Top Ad metalcarpenteria

LE PAGELLE│L'arbitro Tagliavento protagonista in negativo di Crotone-Cagliari, rossoblu' sopra la sufficienza

Pubblicato in Stadio
Domenica, 28 Gennaio 2018 18:40

Crotone (4-3-3): 

Cordaz 6: Il gol lo ha preso al 51’ è anche e soprattutto merito di Cigarini, fino a quel momento il portiere aveva parato tutto. Secondo tempo inoperoso.

Sampirisi 5,5: esce per infortunio, ma fino a quel momento non era andato oltre il compito assegnatogli da Zenga

Faraoni 6: svolge ordinaria amministrazione per demerito degli attaccanti cagliaritani. Ha lanciato palloni giocabili vanificati dai nostri attaccanti.

Ceccherini 6: non è in forma strordinaria (a momenti faceva gol nella sua porta per fortuna che c’è Cordaz). In suo merito, il gol annullato dall’arbitro dopo aver consultato la Var.

Capuano 6: un lavoro oscuro ma utile. Nel secondo tempo si è perso nel caos della partita.

Martella 6,5: gran lavoro il suo, ha dimostrato di essere in forma utilissimo nelle ripartenze e sfiora anche la rete con un bel tiro dalla distanza.

Barberis 5,5: a volte si perde troppo nelle schermaglie di centrocampo, da lui ci si attende quel contributo in più nella fase di costruzione del gioco.

Mandragora 5,5 combatte e si mette al servizio della squadra, a volte impreciso, ma sembra aver ripreso condizione. 

Benali 6,5: insieme a Martella si sono dati un gran da fare, ma la sua prestazione è stata in tono minore rispetto all’esordio col Verona, pur risultando tra i migliori in campo. Ha una visione di gioco molto chiara.

Ricci 6: gran volume e qualità di gioco, ne ha di talento dalla sua, ha solo bisogno di giocare ancora per raggiungere la migliore forma. Dovrebbe evitare qualche dribbling in più.

Trotta 6: si dà un gran da fare, ma è il solito sciupone sotto porta.   

Stoian (s.v.): sostituito da Nalini per infortunio portato in ambulanza in ospedale.

Nalini 5,5: autore di una traversa, ma inconcludente su altre azioni.

Zenga 6: lavora assiduamente per raggiungere il suo schema di gioco. I ragazzi hanno ancora troppo confusione in testa. Hanno una ripartenza lentissima

Cagliari (3-5-2): 

Cragno (s.v.): inattivo abbandona per infortunio.

Rafael 6,5: entrato a partita iniziata, sostituisce degnamente il compagno infortunato anche esaltandosi tra i pali

Pisacane 5,5: ha saputo mantenere a bada l’avversario di turno, su lui pende l’espulsione.

Ceppitelli 6: combattivo fino all’ultimo.

Castan 6: anche lui una sicurezza nella retroguardia cagliaritana.

Faragó 6: ha dato una mano importante ai suoi compagni 

Ionita 6: ha dovuto lavorare per non soccombere nel contenere le incursioni dei pitagorici.

Cigarini 5,5: è sua la rete che regala il pareggio ai sardi, con una splendida punizione. Si perde spesso in dei litigi con gli avversari.

Dossena 5,5: lodevole il suo lavoro a sostegno dei compagni di linea.

Padoin 6: ha corso per tutta l’arco della partita, dimostrando di avere una buna posizione in campo.

Farias 6: un po’ falloso ma tutto sommato ha dato filo da torcere ai pitagorici.

Giannetti 6: bene fino al momento della sua sostituzione con Lykogiannis per ragioni tecniche a causa dell’espulsione di Pisacane.

Lopez 6,5: ha saputo mantenere bene la squadra in campo nonostante avesse un uomo in meno. Specie nel secondo tempo il Cagliari ha saputo controllare le velleità del Crotone.

Tagliavento 5: fa tre volte ricorso alla Var e annulla inspiegabilmente un gol a Ceccherini, dimostrando di non saper tenere la partita in pugno.

