Nicola saluta la squadra e va via senza parlare. Vrenna chiarisce: «Sono solo entrato nello spogliatoio per spronare la squadra» In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 06 Dicembre 2017 17:39

Davide Nicola, dopo l'ufficializzazione delle sue dimissioni, nel primo pomeriggio si è recato al centro sportivo Antico Borgo per salutare la squadra e lasciare Crotone. Il tecnico non ha rilasciato alcuna dichiarazione alla stampa uscendo dallo spogliatoio. L'incontro con la squadra è durato pochi minuti. Quindi Nicola, insieme all'allenatore in seconda Manuele Cacicia, al preparatore atletico Gabriele Stoppino ed al collaboratore tecnico Rossano Berti ha lasciato la citta'. "Rispetto la decisione del mister, ma non la condivido". Gianni Vrenna, presidente dell'Fc Crotone, commenta cosi' le improvvise dimissioni del tecnico Davide Nicola. Vrenna spiega l'episodio accaduto durante Crotone-Udinese che avrebbe causato le dimissioni di Nicola. "Tra il primo ed il secondo secondo tempo - racconta parlando della sconfitta di lunedi' contro l'Udinese - sono entrato negli spogliatoi per spronare la squadra e lui ha ritenuto che questo mio intervento lo avesse delegittimato. Non e' nel mio stile, non sono mai intervenuto sotto l'aspetto tecnico, ne' su come schierare la squadra. Io ho ritenuto come presidente, che ha il diritto e dovere di intervenire quando le cose non vanno, di andare a dare uno sprone alla squadra. Ne sono testimoni i calciatori: ho detto solo 'tirate fuori gli attributi perche' stiamo perdendo contro una squadra che ha fatto un solo tiro in porta'. Questa mattina ci siamo incontrati con Nicola ed ho cercato di dirgli di ripensarci, ma lui ribadito le sue motivazioni". Il massimo dirigente rossoblu' ha incontrato i giornalisti subito dopo avere parlato con la squadra alla ripresa degli allenamenti. "E' accaduta - dice - una cosa inattesa. Nessuno si aspettava questa decisione, ne' io, ne' la squadra, ne' il direttore. Sono andato a parlare con i calciatori per dire loro di compattarsi e che la Serie A e' fondamentale per noi, ma anche per loro. Non condivido la decisione del mister pur rispettando la sua scelta. Noi accettiamo ed andiamo avanti". La societa', adesso, si sta muovendo in cerca di un nuovo tecnico in vista della trasferta contro il Sassuolo. "Il profilo che fa al caso del Crotone - dice Vrenna - e' un allenatore che porti entusiasmo. Ci prendiamo 24-48 ore di riflessione. E' un momento delicato anche per via delle prossime importanti gare in chiave salvezza. Sceglieremo con calma, insieme a Raffaele (il direttore generale figlio del presidente, ndr) ed al ds Ursino: vedremo il profilo che meglio si addice a questa squadra. Ce la metteremo tutta per avere il nuovo tecnico per la gara con il Sassuolo. Non vogliamo affrettare le cose, vogliamo parlargli e vedere se le sue idee si sposano con quelle del Crotone". "La squadra e' rimasta allibita ma sapra' reagire": a parlare dell'addio di Davide Nicola dalla panchina del Crotone e' stato anche il direttore generale del club calabrese, Raffaele Vrenna. "Una societa' che si rispetti - ha detto - deve confrontarsi con la squadra in momento difficili: abbiamo ripetuto ai calciatori le nostre ragioni e detto loro che c'e' uno staff tecnico che continuera' ad allenare la squadra ed al quale va dato il massimo rispetto. La squadra come noi e' rimasta allibita della decisione che e' avvenuta di punto in bianco, ma sono certo che sapra' risollevarsi subito: sono dei professionisti e sanno cosa fare". Intanto è ufficialmente iniziata l'era post-Nicola. Il Crotone oggi ha sostenuto il primo allenamento senza il tecnico. In vista del match delle 18 di domenica in casa del Sassuolo, la squadra si e' allenata sotto la guida di Macri', Moschella e Trombino e sotto gli occhi della dirigenza al completo con in testa il presidente Gianni Vrenna e il dg Raffaele. L'allenamento e' stato basato su core stability, possessi palla e, per chiudere la sessione, una partita a campo ridotto. Kragl ha iniziato a lavorare col gruppo mentre Izco e Nalini hanno lavorato a parte

 

Letto 2583 volte Ultima modifica il Mercoledì, 06 Dicembre 2017 18:01
Stadio RossoBlu

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909  -  Email: stadio@laprovinciakr.it

Articoli correlati (da tag)

  • Il Crotone ripartira' in casa contro il Chievo. Stroppa: «Iniziare da dove eravamo...»

    Serie BKT│Si riparte il 17 con il recupero della 25esima giornata Ascoli-Cremonese. Il regolare campionato dal 20 giugno (29esima giornata). Il Crotone da oggi (4 giugno) ha iniziato gli allenamenti collettivi a porte chiuse. Novità in assoluto per la serie B le cinque sostituzioni da distribuire in tre momenti della gara.

