I rossoblu' credono all'impresa contro la Juve, Zenga: «Serve Crotone attento, ma la nostra idea di gioco non cambia» In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Martedì, 17 Aprile 2018 17:11

Serie A 33esima giornata│Crotone-Juventus, mercoledì 18 aprile, ore 20.45, stadio “Ezio Scida”. Match all’insegna della ricerca del miracolo per i pitagorici. Mister Zenga potrà disporre del difensore Capuano. Nalini in campo, fin dall’inizio o in corso d’opera. Tra i bianconeri torna Higuain prima punta, assente Chiellini. I convocati del Crotone sono: Cordaz, Festa, Stoian, Rohden, Ceccherini, Nalini, Barberis, Ricci, Izco, Diaby, Pavlovic, Zanellato, Capuano, Trotta, Sampirisi, Tumminello, Simic, Mandragora, Faraoni, Viscovo, Martella, Crociata, Ajeti, Simy.

Probabili formazioni:

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella, Barberis, Mandragora, Stoian, Trotta, Simy, Ricci. All. Zenga

Juventus (4-2-3-1): Buffon, Lichtsteineir, Rugani, Benatia, Pjanic, Cuadrado, Khedira, Matuidi, Marchisio, Dybala, Higuain. All. Allegri

Arbitro: Michal Fabbri di Ravenna

Coll. Stefano Alessio (Imperia) – Alessandro Costanzo (Orvieto)

Quarto giudice: Eugenio Abbattista di Molfetta

Var: Federico La Penna (Roma 1) – Avar: Alessandro Giallatini (Roma 2).

La squadra che ha vinto più scudetti, gli ultimi sei consecutivi, la Juve di Massimiliano Allegri, prossima avversaria del Crotone in quel dell’Ezio Scida. L’attesa per la partita è abbastanza tranquilla, in giro per la città se ne parla come alla vigilia di altri incontri. Ciò che non passa inosservato, sono i preparativi per rendere la città più accogliente, specie nei pressi dello stadio. Buche tappate, alberi potati, erbacce asportate, ripristinata l’illuminazione nei punti sprovvisti. Insomma, si sta facendo di tutto e di più per accogliere nel migliore dei modi la “Vecchia Signora” del calcio italiano e i tantissimi ospiti che giungeranno nella città di Pitagora e Milone. Di fronte a tutto questo, Crotone e i crotonesi hanno vinto la sfida. Varcati i cancelli, tutta l’attenzione sarà poi rivolta alla partita tra rossoblù e bianconeri. La domanda che un attimo prima del fischio d’inizio tutti si faranno è: i pitagorici riusciranno a compiere il miracolo di conquistare per la prima volta qualche punto contro la squadra che ha ipotecato il settimo scudetto consecutivo? A Crotone, calcisticamente parlando, il miracolo qualche volta si concretizza (salvezza della passata stagione). Chissà che anche in occasione del prossimo incontro si possa ripetere un altro miracolo con la conquista dei tre punti. Sarebbe la svolta in chiave salvezza. Per il momento, si può parlare soltanto di formazioni e quali uomini mister Zenga è intenzionato a mandare in campo fin dall’inizio. Il ritorno del difensore Capuano per fine squalifica è scontato in sostituzione di Sampirisi. Altro escluso Ajeti (schierato centrocampista contro il Genoa) al cui posto torna Barberis. Per il resto della formazione l’altra novità potrebbe essere quella di Nalini in corso d’opera. Tra i bianconeri il ritorno di Higuain è dato per scontato come pure quello di Marchisio. Se così sarà non dovrebbero fare parte dell’undici iniziali Khedira e Mandzukic ma soltanto per motivi di turnover a causa dei turni ravvicinati. Mister Zenga alla vigilia dell’incontro ha dichiarato: «E’ una partita difficile, contro una squadra in grande salute, che di solito rifila tre gol agli avversari. Occorre un Crotone attento, ma la nostra idea di gioco non cambia. Abbiamo la nostra identità e la manteniamo sempre. Tutti gli avversari in serie A meritano la massima attenzione, chiunque sia. Le partite sono complicate e difficili sempre. Gli allenatori sono tutti in grado di fare bene, con Max (Massimiliano Allegri, ndr) ci conosciamo da una vita, abbiamo giocato assieme nel Padova. Quello che lui ha fatto fino a questo momento è straordinario. La Juventus vince perché è la società che programma il presente e il futuro. È una società seria con uno stadio di loro proprietà che comprende un ottimo centro d’allenamento. I risultati della Juve non sono casuali. Quest’anno il Crotone si trova in un campionato più complicato della passata stagione, nonostante abbia più punti. Contro la Juventus giocheremo la nostra partita pensando di guadagnare qualche punto che ingrossi la classifica. A Genoa meritavamo ampiamente il pareggio per quello che abbiamo fatto nel secondo tempo, indipendentemente da come gli altri la possono pensare. Il pubblico fa la differenza quando si gioca in casa, spero succeda così mercoledì sera. Gli assenti per infortunio stanno penalizzando il Crotone nei risultati. Nonostante ciò non cerco alibi e non accampo scusante per certi risultati». Parlando della reazione che Buffon ha avuto nel dopo partita di Champons League contro il Real Madrid, Zenga ha affermato: «Al suo posto forse avrei fatto peggio».  Per quanto riguarda le sconfitte, il tecnico pitagorico ha dichiarato: «Il risultato negativo mi ammazza, mi toglie l’anima. In queste condizioni sono più motivato a fare l’allenatore e vado avanti cercando di evitarle con le giuste scelte».

 

 

Letto 830 volte Ultima modifica il Martedì, 17 Aprile 2018 17:18

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}