 

 

 

 

 

 

 

Zenga sul gol annullato di Ceccherini: «Errore grossolano a questi livelli, possono aver influito decisioni precedenti...»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 28 Gennaio 2018 17:51

Un errore grossolano che "mi fa venire da ridere. E' chiaro che era gol. Non capisco perche' l'assistente alzi la bandierina. L'unica spiegazione che mi viene e' che forse hanno confuso i colori delle maglie". Walter Zenga non ci sta e il gol annullato al Crotone al 92' per fuorigioco dopo la consultazione della Var lo manda su tutte le furie: "Non si puo' commettere un errore del genere - dice a Sky - forse possono aver influito decisioni precedenti", spiega forse riferendosi all'espulsione di Pisacane "che non c'era”. “Vorrei fare i complimenti alla mia squadra – ha sottolineato Zenga – perche' ha giocato una grande partita. Abbiamo creato tante occasioni giocando un buon calcio e facendo divertire i nostri tifosi. Poi pero' gli episodi diventano determinanti e ti chiedi perche' l'arbitro alza la bandierina sul gol di Ceccherini. Noi la partita l'avevamo vinta e il mio rammarico e' pensare che le decisioni precedenti alla rete possano aver influenzato in qualche modo il film della partita - ha infine concluso -. Noi accettiamo l'1-1 e andiamo avanti. Resta comunque il fatto che il Crotone ha giocato una grande gara e che avrebbe meritato di vincere. Io sono sicuro che se continueremo a giocare cosi' le cose andranno per il meglio”.

La Var ferma il Crotone contro il Cagliari: finisce in pareggio allo Scida, con un gol di Ceccherini annullato al 90° da Tagliavento

Pubblicato in Stadio
Domenica, 28 Gennaio 2018 17:11

Serie A 22esima giornata due tiri piazzati determinano il disultato di parità. Al minuto novanta annullato il gol la pitagorico Federico Ceccherini.

Tabellino.

Crotone   1

Cagliari    1

Marcatori: Trotta ( r ) 28°, Cigarini 51°

Crotone (4-3-3): Cordaz, Sampirisi (Faraoni), Capuano, Ceccherini, Martella, Ricci, Barberis (Budimir), Mandragora, Benali, Ricci, Trotta, Stoian (Nalini). All. Zenga

Cagliari (4-4-2): Cragno (Rafael), Pisacane, Ceppitelli, Castan, Farago', Ionita, Cigarini (Andreoli), Dessena, Padoin, Farias, Giannetti (Lykogiannis), . All. Lopez

Arbitro: Paolo Tagliavento di Terni

Coll. Andrea Crispo (Genova) - Valentino Fiorito (Salerno)

Quarto giudice: Luigi Nasca di Bari

Var: Antonio Damato (Barletta) Avar: Fabrizio Posado (Bari)

Ammoniti: Cigarini, Farias, Ricci,

Espulso: 45° Pisacane

Angoli: 8 a 4 per il Crotone

Recupero: 5 e 5 minuti

La partita.

