La ''primavera'' del Crotone: una doppietta del solito Simy regala 3 punti d'oro per la salvezza sul campo del Carpi

Pubblicato in Stadio
Sabato, 30 Marzo 2019 17:11

Serie BKT 30esima giornata│Doppietta di Simy, traversa di Pettinari e tre punti pesanti conquistati dai pitagorici contro una delle contendenti per lo scontro salvazza: è questo il bilancio al fischio finale di Carpi-Crotone.

Tabellino.

Carpi         1

Crotone    2

Marcatori: Simy ( R)18°, Simy 63°, Poli 67°

Carpi (4-4-2): Piscitelli, Rolando, Sabbione, Poli, Buongiorno (Arrighini), Concas, Coulibaly, Di Noia (Vitale), Piscitella (Crociata), Mustacchio, Vano. All. Castori   

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Vaisanen, Golemic, Sampirisi, Barberis, Benali, Zanellato (Molina), Firenze (Valietti), Machach (Pettinari), Simy. All. Stroppa

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

Assistenti di linea: Mastrodonato – Bresmes

Quarto giudice: Alessandro Prontera di Bologna

Ammoniti: Firenze, Concas

Espulso: Concas 83°

Angoli: 9 a 4 per il Carpi

Recupero: 1 e 5 minuti

La partita.

L’incontro era alla vigilia di quelli cruciali, da non sbagliare. Perché il risultato finale avrebbe condizionato e non poco il percorso delle due squadre nelle successive sette partite per la salvezza. E così è stato in favore del Crotone. La difficile sfida è terminata a favore dei pitagorici che da stasera possono contare su una classifica più benevola per uscire in maniera definitiva anche dalla zona play-out. Preoccupazione di mister Stroppa aleggiavano alla viglia viste alcune assenze forzate per motivi fisici: indisponibili Milic, Rohden, Spolli, sostituiti da Vaisanen, Sampirisi, Zanellato.

Il Crotone c’è e chiunque entra in campo si porta dietro un solo pensiero: lottare fino al termine della stagione per continuare ad essere una squadra di serie B anche il prossimo campionato. Per il Carpi, ultimo in classifica, dopo il risultato di quest’ultima giornata la retrocessione diretta è più vicina. Il tecnico Castor,i non potendo utilizzare gli squalificati Kresic in difesa e Pasciuti a centrocampo, ha mandato in campo fin dall’inizio una diversa formazione con quattro cambi rispetto a quella che ha visto la compagine sconfitta a Palermo. Dentro Buongiorno e Coulibaly al posto degli squalificati, Concas al posto di Jalenic a centrocampo, Vano in sostituzione di Arrighini nel reparto avanzato. Con una prestazione oltre la sufficienza, gli Squali hanno reso inutili gli sforzi dei locali per evitare l’ultimo preoccupante stop. L’assenza dei “senatori” del Crotone non si è notata. Vaisanen, Curado, Golemic, in difesa; Benali, Barberis, Zanellato a centrocampo hanno fatto bene; gli esterni Sampirisi e Firenze una vera spina per gli avversari. Il duo d’attacco Machac, Simy sempre presenti in fase offensiva, qualche gol sbagliato non altera il loro rendimento. Brutta prestazione collettiva dei locali che, nonostante il gol realizzato da Poli, non ha cambiato il loro rendimento in campo nel corso della partita.

