Top Ad metalcarpenteria

E' gia' tempo di pensare alla trasferta di Pescara per il Crotone: mister Stroppa pronto a dare spazio al turnover

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 24 Settembre 2018 18:35

Serie BKT quinta giornata│Pescara-Crotone martedì 25 settembre stadio Adriatico ore 21. Martella e Sampirisi out per la prossima sfida. Turnover pitagorico per la ravvicinata sfida. I 23 pitagorici convocati da mister Stroppa sono: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Stoian, Nalini, Benali, Faraoni, Crociata, Budimir, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Spinelli, Aristoteles, Latella. Non convocati per motivi fisici il centrocampista Barberis, i difensori Martella, Sampirisi e il portiere Figliuzzi. Per il riscatto da concretizzare contro un forte avversario come il Pescara, sarà un Crotone che dovrà fare i conti con le assenze forzate del difensore centrale Sampirisi (botta all’anca rimediata contro il Verona e non ancora smaltita) e del centrocampista esterno Martella (contrattura muscolare ai flessori della coscia sinistra). Alle assenze forzate potrebbero aggiungersi altri cambi tra l’undici iniziale per motivo di turnover. La quinta giornata si gioca a distanza di tre giorni dalla precedente e questo obbliga il tecnico pitagorico a concedere un turno di riposo a chi non ha recuperato dopo l’incontro di sabato contro il Verona. Nel reparto difensivo, quello più incriminato per la sconfitta subìta nella precedente giornata (la difesa a tre non ha retto all’urto degli attaccanti avversari), dovrebbe tornare Golemic assente dalla prima giornata. Altra novità potrebbe essere il debutto del finlandese Vaisanen ottimo interprete del reparto difensivo a tre. L’assenza di Martella aumenta le possibilità di Stoian per scendere in campo fin dall’inizio. Il giocatore ogni qualvolta è stato impiegato in corso d’opera ha sempre aumentato la qualità delle giocate. Novità anche in attacco dove potrebbe tornare Budimir, al posto di Simy, insieme con Nalini. Un turno di riposo potrebbe scattare per Faraoni rimpiazzato da Molina che verrebbe impiegato al centro del reparto mediano con Rohden a destra e Firenze a sinistra. Nessuna possibilità di lasciare inizialmente fuori Faraoni e Benali che insieme a Stoian andrebbero a formare il trio interno di centrocampo. Se tutto ciò sarà confermato domani sera, l’undici pitagorico che si opporrebbe al Pescara per cancellare la brutta prova di sabato scorso contro il Verona sarebbe: Cordaz, Vaisanen (Cuomo), Golemic, Marchizza,  Rohden, Benali, Molina, Stoian, Firenze, Budimr, Nalini. Arbitro: Luigi Nasca di Bari; assistenti: La Notte-Apromolla; quarto giudice: Federico Dionisi di L’Aquila.

Crotone concentrato sul match casalingo contro il Bologna: tornano disponibili Capuano, Mandragora e Stoian

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 06 Aprile 2018 18:58

Serie A 31esima giornata│Crotone-Bologna stadio “Ezio Scida” domenica 8 aprile ore 15. Capuano, Mandragora e Stoian di nuovo in campo dopo la squalifica. Campionato terminato per Benali (frattura al quinto osso metatarsale piede detro). Ex di turno sarà il portiere Mirante. Nel ritiro di Steccato di Cutro (un tempo località dove il Crotone si allenava l’intera stagione) mister Zenga ed i suoi giocatori stanno mettendo a punto la strategia da adottare in occasione della prossima difficile sfida contro il Bologna. Il terzultimo posto in classifica, le tre sconfitte consecutive, il diminuire degli incontri (otto al termine) costringono il Crotone a conquistare punti. Non è più tempo di esperimenti per scoprire il modulo che più si confà alle caratteristiche dei giocatori. Il diverso modulo (3-5-2) messo in atto contro il Torino si è rivelato inidoneo a giudicare dal risultato. Domenica prossima, indipendentemente da chi scenderà in campo, l’unica parola d’ordine dovrà essere: ermeticità difensiva, ordine a centrocampo, concretezza in attacco. Se queste saranno le carte in tavola nel prossimo incontro, e di quelli che verranno, la salvezza non sarà un traguardo utopistico. Contro i felsinei tornano disponibili per fine squalifica il difensore centrale Capuano, il centrocampista Mandragora, l’attaccante Stoian che di sicuro faranno parte della formazione. Non ci sarà Benali a causa della frattura al quinto osso metatarsale del piede destro subìta la precedente partita. Per il pitagorico il campionato è terminato a Torino al 16esimo minuto. L’infortunio di lungo corso di Benali si aggiunge a quelli di Budimir, Simic, Izco e Nalini. Ciò significa che gli interrogativi per la prossima formazione sono ridottissimi. Ceccherini è tra quelli che scenderanno in campo contro il Bologna, al termine del primo allenamento presso Steccato di Cutro ha dichiarato: “Siamo qui per meglio concentrarci in occasione della prossima partita che per noi ha un particolare significato dopo le precedenti sconfitte. Siamo un gruppo compatto che ha fatto autocritica di come abbiamo giocato contro il Torino. Domenica prossima vogliamo dimostrare che siamo abbastanza arrabbiati per non farci sfuggire la conquista dei tre punti. In questi ultimi due giorni analizzeremo bene come gioca il Bologna, una squadra che sta attraversando un buon momento, per non lasciare nulla al caso”. I rossoblù emiliani arrivano all’Ezio Scida con l’arma in più della salvezza già raggiunta con i trentacinque punti accumulati fino ad ora e questo rappresenta l’uomo in più contro i pitagorici.   