La Var ferma il Crotone annullando un gol di Ceccherini al novantesimo contro il Cagliari. Sul terreno dell'Ezio Scida il Crotone ha sì abbattuto il tabù che lo voleva sempre sconfitto dal Cagliari in serie A, ma non è andato oltre il pareggio e può recriminare. Un punto importante che non consente ai pitagorici di scavalcare i sardi al quintultimo posto. L'incontro alla vigilia non era per nulla facile: si trattava di un altro spareggio salvezza contro una squadra reduce da due sconfitte consecutive. Gli uomini del tecnico Walter Zenga, gli stessi che hanno sconfitto il Verona in trasferta la precedente giornata, non sono stati in grado di dare il colpo di grazie agli avversari rimasti in 10 per molti minuti. Mister Lopez, non potendo schierare Barella e Joao Pedro a centrocampo e Pavoletti in attacco perché  squalificati, così come gli indisponibili Sau e Romagna per motivi fisici, ha optato per Pisacane terzino destro, Dessena centrocampista, Farias e Giannetti in attacco. Schermaglie a centrocampo fino al ventesimo minuto con poco gioco offensivo da parte dei rispettivi attaccanti. La sveglia alle giocate arriva dopo il rigore realizzato da Trotta al ventitreesimo minuto. Il fallo in area era stato commesso da Farago' su Nalini entrato al dodicesimo minuto in sostituzione di Stoian infortunato. Var in azione, dunque, già nel primo tempo per il fallo di Pisacane su Nalini in area di rigore. L'arbitro Tagliavento ha concesso il rigore al 27' ai rossoblù. Da questo minuto in poi è un buon Crotone che mette spesso in difficoltà la retroguardia avversaria. È Martella a mettersi in evidenza sulla fascia sinistra come difensore e fluidificante. Cordaz compie la parata della domenica al minuto trentaseiesimo per evitare l'autorete. Crotone sempre padrone delle giocate con Benali a sinistra e Ricci a destra. I due pitagorici forniscono palloni invitanti in area di rigore per Trotta e Nalini che non riescono sfruttarli. Arriva anche la traversa del Crotone per merito di Nalini al minuto quarantaquattresimo. In mezzo a tutto questo, molto nervosismo da parte dei sardi tant'è che, al minuto quarantacinque, viene espulso direttamente Pisacane per fallo su Ricci. Tagliavento aveva consultato la Var per confermare l'espulsione. In dieci uomini al minuto cinquantuno il Cagliari pareggia con Cigarini su calcio di punizione dal limite. Primi sette minuti della ripresa trascorrono con il Crotone che effettua il tiro al bersaglio senza però riuscire a mettere dentro il pallone. L'uomo in meno costringe mister Lopez a togliere l'attaccante Giannetti per fare posto al difensore Lykoviannis. La sostituzione le dà ragione considerandole poche giocate pericolose dei pitagorici. Crotone a trazione anteriore con l'ingresso dell'attaccante Budimir al posto del  centrocampista Barberis alquanto in ombra finché in campo. Poca redditizia anche la prestazione di Benali, da lui si pretende di più. Gli ultimi minuti di gara sono tutti per i pitagorici e, al 45', sugli sviluppi di un calcio di punizione, Ceccherini di testa spedisce il pallone in rete per il 2-1 dei calabresi, ma Tagliavento dopo aver consultato il Var annulla la rete chiudendo di fatto la gara sull'1-1. Il pareggio è pur sempre un risultato positivo ma per il Crotone occorrono le vittorie casalinghe per risalire la classifica. Sabato prossimo in quel di Milano contro l'Inter sarà  ancora più dura per conquistare punti salvezza.

Il Crotone ricordera' in campo contro il Cagliari Giuseppe Parretta, il giovane diciottenne ucciso lo scorso 13 gennaio

Pubblicato in Stadio
Sabato, 27 Gennaio 2018 18:35

Una patch sulla maglia rossoblu' per ricordare Giuseppe Parretta. In questo modo l'Fc Crotone ricordera' il diciottenne ucciso il 13 gennaio scorso nel centro storico di Crotone. Domani, in occasione della partita del campionato di Serie A contro il Cagliari, i calciatori del Crotone vestiranno una maglia con una speciale patch "#CiaoGiuseppe" per ricordare il ragazzo. L'iniziativa e' stata voluta dal direttore generale della societa', Raffaele Vrenna, che, rimasto colpito come tutta la citta' dall'omicidio, ha voluto rendere onore nel massimo campionato di calcio al giovane crotonese. In una nota la societa' ha sottolineato che il direttore
generale Vrenna "aveva conosciuto di persona Giuseppe, restando colpito dalla gentilezza e dallo spessore del ragazzo". L'iniziativa e' stata subito fatta propria dal presidente, Gianni Vrenna, e dalla societa' rossoblu'. Gia' in occasione del lutto cittadino la squadra del Crotone aveva sospeso gli allenamenti per ricordare Giuseppe Parretta.