La cronaca: Il Crotone si presenta pericoloso in area avversaria al diciassettesimo minuto con un cross d Firenze per Zanellato che di testa manda alto il pallone. È il Crotone che tiene il boccino delle giocate a centrocampo senza forzare l’andatura e, al diciannovesimo minuto, arriva così il vantaggio. Cross di Sampirisi in area dove Buongiorno tocca il pallone con un braccio ed è rigore. Dagli undici metri batte Simy e realizza il decimo gol stagionale, quarto consecutivo in tre partite. Gioca bene la squadra di mister Stroppa ed al minuto venti Zanellato dopo il cross di Firenze, sbaglia il raddoppio. Nessuna reazione concreta da parte dei locali, la coppia d’attacco Mustacchio, Vano non impensierisce la difesa ospite. Spinge il Crotone con giudizio alla ricerca del raddoppio. L’occasione perché avvenga si presenta al trentatreesimo in seguito a calcio d’angolo ma il pallone colpito colpo di testa da Barberis è allontanato sulla linea. Minuto quarantatre Machach per Benali, salva il portiere Piscitelli deviando il pallone in angolo. Quarantatreesimo gol del Carpi da parte di Mustacchio annullato per fuorigioco. Mister Castori cerca di ridurre le distanze ad inizio ripresa e potenzia la fase offensiva con l’ingresso dell’attaccante Arrighini al posto del difensore Buongiorno. Quarantaseiesimo minuto non concesso un altro netto rigore al Crotone. Tre possibilità di segnare il secondo gol il Crotone se li procura con Benali, Simy, Machach, rispettivamente al minuto cinquantadue, cinquantatre, cinquantasette. Raddoppio che arriva al minuto sessantatre in seguito ad una triangolazione Zanellato, Simy che non sbaglia e si procura l’undicesimo gol stagionale. Spinge il Carpi e dopo due ottimi interventi di Cordaz, Poli accorcia le distanze al minuto sessantasette subito dopo l’ingresso in campo dell’ex Crociata. Dal minuto ottantatre Carpi in dieci per l’espulsione di Concas (fallo su Benali e doppia ammonizione). Finale a favore del Crotone che avrebbe potuto triplicare con Simy prima e con Pettinari al minuto 86 ma è la traversa a respingere il pallone. Allo scadere del tempo Cordaz salva il risultato. La linea giovane ha avuto ragione ancora una volta ed il Crotone ipoteca un ottimo finale di campionato.        

 

Carpi e Crotone si giocano un chance di salvezza: rientrano Sampirisi e Vaisanen, Kargbo affianchera' il bomber Simy

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 28 Marzo 2019 17:42

Serie BKT 30esima giornata│Carpi-Crotone, stadio “Sandro Cabassi”, sabato 30 marzo ore 15. La lista dei pitagorici indisponibili continua ad essere ampia anche per la prossima trasferta. Emiliani senza gli squalificati Pasciuti e Kresic.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Vaisanen, Spolli, Golemic, Sampirisi, Barberis, Rohden, Benali, Firenze, Simy, Kargbo. All. Stroppa

Carpi (4-4-2): Piscitelli; Sabbione, Poli, Vano, Pezzi; Mustacchio, Coulibaly, Vitale, Jelenic; Piscitella; Arrighini. All. Castori  

Arbitro: Davide Ghersini di Genova

Assistenti di linea: Mastrodonato – Bresmes

Quarto giudice: Alessandro Prontera di Bologna

Il pre-partita.

Nonostante Giove Pluvio, in questi giorni, ha deciso di creare qualche problema alla preparazione dei pitagorici con abbondanti precipitazioni, in casa rossoblù si continua a lavorare con intensità pensando al prossimo impegno di Carpi. Mister Stroppa continua a fare i conti con gli indisponibili di lungo corso, l’attaccante Pettinari, con quelli che entrano in campo dopo una lunga convalescenza e abbandonano l’incontro in corso d’opera per il riacutizzarsi dell’infortunio, Nalini, e quelli che ancora non si sono ripresi dagli acciacchi degli ultimi incontri, Milic, Machach, Spolli. Ma ancora mancano due giorni all’incontro e qualche convalescente potrebbe lasciare l’infermeria.

In ogni caso il tecnico pitagorico è sempre riuscito ad allestire la formazione idonea per affrontare l’avversario di turno. Gli ultimi quattro risultati positivi (due vittorie, due pareggi) lo dimostrano. Assenze a parte, la prossima formazione farà registrare di sicuro qualche novità rispetto a quella che ha pareggiato in casa contro il Lecce. Sampirisi e Vaisanen (il pitagorico con la maglia della Finlandia è stato avversario dell’Italia per la qualificazione agli Europei) saranno in campo fin dall’inizio in sostituzione di Tripaldelli e Curado. In attacco, considerata l’indisponibilità di Machach sarà Kargbo ad affiancare il bomber Simy.

