Ancora un pareggio per il Crotone: neanche l'uomo in piu' favorisce i rossoblu' a Perugia In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Venerdì, 26 Giugno 2020 23:44

Serie BKT 30esima giornata│il Crotone non sa più vincere e anche a Perugia, con l’uomo in più, non va oltre il pareggio. Un solo punto il distacco dallo Spezia terzo in classifica. Pitagorici lenti nella fase offensiva e con qualche sbavatura in difesa che poteva costare caro.   

Tabellino.

Perugia                0

Crotone               0

Perugia (3-5-2): Fulignati, Rosi, Angella, Sgarbi, Mazzocchi, Falzerano (Rajkovic), Carraro, Nicolussi Caviglia, Di Chiara, Iemmello (Bonaiuto), Falcinelli (Melchiorri). All. Cosmi

Crotone (3-5-2): Cordaz, Cuomo, Marrone, Golemic (Curado), Gerbo (Mustacchio), Benali, Zanellato (Evans), Messias, Molina (Lopez), Armenteros (Crociata), Simy. All. Stroppa

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

Assistenti: Capaldo – Rossi C.

Quarto giudice bordo campo: Antonio Rapuano di Rimini

Ammoniti: Cosmi, Mazzocchi, Messias, Cuomo, Zanellato, Melchiorri, Carraro.

Espulsi: Di Chiara (per proteste)

Angoli: 11 a 2 per il Crotone

Recupero: 3 e 4 minuti

La partita. Giocate troppo scolastiche hanno caratterizzato il primo tempo. Benali e Zanellato, i due centrocampisti centrali, mai hanno improvvisato una giocata o un passaggio che abbia messo in difficoltà la retroguardia del Perugia. Nessun tiro in porta da parte dei due attaccanti pitagorici Simy e Armenteros. L’uomo in più a favore del Crotone dal 21esimo minuto per l’espulsione del centrocampista Di Chiara (per l’occasione Perugia formato 4-4-1) non è stato adeguatamente sfruttato dagli uomini di Stroppa. Le uniche giocate pericolose, si fa per dire, portano la firma di Messias, assist di Golemic, che di testa manda il pallone di poco alto sulla traversa. Al minuto quarantuno è il Perugia con Iemmello che da fuori area impegna Cordaz a una difficile respinta del pallone sopra la traversa. Primo tempo che si chiude a favore del Crotone per i calci d’angolo che sono stati 6 a 1. La prestazione di Messias impegnato sulla fascia destra in ripartenza e centromediano metodista in fase di ripiegamento, sopra la sufficienza. Sufficiente anche l’impegno di Simy e Armenteros. Gerbo sulla fascia destra, Molina su quella sinistra, lenti nelle ripartenze. Tra i locali buon primo tempo del difensore Rosi autore di diversi disimpegni in area di rigore. Mazzocchi, Sgarbi, Falzerano, più aggressivi che gestori di buone giocate. Ripresa che vede fin dall’inizio due cambi nel Crotone: Armenteros lascia per Crociata schierato centrocampista e relativo spostamento di Messias punta, Gerbo abbandona a favore di Mustacchio che va ad occupare la fascia destra. Più Crotone nella ripresa ed al minuto 53 Mustacchio dopo l’assist di Benali manda il pallone a colpire la traversa. Cosmi vede i suoi arrancare e cambia ancora atteggiamento alla sua squadra con l’ingresso di Rajkovic al posto di Falzerano e Perugia con il 3-4-2. Il risultato di parità non piace a Stroppa e manda dentro la coppia Evans, Lopez in sostituzione rispettivamente di Zanellato (sempre più spento il giocatore con il passare dei minuti) e Molina. Le premesse per un incontro spareggio c’erano tutte: Crotone con l’obbligo di non interrompere la striscia positiva delle cinque giornate per evitare di farsi scavalcare al secondo posto, Perugia con l’intento di confermare il buon momento con la vittoria di Ascoli e aggiungerne un’altra per così rientrare nella zona play-off. Per il Crotone di mister Stroppa si trattava anche di cancellare quella brutta sconfitta (2-3) subita all’andata sul terreno dello Scida quando alla guida tecnica degli umbri c’era l’ex Oddo. Serata calda, come era prevedibile in questo periodo estivo, ma senza alterare la qualità dell’incontro finché hanno retto le forze fisiche dei contendenti. Nessun particolare tatticismo da parte dei due tecnici, entrambi con identico modulo per quanto ha riguardato la disposizione in campo delle formazioni. Il Crotone ha preferito schierare inizialmente gli stessi 10/11 che hanno affrontato il Chievo la precedente giornata. L’unica assenza ha riguardato Barberis per motivi di squalifica sostituito da  Messias. Cosmi Ha dovuto rinunciare al portiere Vicario (operato per frattura allo zigomo destro) sostituito da Fulignati. Altro cambio tra i locali, ma per motivi tecnici, ha riguardato la non presenza di Buonaiuto per Iemmello schierato al fianco di Falcinelli. Un deludente pareggio che non serve al Perugia per agganciare la zona play-off  e penalizza il Crotone che riduce la distanza a suo favore di un solo punto nei confronti dello Spezia terzo in classifica.