Il Crotone cerca il sorpasso in classifica contro il Cagliari, Zenga: «Non e' gara facile, ma mi aspetto il meglio dai miei»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 26 Gennaio 2018 18:43

Serie A 22esima giornata │ Crotone-Cagliari stadio Ezio Scida domenica 28 gennaio ore 15. Gli ex di turno saranno il difensore pitagorico Capuano. Ospiti senza gli squalificati Barella e Pavoletti. Nell’attesa dell’arrivo del centrocampista offensivo Nicolò Zanellato, proprietà Milan, la trattativa dovrebbe chiudersi ad inizio della prossima settimana, al centro sportivo l’Antico Borgo continua la preparazione dei pitagorici in vista della prossima impegnativa sfida contro il Cagliari. L’incontro sarà diretto da Paolo Tagliavento della sezione di Terni. Collaboratori di linea Andrea Crispo di Genova e Valentino Fiorito di Salerno. Quarto giudice sarà Luigi Nasca di Bari, addetti Var e Avar rispettivamente Antonio Damato di Barletta e Fabrizio Posado di Bari.  Crotone dunque di nuovo in casa a distanza di un mese dall’ultimo incontro (29 dicembre 2017) per ospitare il Cagliari in un altro difficile spareggio salvezza. La vittoria conquistata dai pitagorici in trasferta a spese del Verona, con l’utilizzo dei nuovi arrivati, ha rappresentato il nuovo volto della squadra. Di sicuro la prestazione di una sola partita non consente di pronosticare il finale di stagione, al momento però è un Crotone capace di conquistare il risultato positivo contro chiunque avendo trovato il giusto assetto in ogni reparto. La conferma del nuovo corso dovrà arrivare domenica prossima contro il Cagliari reduce da due consecutive sconfitte casalinghe. Batterlo significherebbe scavalcarlo al quintultimo posto e guardare con più fiducia al prosieguo della stagione. La probabile formazione che affronterà i sardi non dovrebbe subire variazioni rispetto alla precedente. L’unica novità potrebbe interessare il reparto difensivo con l’esclusione del centrale Capuano e l’impiego di Ajeti che è tornato in perfette condizioni fisiche. In buone condizioni anche l’esterno Nalini ma che difficilmente sarà utilizzato fin dall’inizio essendo assente dai terreni da diverse giornate, esattamente dalla partita interna contro l’Udinese. Altre incognite non dovrebbero essercene, al netto della strategia del tecnico pitagorico che è solito alle sorprese dell’ultima ora per non dare alcun vantaggio agli avversari. Pertanto un Crotone con Cordaz tra i pali, Sampirisi terzino destro, Ajete e Ceccherini difensori centrali, Martella terzino sinistro. Centrocampo con la conferma del trio Barberis, Mandragora, Benali. Conferma anche per il trio d’attacco che sarà composto da Ricci a destra, Trotta centrale, Stoian a sinistra. Mister Lopez non potrà schierare il centrocampista Barella e l’attaccante Pavoletti entrambi squalificati. E per lo stesso motivo non avrà disponibile il centrocampista Joao Pedro fermo da più giornate. Al posto dei primi due saranno schierati Dessena centrocampista interno e Giannetti punta al fianco di Sau se quest’ ultimo sarà a posto fisicamente. Non dovesse farcela il sostituto più naturale sarà Farias. Diego Lopez ha però potuto riaccogliere in gruppo Marco Sau, messo ko domenica scorsa dopo appena un quarto d'ora di gioco nel corso della sfida contro il Milan. L'altra buona notizia della
giornata e' l'arrivo del transfer di Lykogiannis che ha potuto cosi' completare il suo iter burocratico ed e' stato tesserato. Sul prossimo incontro mister Zenga Ha affermato: «Il Cagliari ha sempre vinto contro il Crotone in serie A e quindi basta questa precisazione per dire che domenica prossima ci aspetta un difficile incontro. Sono sempre convinto – ha detto Zenga – che di fronte alle difficoltà i giocatori tirano fuori il loro meglio. Doti che, accompagnate alla buona preparazione nel corso della settimana, sono essenziali per affrontare meglio gli avversari. Poi ci sono anche gli episodi, fortunati e non, che contribuiscono a determinare il risultato. Però la fortuna va da chi la cerca e non da chi l’aspetta, mettendo in essere una buona prestazione durante la partita e nel corso della stagione». Per quanto riguarda la probabile formazione mister Zenga ha proseguito: «Non la dico mai in anticipo per rispetto ai miei giocatori che sanno chi di loro gioca solo poche ore prima dell’incontro. Ma solo per questo. Tenerla riservata per non farla conoscere agli avversari è inutile. Ogni tecnico sa come gioca l’avversario di turno e quali giocatori ha in organico e prepara l’incontro». Di fronte l’alternarsi di risultati positivi o negativi, il tecnico pitagorico ha detto: «Non bisogna esaltarsi in caso di vittoria e deprimersi di fronte alla sconfitta. Ma focalizzare cosa deve ancora migliorare il gruppo pensando al prossimo incontro». Poi la nota sul calciomercato da parte di Zenga: «Ho chiesto alla società giocatori utili al nostro modulo di gioco (4-3-3) e ciò è avvenuto. Un grazie alla società anche per com'è vissuto il nostro rapporto, un continuo contatto diretto con il presidente Gianni Vrenna e il direttore sportivo Giuseppe Ursino che ti fa sentire in una famiglia e ti consente di lavorare bene». Mario Sampirisi (difensore): «Il Cagliari è una grossa squadra con ottimi giocatori. Indipendentemente dal posto che occupano in classifica. Contro il Cagliari sarà ancora peggio che a Verona. Noi dobbiamo disputare il nostro incontro così come sappiamo fare per conquistare altri tre importantissimi punti. Contro il Cagliari non dobbiamo commettere l’errore di vincere fin da subito giacché ci troviamo di fronte ad un avversario che intende uscire imbattuto dallo Scida per non farsi scavalcare in classifica».      