Mister Castori in assenza degli squalificati Kresic e Pasciuti porterà in formazione Poli nelle retrovie e Coulibaly nel reparto mediano. Senza alcun dubbio sarà la giornata più difficile per il Crotone a proposito del risultato: gli emiliani da ultimi in classifica e distanti quattro lunghezze dai pitagorici si giocano l’ultima possibilità per guardare più da vicino la zona play-out. Perché possa avvenire ciò, mister Castori sta preparando l’incontro nel ritiro di Carpineti. Il ritorno alla vittoria della sua squadra dopo un’astinenza di tre giornate è quanto chiedono i propri tifosi. Sarà una giornata altrettanto difficile per chi occupa la zona rossa della retrocessione e quella grigia degli spareggi salvezza. Infatti, la trentesima giornata prevede, oltre alla trasferta del Crotone, quella del Padova, Foggia, Venezia e Livorno che dovranno affrontare rispettivamente Cittadella, Brescia, Salernitana, Perugia.

Weekend di sosta per i campionati di Serie A e B: Stroppa rifiata e conta di recuperare pedine importanti

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 21 Marzo 2019 19:58

Serie BKT turno di riposo nel weekend per gli impegni della Nazionale in programma sabato 23 marzo contro la Finlandia. I pitagorici sono però a pieno ritmo e pensano già al prossimo e difficilissimo incontro con il Carpi in trasferta (30 marzo ore 15). Intanto, la sosta non ha cambiato il programma degli allenamenti dei pitagorici.

La settimana lavorativa dopo la partita interna con il Lecce sta procedendo con regolari allenamenti giornalieri. Mai come in questo momento la sosta della serie B arriva nel momento opportuno per il Crotone dovendo recuperare diversi acciaccati. Oltre a Pettinari (il giocatore continua ad allenarsi a parte) al momento sono indisponibili Milic, Nalini, Machach (trauma contusivo e distrattivo alla caviglia), Spolli (distrazione muscolare all’adduttore destro).

Giovedì e venerdì allenamento mattutino e sabato, probabilmente, partita in famiglia con la Primavera del tecnico Moschella. Unica giornata di risposo domenica 24 marzo e poi di nuovo a ritmi sostenuti per la trasferta di Carpi dove il Crotone affronta una diretta concorrente per la salvezza.

Sul terreno del “Sandro Cabassi” mister Stroppa conta di avere la rosa al completo affinché possa schierare nel difficilissimo spareggio salvezza la migliore formazione. Tra i locali non ci saranno, perché squalificati, il centrocampista Pasciuti (fermato per due turni) e il difensore Kresic. Come nelle passate stagioni, anche nell’attuale campionato di serie B non manca la nota dell’illecito sportivo, questa volta ad essere interessato è Lo Spezia a proposito del suo attaccante David Okereke: il giocatore nigeriano risulta essere al centro di un'indagine federale in merito alla regolarità del suo tesseramento.

Il caso: David Okereke sarebbe entrato in Italia minorenne tramite un raggiro dell’articolo 19 della Fifa sul trasferimento di minori messo in atto dalla squadra che lo ha tesserato. Sullo Spezia pendono diversi reclami e potrebbe finire direttamente in Lega Pro. La penalità potrebbe essere di un punto a partita giocate dalla squadra ligure con la presenza in formazione di Okereke.

Contro il Crotone all’Ezio Scida in occasione dell’incontro con lo Spezia, vinto dagli ospiti 0-3, Okereke non ha giocato. L’ultimo incontro vinto dallo Spezia (2-3) in trasferta contro il Benevento non è stato omologato. In quell’occasione Okereke ha segnato, fatto l’assist per il secondo gol e si è procurato un calcio di rigore. Se condanna dovrà esserci nei confronti dello Spezia sarebbe il caso di un pronunciamento da parte della Lega prima che finisca il campionato affinché si eviti di creare il caos della formazione dei gironi in estate in seguito ai tanti reclami da parte delle squadre interessate alla vicenda dello Spezia.     

LE PAGELLE│Rossoblu' con una difesa lenta e un attacco asfittico. Le dichiarazioni di Oddo a fine partita

Pubblicato in Stadio
Domenica, 04 Novembre 2018 19:08

Crotone (4-4-2):

Cordaz 6: già al secondo minuto di gioco deve intervenire per sventare una seria minaccia degli avanti carpigiani. Nulla da fare per la rete subita.

Faraoni, 5,5: tenta delle giocate ma niente da fare peraltro stenta a rientrare nell’insieme del gioco e diventa spesso impreciso.

Vaisanen 5,5: un difensore che si lascia facilmente superare dagli attaccanti avversari.

