sinistra ci potrebbe essere la novità fin dall’inizio di Benali al posto di Firenze. Trio di centrocampo con Barberis, Rohden, Molina. Difesa a tre con Curado, Vaisanen ed il rientrante Marchizza a protezione del portiere Cordaz. Mister Cosmi, che a differenza del suo collega deve giocare essenzialmente per i tre punti, sembra orientato a cambiare assetto (3-4-3) rispetto a quello schierato in trasferta a Ascoli (3-5-2). Tra i pali scontata la presenza di Vicario coperto dal trio Coppolaro, Modolo, Domizzi. Centrocampo senza l’esterno destro Zampano ma con la conferma di Zennaro, Besea, Pinato, Lombardi. Trio d’attacco con Bocalon, Rossi, Vrioni.  

Le dichiarazioni di mister Giovanni Stroppa alla vigilia della trasferta: «Siamo pronti per la partita contro il Venezia, sotto tutti gli aspetti – ha dichiarato Stroppa – la squadra in questi giorni si è allenata benissimo e quindi sono fiducioso per ciò che potrebbe succedere sul terreno del Penzo a proposito del risultato. Si tratta di una partita difficile trattandosi di uno scontro diretto a pochi turni dalla fine del campionato. I punti conquistati peseranno molto». A proposito del punto di vantaggio nei confronti del Venezia, Stroppa ha affermato: «Il minimo vantaggio che ci portiamo dietro esclude in maniera categorica che disputeremo una partita votata al difensivismo. Il nostro intento è tornare a casa con i tre punti e perché avvenga ciò dobbiamo curare al massimo tutti i dettagli in particolare le giocate che iniziano da palle inattive». Per quanto riguarda i probabili undici iniziali, il tecnico pitagorico ha confermato il non utilizzo di Spolli per motivi precauzionali, ma ha lasciato intendere che il suo posto potrebbe essere occupato da Marchizza. «Affermo – ha detto Stroppa – che da tempo la Società, i giocatori, e tutto lo staff tecnico rappresentiamo un solo gruppo il cui comune intento è la salvezza».       

     

Stroppa disegna la formazione per il delicato match contro il Lecce: «Problemi in difesa, ma non a centrocampo e in attacco»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 16 Marzo 2019 17:48

Serie BKT 29esima giornata│Crotone ancora in emergenza ma sempre deciso a conquistare altri punti pesanti in casa contro il Lecce questa domenica (ore 21). I 23 convocati da mister Stroppa per il prossimo incontro: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Spolli, Benali, Machach, Figliuzzi, Tripaldelli, Gomelt, Kargbo, Barberis, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa, Nanni, Simy, Valietti, Sampirisi, Mraz. I convocati da Liverani: Bieve, Vigorito, Milli, Marino, Riccardi, Cosenza, Meccariello, Venuti, Lucioni, Calderoni, Petriccioni, Arrigoni, Tacksidis, Mancosu, Haye, Felici, Tabanelli, Pierno, Majer, Tumminello, Saraniti, La Mantia, Falco.

Le probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Spolli, Golemic, Sampirisi, Barberis, Rohden, Benali, Molina, Machach, Simy. All. Stroppa

Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni, Majer, Haye, Tachtsidis, Falco, Mancosu, La Mantia. All. Liverani

Un'altra assenza importante si aggiunge alla lista degli indisponibili del Crotone. Il difensore Milic, già assente a Salerno per gastroenterite, non farà parte della prossima formazione che affronterà il Lecce essendosi fermato nel corso della rifinitura per problemi fisici (forte trauma contusivo alla coscia). Per uno che esce, un altro che rientra: si tratta dell’attaccante Kargbo che potrà essere utilizzato con un tutore al braccio.