 

Burdimir: «Siamo carichi e concentrati per la gara contro il Cagliari, vogliamo dare continuita' ai nostri risultati»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 25 Gennaio 2018 19:31

Seduta pomeridiana allo "Scida" per il Crotone, che domenica ospitera' il Cagliari nella terza giornata di ritorno. Zenga ha diviso il gruppo in due: possessi palla, corsa e tiri in porta per chi e' stato schierato titolare al Bentegodi; partitella di allenamento contro il Cutro, squadra che milita nel campionato di Eccellenza, per il resto della rosa. Otto le marcature dei rossoblu': triplette per Budimir e Crociata, un gol a testa per Nalini e Rohden. Per domani e' in programma un allenamento mattutino al centro sportivo. Prima della seduta, consueta conferenza stampa pre partita. "Siamo carichi e concentrati per la gara contro il Cagliari, abbiamo ottenuto 3 punti importanti contro il Verona e vogliamo dare continuita' ai nostri risultati", le parole di Marcello Trotta al canale tematico del club.

 

Serie A terza giornata │ Il Crotone stecca la prima trasferta contro un Cagliari modesto: ai sardi basta una rete di Sau

Pubblicato in Stadio
Domenica, 10 Settembre 2017 17:00

Il Cagliari festeggia l'esordio nel nuovo stadio battendo il Crotone 1-0.  I primi punti del campionato arrivano con un gol di un sardo doc nella nuova Sardegna Arena. Il gol arriva al minuto 33 del primo tempo: verticalizzazione improvvisa di Joao Pedro, il Crotone sbaglia il fuorigioco e Sau, solissimo, insacca su uscita di Cordaz.

Tabellino.

Cagliari    1

Crotone  0

Reti: nel pt 33' Sau. 

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 6; Padoin 6.5, Andreolli 6, 
Pisacane 6.5. Capuano 6; Dessena 6 (13' st Ionita 6), Cigarini 
6, Barella 7; Joao Pedro 6.5 (25' st Farago' 6); Sau 7 (31' st 
Farias 6), Pavoletti 6. ( 26 Crosta, 29 Daga, 23 Ceppitelli, 13 
Romagna, 12 Miangue, 30 Deiola, 7 Cossu, 9 Giannetti). All. 
Rastelli 6.5. 
CROTONE (4-4-2): Cordaz 6.5; Sampirisi 6, Ceccherini 5.5, 
Cabrera 5.5, Martella 5.5; Rohden 5 (20' st Kragl 5.5), Barberis 
5.5 Mandragora 6, Stoian 5.5 (32' st Crociata 5.5); Trotta 5 
(14' st Tumminello 5.5), Budimir 5.5. (3 Festa, 78 Viscovo, 34 
Simic, 14 Suljic, 20 Pavlovic, 37 Faraoni, 99 Simy). All. Nicola 5.5. 
Arbitro: Doveri di Roma 6. 
Angoli: 6-4 per il Cagliari. 
Recupero: 1' e 5'. 
Ammoniti: Cigarini, Padoin, Ceccherini per gioco scorretto. 
Spettatori: 16.500.