Crotone-Verona: pitagorici senza Ceccherini (squalificato) e Tonev (motivi fisici). Dubbi anche per Rohden e Nalini

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 25 Agosto 2017 19:12

Serie A seconda giornata Crotone-Verona stadio Ezio Scida domenica 27 agosto ore 20.45. Pitagorici senza il difensore Ceccherini (squalificato) e l’attaccante Tonev per morivi fisici. Dubbi anche per Rohden e Nalini. Tra gli ospiti incerta la presenza di Pazzini (disaccordo con il tecnico) e Ferrari.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Faraoni, Cabrera, Sampirisi, Martella, Rohden, Barberis, Mandragora, Stoian, Trotta, Budimir. All. Nicola

Verona (4-3-3): Nicolas, Souprajen, Caceres, Valoti, Heurtaux, Romulo, Zaccagni, Buchel, Bessa, Verde, Cerci. All. Pecchia

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata

Coll. Sergio Ranghetti (Chiari) – Marco Zappatore (Taranto)

Quarto giudice: Antonio Di Martino di Giulianova

Addetti alla VAR: Tagliavento - Forneau

L’ultima volta di Crotone-Verona all’Ezio Scida è stata in occasione della dodicesima giornata del campionato di serie B 2012/2013. Fu un incontro infrasettimanale (martedì 30 ottobre ore 20.45) terminato in parità (3-3). Gli ultimi due gol, uno per parte, realizzati al 90° e 93° rispettivamente dallo scaligero Juanito e dal pitagorico Maiello. Lo scorso campionato Crotone e Verona, neopromosse rispettivamente in serie A e B, furono ancora avversari sul terreno del Bentegodi per evadere il terzo turno di Tim Cup. Ha avuto la meglio (2-1) la squadra veneta. Domenica prossima, le due compagini saranno di nuovo avversari sul terreno dello Scida, ma per la prima volta nella massima serie. Entrambe si portano dietro la sconfitta casalinga subìta nella prima giornata con tre gol al passivo contro Milan e Napoli. Non chiamiamolo scontro da ultimo posto, il campionato è ancora all’inizio ed il Crotone ha molto da recriminare per ciò che è accaduto contro il Milan a proposito dell’espulsione di Ceccherini dopo appena due minuti di gioco. Domenica il difensore non sarà in campo essendo squalificato. Al suo posto potrebbe esserci Sampirisi. Assente, ma per motivi fisici, l’attaccante Tonev e questo lascia spazio alla conferma del duo d’attacco Trotta-Budimir, con qualche chance per Simy. Altre novità non sono da escludere a centrocampo a causa delle non buone condizioni fisiche di Rohden. In ogni caso mancano ancora due giorni all’inizio dell’incontro per un eventuale recupero degli acciaccati. Tra gli ospiti esiste il caso sorto tra Pazzini ed il tecnico Pecchia. Il giocatore contro il Napoli è subentrato in corso d’opera e dopo aver realizzato il rigore ha reagito in modo polemico nei confronti del suo allenatore. Domenica Pazzini dovrebbe partire ancora dalla panchina, se il giocatore accetterà di sedersi. Altri indisponibili tra le fila del Verona Bianchetti, Brosco, Ferrari, Zuculini. Alla vigilia del prossimo incontro con il Verona mister Davide Nicola ha dichiarato: «Domenica non mancheranno le assenze, sono parecchie, ma alla fine riusciremo ad allestire la formazione da mandare in campo contro un avversario di tutto rispetto». Per quanto riguarda il difensore centrale Ajeti, non ancora utilizzato in campionato, il tecnico ha affermato che «si tratta di un giocatore da scoprire, essendo arrivato con una preparazione diversa a causa dell’infortunio». Problemi esistono per l’esterno Nalini per un suo eventuale impiego non essendosi allenato l’intera settimana.

Nicola alla vigilia di Crotone-Milan: «Umiltà, lavoro ed entusiasmo le nostre parole d'ordine per affrontare questa stagione»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 18 Agosto 2017 21:12

Serie A prima giornata Crotone-Milan stadio Ezio Scida sabato 20 agosto ore 20.45. Raggiunta quota 8.000 abbonati.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Cabrera, Martella, Rohden, Izco, Barberis, Stoian, Trotta, Budimir. All. Nicola

Milan (4-3-3): Donnarumma, Conti, Musacchio, Bonucci, Rodriguez, Kessie, Locatelli, Bonaventura, Suso, Andre Silva, Borini. All.Montella

Arbitro: Maurizio Mariani (Aprilia)

Coll. Giacomo Paganessi (Bergamo) - Giorgio Schenone (Savona)

Quarto giudice: Daniele Martinelli (Roma 2)

Addetti alla Var: Marco Di Bello (Brindisi) – Luigi Nasca (Bari)