Il commento di mister Stroppa alla vigilia dell’incontro: «Il Crotone ha ancora ampio spazio per migliorare e farsi rispettare nelle ultime partite. Stiamo facendo prestazioni importanti ottenendo buoni risultati – ha dichiarato Stroppa – anche se in qualche occasione abbiamo pagato qualcosa per fattori esterni alla nostra prestazione. Continueremo a lavorare per migliorare ancora di più i nostri meccanismi: individuali e collettivi, al netto degli infortunati e squalificati che ci stanno perseguitando da più gare». Parlando del prossimo avversario e della sua forza, Stroppa ha dichiarato: «Il Lecce è una squadra eccezionale, ha iniziato il campionato da neopromosso e nel corso della stagione ha consolidato la forza di squadra d’alta classifica grazie al lavoro del tecnico e alla forza di alcuni giocatori che già aveva e quelli arrivati in occasione del calciomercato di gennaio. Affronteremo un avversario imprevedibile sul campo, solido che sa palleggiare e attaccare in verticale, una formazione difficile da controllare. Il Lecce merita l’attuale classifica, pur con qualche flessione nel corso della stagione, contro questi avversari si deve evitare di correre a vuoto quando sono in possesso del pallone. Se questo si eviterà, attuando il dovuto pressing, la partita la giochiamo alla pari».

«La formazione che scenderà in campo – ha dichiarato il tecnico pitagorico – non subirà molti cambi rispetto a quella che ha giocato a Salerno l’assenza di Milic potrebbe essere compensata da Molina o Firenze, entrambe mi danno le dovute garanzie, deciderò prima dell’incontro. Il Crotone – ha detto Stroppa – nel corso della settimana si è allenato intensamente pur con le dovute difficoltà derivanti dal rientro nella nottata da Salerno. Questo dimostra che dispongo di un ottimo organico capace di continuare a fare bene contro chiunque». «Problemi in difesa, ma non nel trio di centrocampo e in attacco – ha continuato Stroppa – dove posso contare sulla disponibilità di Rohden Barberis, Benali, ed in attacco Simy, Machach, Kargbo, Mraz. Il Lecce avrà difficoltà ad interpretare a suo favore la partita di domenica prossima, pur avendo ottimi attaccanti e difensori che attaccano sempre alto».       

 

 

 

Il Crotone verso la trasferta di Foggia, mister Stroppa: «Ci sono le condizioni per credere nella salvezza»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 24 Gennaio 2019 20:00

Serie BKT 21esima giornata│Foggia – Crotone stadio Zaccheria venerdì 25 gennaio ore 21. Non saranno della partita Benali squalificato, Martella e Marchizza indisponibili per motivi fisici. Mister Stroppa ha annunciato il debutto del difensore Spolli. L’impiego dei nuovi arrivati: Mushach e Gomelit, rinviato ad altra data. I ventitré convocati per la trasferta di Foggia sono: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Spolli, Nalini, Machach, Figliuzzi, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Kargbo, Barberis, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Sampirisi.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Vaisanen, Spolli, Golemic, Rohden, Barberis, Molina, Firenze, Nalini, Simy. All. Stroppa

Foggia (3-4-1-2): Noppert, Tonucci, Martinelli, Boldor, Zambelli, Gerbo, Agnelli, Ranieri, Galano, Iemmello, Mazzeo. All. Padalino

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce

Assistenti : Bercigli – Rossi Cristian

Quarto giudice: Fabio Natilla di Molfetta

Il pre-partita.