    In assoluta tranquillità, non avendo giocatori positivi al Coronavirus come accertato dall’esito negativo dopo i tamponi molecolari, gli Squali hanno ripreso ad allenarsi in gruppo a porte chiuse e nel rispetto di tutte le forme di sicurezza del protocollo vigente. Doppia seduta nella struttura del centro sportivo Antico Borgo. Nel corso del doppio allenamento mister Stroppa ha fatto svolgere ai suoi giocatori lavoro tecnico/tattico. 

    Le dieci giornate che mancano al termine della stagione saranno evase anche con tre turni settimanali: (30 giugno, 14 e 28 luglio). La trentottesima giornata (ultima di campionato) in programma il primo di agosto. Inizio play-off 4 agosto; play-out 7 e 14 agosto. Per quanto riguarda la ripartenza del normale campionato dalla 29esima giornata, il Crotone sarà impegnato all’Ezio Scida contro il Chievo (orario e giorno da definire) e sarà una sfida per la diretta promozione ed i play-off. La prima uscita ufficiale a proposito degli allenamenti di gruppo, ha soddisfatto mister Stroppa per aver trovato tutti i giocatori in buone condizioni fisiche. Una condizione che, stando al tecnico, dovrebbe facilitare il totale recupero in previsione del prossimo incontro. Ma per saperne di più dell’attuale situazione, a seguire e attraverso il video, le dichiarazioni di mister Stroppa.

    «L’aspetto mentale di tutti è positivo – ha dichiarato il tecnico – hanno una gran voglia di allenarsi per essere pronti alla ripresa del campionato. Il lavoro settimanale lo svolgeremo al meglio secondo le caratteristiche di ognuno e per quello che dovrà essere il modo di affrontare gli avversari di turno. Riprendere da dove abbiamo lasciato (quattro vittorie consecutive) sarebbe veramente sorprendente. Prima dello stop c’erano tutte le condizioni tecniche/atletiche per un finale di stagione esaltante. Penso che si ripartirà tutti da zero nel senso che arriviamo da un generico lungo stop. Iniziare a giocare senza l’ausilio di partite amichevoli è un fatto nuovo e questo è determinante. Vedremo cosa ci riserverà il campo pensando che si dovrà giocare ogni tre giorni. Il calendario non ci sfavorisce ed in ogni caso farò ruotare tutta la rosa. Le cinque sostituzioni non mi piacciono, anche se il momento è particolare. Non è il calcio che siamo abituati a fare. Strada facendo, fin dalla prima partita con il Chievo dovremo essere pronti e da lì continuare a fare bene. Le partite sono tutte da non sottovalutare, anche quelle con avversari che sulla carta sembrano non dover chiedere più nulla alla classifica».     

     

  • Calcio si riparte! Dal 20 giugno riprende il campionato di Serie A: stessa data probabile per la Bkt

    Calcio: si riparte dopo lo stop prolungato di tre mesi causa il contagio Covid-19. Il 20 giugno ripresa campionato, il 13 giugno le partite di Coppa Italia. Stesse date anche per la serie B. Il pitagorico Rutten rescinde consensualmente il contratto con la società.

  • Serie A pronta a tornare in campo, Serie B in difficolta'. Cuomo ricorda l'esordio al San Paolo

    La serie A pronta a ripartite, il ministro Spadafora ancora cauto sulla data, alcuni presidenti di serie B si dichiarano impossibilitati a rispettare il protocollo imposto alla serie A, ma vogliono che il campionato riprenda. Il giovane difensore pitagorico Cuomo all’attenzione di molte squadre.

  • La Serie A vuole ripartire, il ministro Spadafora frena: domani incontro con la Figc

    Le società di serie A hanno dato il loro “Ok” alla ripresa del campionato, a patto che dal Governo arrivi il via libera. Per “effetto domino” anche la serie B dovrebbe terminere la stagione, ma il ministro Spadafora frena e al Tg2 dichiara: «Al momento non do per certo né la ripresa degli allenamenti il 4 maggio né del campionato».  

  • Vrenna: «Vogliamo conquistare la serie A sul campo, ma niente fretta sulla ripresa del campionato»

    "Il protocollo che vogliono applicare in Serie A, è impossibile poterlo fare in Serie B. Si vuole tornare a giocare a tutti i costi, capisco i danni economici ma dobbiamo stare più sereni. Io tutta questa fretta non ce l'ho". Il presidente del Crotone, Gianni Vrenna, dice la sua, parlando all'Ansa, sul dibattito circa la ripartenza anche del campionato cadetto. Al momento dello stop il Crotone era secondo in classifica alle spalle del Benevento: "Noi vorremmo conquistarci la Serie A sul campo - precisa il patron dei calabresi - ma dico che bisogna iniziare a giocare quando ci saranno zero infetti".

     

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}