Letto 114 volte Ultima modifica il Venerdì, 26 Giugno 2020 23:56

Articoli correlati (da tag)

  • Archiviati i festeggiamenti e' tempo di calciomercato: Cordaz verso la Spal

    Crotonecalcio, è tempo di calciomercato pensando alla serie A. Dopo Barberis che è passato al Monza, anche Cordaz in uscita con direzione Spal. Bocche cucite dai massimi responsabili pitagorici a proposito di eventuali arrivi.

  • Simy capocannoniere del campionato di Serie Bkt: rossoblu' sconfitti a Trapani

    Serie BKT 38esima giornata│Simy capocannoniere del campionato di Serie Bkt 2019/2020 (20 reti, Iemmello del Perugia fermo a 19), altro traguardo rossoblù. Inutile la vittoria del Trapani condannato alla retrocessione dai risultati delle dirette concorrenti alla salvezza.

  • Ultima di campionato per i rossoblu' a Trapani che spera nel ''miracolo'' salvezza

    Serie BKT 38esima giornata│Trapani vs Crotone “Stadio Provinciale di Trapani” venerdì 31 luglio ore 21. Crotone senza Benali e Molina (squalificati) e per motivi fisici non convocati Crociata e Zac. Prima convocazione per il diciassettenne pitagorico Antonio Ranieri. Siciliani senza gli squalificati Grillo Prates e Odjer e sempre per squalifica assente l’allenatore Castori. Ex l’attaccante Pettinari.

  • ''Stirpe'' senza gloria a Crotone: i rossoblu' vincono col Frosinone (1-0), la rete di Gomelt

    Serie BKT 37esima giornata│Tredicesimo risultato utile del Crotone contro il Frosinone poco appariscente per cercare di contrastare i pitagorici.

    Tabellino.

    Crotone    1

    Frosinone 0

    Marcatori: Gomelt 80°

    Crotone (3-5-2): Festa, Cuomo, Marrone, Gigliotti (Golemic), Gerbo (Mustacchio), Crociata ( Benali), Gomelt, Zanellato (Barberis), Molina, Messias, Simy. All. Stroppa

    Frosinone (3-4-3): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Krajnc, Salvi, Gori, Haas, Maiello, Paganini, Ciano (Dionisi), Novakovich, (Ardemagni). All. Nesta

    Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo

    Assistenti: Scarpa - Schirru

    Quarto giudice a bordo campo: Giampiero Miele di Nola

    Ammoniti: Ciano, Gigliotti, Cuomo, Benali, Molina,

    Angoli: 6 a 3 per il Crotone

    Recupero:1 e 6 minuti

    La partita. Il Crotone dei record, con la mente già rivolta al prossimo campionato di serie A, ha inanellato il tredicesimo risultato utile consecutivo contro i ciociari del presidente Stirpe.Concentrazione e volontà di successo, come già evidenziati negli incontri precedenti da parte dei pitagorici, sono state le coordinate disegnate dagli uomini del tenico Stroppa contro il Frosinone, di mister Nesta, per uscire dal terreno dello Scida con un altro risultato positivo. Ottime triangolazioni nella parte mediana del campo con Gomelt, Crociata, Zanellato, finché in campo, e poi con Barberis e Benali. Difesa senza alcuna sbavatura nei disimpegni e precisa nell'appoggiare il pallone al compagno smarcato per riproporre le giocate offensive. Il reparto più avanzato merita una nota aggiuntiva per ciò che sta facendo nell'intero campionato. Protagonista in assoluto, per le tante reti realizzate, mister 20 gol stagionali: Simy. A proposito del nigeriano non aggiungiamo altro, la sua qualità realizzatrice sta rappresentando l'infelicità di tanti portieri avversari e lo è stato anche per Bardi. Il risultato di stasera, e la promozione dei pitagorici nella massima serie, delude ancora di più il presidente Stirpe. In precedenza il patron del Frosinone aveva sempre sostenuto l'invalidità del Crotone in serie A come seconda classificata in caso di stop definitivo del campionato a causa del Covid-19. Il Crotone, i campionati, li sempre ha vinto sul campo e anche in anticipo rispetto al termine della stagione. Il presidente Stirpe ed il suo Frosinone adesso si preoccupino di rimanere nei play-off dopo il risultato finale dello Scida. Reduce dalla sconfitta interna contro il Benevento, mister Nesta ha inteso cambiare formazione e ha inserito Ariaudo al posto di Szyminsky, Maiello per Beghetto, Paganini in sostituzione di Dionisi. Quattro le novità tra le fila del Crotone rispetto al succeso esterno di Livorno. Dopo una lunga assenza mister Stroppa ha richiamato Gigliotti in difesa al posto di Golemic, Gomelt per Barberis, Crociata in sostituzione di Jankovic, e come già anticipato fin dalla vigilia, il debutto stagionale di Festa tra i pali. Inizio delle ostilità da parte del Frosinone con giocate al rallentatore che sono un ghiotto invito per i pitagorici che si impossessano della metà campo. Crociata, Gomelt, Zanellato sempre in anticipo sugli avversari. Gerbo e Molina cursori instancabili lungo le fasce. Frosinone. poco propositivo con Maiello e Ciano. Al minuto quindici annullato il gol a Molina per un inesistente fallo di Simy sul portiere Bardi. Si attende la reazione degli ospiti ma rimangono sempre nella propria metà campo bloccati dalla spinta offensiva del Crotone. Minuto trentaquattro Bardi respinge in angolo il tiro ravvicinato di Simy. Tentanovesimo minuto Molina da fuori area manda il pallone a sfiorare l'incrocio dei pali  alla destrabdel portiere. L'unica azione offensiva degna di nota da parte del Frosinone ardiva al quarantacinquesimo minuto con Haas dal centro dell'area ma trova pronto Cuomo a sventae la minaccia. L'attaccante Novakovich assente insieme a Ciano in fase di conclusione. Frosinone primo tempo inidoneo per una migliore classifica in zona play-off. Evidente la strategia del Frosinone di portarsi a casa il pareggio giocando sempre al rallentatore. Crotone con Mustacchio, Barberis, Golemic in campo ad inizio ripresa per una maggiore spinta offensiva. Con il passare dei minuti anche i pitagorici si lasciano coinvolgere nel gioco poco appariscente e ne soffre lo spettacolo. L'ingresso di Benali al posto di Crociata un'altra sostituzione per cercare il vantaggio. Missione riuscita al minuto ottanta con Gomelt che fulmina Bardi con un tiro da fuori area. Frosinone lontana dallo spessore di squadra capace di lottare per la massima serie.

     

  • Pari tra Crotone e Salernitana: pennellata di Messias regala punto prezioso

    Serie BKT 35esima giornata│Un pareggio contro la Salernitana che non altera il percorso degli Squali. Crotone a più 6 dalla terza che ora è lo Spezia.

    Tabellino.