Crotone ultimo in classifica e distante tre punti dalla zona play-out è la cartina di tornasole del rendimento avuto dai pitagorici nella prima parte della stagione. Abbandonare l’attuale posizione e diradare le nubi della retrocessione potrebbe non essere un miraggio se contro il Foggia, squadra dell’ex Stroppa, inizierà a inanellare un filotto di successi. Altro rinvio con l’accaparramento dei tre punti non è consentito. Un difficile compito che sarà ancora delegato alla “vecchia” guardia nonostante gli arrivi di calciomercato. Unica novità in senso assoluto nello schieramento che affronterà i pugliesi potrebbe essere l’inserimento del difensore Spolli. Gli altri neoacquisti, Marchach e Gomelt, al momento, dovrebbero sedere in panchina. Non farà parte dello schieramento perché squalificato il centrocampista Benali. Un’assenza che continuerà a pesare nello scacchiere pitagorico. Contro il Cittadella, nei minuti in cui è stato impiegato, Benali ha dimostrato quanto è utile nel dirigere le giocate. Assenze significative saranno anche quelle dei difensori Martella e Marchizza che favoriranno il ritorno di Golemic quale difensore sinistro, e il debutto di Spolli difensore centrale. Ritorno altrettanto gradito quello di Nalini al fianco della punta Simy. Forza di volontà e determinazione dovranno accompagnare il Crotone nei novanta minuti più recupero contro una squadra, il Foggia, che in questo momento è al massimo dell’entusiasmo per la vittoria di Carpi e la riduzione della penalità di due punti. Mister Padalino vuole sfruttare bene questo momento ed ha lasciato a intendere che non cambierà la formazione vincente. In sala stampa, qualche ora prima della partenza per la Puglia, mister Stroppa a proposito del prossimo incontro ha dichiarato: “Non faccio percentuali a proposito della possibile salvezza, di sicuro è una situazione proibitiva. Però, come già detto, dopo Ascoli e l’incontro ultimo con il Cittadella, ci sono le condizioni per credere nella salvezza attraverso un girone di ritorno diverso. I giocatori stanno bene sotto l’aspetto della mentalità nel volere centrare questo difficile traguardo. E qualsiasi cosa succede nel girone di ritorno, a partire da Foggia, dobbiamo sempre pensare che ce la possiamo fare. E mai abbassare la guardia anche di fronte a dei continui risultati positivi. Con i nostri risultati positivi dobbiamo allargare il numero delle squadre coinvolte nella retrocessione e play-out. Contro il Foggia non dobbiamo sbagliare l’approccio. Tenere il campo in maniera equilibrata, marcare bene l’avversario che si deve controllare, e pensare che abbiamo le qualità per fare male a qualsiasi squadra. Il Foggia è formato da giocatori di qualità e contro di noi cerca altri tre punti per continuare a salire in classifica. L’ambiente, che io conosco bene, è “caldo” nel sostenere i propri giocatori. Sono fattori che esaltano i protagonisti in campo. L’incontro per noi sarà anche la cartina tornasole per sapere chi è in grado di disputare certe partite”.         

VIDEO│Stroppa chiede al gruppo di fare quadrato: «Da qui alla fine del campionato saranno 18 finali»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 18 Gennaio 2019 17:25

Serie BKT 20esima giornata│Crotone – Cittadella stadio Ezio Scida sabato 19 gennaio ore 15. Tra i pitagorici scontato il ritorno tra i pali di capitan Cordaz e del difensore esterno Martella. Buone possibilità per Spolli di far parte dell’undici iniziale. Ospiti senza lo squalificato Benedetti. Pubblico delle grandi occasioni con la campagna “Porta un amico gratis”.  I venticinque convocati da mister Stroppa sono: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Spolli, Nalini, Benali, Figliuzzi, Tripaldelli, Tripicchio, Kargbo, Barberis, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Martella, Valietti, Sampirisi, Spinelli.  

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Cuomo, Sampirisi, Vaisanen, Rohden, Barberis, Firenze, Molina, Martella, Nalini, Simy. All. Stroppa

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Chiringhelli, Adorni, Drudi, Cancellotti, Settembrini, Iori, Branca, Schenetti, Finotto, Panico. All. Venturato

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

Assistenti: Di Gioia – La Notte

Quarto giudice: Manuel Robilotta di Sala Consilina

Il pre-partita.

Mister Stroppa è stato abbastanza chiaro nel presentare il prossimo incontro casalingo contro il forte Cittadella. “La classifica afferma che il Crotone al momento è in serie C. La prossima partita dovrà essere interpretata dai miei giocatori come se fosse la prima di diciotto finali. Questo deve essere ben presente in ogni gara. Grinta, lottare su ogni pallone senza mai indietreggiare nei contrasti per non concedere niente agli avversari. Solo così possiamo uscire da una difficile situazione. In noi deve albergare il motto uno per tutti, tutti per il Crotone – ha dichiarato mister Stroppa -  iniziando dal Cittadella che è una forte squadra e che verrà allo Scida per cancellare la precedente sconfitta interna contro il Palermo e quindi riprendere la risalita verso i play-off”. A proposito della formazione, il tecnico pitagorico ha dichiarato: “Sicuramente qualche novità ci sarà in conseguenza del calciomercato. Ma a parte la formazione, dobbiamo ripartire pensando a ciò che abbiamo fatto ad Ascoli fino a pochi minuti dal termine. Quella prestazione mi ha lasciato alquanto soddisfatto per come è stata approcciata e per la mentalità messa in campo. Nei minuti finali abbiamo rovinato tutto a causa di due ingenuità e questo dispiace. Si dice che gli errori aiutano a crescere, ma non si devono ripetere”. Parlando del neopitagorico, il difensore Spolli, per quanto riguarda l’apporto che può dare alla squadra, essendo in possesso di molta esperienza di serie A, Stroppa ha detto: “Innanzi tutto che possa trasmettere autostima e consapevolezza del valore collettivo e di ognuno. Giacché alla squadra è mancata la convinzione di poter dare di più. Voglio anche dire che l’attuale periodo è quello più brutto per un allenatore dovendo conciliare partenze ed arrivi di giocatori e questo potrebbe incidere sulla scelta dell’undici da mandare in campo. Chi sa di dover andare via si deconcentra e potrebbe trasmettere questa negatività a qualche altro compagno. In funzione di ciò non vedo l’ora – ha dichiarato Stroppa – che si concluda la sessione invernale del calciomercato. Mi auguro che già dalla prossima partita alberga nei miei giocatori la massima concentrazione, indipendentemente dagli eventi di mercato”.  

