L'Atalanta "passeggia" col Crotone: pratica archiviata già nel primo tempo, rossoblù sempre ultimi a un punto In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Lunedì, 26 Settembre 2016 21:02

L'Atalanta passeggia col Crotone nel primo posticipo del lunedì della sesta giornata di serie A, vince 3-1 e conquista tre punti importanti, ora sono 6, lasciando la squadra di Nicola sempre più ultima in classifica, con un solo punto all'attivo. Tutto facile a Pescara, ancora campo di 'casa' del Crotone, per gli uomini di Gasperini, con Petagna che va in rete già al 3'. Un errore del portiere Cordaz su calcio d'angolo regala il raddoppio a Kurtic al 40' e prima dell'intervallo Gomez sigla la tripletta con una prodezza balistica. Il Crotone nella ripresa fa poco per rimontare e non approfitta nemmeno dell'espulsione di Kessiè per un inutile fallo che ha lasciato l'Atalanta in 10 per una mezz'ora. Troppo tardi arriva la rete della bandiera del nigeriano Simy.

Tabellino.

Crotone               1

Atalanta              3

Marcatori: Petagna 2°, Kurtic 39°, Gomez 45°, Nwankwo 86°

Crotone (3-4-3): Cordaz, Ceccherini, Dussenne, Ferrari, Sampirisi (Rohden), Capezzi, Crisetic (Nwankwo), Martella, Falcinelli, Trotta (Tonev), Palladino. All. Nicola

Atalanta (4-3-3): Berisha, Masiello, Toloi, Zukanovic, Gomez (Raimondi), Freuler, Konko (Conti), Kessie,  Kurtic, Petagna (Pinilla), Drame,  All. Gasperini

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze

Coll. Ranchetti – Tegoni

Quarto giudice: Posado; Add.1 Galvarese – Add.2 Di Martino

Ammoniti: Masiello, Tonev, Ceccherini

Espulso: Kessie 61°

Angoli: 4 a 3 per il Crotone

Recupero: 1 e 5 minuti

Il commento.

Lo stadio Ezio Scida a breve sarà completato, anche se con qualche settimana di ritardo, ma la squadra guidata dal tecnico Davide Nicola quand’è che sarà pronta per disputare il campionato di serie A? Ancora una pesante sconfitta (quinta) subita dal Crotone contro un modesto avversario che ha avuto il solo merito di affrontare una squadra lontanissima dalla mentalità della massima serie, tecnicamente e atleticamente. Crotone privo d'idee, il gioco sulle fasce completamente ignorato, difesa permeabile ogni qualvolta gli attaccanti avversari entravano in area, attacco poco pungente in fase offensiva. Qualche tiro in porta senza pretese nel corso dei novanta minuti non eleva la qualità. L’assenza di pubblico non c’entra nulla con la scialba prova collettiva dei rossoblù, anche l’Atalanta ha giocato senza il sostegno del pubblico. Tiro al bersaglio da parte dei bergamaschi già dal fischio d’inizio con Kurtic che obbliga Cordaz ad un difficilissimo intervento, per l’occasione Dussenne era ancora negli spogliatoi. Il difensore rossoblù evidenzia i propri limiti un minuto dopo consentendo a Petagna di superarlo con facilità e mettere dentro il primo vantaggio atalantino. Ancora un’occasione per andare in gol da parte dei neroazzurri ma c’è pronto Ferrari a salvare sulla linea di porta. Il Crotone si fa vedere in fase offensiva al minuto 34 con trotta che manda il pallone a sfiorare il palo. I quattro minuti successivi è Cordaz che salva la sua porta dal secondo gol. La marcatura numero due degli ospiti al 39° ed è Kurtic a realizzarla  in seguito ad un calcio d’angolo. Crotone per nulla reattivo nonostante il doppio svantaggio, ne approfitta l’Atalanta che realizza la terza rete con Gomez al minuto 45. Atalanta in dieci dal 61°, non approfitta il Crotone della superiorità numerica fino al minuto 86 quando Nwankwo mette dentro il gol della bandiera. Non era certamente la partita della disperazione tra Crotone e Atalanta ad appena sei giornate dall’inizio del campionato, ma sicuramente importante per l’immediato futuro dei tecnici Nicola e Gasperini. Alla vigilia dell’incontro mister Nicola aveva affermato che i suoi giocatori non avevano bisogno di nessun recupero psicologico per l’ampia sconfitta subita contro la Roma, ma presentarsi al cospetto dell’Atalanta in buona forma fisica dopo le tre partite disputate a breve distanza. Il risultato finale non ha dato ragione alla squadra di mister Nicola, la crisi dei risultati e del gioco continua. In campo ancora una diversa formazione. Dentro Dussenne, Martella, Trotta, fuori Claiton, Rohden, Salzano. Assetto tattico 3-4-3 con Ceccherini, Dussenne Ferrari trio difensivo; Capezzi, Crisetig centrocampisti centrali ai cui lati Sampirisi a destra, Martella a sinistra. Linea offensiva con Trotta centrale, Falcinelli e Palladino senza fissa dimora. Mister Gasperini per tentare di conquistare la seconda vittoria stagionale si è affidato ad una difesa a quattro con Zukanovic e Toloi centrali, Masiello e Konko ai lati. Centrocampo con Kessie e Kurtic sulle fasce, Petagna centrale. Prima linea con Masiello e Drame. Le novità in casa nerazzurra hanno riguardato l’ingresso di Zukanovic, Kurtic, Petagna al posto di Spinazzola, D’alessandro, Pinilla. La classifica dopo il posticipo vede ancora il Crotone ultimo con un solo punto. La distanza dalle altre squadre che si trovano in basso si allunga e questo peggiora lo stato psicologico dei rossoblù.