In casa pitagorica tutto è pronto per partire con il piede giusto e senza alcun timore reverenziale contro una grande del girone, Milan. Le amichevole e la partita di Tim Cup hanno consentito a mister Davide Nicola di sincerarsi dell’effettivo valore tecnico/atletico raggiunto dai suoi uomini per allestire la formazione della difficile sfida. Sul finire della passata stagione (34.esima giornata) un importante punto salvezza è stato conquistato contro i rossoneri del tecnico Vincenzino Montella dopo una buona prestazione. Domenica prossima diversi pitagorici di quell’incontro quali Cordaz, Ceccherini, Martella, Rohden, Barberis, Stoian, Trotta, insieme ai nuovi arrivati Faraoni (difensore destro) Cabrera (difensore centrale), Izco (centrocampista), Budimir (attaccante), potrebbero scendere inizialmente in campo per la prima di campionato. Non solo questi, il tecnico pitagorico potrà contare anche su Tonev, Nalini, Simy, Crociata, Mandragora. Gli undici prescelti dovranno affrontare una formazione già collaudata in Europa League con tre incontri disputati. In formazione ci sono uomini che per tenerli a bada ed evitare che facciano del male occorre sudare da parte di tutti le sette camicie. In sala stampa il tecnico Nicola a proposito della partita con il Milan ha dichiarato: «Umiltà, lavoro ed entusiasmo sono le nostre parole d'ordine per affrontare questa stagione. Ad iniziare dal Milan. Il Crotone ora ha più esperienza della massima serie con qualche giovane che deve crescere. Siamo nella fase iniziale della costruzione di una squadra che sta lavorando con intensità per meglio competere nella categoria – ha dichiarato Nicola – che ha aggiunto: in occasione della prima partita sappiamo chi incontriamo e cosa dobbiamo aspettarci nel corso dei novanta minuti. Il Milan ha investito molto per accaparrarsi determinati giocatori affinché sia competitivo da subito per la conquista dello scudetto». Per quanto riguarda il livello di preparazione raggiunto dal Milan il tecnico pitagorico ha affermato: «La squadra di Montella ha fatto una preparazione diversa dal Crotone dovendo disputare i preliminari di Europa League. La conferma della forza di questa squadra si è notata nella partita che ha disputato contro lo Shkendija. Di fronte ad un simile avversario ho chiesto ai miei giocatori la massima concentrazione in campo. Domenica è un altro campionato, ripartiamo da zero e lo dobbiamo fare con molta umiltà pensando che anche quest’anno possiamo stupire gli altri”. Parlando della probabile formazione mister Nicola come al solito non l’annuncia con largo anticipo. Martella deve recuperare dalla botta ricevuta nell’ultima amichevole, Ajeti ancora non è pronto per un’intera gara, Stoian sta migliorando e potrebbe essere della partita. Altro dubbio per quanto riguarda la formazione, la presenza di Tonev o Trotta al fianco di Budimir. Per quanto riguarda l’organico mister Nicola ha dichiarato: “il Crotone è da completare ma sono fiducioso che ciò venga fatto da parte della società».            

 

 

 

Nicola fa il calcolo dei punti in vista della trasferta di Bergamo: «Le prossime tre partite decisive per il nostro futuro»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 16 Febbraio 2017 19:38

Serie A 25.esima giornata Atalanta - Crotone sabato 18 febbraio ore 18. Ex Konko, se sara' della partita, e mister Gasperini. Dubbi sull'utilizzo di Martella esterno sinistro.

Probabili formazioni:

Atalanta (3-4-1-2): Berisha, Toloi, Caldara, Masiello, Conti, Kessie', Freuler, Spinazzola, Kurtic, Petagna, Gomez. All. Gasperini

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah, Acosty, Barberis, Crisetig, Stoian, Nalini, Falcinelli. All. Nicola