Spolli in formazione fin dall’inizio nel reparto difensivo una soluzione possibile, come pure la presenza del centrocampista Benali. Il dubbio di un eventuale loro impiego dipenderà dalla tenuta atletica del difensore, mentre per  quanto concerne il centrocampista pende sulla sua testa la spada di Damocle della diffida. Un inconveniente che potrebbe fare desistere mister Stroppa dall’utilizzarlo per non farlo incorrere in qualche squalifica in caso d’ammonizione. Il pensiero del tecnico è anche rivolto al prossimo anticipo di venerdì in quel di Foggia dove, da ex, vuole conquistare i tre punti. In casa del Cittadella due sole le novità annunciate da mister Venturato. Il posto dello squalificato difensore Benedetti potrebbe essere occupato da Cancellotti, l’altra novità riguarderebbe l’uscita di Siega per Schelotti che sarebbe schierato alle spalle del duo d’attacco Finotto, Panico.                

 

 

 

 

Massimo Oddo si dimette, la panchina del Crotone affidata nuovamente a Giovanni Stroppa

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 28 Dicembre 2018 14:11

Il Football Club Crotone comunica che «nella giornata odierna, Massimo Oddo ha presentato le proprie dimissioni da allenatore della Prima squadra. La panchina è stata nuovamente affidata al tecnico Giovanni Stroppa, che nelle prossime ore raggiungerà la squadra. Nel ringraziare mister Oddo per l’impegno profuso, la Società gli augura un caloroso in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera».

Esonerato l'allenatore del Crotone Giovanni Stroppa: suo successore sara' Massimo Oddo

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 29 Ottobre 2018 17:06

Il Football Club Crotone comunica di aver sollevato dall’incarico mister Giovanni Stroppa. In vista del match infrasettimanale di mercoledì contro il Lecce la panchina è stata affidata al tecnico della primavera Ivan Moschella, in attesa dell’arrivo a Crotone del nuovo allenatore Massimo Oddo. «A mister Stroppa ed a tutto il suo staff - scrive la società orssoblù - va il ringraziamento da parte della società per l’impegno profuso».

L’esonero era già nell’aria da alcune settimane, esattamente dopo il pareggio (2-2) interno contro il Brescia ed a seguire con la sconfitta di Palermo. Il risultato di parità scaturito contro la Salernitana nell’ultima partita giocata allo Scida, domenica 28, ha sancito la rottura del rapporto tra il tecnico e la società. Le affermazioni fatte da Stroppa a fine partita (“ai miei giocatori mancano gli attributi quando scendono in campo”), ed altre affermazioni poco lusinghiere su come si sono espressi in campo i pitagorici, facevano intendere che qualcosa non sarebbe rimasto come prima tra la società ed il tecnico. Giovanni Stroppa lascia la guida del Crotone dopo aver conseguito tre vittorie (2 in casa) due pareggi tra le mura amiche e quattro sconfitte (una in casa) per un totale di undici punti. Un viatico che non si addice ad una squadra che ha confermato i nove/undicesimi della passata stagione di serie A. In sostituzione di Stroppa la società ha affidato la squadra al tecnico della Primavera Ivan Moschella che la dovrà guidare nella prossima trasferta in quel di Lecce. Moschella è stato in passato un giocatore del Crotone in serie C2 e tra i protagonisti della storica promozione in serie C1 dopo lo spareggio di Lecce contro il Benevento.   

Pagina 1 di 2

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}