Sampirisi 5: in difficoltà mentale e fisica non riesce più a dare manforte ad una difesa che fa acqua da tutte le parti.

Martella 5,5: una prestazione di alti e bassi, buoni i suoi lanci, ma difetta nel raccordo con il centrocampo per quanto riguarda le ripartenze.

Molina 6: una rete bellissima che ha portato in vantaggio i pitagorici, ma non conferma la sua prestazione a livello tattico.

Barberis 6: migliora sempre di più nell’interdizione centrale con i compagni, ma da lui ci si aspetta ancora più impegno e concretezza.

Rohden 6: le sue finezze tecniche non corrispondono ad un concreto apporto al risultato finale della partita.

Stoian 6 (dal 33 Spinelli s.v.): il solito tranvai tra attacco e centrocampo, si disperde per la troppo mobilità specie quando diventa infruttuosa.

Budimir 5 (dal 18° s.t. Simy 5): lento e impacciato vanifica tutti gli sforzi fatti per lui. Spesso è disastroso per arrivare rete.

Firenze 5,5 (dal 33 s.t. Curado s.v.): gioca a tratti, barcamenandosi tra il buon e il cattivo gioco. Sicuramente non utile alla causa.

All. Massimo Oddo 6: è troppo presto per capire se è la squadra che non va oppure e da trovare il modulo giusto. 

CARPI (4-4-1-1):

Colombi 6: per nulla impegnato nonostante le occasioni per i pitagorici non siano mancate.

Pachonik 6: troppo facile per lui addomesticare gli attaccanti avversari, buon dialogo fra lui e il resto della squadra.

Sabbione 6: molto falloso su Budimir, comunque è riuscito ad annullarlo.

Poli 5,5: utile alla squadra con una prestazione quasi sufficiente.

Buongiorno 5,5: una posizione così così ma utile al risultato…

Jelenic 6,5: il migliore dei 22 in campo ha fornito ai suoi compagni palloni d’oro che non hanno saputo mettere sfruttare.

Mbaye 6: ottimo dialogo continuo con Jelenic e Pachonik. Combattivo e falloso con sprazzi di tecnica di gusto.

Piscitella 5 (dal 14 s.t. Machach 5): molto dispendioso il suo lavoro, infruttuoso tanto da essere sostituito.

Pasciuti 6: buono di copertura ottimi i suoi cross.

Concas 6 (dal 41° s.t. sostituito Suagher s.v.): ha messo a dura prova l'intera difesa pitagorica risultata lenta ed impacciata nei suoi confronti. Impeccabile nella rete messa a segno.

Arrighini. 5,5: ha avuto più di una occasione per andare a rete ma non ha saputo sfruttare i momenti favorevoli per lui.

All. Fabrizio Castori 7: davvero bravo a impostare la squadra sia per la difesa che per il centrocampo mentre per l’attacco ci ha pensato Concas.

Arbitro Prontera di Bologna 6: con qualche errore di valutazione.

 

La reazione non basta: Crotone pareggia in casa col Carpi, numerose azioni da gol sciupate dai rossublu'

Pubblicato in Stadio
Domenica, 04 Novembre 2018 17:18

Serie BKT 11esima giornata│Un pareggio casalingo per Massimo Oddo nel match del suo debutto sulla panchina del Crotone. I calabresi, infatti, non vanno oltre l'1-1 contro il Carpi nell'11esima giornata di campionato. Gli "squali" si portano in vantaggio al 22 con Molina, ma al 73° arriva il pareggio emiliano con Concas. L'arbitro Prontera di Bologna rovina un finale di partita che stava scivolando nella normalità. La lega dovrebbe tutelare tifosi e società da certi atteggiamenti schizofrenici dei direttori di gara. Carpi "corsaro" strappa un punto.

Tabellino.

Crotone  1

Carpi      1

Marcatori: 22° Molina, 72° Concas

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Vaisanen, Sampirisi, Martella, Molina, Barberis, Rohden, Stoian (Curado), Budimir (Simy), Firenze (Spinelli). All. Oddo

Carpi (3-1-4-2): Colombi, Pachonik, Sabbione, Poli, Buongiorno, Jelenic, Mbaye, Piscitella (Machach), Pasciuti, Concas (Suagher), Arrighini (Mokulu). All. Castori

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna

Ass. Cangiano - Grosso

Quarto giudice: Federico Longo di Pavia

Ammoniti: Vaisanen, Mbaye, Stoian

Espulso Cordaz

Angoli 8 a 3 .per il Crotone

Recupero: 1 e 5 minuti

Spett. tot. 4.879 € 34.878; biglietti 715 € 4.81; abbonati 4.164 rateo € 30.077

La partita.