Arbitro: Luca Banti di Livorno

Coll. Costanzo - Mondin

Quarto giudice: Schenone

Add.1 Damato Add.2 Minelli

E' d'obbligo, in occasione della prossima traferta del Crotone in Lombardia, mettere in evidenza la mancanza di collegamenti diretti da e per Crotone. Così come sono stati soppressi I treni a lunga percorrenza, dal primo novembre 2016, anche l'aeroporto Sant'Anna e' stato chiuso ed e' inutile ripetere cosa sta significando questa decisione per l'intera provincia crotonese. Da notizie che di continuo giungono da vari settori istituzionali tutti vogliono ripristinare i voli. Al momento soltanto continui incontri e viaggi a Roma. Non ci sara', quindi, un volo diretto da Crotone che avrebbe consentito alla squadra pitagorica, qualora lo avesse voluto, di recarsi a Bergamo addiritura sabato mattina cosiderando l'inizio partita alle ore 18 della stessa giornata. Ma indipendentemente dalle modalita' del trasporto, l'incontro contro i neroazzurri bergamaschi, dell'ex tecnico Gian Piero Gasperini, si fara' e sara' una tappa importantissima. L'Atalanta, dopo un'inizio di stagione non esaltante (l'inversione di rotta e' avvenuta contro il Crotone nell'incontro d'andata sul neutro di Pescara) e' ora in lotta per l'Europa League, un traguardo che si sta conquistando a suon di vittorie (5  vittorie, 2 pareggi, 1 sconfita, il rendimento delle ultime otto giornate). Il tecnico Davide Nicola nel commento post gara con la Roma e alla vigilia della trasferta ha affermato: «La prossima sfida contro l'Atalanta, e poi a seguire quelle con Cagliari e Sassuolo allo Scida, saranno decisive per il nostro futuro». Ancora una volta scendera' in campo una formazione pitagorica diversa rispetto a quella che ha affrontato la Roma. L'impiego di Stoian esterno sinistro e' scontato, stessa cosa per quanto riguarda il trio difensivo Rosi, Ceccherini, Ferrari, ma non e' certo l'utilizzo del quarto difensore sinistro, il posto se lo contendono Mesbah (il favorito) e Sampirisi, Martella non disponibile per motivi fisici. Qualche interrogativo anche a proposito della scelta tra Capezzi e Barberis da impiegare insieme a Crisetig nel reparto mediano. In attacco la presenza di Falcinelli non e' in discussione (il giocatore dovrebbe essere impiegato un po' meno nella fase di rientro nella propria area), l'incognita riguarda chi lo dovra' affiancare tra Nalini e Trotta. Nella speranza che questulimo, qualora fosse utilizzato, sia piu' altruista e trattenga di meno il pallone tra i piedi quando si trova nell'area avversaria. Mister Gasperini dovra' ancora fare a meno dell'ex Konko e di Migliaccio sottoposti ad un lavoro differenziato. Qualche dubbio sulla conferma di Spinazzoli, ma per sabato dovrebbe farcela. Di fronte a tutto cio' appare scontata la conferma iniziale degli undici neroazzurri che la settimana precedente hanno sconfitto (1-3) il Palermo in trasferta. Il commento di mister Nicola a proposito della prossima sfida: «Incontriamo una squadra forte. Gasperini sta facendo un grosso lavoro. Rispetto all'incontro d'andata noi siamo cresciuti tanto, anche se in quella partita abbiamo gestito bene le giocate con ottimo possesso palla, ma siamo stati puniti in contropiede. Il primo gol l'abbiamo subito dopo due minuti e ci e' stato annullato un gol regolare. Oggi affrontiamo l'Atalanta sapendo che dobbiamo cercare di conquistare i tre punti. Fino al termine del campionato siamo "condannati" a contare i punti che ci separano dalla quartultima e annullarli. Per fare questo dobbiamo osare e mantenere un certo equilibrio in campo come abbiamo sempre fatto, anche se i risultati in alcune occasioni non ci sono stati favorevoli. La nostra espressione di gioco deve prevedere il cambio di modulo degli avversari in corso d'opera e agire di conseguenza. Se lo facciamo saremo in grado di mettere qualsiasi squadra in difficolta'. Il Crotone ha ancora tanti margini di miglioramento nel corso del campionato. I miei giocatori devono essere piu' predisposti nel confronto diretto con l'avversario e svincolarsi per poi puntare verso la porta. Rohden e' ancora in fase di recupero, Martella non si e' allenato tutti i giorni, gli altri sono in perfette condizioni. Ormai l'organico e' definito e non mi dispiace del materiale umano a mia disposizione. Chiunque gioca, inizialmente o nel corso della partita, fa la sua parte. Non e' per noi un problema giocare quattro partite a breve distanza di giorni, i giocatori sono preparati a questo. La difficolta' consiste nel recuperare le energie nel corso degli allenamenti». Parlando di qualche singolo pitagorico Nicola ha affermato: «Tonev ha delle caratteristiche che sono la velocita', crearsi degli spasti per poi effettuare il dribbling nei confronti dell'avversario. Il tutto si deve poi concretizzare in una giocata che deve coinvolgere gli altri, altrimenti rimane un'azione di gioco fine a se stessa e non per l'utilita' del risultato. Il difensore esterno Rosi sa scendere lungo la fascia ma in prossimita' dell'area avversaria deve concludere meglio sia nel tiro a rete, che nel cross. Acosty sta bene e si e' progressivamente inserito nel modulo di gioco che pratichiamo. Gli esterni stanno tutti bene, anche Nalini impiegato nel corso della partita con la Roma ha fatto bene». Chiudendo in conferenza Nicola ha rivolto un pensiero all'Atalanta: «Dobbiamo essere in grado di poter mettere in pratica il 4-4-2 e il 3-4-2-1 anche in fase di non possesso palla. Abbiamo studiato bene i nostri prossimi avversari e nel corso degli allenamenti ci stiamo preparando per affrontarli nel migliore dei modi».     

 

 

 

L'influenza ferma Totti. Nicola deciso ad attuare il turnover: «Il mio Crotone non merita questa classifica»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 11 Febbraio 2017 16:53

Serie A 24.esima giornata Crotone – Roma domenica 12 febbraio ore 12.30 stadio Ezio Scida. Totti non convocato, tra i rossoblù torna disponibile Crisetig per fine squalifica, ancora assente Rohden. Sono 23 i convocati da mister Nicola: Cordaz, Festa, Viscovo, Rosi, Sampirisi, Dussenne, Dos Santos, Ferrari, Ceccherini, Martella, Mesbah, Nalini, Crisetig, Tonev, Capezzi, Suljic, Barberis, Stoian, Acosty, Falcinelli, Kotnik, Trotta, Simeon. Mister Spalletti ha optato per 21 giallorossi: Becket, Lobot, Szczesny, Manolas, Emerson, Mario Rui, Fazio, Vermaelen, Peres, Jesus, Rudiger, De Rossi, Strootman, Grenier, Paredes, Nainggolan, Perotti, Salah, El Shaarawy, Dzeko.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Sampirisi, Mesbah, Crisetig, Barberis, Stoian, Trotta, Falcinelli. All. Nicola

Roma (4-2-3-1): Szczesny, Rudiger, Fazio, Manolas, Emerson, Strootman, De Rossi, Salah, Nainggolan, Perotti, Dzeko. All. Spalletti

