LE PAGELLE│Messias e Barberis direttori d'orchestra, Simy e Crociata finalizzatori spietati: il Crotone di Stroppa contro l'Entella In evidenza

Scritto da  Antonio Carella
Pubblicato in Stadio
Sabato, 05 Ottobre 2019 19:00

Crotone (3-5-2):

Cordaz, 6 per tutta l’arco della partita è stato inoperoso. Nulla da fare sul gol subito!

Golemic, 6,5 sulla sua fascia non ce n’è per nessuno!

Marrone, 6,5 un centrale di tutto rispetto, non una imperfezione.

Gigliotti, 6,5 continua il suo momento felice, ha completamento annullato l’avversario di turno.

Molina, 6,5 un moto perpetuo: ha fornito palloni su palloni mettendo in grossa difficoltà la difesa avversaria.

Benali, 7 una visione di gioco di eccellente fattura, i suoi lanci hanno permesso agli attaccanti crotoniati di portare a termine una vittoria meritata.

Barberis, 7 è il cardine principale del centrocampo, la cerniera fra attacco e difesa, preziosi i suoi lanci che hanno determinato la fase migliore di gioco divertendo il pubblico.

Crociata 6,5 (Zanellato 6), partenza sotto tono, ma poi in crescendo la sua prestazione fino ad arrivare a una splendida segnatura.

Mazzotta, 6 un po’ lento nel raccordo con i compagni di linea ha raggiunto con difficoltà la sufficienza.

Messias 6,5 (Vido 6), Il solito fantasista che ti permette di tenere alta la squadra. Nelle sue favolose giocate, più volte, ha tentato la via della rete, ma con scarsa fortuna. Da evidenziare che ha colpito un palo sulla destra del portiere ormai battuto.

Simy 7 (Lopez 6) non è un gran giocoliere, ma è l’uomo che ha il fiuto del gol: una caratteristica importante per un bomber ed è quello che lui sa fare meglio.

All. Stroppa 7 ha indovinato tutto il suo schema tecnico-tattico, continua ad ottenere il successo voluto. Inoltre tiene in debita considerazione tutti i suoi ragazzi.

Virtus Entella (4-3-1-2):

Contini, 6 un gran da fare per l’estremo difensore. Tante parate, ma nulla ha potuto fare contro un Crotone in grande spolvero.

Sernicola, 6 buone le sue incursioni ma non hanno trovato giusta dimensione nelle manovre dei suoi compagni.

Pellizzer, 5,5 forse poteva fare di più per tenere palla e far respirare la difesa, spesso è finito nelle trappole tese dai crotonesi.

Chiosa, 5,5 si è dato da fare, ma senza risultato: troppo incisivo e determinato il centrocampo crotoniate.

Poli 5,5 (Bonini s.v.), anche lui come gli altri ha subito lo stesso trattamento dei suo compagni di linea spesso superato dai traversoni rossoblù.

Eramo 5 (Sala5 ), il suo calo ha spianato la strada alla sconfitta, infatti viene sostituito da Sala, ma nulla è cambiato.

Paolucci, 5 poco attivo nelle fase di ripartenza e di difesa.

Nizzetto, 5,5 un correre continua ma senza costrutto.

Schenetti, 6 ha fatto quello che poteva fare in raccordo con i compagni di linea ma oggi proprio non era giornata per i biancocelsti.

Mancosu, 6 (Morra s.v.), un elemento dalle nobili doti oggi nulla ha potuto fare di fronte ad un muro insuperabile qual è stata la difesa pitagoria.

De Luca, 6 autore di un gol approfittando da un momento di rilassamento del Crotone.

All. Boscaglia 5,5 arrabbiato con i suoi ragazzi sin dal primo momento per i loro banali sbagli, è finito per innervosirsi subendo l’espulsione dal campo.

Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara 6

Letto 573 volte Ultima modifica il Sabato, 05 Ottobre 2019 19:27

Articoli correlati (da tag)

  • SERIE BKT│Possibile ripresa del campionato il 9-10 maggio: Uefa rinvia al 2021 l'Europeo

    Serie BKT│Il fermo del campionato va oltre il tre di aprile. Possibile avvio il 9/10 maggio. Unica certezza al momento è il perdurare dello stop agli allenamenti di tutte le squadre per altre due settimane. Rinviato al 2021 l’Europeo per Nazioni.

  • Serie Bkt, tre opzioni al vaglio del consiglio federale convocato per il prossimo 23 marzo

    È iniziato il toto-pareri su ciò che potrebbe accadere in caso di fermo totale della stagione agonistica in corso, sia per quanto riguarda l’assegnazione dei titoli alle squadre di Serie A, sia per quelle prime nelle diverse classifiche minori.

  • Fc Crotone, sospese le sedute d'allenamento: «Ripresa dipendera' dall'evolversi dell'emergenza»

    "Il Football club Crotone, come gesto di responsabilita' verso i tesserati e tutti i propri collaboratori in questo particolare momento in cui e' assoluta priorita' la salvaguardia della salute, comunica di aver annullato le sedute di allenamento a partire da oggi".

  • Ore difficili per i campionati: domani il Consiglio federale, dal Coni stop fino al 3 aprile

    Crotone promosso in serie A insieme al Benevento per il blocco dei campionati? È solo un pensiero di distrazione in queste ore difficili ma che potrebbe clamorosamente essere una delle soluzioni possibili nei prossimi giorni qualora la situazione venisse a precipitare.

  • Il Crotone vola in seconda posizione: rossoblu' vittoriosi in casa del Venezia

    Serie BKT 28esima giornata│Crotone nuovamente vicecapolista dopo il successo di Venezia e la sconfitta del Frosinone in casa contro la Cremonese.

    Tabellino.

    Venezia                1

    Crotone               3

    Marcatori: Benali 12°, Marrone 35°, Benali 48°, Caligara 82°

    Venezia (4-3-1-2): Pomini, A. Fiordaliso, Molinaro, Casale, Maleh, Marino (Caligara), Fiordalino, Firenze, Aramu, Longo (Senesi), Capello (Capello).

    All. Dionisi

    Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Marrone, Golemic, Gerbo (Mustacchio), Barberis, Benali (Gomelt), Crociata, Molina, Messias, Simy. All. Atroppa

    Arbitro: Marco Serra di Torino

    Assistenti: Lanotte – Berti

    Quarto giudice a bordo campo: Alberto Santoro di Messina

    Ammoniti: Gerbo, Casale, Mustacchio

    Angoli: 5 a 5

    Recupero: 5 minuti

    La partita. Buon Crotone nella prima parte dell’incontro con prolungato possesso palla nella propria metà campo, triangolazioni e affondi da parte dei pitagorici quando si trovavano nella metà campo avversaria. Grazie a questa impostazione, Benali si fa trovare ben piazzato nell’area avversaria per mettere dentro il pallone al dodicesimo minuto. L’assist per il gol dalla fascia sinistra è di Molina. Sesto gol del pitagorico e dodicesimo incontro consecutivo durante il quale il Crotone mette dentro il pallone. Ventiseiesimo minuto, Molina non riesce a segnare da dentro l’area dopo aver evitato Pomini. Raddoppio degli uomini di Stroppa al minuto trentacinque con Marrone (terzo gol stagionale) a seguito a di una punizione battuta da Barberis e continuata da Benali. Si guadagna un buon voto anche Cordaz al quarantacinquesimo minuto per aver deviato in angolo un difficile pallone calciato da Capello. Messias in sostituzione di Armenteros (ammonito e con diffida salterà la prossima partita) ha deliziato con alcune giocate gli spettatori televisivi. Golemic, Marrone, Curado, ottimi guardiani davanti a Cordaz. Venezia con sole e ombre ma per certamente più in ragione della buona prestazione dei pitagorici. L’ex Firenze ha avuto poco spazio sulla fascia destra per il buon controllo di Molina, in prima battuta, e di Golemic, nei pressi dell’area di rigore. Appena dopo tre minuti, il centrocampista Benali con un perfetto tiro da fuori area manda il pallone all’incrocio dei pali alla sinistra di Pomini che nulla può per evitare il gol. Settimo gol stagionale del pitagorico. La sostituzione operata dal tecnico Dionisi dell’attaccante Capello con Zigoni (attaccante) non ha sortito l’effetto sperato. Tutto facile per gli Squali che pensano a controllare qualche timida azione offensiva dei locali senza, però, rinunciare ad offendere alla ricerca del quarto gol. La sostituzione dell’esterno Gerbo (ammonito) con Mustacchio ordinaria staffetta da più giornate. Spazio anche per Gomelt al posto di Benali, e di Jankovic in sostituzione di Crociata. Sul triplo svantaggio Dionisi manda in campo il centrocampista Caligara per rilevare il difensore Marino. Anche in questo caso è sempre il Crotone a fare gioco e creare occasioni da gol. La rete del Venezia arriva proprio per merito di Caligara al minuto ottantadue con un perfetto tiro da fuori area che non lascia scampo a Cordaz. L’1 a 3 rinvigorisce i locali che si affacciano più sovente nei dell’area pitagorica, ma ormai il risultato è segnato ed il Crotone si porta a casa un altro prezioso successo in chiave promozione.