Il commento.

Amaro debutto del Crotone nella prima trasferta stagionale in quel di Cagliari. La festa dei quasi tredicimila spettatori accorsi alla Sardegna arena per il ritorno a casa della loro squadra e la voglia di conquistare i primi punti sono risultati essere un valore aggiunto in favore dei locali. A dare una mano ai sardi affinché la festa non venisse rovinata ci ha pensato un mediocre Crotone. Indisponibili Ajeti, Izco, Nalini, Tonev, mister Nicola ha schierato fin dall’inizio i nove/undicesimi dell’ultimo incontro casalingo contro il Verona. Le novità hanno riguardato il ritorno di Ceccherini (fine squalifica) difensore centrale al fianco di Cabrera, Rohden esterno destro in sostituzione di Ajeti. Cagliari senza Ionita e Farias al cui posto mister Rastelli ha inserito rispettivamente Dessena centrocampista esterno, Pavoletti, neo acquisto, ultimo attaccante affiancato da Sau. Dietro le due punte Joao Pedro sostenuto sulla linea mediana da Dessena, Cigarini, Barella. Difesa a quattro con Padoin a destra, Capuano a sinistra, Andreoli e Pisacane difensori centrali. Modulo a rombo predisposto dal tecnico locale Rastelli che ha sortito l’effetto sperato. È il Crotone con Rohden ad effettuare il primo tiro in porta di una certa pericolosità dopo otto minuti. Giocate al piccolo trotto degli opposti schieramenti che non creano pericolosità ai portieri. L’unica azione di rilievo al ventiquattresimo minuto con Pavoletti che di testa obbliga Cordaz a compiere il miracolo per non capitolare. Poco Crotone in campo in fase offensiva e distratto nella retroguardia. Mandragora a centrocampo e Stoian sulla fascia sinistra ancora in clima precampionato. I due giocatori per tutto il primo tempo completamente assenti dal collettivo. La capitolazione di Cordaz arriva al minuto 33°. È Sau (foto) che mette dentro il suo primo gol stagionale sfruttando un’azione di contropiede. Per l’occasione la difesa pitagorica non ha saputo coprire gli spazi. Il Cagliari detta i tempi delle giocate senza strafare grazie ad un Crotone lento, poco preciso negli appoggi in area avversaria. Trotta e Budimir non hanno mai effettuato alcun tiro di una certa pericolosità nei primi quarantasei minuti. Non cambia il ritmo delle giocate degli uomini di mister Nicola nella ripresa. Poco propositivo sulle fasce basse con Martella e Sampirisi mai pericolosi negli affondi. Stoian sullo stesso livello del primo tempo (la sostituzione con Crociata sarebbe stato il caso di effettuarla prima) e Rohden non all’altezza del suo solito rendimento. L’ingresso in campo di Tumminello al posto di Trotta in attacco e successivamente quello di Kragl per Rohden non hanno cambiato il volto al rendimento dei pitagorici. Nel Cagliari fuori Dessena e Joao Pedro per fare posto rispettivamente a Ionita e Faragò. Altro cambio per il Cagliari fuori l’autore del gol, dentro Farias. In complesso una partita sotto la sufficienza decisa da un gol evitabilissimo da parte del Crotone se avesse controllato meglio la ripartenza degli avversari. La disponibilità di Ajeti, Pavlovic, Nalini, Tonev, cambieranno certamente il volto della squadra. Per il momento il Crotone ha steccato la prima trasferta contro un modesto Cagliari che si porta a casa tre punti con il minimo sforzo.           