Arbitro: Carmine Russo di Nola

Coll. Giacomo Paganesi – Stefano Alassio

Quarto giudice: Filippo Valeriano di Ravenna

Add. 1 Davide Massa – Add.2 Gian Luca Sacchi

La presenza al Festiva di San Remo non ha portato bene al capitano della Roma Francesco Totti. Colpito da un attacco febbrile ha dovuto disertare la trasferta di Crotone. Mister Spalletti contava molto sulla presenza del pezzo pregiato giallorosso per concedere un turno di riposo al goleador Dzeko (19 gol realizzati dall’inizio della stagione). In compenso il tecnico capitolino recupera Perotti e Salah, i due faranno parte degli undici che scenderanno in campo fin dall’inizio. Il pensiero di mister Spalletti è rivolto anche al prossimo incontro di giovedì quando dovrà affrontare il Villarreal nel turno di Europa League. Qualche dubbio a proposito di De Rossi per qualche acciacco rimediato contro la Fiorentina. Per la Roma l’impegno dello Scida riveste notevole importanza: un’eventuale battuta d’arresto contro i pitagorici significherebbe dire addio alla lotta per la conquista dello scudetto. In trasferta la squadra di mister Spalletti non è un fulmine di guerra avendo accumulato cinque sconfitte subiti quattordici gol. Ultima vittoria in trasferta a Udine (0-1) ventesima giornata. Per il Crotone la partita contro la Roma potrebbe essere veramente l’ultima spiaggia per rincorrere la quartultima posizione. Mister Nicola in sala stampa ha dichiarato: «La Roma insieme alla Juve e il Napoli sono le squadre che lottano per lo scudetto. La Roma gioca in maniera differente, Spalletti ha cambiato il modo di stare in campo dei suoi giocatori. I risultati gli danno ragione. Nell’ottica di Spalletti controllare la profondità è una priorità. Il gioco della mia squadra si basa sulle ripartenze e contro la Roma lo dobbiamo fare meglio di come lo abbiamo fatto contro la Juve». Per quanto riguarda i protagonisti pitagorici che inizialmente dovranno scendere in campo, Nicola ha affermato: «Ho a disposizione ancora un giorno per rendermi conto dell’effettivo stato di forma complessivo e poi deciderò. In ogni caso ci sarà un turnover per 2/3 giocatori». I cambi potrebbero interessare Crisetig in sostituzione di Capezzi, Trotta al posto di Tonev. «La mia squadra per come si è sempre espressa avrebbe meritato più punti – ha detto Nicola – se così fosse stato ci giudicherebbero alla pari di quelle che stanno al di sopra di noi in classifica con la stessa possibilità di salvezza. Noi continueremo a mantenere la stessa dignità con tutte le squadre che dovremo affrontare, indipendentemente dalla loro posizione di classifica».         

Nicola a viso aperto contro la Juve: «Tutto può accadere, dovremo sfoderare le nostre armi migliori: aggressività e volocità»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 07 Febbraio 2017 19:18

Serie A recupero18.esima giornata Crotone – Juventus stadio Ezio Scida mercoledì 8 febbraio ore 18. Rossoblù senza Rohden infortunato e Crisetig squalificato. Disponibili peressere impiegati fin dall’inizio Mesbah e Acosty. Ventitré convocati dal tecnico pitagorico Nicola per la sfida contro la Juve: Cordaz, Festa,Viscovo, Rosi, Sampirisi, Claiton, Dussenne, Cuomo, Ferrari, Ceccherini, Martella, Mesbak, Nalini, Tonev, Capezzi, Barberis, Stoian, Acosty, Falcinelli, Kotnik, Trotta, Simeon. Tra i bianconeri annunciati assenze importanti: Chiellini, Marchisio, Lemina, Mandragora. I convocati: Buffon, Neto, Audero, Loria, Benatia, Alex Sandro, Barzagli, Bonucci, Dani Alves, Rugani, Pjanic, Khedira, Mattiello, Asamoah, Rincon, Higuain, Mandzukic, Pjaca, Dybala, Cuadrado. Per quanto riguarda il turnover juventino è certo quello di Benatia per Rugani; Dani Alves sarà schierato a destra insieme a Sturaro in sostituzione di Khedira e Cuadrado.

Le probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Agosty, Capezzi, Barberis, Stoian, Trotta, Falcinelli. All. Nicola

Juventus (4-2-3-1): Buffon, Dani Alves, Rugani, Bonucci, Alex Sandro, Sturaro, Pjanic, Pjaca, Dybala, Mandzukic, Higuain. All. Allegri.

Arbitro: Paolo Valeri (Roma 2)

Coll. Luca Giallatini – Sergio Ranchetti

Quarto giudice: Francesco Carbone di Locri

Add. 1 Marco Guida. Add.2 Marco Di bello

Le dichiarazioni di mister Nicola a proposito della sfida con la Juventus:

La grande Juve ha anche i suoi lati deboli evidenziati nelle quattro partite perse lontano dalle mura amiche, riuscirà il Crotone – abbiamo chiesto a mister Nicola - ad infliggergli la quinta sconfitta stagionale? «Tutto può succedere – ha risposto il tecnico rossoblù –, nessuna squadra inizialmente parte già sconfitta e nessuna squadra ha già la vittoria in tasca. Di sicuro ci stiamo preparando per affrontare bene la capolista con le nostre armi che sono velocità e aggressività. Dovremo fare di tutto e di più in campo. Se loro sono fenomeni, noi dobbiamo essere fenomeni per eliminare la differenza che c’è tra loro e noi. Contro il Palermo non siamo stati quelli visti al cospetto dell’Empoli, sicuramente ha pesato l’assenza di Rohden che non sarà in formazione contro la Juve. Stiamo lavorando per trovare il giusto interprete della zona di Rohden, poi c’è da considerare che gli allenamenti sono sempre più facili delle partite. La risposta la darà il campo. Ecco perché giocano quasi sempre gli stessi. Il turnover della Juve significa sostituire giocatori validi con altrettanti validi e questo non sminuisce il valore dei nostri prossimi avversari. Mister Allegri vuole vincere la quarta partita consecutiva contro il Crotone. Per quanto riguarda la scelta degli uomini da mandare in campo contro la Juve sono quasi obbligato in considerazione dei disponibili. Tonev è assente da tanto tempo ed è da poco che si allena a piene ritmo, Mesbah è in forma ed è probabile un suo utilizzo fin dall’inizio. In ogni caso, quest’incontro per noi è un bonus nel senso che gli altri non giocano ed i punti che riusciamo a conquistare valgono il doppio».   

    

    

Nicola chiede concentrazione: «Testa al Palermo, dopo penseremo a Juventus e Roma». Delusione per Budimir

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Febbraio 2017 18:33

Serie A 23.esima giornata Palermo – Crotone stadio Barbera domenica ore 18. Rosanero senza gli squalificati Goldaniga e Gonzalez. Rossoblù senza Palladino (ceduto al Genoa) e Rohden infortunato.

Probabili formazioni:

Palermo (4-3-3): Posavec, Rispoli, Sunjic, Andelkovic, Pezzella, Bruno, Henrique, Jajalo, Chochev, Nestorovski, Trajkovski. All. Lopez

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Nalini, Barberis, Crisetig, Stoian, Falcinelli, Trotta. All. Nicola

Arbitro: Gian Luigi Rocchi di Firenze

Coll. Gian Luca Vuoto – Alberto Tegoni

Quarto giudice: Valentino Fiorito di Salerno

Add.1 Daniele Doveri - Add.2 Valerio Marini

Dalla Sicilia parte il tour de force del Crotone che avrà tre impegni in sette giorni. Dopo la prossima trasferta in terra sicula, infatti, è in calendario il doppio incontro ravvicinato allo Scida contro la Juventus (mercoledì 8 febbraio ore 18.00) e la Roma (domenica 12 febbraio ore 12.30). «Testa al Palermo, dopo penseremo a Juventus e Roma». Davide Nicola non si fa contagiare dall'euforia che si sente a Crotone dopo la vittoria casalinga con l’Empoli. Contro i rosanero sarà un altro spareggio in chiave salvezza e non potrebbe essere diversamente guardando la classifica dell’una e dell’altra squadra. Solo chi rientrerà negli spogliatoi con i tre punti avrà la possibilità di continuare ad inseguire la quartultima posizione con la speranza di potercela fare. Palermo e Crotone domenica sera si giocano questa possibilità nel momento clou del loro stato di forma: pareggio (1-1) del Palermo in casa del Napoli; vittoria (4-1) del Crotone contro l’Empoli allo Scida. Nessun elemento esterno potrà distogliere l’attenzione dei giocatori dalla partita: il calciomercato è ormai un capitolo chiuso e quindi sarà una vera lotta per non rimanere impantanati in zona retrocessione. Da parte di mister Nicola non è mancato qualche moderata delusione per come si è concluso il mercato del Crotone, in particolare per il mancato arrivo di Budimir. Parlando della prossima partita, il tecnico Lopez (quarto allenatore stagionale del Palermo) non potrà schierare gli squalificati Goldaniga e Gonzalez entrambi difensori centrali. I sostituti più accreditati Sunjic e Andelkovic con gli esterni Rispoli e Pezzella; centrocampo formato dal trio Bruno, Henrique, Jajalo; attracco con Chochev e Trajkovski alle spalle della punta Nestorovski. Squadra che vince e bene non si cambia, mister Nicola è solito farlo. Contro il Palermo, però, mancherà il giocatore più rappresentativo, Raffaele Palladino passato al Genoa, e l’infortunato Rohden. Entrambi potrebbero essere sostituiti da Trotta al fianco di Falcinelli e da Nalini sulla fascia destra. L’inserimento di Trotta potrebbe non fare rimpiangere Palladino, ma perché ciò avvenga l’attaccante dovrà essere più altruista nei confronti dei compagni quando si trovano meglio piazzati nell’area avversaria. Non è da escludere un eventuale inserimento di Simy al fianco di Falcinelli con Trotta esterno. In questo caso rimarrebbe escluso Nalini. Per quanto riguarda il nuovo arrivato, l’esterno Agosty, mister Nicola non lo ritiene ancora pronto per essere inserito in formazione essendo arrivato in rossoblù la settimana scorsa dal Latina. Le dichiarazioni di mister Nicola a proposito del prossimo incontro: “Indipendentemente da come si è concluso il mercato del Crotone, siamo una squadra i cui componenti prima ancora di essere giocatori sono uomini che sanno mantenere fede ai loro impegni. Poi sarà il campo a giudicare se hanno fatto bene. Contro il Palermo è una partita tosta dove dobbiamo cercare di fare punti. Come sempre affermo è la prossima partita quella importante perché nell’immediato hai la possibilità di fare punti. Mister Lopez ha cambiato il modo di giocare della sua squadra contro il Napoli in considerazione della classifica. Ha preferito difendersi di più per coprire tutti gli spazi agli attaccanti avversari. Sarà un Palermo che vorrà aggredirci ma con moderazione per non lasciare a noi troppa libertà di ripartenza. Spetta a miei imbrigliare il gioco del Palermo. La squadra sta lavorando bene e contro l’Empoli si è visto quante azioni da gol sono state create, se manteniamo questo trend in altre partite siamo in grado di fare male a chiunque. Non esaltiamoci troppo, però, per i gol realizzati contro i toscani, altrimenti sembrerebbe che siamo diventato dei geni in occasione di una sola partita. Mi conforta il fatto che abbiamo tirato in porta con più frequenza e da diversa posizione. Molti degli attuali giocatori la prossima stagione saranno richiesti da squadre della massima categoria, Falcinelli è già all’attenzione di grossi club e questo lo sanno anche i tifosi che dagli spalti sono al loro fianco incitandoli dall’inizio alla fine perché stanno facendo qualcosa di veramente importante». Ed a proposito del calciomercato, con riferimento alle partenze e arrivi, mister Nicola ha affermato: «Insieme alla società eravamo convinti di poter portare Budimir di nuovo a Crotone. Sarebbe stato un ottimo colpo perché il giocatore conosce l’ambiente ed è stimato dai tifosi per quello che ha fatto lo scorso campionato. Il perché non sia arrivato è compito della società parlarne. Credo che il mancato arrivo di Budimir non dipenda né dalla società, né da me. Con il giocatore mi sono sentito fino all’ultimo minuto dell’ultimo giorno di mercato, ed era contento di venire a Crotone. Sulla carta sembra che siano andati via giocatori importanti e ne siano arrivati degli sconosciuti. Il campo e il lavoro che faremo assieme diranno cosa sono. Continuo a dire che credo nel materiale umano a disposizione per concretizzare un sogno».            