 

 

Letto 832 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Settembre 2016 21:14

Articoli correlati (da tag)

  • SERIE BKT│Possibile ripresa del campionato il 9-10 maggio: Uefa rinvia al 2021 l'Europeo

    Serie BKT│Il fermo del campionato va oltre il tre di aprile. Possibile avvio il 9/10 maggio. Unica certezza al momento è il perdurare dello stop agli allenamenti di tutte le squadre per altre due settimane. Rinviato al 2021 l’Europeo per Nazioni.

  • Coronavirus, il messaggio di speranza di Simy: «Tutto cio' di cui abbiamo bisogno è l'unita'»

    "#forzaitalia": è questo l'hashtag principale che utilizza l'attaccante nigeriano del Crotone Nwanko Simy nel messaggio sul suo profilo Instagram dedicato ai tifosi e a tutto il popolo italiano alle prese con l'emergenza Coronavirus. L'attaccante rossoblù ha scritto un post sulla sua pagina Instagram postando una foto in cui tutta la squadra del Crotone si unisce, per infondere forza, coraggio e fiducia a tutti: «In un momento difficile e delicato come questo, tutto ciò di cui abbiamo bisogno è l'unità e il rispetto per superare questa sfida».

  • Serie Bkt, tre opzioni al vaglio del consiglio federale convocato per il prossimo 23 marzo

    È iniziato il toto-pareri su ciò che potrebbe accadere in caso di fermo totale della stagione agonistica in corso, sia per quanto riguarda l’assegnazione dei titoli alle squadre di Serie A, sia per quelle prime nelle diverse classifiche minori.

  • Fc Crotone, sospese le sedute d'allenamento: «Ripresa dipendera' dall'evolversi dell'emergenza»

    "Il Football club Crotone, come gesto di responsabilita' verso i tesserati e tutti i propri collaboratori in questo particolare momento in cui e' assoluta priorita' la salvaguardia della salute, comunica di aver annullato le sedute di allenamento a partire da oggi".

  • Figc, stop ai campionati fino al 3 aprile. Vrenna: «In questo momento fermarsi e' unica scelta possibile!»

    Ha preso il via nel primo pomeriggio di oggi il consiglio straordinario della Figc svolto in conference call sull'emergenza Coronavirus. Presenti fisicamente in via Allegri il numero uno federale Gabriele Gravina, il presidente della Lazio e consigliere di Lega A Claudio Lotito e il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli.

    Introducendo il punto all’ordine del giorno, il presidente Gravina ha relazionato il Consiglio in merito alle interlocuzioni intercorse negli ultimi giorni con le autorità governative e con il presidente del Coni. In conseguenza di quanto disposto dal Dpcm firmato il 9 marzo, il Consiglio ha sospeso le partite organizzate dalle Leghe in programma su tutto il territorio nazionale fino al 3 aprile.

    Stante l’attuale situazione, anche alla luce delle auspicabili ulteriori disposizioni governative per agevolazioni fiscali e contributive, il Consiglio ha conferito delega al presidente federale per allineare le disposizioni della Figc in materia e per valutare, ed eventualmente emanare, il differimento delle scadenze per l’iscrizione ai campionati della stagione sportiva 2020/2021 dal 22 al 30 giugno.

    Con riferimento al recupero delle gare della Serie A, tenuto conto che le altre Leghe non hanno scadenze internazionali e quindi una più ampia marginalità di programmazione, il presidente federale ha proposto alla Lega di Serie A, attraverso lo scivolamento delle giornate, di sfruttare tutte le date a disposizione fino al 31 maggio.

    Qualora l’emergenza Covid-19 non dovesse consentire la conclusione dei campionati, il presidente Gravina ha sottoposto all’attenzione delle Leghe interessate alcune ipotesi su cui discutere nella riunione, già fissata, del Consiglio Federale del 23 marzo pv. Senza alcun ordine di priorità, un’ipotesi potrebbe essere la non assegnazione del titolo di Campione d’Italia e conseguente comunicazione alla Uefa delle società qualificate alle coppe europee; un’altra sarebbe far riferimento alla classifica maturata fino al momento dell’interruzione; terza ed ultima ipotesi, far disputare solo i play off per il titolo di Campione d’Italia ed i play out per la retrocessione in Serie B.

    Il presidente del Football Club Crotone, Gianni Vrenna, in merito alla decisione del Dpcm di sospendere i campionati ha dichiarato: «Dopo i fatti degli ultimi giorni era necessario che anche il calcio desse un segnale forte: in questo momento fermarsi è l’unica scelta possibile! Non bisogna mai perdere di vista le priorità e indubbiamente al primo posto c’è la tutela della salute. Noi, da sportivi, abbiamo una grande responsabilità, ma anche la possibilità di veicolare i messaggi con più efficacia: in tal senso va anche il mio personale invito affinché tutti noi usiamo le giuste precauzioni per preservare la sicurezza di un’intera popolazione. Inoltre ci tengo a ringraziare pubblicamente quanti stanno “combattendo” in prima linea per far sì che si venga fuori al più presto da questa emergenza. Sono certo che a breve tutto sarà finito e torneremo a condurre una vita normale e a giocare a calcio sostenendo il nostro Crotone, ma, prima di allora, impegniamoci tutti insieme in questa sfida! #IoRestoaCasa».

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}