«Incoscienza e grande forza di Volonta'»: la "ricetta" di mister Nicola per battere la Juve. Tutto esaurito nel settore ospiti In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Venerdì, 24 Novembre 2017 19:22

Serie A 24.esima giornata Juventus-Crotone Allianz Stadium domenica 26 ore 20.45. Curva ospiti esaurita dai crotonesi residenti a Torino e in Piemonte. Organico pitagorico al completo, fatta eccezione per Kragl.

Probabili Formazioni:

Juventus (4-2-3-1): Buffon, Lichtsteiner, Rugani, Benatia, Asamoah, Marchisio, Matuidi, Douglas Costa, Dybala, Mandzukic, Higuain. All. Allegri

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Simic, Ceccherini, Martella, Rohden, Mandragora, Barberis, Nalini, Trotta, Tonev. All. Nicola

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Ass. Stefano Liberti (Pisa) – Riccardo Mondin (Schio)

Quarto giudice: Riccardo Ros (Pordenone)

Var: Luca Banti (Livorno) - Avar: Andrea Crispo (Genova)

L’impossibile da parte del Crotone è già stato fatto la passata stagione con il traguardo della salvezza. Adesso occorre che i rossoblù si attrezzino per qualche miracolo in occasione della prossima sfida contro la Juventus sul terreno dell’Allianz Stadium. Il risultato positivo contro la squadra di mister Allegri farebbe gridare veramente al miracolo calcistico in considerazione della differenza tecnica tra Crotone e Juve. Ma è anche vero che l’elenco dei “miracoli” verificatisi nel mondo del calcio sono tantissimi. Basta sapersi attrezzare adeguatamente ed è possibile che accada. I pitagorici sono carichi al massimo perché domenica sera in quel di Torino si possa parlare del Crotone come la squadra che è riuscita a conquistare punti salvezza sul terreno dei campioni d’Italia. Non sarà una trasferta facile, e non perché mister Nicola deve raggiungere ancora una volta Torino in bicicletta, ma per la voglia degli avversari di tornare al successo dopo la precedente sconfitta subita contro la Sampdoria. Di fronte a un simile avversario che ha nelle gambe l’incontro infrasettimanale di Champions League contro il Barça di Messi, mister Nicola è orientato a presentare una formazione quasi identica a quella che è stata battuta in casa dal Genoa. Nessun cambio nel reparto difensivo, la novità nel reparto  mediano con Rohden fin dall’inizio in sostituzione di Stoian, ein attacco dove Tonev potrebbe tornare in campo fin dall’inizio in sostituzione di Budimir che andrebbe in panchina. In considerazione del terzo impegno settimanale dei bianconeri, mister Allegri è intenzionato a concedere un turno di riposo a chi ha giocato contro il Barça e precedentemente contro la Sampdoria. Tra i pali ancora Buffon, difensore destro dovrebbe tornare Lichtsteiner, difensori centrali Rugani e Benatia (Chiellini risente ancora dolori muscolari), difensore sinistro Asamoah al posto di Alex Sandro. Davanti i quattro difensori Marchisio e Matuidi al posto di Pjanice e Khedira. Trio di centrocampo Douglas Costa al posto di Cuadrado, Dybala (in sostituzione di Bernardeschi) e Mandzukic. Punta il solito Higuain. In sala stampa mister Nicola a proposito del prossimo avversario ha dichiarato: «Sicuramente una bella partita, le sconfitte precedenti sono alle spalle e bisogna guardare avanti. La Juventus è una squadra formata da campioni che, per fronteggiare, bisogna approcciare un’ottima partita, con la consapevolezza di sapere chi abbiamo di fronte. Dobbiamo mettere in campo una certa incoscienza e una grande volontà. Essere consapevoli delle nostre qualità e dei meriti che hanno condotto il Crotone al punto in cui siamo arrivati. Un buon percorso che dura da diciotto mesi, da quando dirigo la squadra. In campo i miei uomini evidenziano quella forza che in alcuni casi hanno sorpreso anche la mia persona. Per quanto riguarda l’incoscienza nel corso dell’incontro con la Juve significa che dobbiamo andare oltre certi limiti per non soccombere». Circa la possibilità di applicare un ampio turnover considerando che le precedenti partite le hanno giocato sempre gli stessi 10/11, Nicola ha dichiarato: «Le partite non si vincono o si perdono fin dalla vigilia in considerazione della forza dell’avversario, ma perché durante l’incontro sai mettere in pratica certe qualità. Conosciamo la forza della Juventus per averla affrontata già due volte la passata stagione. I bianconeri sanno sfruttare qualsiasi occasione per andare a rete. Ci aspettiamo una squadra che in campo sa cambiare atteggiamento di continuo. I pitagorici che scenderanno in campo dovranno essere in grado di sfruttare al massimo i pochi difetti che gli avversari evidenziano durante l’incontro. Queste partite servono anche come processo di crescita di tutta la squadra. Avversari del genere trasmettono sempre qualcosa di positivo da  cogliere e incamerare in particolare per i giovani calciatori». Ha parlato in conferenza anche Andrea Nalini, centrocampista esterno, eroe dell’incontro con la Lazio la passata stagione, quando mise a segno la doppietta a favore del Crotone che significò la salvezza. Quest’anno non ha ancora realizzato gol in otto presenze. Il campionato è ancora lungo ed il gol arriverà anche per lui. Al momento è già contento per le presenze in squadra e per come si comporta il Crotone. «Sappiamo tutti che si tratta di una difficile trasferta – ha dichiarato Nalini – La qualità della Juve la conosciamo tutti, affrontare una squadra del genere è anche una soddisfazione. Per stare al passo dei giocatori bianconeri occorre mettere in pratica ciò che ti trasmette il mister. Non ci scoraggiamo nel scendere sul terreno dell’Allianz Stadium e lotteremo per conquistare anche contro la Juve punti per la salvezza». A proposito del morale dopo la sconfitta interna contro il Genoa, Nalini ha affermato: «Le sconfitte servono a rinforzare la volontà di recuperare il terreno perso nel successivo incontro. Qualcosa di positivo contro il Genoa lo abbiamo anche fatto, dobbiamo ampliare le cose buone e metterle in pratica contro la Juve per non scadere di tono». Sulla mancanza del gol Nalini non dispera: «Sono a disposizione del tecnico per giocare secondo le sue intenzioni. In ogni partita cerco di migliorarmi per arrivare a realizzare qualche gol che rappresenta sempre una grossa soddisfazione, specie se vincenti. Spero che questo avvenga già domenica contro la Juve se sarò in campo. In ogni caso, contro la Juve occorre giocare da Crotone mantenendo il giusto possesso palla ed aggredire la profondità e correre lungo le fasce».     

 

Letto 709 volte Ultima modifica il Venerdì, 24 Novembre 2017 19:28

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}