Verso il tutto esaurito per la prima volta del Cagliari al "Sardegna arena" contro il Crotone

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 08 Settembre 2017 19:57

Serie A terza giornata Cagliari – Crotone stadio Sardegna Arena domenica 10 settembre ore 15,00. Torna disponibile Ceccherini per fine squalifica, indisponibili Ajeti, Izco, Nalini. Corsa al biglietto per l'esordio del Cagliari domenica contro il Crotone, la "prima" alla Sardegna Arena. I tifosi hanno risposto molto bene: si va verso il tutto esaurito (e' di poco meno di 16.500 la capienza del nuovo impianto): resta ancora qualche tagliando in tribuna centrale, distinti e curva Nord. Il via libera della Lega al nuovo impianto e' arrivato martedi' scorso: solo ieri la squadra ha avuto la possibilita' di provare il nuovo terreno di gioco. Archiviati gli impegni momentanei della Nazionale, si torna a parlare di campionato per evadere la terza giornata. Le ultime operazioni di calciomercato a pochi minuti dalla chiusura cambieranno il volto delle squadre rispetto alle prime due partite. Il tecnico Davide Nicola potrà disporre dei nuovi arrivi per allestire la formazione da opporre al Cagliari sul terreno del “Sardegna Arena”. I difensori Simic e Pavlovic, e l’attaccante Tumminello le novità pitagoriche che scalpitano per il debutto in campionato. Con gli ultimi arrivi non manca la concorrenza per ogni ruolo e questo fa piacere al tecnico perché sa di poter contare su giocatori che durante gli allenamenti s’impegneranno al massimo per scendere in campo fin dall’inizio. La probabile formazione per la prima trasferta stagionale non è facilmente codificabile, mister Nicola non si sbilancia mai a proposito degli undici iniziali. Le maggiori quotazioni dovrebbero essere in possesso di chi ha già nelle gambe i centonovanta minuti delle due precedenti sfide e non accusa problemi fisici: Cordaz tra i pali, Faraoni difensore esterno destro, Cabrera ed il rientrante Ceccherini (ha scontato la giornata di squalifica) difensori centrali, Martella difensore sinistro, Mandragora e Barberis centrocampisti interni, Rohden esterno destro, Budimir  punta centrale. Le incognite riguardano il ruolo di esterno sinistro (Stoian – Gragl) e la seconda punta (Trotta – Simy). La presenza fin dall’inizio dell’attaccante Tumminello, del difensore sinistro Pavlovic e del difensore centrale Simic, potrebbero essere l’asso nella manica di mister Nicola fin dall’inizio o in corso d’opera. Sicuro assente Aristoteles Romero per motivi burocratici da espletare nel suo Paese, Venezuela. Formazione a parte, chi scenderà in campo non avrà vita facile. L’avversario si presenta per la prima volta davanti ai propri tifosi nel nuovo stadio con l’intento di ben figurare e conquistare i primi punti. I dubbi del Cagliari riguardano Van der Wiel e Dessena non a posto fisicamente. Il neo acquisto Pavoletti sarà la punta estrema fin dall’inizio affiancato dall’altro attaccante Sau. Dietro le due punte Joao Pedro con il compito di rifornirli di palloni da mettere dentro. Reparto mediano composto dal trio Ionita, Cigarini, Barella. Difesa a quattro con Padoin, Andreoli, Pisacane, Capuano.  

 

 

Nicola: «Sono soddisfatto del mercato condotto dalla societa', adesso il campo decidera' i titolari»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 08 Settembre 2017 19:37

"Sono soddisfatto del mercato condotto dalla societa', adesso il campo decidera' i titolari". A dirlo il tecnico del Crotone Davide Nicola, nella conferenza stampa svolta alla vigilia della trasferta contro il Cagliari. "Incontriamo una squadra - ha detto Nicola - che ci terra' a fare bene nel suo nuovo stadio. Noi siamo onorati di poter partecipare a questa inaugurazione e vorremmo poterlo fare tornando con un buon risultato". Il tecnico ha parlato soprattutto della nuova squadra che andra' a guidare dopo la chiusura del calciomercato. "Adesso - ha detto - siamo al completo. I nuovi arrivati hanno avuto pochi giorni a disposizione e bisogna dare loro tempo. La pausa di campionato ci ha dato modo di lavorare per migliorare l'integrazione, ma e' anche vero che abbiamo avuto diversi calciatori impegnati con le varie Nazionali. Non e' escluso che qualcuno dei nuovi possa andare in campo o subentrare. Io mandero' in campo i piu' pronti". Nicola si trova a guidare una delle formazioni piu' giovani del campionato, ma questo non lo spaventa: "Ho chiesto loro di sopperire alla mancanza di esperienza con la fame di volersi mettere in mostra e la voglia di migliorare. Il mio lavoro e' portare avanti i calciatori che vogliono emergere. Noi siamo il Crotone e dobbiamo costruirci i calciatori, il progetto e' chiaro da sempre: valorizzare i giovani e rilanciare chi nelle passate stagioni non ha avuto poche possibilita' di mettersi in mostra". Il Crotone dovra' fare a meno ancora di Tonev, Izco e Nalini che stanno recuperando, non ci sara' quasi sicuramente Ajeti che ha giocato due gare con la nazionale albanese ed ha subito un infortunio che lo terra' fuori dalla rosa dei convocati. In difesa rientra Ceccherini.