Le cento partite disputate da Barberis con il Crotone, per l'occasione premiato dal dg Raffaele Vrenna con una targa, la nascita di Hector primo genito di Stoian, il debutto del tecnico Oddo sulla panchina dei pitagorici, tanta roba per un Ezio Scida già in festa prima dell'incontro. Perché la festa del pubblico di casa rimanesse tale anche a fine partita, è mancato l'ultimo tassello: la vittoria. Contro il Carpi, squadra ultima in classifica con solo 5 punti conquistati, il secondo peggiore attacco con 7 gol realizzati e la seconda peggiore difesa con 17 gol subiti, la pratica del ritorno al successo non è stata evasa. Non sono stati incamerati dai pitagorici i tre importanti punti per non rimanere agganciati in classifica. Nel corso dell'incontro, per alcuni errori dfensivi, non sono mancate le solite preoccupazioni in fase difensiva, anche sul risultato di parità. Nell'assieme, però, è stato un Crotone che ha dimostrato di trovarsi a suo agio con il metodo Oddo per gran parte dell'incontro: occorre altro tempo per metabolizzarlo. Non disponibili Nalini, Benali, Marchizza, mister Oddo ha lasciato fuori anche Simy e schierati fin dall'inizio Faraoni e Budimir. Il tecnico ospite Castori non ha schierato l'ex Suagher, Di Noia, Mokulo e per squalifica Pezzi. Le novità hanno riguardato il rientro di Concas, Piscitella, Mbaya, Pasciuti.

«Vogliamo questa vittoria»: sembrava che volessero dire gli squali fin dall'inizio con la disposizione tattica che prevedeva quattro difensori, tre  centrocampisti, tre attaccanti con Budimir punta fissa e, a turno, Rohden o Firenze. Dopo appena due minuti il Crotone potrebbe passare in vantaggio con Budimir se solo avesse concretizzato di testa il traversone fattogli da Martella dalla sinistra all'altezza della bandierina. Ci ha provato poi Firenze al quinto minuto da fuori area a mettere dentro il pallone, purtroppo senza esito positivo. In ripartenza potrebbe arrivare il gol del Carpi se Cordaz non avesse fatto un'ottima parata su Arrighini. Il Crotone si riprende il boccino delle giocate e, al sedicesimo minuto, Martella duetta con Rohden che, in area, si allunga troppo il pallone consentendo a Colombi di farlo proprio. Un minuto dopo è Firenze che da buona posizione calcia il pallone alto dopo averlo ricevuto da Martella. Al ventesimo minuto, annullato un gol al Carpi per fuorigioco. Il vantaggio dei pitagorici si concretizza al ventiduesimo minuto ed è Martella che lo propizia con un cross per Molina che di testa non sbaglia a mettere il pallone dentro (primo gol stagionale del pitagorico). Al ventottesimo, lo stesso giocatore, potrebbe raddoppiare se il portiere non avesse respinto in maniera fortunosa il pallone in calcio d'angolo. Un primo tempo a favore del Crotone per gioco e risultato. Non cambia spartito nella ripresa, è sempre il Crotone a dirigere le giocate, facilitato anche da un Carpi che evidenzia la posizione di classifica. Dal quarantacinque al sessantesimo minuto gli squali avrebbero potuto raddoppiare in tre occasioni con Budimir e Faraoni, ma in ripartenza, al minuto settantadue, è il Carpi che si porta in parità con Concas. Dopo il pareggio il Crotone delle precedenti giornate. Poche idee e gioco assente. La testardaggine di Firenze nel voler concludere sempre a rete, la stanchezza di Stoian, il brutto secondo tempo di Faraoni alla base del pessimo secondo tempo degli squali. La risalita verso la parte alta della classifica ora sta diventando per il Crotone sempre piu difficile. Il Carpi squadra ancora distante dal pensare ad una salvezza tranquilla.

 

 

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}