Nicola chiede determinazione ai suoi: «Contro l'Empoli dobbiamo essere feroci e sereni»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 28 Gennaio 2017 18:16

In totale 23 convocati da mister Nicola i convocati per Crotone – Empoli di domani tra cui Palladino e il neoacquisto rossoblù Agosty. Indisponibile Mesbah. Portieri: Cordaz, Festa, Viscovo. Difensori: Ceccherini, Dussenne, Claiton, Ferrari, Martella, Rosi, Sampirisi. Centrocampisti: Agosty, Capezzi, Crisetig, Barberis, Gnahorè, Rohden, Sulijc. Attaccanti: Falcinelli, Nalini, Palladino, Simy, Stoian, Trotta.

Probabili formazioni:

Crotone (4-2-2-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Sampirisi, Rohden, Barberis, Crisetig, Palladino, Trotta, Falcinelli. All. Nicola

Empoli (4-3-1-2): Skorupski,Veseli, Bellusci, Costa, Di Marco, Croce, Buchel, Krunic, Maccarone, Michedlidze, Pucciarelli. All. Martusciello

Il parere di mister Nicola sul prossimo incontro.

Prima ancora di parlare della sfida tra Crotone e Empoli, la domanda sugli sviluppi del calciomercato è quasi d’obbligo nei confronti del tecnico Nicola quando mancano pochi giorni alla chiusura (31 gennaio) e di fronte a operazioni in uscita ed entrata che sta effettuando la società pitagorica. «È una domanda – spiega Nicola – che mi viene fatta spesso. Tempo fa ho già espresso un concetto ampio sul calciomercato nonostante alcune operazioni che stanno interessando i miei giocatori. È la società che deve dare le dovute risposte a calciomercato chiuso. Ciò che m'interessa in questo momento è la prossima partita contro l’Empoli». Sulla sfida contro i toscani del tecnico Martusciello, match che potrebbe essere l’ultima occasione per rimanere agganciati al vagone della salvezza, Nicola ha affermato: «Dobbiamo essere feroci e sereni. E’ una partita importante, dobbiamo fare punti contro tutti e i prossimi avversari ci danno la possibilità di ridurre lo svantaggio che abbiamo nei loro confronti. Non voglio, però, che i miei giochino una partita come quella disputata contro il Bologna che dovevamo battere ed invece siamo stati sconfitti per il nervosismo accumulato nel corso dell’incontro. Contro l’Empoli in ogni caso non è l’ultima spiaggia giacché dobbiamo fare sempre punti contro tutte le altre squadre». I toscani in classifica sono proprio nella posizione sopra il Crotone, quella che garantisce la salvezza, ma hanno un divario ampio di ben 11 punti. Per quanto riguarda il neo rossoblù Agosty, mister Nicola ha dichiarato: «L’ho visto stamattina per la prima volta, anche se lo conosco da avversario. Prima di arrivare a Crotone ha giocato in un’altra categoria e non ho la giusta dimensione della sua preparazione. Si tratta di un giocatore che si trova bene sulla fascia destra, è veloce e sa mettere in difficoltà il diretto avversario. Può giocare anche a sinistra ma con minor rendimento. A proposito degli altri rossoblù Mesbah ha la febbre, ma ho recuperato Sampirisi. Trotta ha diversificato gli allenamenti per due giorni, ora sta bene e farà parte dei convocati insieme a Palladino e tutti gli altri». Con riferimento ad alcune assenze dell’Empoli il tecnico pitagorico ha detto: «I sostituti sono sempre all’altezza degli assenti, l’Empoli è una squadra molto cinica ed ha le qualità per metterci in difficoltà, indipendentemente da chi gioca, sta a noi mettere in essere la giusta prestazione per conquistare i tre punti. Non siamo una squadra disperata ma arrabbiata per l’immeritata posizione di classifica».