    Crotone        1

    Salernitana   1

    Marcatori: Maistro 46°, Messias 54°

    Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Marrone, Golemic, Mustacchio (Mazzotta), Benali (Crociata), Barberis, Zanellato (Jankovic), Molina, Messias, Simy. All. Stroppa

    Salernitana (3-4-3): Micai, Aya, Migliorini, Kiyne (Billong), Cicerelli (Karo), Akpa-Akpro, Di Tacchio, Curcio, Lombardi (Gondo), Djuric, Maistro. All. Ventura

    Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna

    Assistenti: Lombardo - Zingarelli

    Quarto giudice a bordo campo: Fabio Natilla di Molfetta

    Ammoniti:

    Espulsi: Curcio per doppia ammonizione

    Angoli:

    Recupero: 1 e 5 minuti

    La partita. Gli esami non finiscono mai e, per superarli, occorre prepararsi sempre bene. Se poi si tratta di prove difficili, l'impegno deve essere maggiore e nulla deve essere lasciato al caso. È quello che sta facendo il Crotone di mister Stroppa ogni qualvolta è chiamato a superare una difficile prova. In occasione dell'ultima sfida contro la Salernitana del presidente Lotito, allenata da Ventura ex tecnico della Nazionale, gli Squali non si sono smentiti e hanno archiviato, a loro favore, un altro difficile esame ma senza la lode: arriva un pareggio che non cambia il percorso degli Squali. Undicesimo risultato utile consecutivo (sette vittorie, quattro pareggi) che consentono di vedere più da vicino la meta della serie A quando mancano tre incontri (due in trasferta, uno in casa) al termine della stagione. La Salernitana ha invertito la striscia delle ultime cinque sconfitte esterne (ultimo punto conquistato fuori casa alla 22esima giornata in quel di Benevento) e per guadagnarsi un posto nei play-off deve continuare a lottare. Mister Ventura, alquanto nervoso a bordo campo, ha dovuto accettare con serenità il risultato di parità, non poteva essere diversamente, contro un Crotone che è stato superiore per gran parte dell'incontro. Squadre in campo con poche novità rispetto allo schieramento della precedente giornata. L'assenza del difensore Cuomo, per squalifica, compensata dal rientro di Marrone schierato al centro della difesa con al fianco Golemic a destra, Curado a sinistra. Fuori anche l'esterno destro Gerbo ed al suo posto Mustacchio. Mister Ventura, fin dalla vigilia aveva dichiarato che occorreva una prova maiuscola della sua squadra per contrastare le giocate del Crotone, ha confermato nove/undicesimi che hanno strapazzato il Cittadella la precedente partita lasciando fuori il difensore sinistro Heurtaux e l'attaccante Gondo, dentro rispettivamente kiyne e l'ex Djuric, quest'ultimo schierato al centro della prima linea con al fianco Lombardi a destra, Maistro a sinistra. Al Crotone il compito di avviare il gioco ed è il classico avvio di studio per capire le intenzioni degli avversari. Simy controllato speciale con marcatura ad uomo da parte di Aya. Nessuna delle due squadre si scopre più del dovuto per tentare l'affondo. Salernitana con Maistro, Djuric, Lombardi in fase offensiva spesso si sono travati oltre la linea mediana del Crotone per i troppi passaggi sbagliati da Mustacchio, Benali, Zanellato. Occasione da gol per il Crotone al minuto diciotto quando Mustacchio dalla destra crossa il pallone per Simy che lo potrebbe insaccae se Micai non avesse compiuto una miracolosa respinta. Al minuto trenta Molina manda in area un buon pallone per la testa di Zanellato ma lo manda oltre la traversa. Trentottesimo minuto prima sostituzione per la Salernitana: fuori Lombardi per strappo muscolare, dentro Gondo. Niente altro da segnalare d'importante nella prima parte. Fatale al Crotone il primo minuto della ripresa quando l'arbitro fa continuare il gioco, senza fischiare una punizione su Golemic, che si conclude con il Vantaggio di Maistro. Otto minuti dopo Messias in seguito ad una punizione dal limite rimette le cose a posto realizzando il sesto gol stagionale. Dal sessantaquattresimo minuto Salernitana in dieci per l'espulsione di Curcio dopo essersi beccata la seconda ammonizione. Inizia la sequenza delle occasioni sciupate dal Crotone con Benali più degli altri. L'ingresso di Jankovic ha elevato la qualità delle azioni offensive ma non c'è il cecchino dell'area di rigore. Finisce così 1-1.

      

     

     

     

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}