    Il commento. L’elemento dominante delle ultime partite è, anche e soprattutto, l’assenza dei tifosi all’interno degli stadi. Negli annali del calcio è capitato in occasione di qualche incontro chiudere alcuni settori, o l’intero stadio per punire l’intemperanza dei tifosi, ma giocare più turni e di seguito senza la presenza del pubblico, come sta avvenendo in questo periodo, era inimmaginabile. La colpa è del Coronavirus che non ammette la vicinanza tra soggetti contagiati e sani per evitare il dilagarsi dell’epidemia. Quindi tutti a casa davanti il Tv per assistere alla partita che interessa. Sarà così fino al tre di aprile, salvo il prolungarsi del divieto. Il Crotone aveva già sperimentato in quel di Chiavari contro l’Entella il dover giocare a porte chiuse e non è stato un bel vedere. Contro il Venezia sul terreno dello stadio “Luigi Penzo” un altro incontro senza pubblico che non ha condizionato la prestazione dei protagonisti, stando a ciò che si è visto sul terreno. «Contro il Venezia si mette fine al trittico di partite ravvicinate e occorre dare continuità ai risultati positivi. Rispettiamo molto il Venezia per il buon calcio che esprime – aveva dichiarato alla vigilia Stroppa – noi, però, dobbiamo mettere in evidenza qualcosa di straordinario come ci impone l’alta classifica». "Consegne" del tecnico rispettate nel corso dell’incontro e contro il Venezia, in zona play-out (un solo punto nelle ultime tre giornate) è arrivato il quarto successo consecutivo (sesto in trasferta dall’inizio della stagione) a conferma dell’alta classifica. La sostituzione di qualche “pedina” nella formazione iniziale era scontata a causa del terzo turno ravvicinato. All’ultimo momento si è aggiunta l’assenza di Armenteros rimasto in albergo per una gastroenterite. Al suo posto Messias in coppia con Simy in attacco. Altro cambio, ma per motivo tecnico, Gerbo fin dall’inizio al posto di Mazzotta. Dionisi, tecnico dei veneti, ha dovuto rinunciare per squalifica al difensore Riccardi sostituito da Molinaro. Fuori anche il mediano Lollo per fare posto a Marino. Dentro il centrocampista Firenze (ex Crotone) al posto di Vacca e l’attaccante Capello in sostituzione di Monachello. Sabato prossimo pitagorici all’Ezio Scida contro il Chievo alle ore 18 a porte chiuse. Venezia in quel di Pordenone con la mente alla bassa classifica. Bisogna accumulare più punti possibili nelle prossime immediate giornate. Il coronavirus potrebbe non rallentare l’effetto epidemico e il verificarsi dello stop del campionato potrebbe essere una certezza. La classifica al momento dello stop potrebbe determinare le promozioni; play-off; play-out; retrocessioni.    

     

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}