Nicola chiede il tutto per tutto ai suoi: «Col Genoa servono punti, evitiamo ingenuità». Palladino squalificato, dentro Stoian

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 20 Gennaio 2017 18:25

Serie A 21.esima giornata Genoa – Crotone stadio Marassi domenica ore 15. Gli ex di turno saranno il tecnico Juric, Cataldi, Rosi (Genoa) e Stoian (Crotone). Palladino squalificato, torna Stoian fin dall’inizio, ancora assente Mesbah impegnato in Coppa d’Africa. I convocati del Crotone sono: Cordaz, Festa, Viscovo, Ceccherini, Dussenne, Claiton, Ferrari, Martella, Rosi, Sampirisi, Capezzi, Crisetig, Barberis, Gnaorè, Rohden, Sulijc, Falcinelli, Nalini, Palladino (squalificato), Stoian, Trotta.

Probabili formazioni:

Genoa (3-4-2-1): Lamanna, Izzo, Burdisso, Munoz, Edenilson, Cataldi, Cofie, Laxalt, Rigoni, Ocampos,Simeone. All. Juric

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rosi, Barberis, Crisetig, Stoian, Trotta, Falcinelli. All. Nicola

Arbitro: Maurizio Mariani (Aprilia)

Coll. Fabrizio Posado (Bari) – Stefano Liberti (Pisa)

Quarto giudice: Alberto Tegoni (Miliano

Add.1 Paolo Mazzoleni (Bergamo) - Add.2 Francesco  Saia (Palermo)

Il miracolo della salvezza si allontana sempre più a ogni triplice fischio dell’arbitro. L’ultima sconfitta interna subìta col Bologna ha spalancato ancora di più le porte della retrocessione alla squadra pitagorica. La distanza di nove punti che li separa dalla quartultima Empoli ne è la cartina di tornasole. Tutto è ancora possibile, lo diciamo per non offendere la logica pitagorica, così come è da considerare ipotesi da non scartare il concretizzarsi del miracolo. Ma perché un miracolo diventi realtà, occorre attrezzarsi. Tra le venti squadre italiane di serie A e tra quelle dei campionati stranieri, esistono molti “santi” che potrebbero fare al caso del Crotone. Averli al proprio servizio fino al termine della stagione non è impossibile, basta saperli convincere. Non occorre farne arrivare tanti, di “santi”, il giusto numero per sostituire chi non è in grado di fare “miracoli”. Il calciomercato chiude il trentuno gennaio e aggiustando i vari reparti, inserendo subito le pedine inadeguate, il miracolo di conquistare venti punti nelle partite che rimangono da giocare potrà avvenire. Al momento, però, nessuna conferma attiva dal calciomercato, solo trattative in corso: Assane Demoya Gnaukori, classe 1996, dall’Inter; Raicevic attaccante del Vicenza conosciuto ai tifosi pitagorici come avversario la passata stagione in serie B; Ely del Milan, ma ancora nessuna conferma che le trattative sono andate a buon fine per averli in forza al Crotone. Intanto domenica c’è il Genoa, prossimo avversario del Crotone. La formazione a cui mister Nicola sta pensando dovrà fare i conti con le assenze dello squalificato Palladino, al cui posto sarà schierato Stoian, e quella di Mesbah ancora impegnato con la nazionale algerina nella Coppa d’Africa. Nel reparto difensivo sembra certo il ritorno di Sampirisi a destra in sostituzione di Rosi. Novità anche nel reparto mediano dove Capezzi dovrebbe fare posto a Barberis. Conferma per il duo d’attacco Trotta, Falcinelli. Per il Crotone si tratta di affrontare un avversario che al momento sta dimostrando di non essere un “mostro” di squadra. Nelle ultime sei partite (5 di campionato, 1 Tim Cup) gli uomini di mister Juric hanno subito soltanto sconfitte. Un eventuale scivolone contro i pitagorici potrebbe costare anche l’esonero al tecnico croato. Tra i rossoblù liguri ci sarà di sicuro l’ex pitagorico Cataldi che a distanza di due partite torna ad essere nuovamente avversario del Crotone con due diverse maglie (Lazio – Genoa). I dubbi di mister Juric riguardano quale centrocampista schierare tra Taarabt e Cofie (quest’ultimo avvantaggiato) e chi scegliere per il reparto offensivo tra il centrocampista Ninkovic e l’attaccante Ocamps che ha le maggiori quotazioni per essere schierato giacché mister Juric è orientato a presentare tre attaccanti di ruolo. Le dichiarazioni di mister Nicola prima della partenza (venerdì) per Genoa: «È noto che abbiamo bisogno di punti ed è con questo pensiero che andiamo ad affrontare il Genoa. Voglia, determinazione, sacrificio in campo, non mancheranno ai miei uomini per fare risultato. Il Genoa al momento sta accumulando troppe sconfitte e noi dobbiamo sfruttare questo loro stato psicologico attuando il nostro gioco ed evitando quelle ingenuità che ci costano tanto in questo campionato. Sappiamo che il Genoa gioca in un grande stadio con un grosso pubblico che lo sostiene e ha nel proprio schieramento attaccanti che hanno realizzato 200 gol in serie A nella loro carriera. Per quanto riguarda il modulo che predisporrò in campo abbiamo provato alcune soluzioni in settimana tra cui il 4-2-2-2. Non siamo dei giganti ma in grado di giocarci la partita alla pari con la squadra di mister Juric».

   

Pagina 1 di 3

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}