Probabili formazioni di Cagliari-Crotone. 
Cagliari (4-3-2-1): 28 Cragno, 20 Padoin, 3 Andreolli, 19 Pisacane, 24 Capuano, 21 Ionita, 8 Cigarini, 18 Barella, 10 Joao Pedro, 25 Sau, 30 Pavoletti. (26 Crosta, 13 Romagna, 23 Ceppitelli, 12 Miangue, 16 Farago', 4 Dessena, 27 Deiola, 7 Cossu, 17 Farias, 9 Giannetti, 36 Melchiorri). All.: Rastelli. 
Indisponibili: Rafael, Van der Wiel. 
Crotone (4-4-2): 1 Cordaz; 37 Faraoni, 7 Ceccherini, 44 Cabrera, 87 Martella; 6 Rodhen, 10 Barberis, 38 Mandragora, 5 Stoian; 32 Tumminello, 17 Budimir (5 Festa, 78 Viscovo, 34 Simic, 21 Cuomo, 31 Sampirisi, 20 Pavlovic, 11 Kragl, 89 Crociata, 42 Sulijc, 28 Borello, 29 Trotta, 99 Simy). All.: Nicola. 
Indisponibili: Tonev, Nalini, Izco, Ajeti e Romero. 
Arbitro: Doveri di Roma. 
Quote Snai: 1.65; 3.75; 5.50.

Stoian suona la carica in casa rossoblù per la trasferta di domencia prossima : «A Cagliari per fare punti»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 06 Settembre 2017 18:03

Il Crotone e' tornato ad allenarsi questa mattina in vista del match di domenica pomeriggio a Cagliari nella nuovissima Sardegna Arena. Per gli uomini di Davide Nicola riscaldamento tattico, forza e partite a pressione 5 contro 5: questa settimana ad aggiudicarsi il mini torneo e' stata la squadra formata da Ceccherini, Crociata, Faraoni, Suljic e Trotta con in porta Festa. Hanno lavorato a parte Izco e Nalini mentre hanno partecipato alla seduta i nazionali Mandragora e Tumminello. Assente Ajeti, in campo ieri sera con la sua Albania in casa della Macedonia, che rientrera' a Crotone nelle prossime ore. Per domani e' in programma un'altra seduta al mattino. Al termine dell'allenamento odierno Adrian Stoian e' intervenuto ai microfoni di Fctv. "Abbiamo lavorato tanto e bene la scorsa settimana col mister e il suo staff, approfittando della sosta per le nazionali", dice l'esterno rumeno, l'anno scorso a segno con il Cagliari sia all'andata che al ritorno, anche se le sue reti non sono bastate al Crotone per strappare punti ai sardi: "Personalmente e' andata bene contro il Cagliari avendo segnato 2 reti, ma - ricorda Stoian - purtroppo a livello di squadra no perche' non siamo riusciti a portare via neanche un punto". Un punto invece il Crotone l'ha collezionato in queste prime due partite stagionale, lo 0-0 con il Verona dopo il ko con il Milan. "Contro il Verona, a mio avviso, per cio' che abbiamo dimostrato in campo, meritavamo la vittoria - sostiene -. Contro il Milan ci puo' stare di perdere e poi abbiamo giocato anche in 10 per tutta la gara. Andremo a Cagliari per fare come sempre la nostra gara e cercare di portare a casa punti". 

Pagina 1 di 2

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}