Gasperini non vuole brutte soprese per la trecentesima panchina in Serie A: «Crotone da prendere per le corna»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 19 Settembre 2017 18:37

ZINGONIA - Gian Piero Gasperini si accinge a festeggiare la trecentesima panchina in serie A da ex di turno: "Me l'ha detto l'ufficio stampa, non guardo alle statistiche ma  bisogna festeggiare - esordisce il tecnico dell'Atalanta -. Sono  molto orgoglioso di poter dire di essere stato a Crotone, e'  stato l'inizio della mia carriera come allenatore e ogni volta  rivedo persone a cui sono molto legato. Domani pero' siamo  avversari". Un crocevia considerato fondamentale dall'uomo in  sella ai bergamaschi: "Una partita da prendere per le corna:  dopo due sconfitte con Sassuolo e Chievo e' andata abbastanza  bene e domani possiamo muovere la classifica dando sostanza al  nostro campionato. Il Crotone e' una squadra coperta e pronta a  ripartire. Dobbiamo metterci concentrazione, furore e grande  spirito. Loro non hanno mai segnato finora, in compenso noi  abbiamo sempre preso gol".  Il capitolo turnover e' strettamente legato a quello degli  infortuni: "Stiamo recuperando Spinazzola, Gosens e Cornelius,  anche se per il primo ci vuole ancora tempo e vediamo per il  danese, influenzato. De Roon e' abituato a giocare spesso perche'  in Inghilterra si fa cosi', ma cerco di allargare sempre il  novero dei possibili titolari, domenica abbiamo visto bene  Orsolini e Gollini, importanti per il gruppo anche se in porta  torna Berisha. Abbiamo molte soluzioni ma ma non faccio mai una  rotazione programmata, decido in base alle necessita' di turno:  se riusciamo a innescare il meccanismo, per cui chi ha  l'occasione la sfrutta bene a beneficio di tutti, allora faremo  davvero gruppo e potremo toglierci soddisfazioni". Gasperini nega che la dimensione attuale dei suoi sia nella  parte sinistra della classifica: "Alla fine contano i punti e  non il gioco, quindi il nostro ruolo in questo campionato non e'  ancora chiaro. Di sicuro abbiamo qualita', ma non mi sento di  poter dire che potenzialmente siamo tra le prime otto".  Chiosa sulla Var, che nella giornata precedente col Chievo ha  tolto a Ilicic un rigore e un gol: "Garantisce la regolarita' e  toglie degli errori, non vorrei che togliesse partecipazione ed  entusiasmo al calcio. Che e' un gioco e non deve essere un  tribunale. A proposito, c'erano due interventi su Petagna e  Ilicic che in teoria potevano essere rigori: bisogna chiedersi  su quali episodi si debba decidere e su quali no". 

 

 

 

Trattative tra Crotone e Genoa per la cessione di Juric: la società pitagorica pensa a scambio giocatori

Pubblicato in Stadio
Martedì, 14 Giugno 2016 17:51

Gian Piero Gasperini è il nuovo allenatore dell'Atalanta. Lo ha annunciato ufficialmente il club bergamasco sul suo sito internet. Finisce così l'attesa del nuovo tecnico: Gasperini e l'Atalanta avevano già raggiunto l'intesa da giorni, ma si attendeva la rescissione del contratto con il Genoa, formalizzata solo nella mattinata di oggi. Domani la presentazione ufficiale. Diventato ufficiale il divorzio da Gian Piero Gasperini, il Genoa è, al momento, senza allenatore. La scelta della società di puntare sull'allenatore del Crotone vincente Ivan Juric non riesce a diventare ancora ufficiale. Il tecnico croato è infatti ancora sotto contratto con il Crotone, con cui ha conquistato la promozione in serie A, sino al 30 giugno 2017 e dovrà essere liberato dalla società del presidente Vrenna. A sbloccare la situazione sarà un incontro tra i due presidenti Preziosi e Vrenna, che stanno trattando l'affare di persona. Tra oggi e domani la situazione si dovrebbe sbloccare. A frenare la chiusura dell'intesa è la contropartita richiesta dal Crotone, che non vorrebbe una buonuscita per liberare Juric ma preferirebbe trattare alcuni giocatori sia tra quelli che interessano al Genoa e militano nel Crotone, sia tra i possibili esuberi del Grifone che potrebbero fare il tragitto inverso. Il divorzio tra Gasperini ed il Genoa chiude un'era in casa rossoblù. L'allenatore piemontese, da oggi neo tecnico dell'Atalanta, ha scritto pagine di storia con il club più antico d'Italia. Gasperini ha superato Gigi Simoni per il numero di panchine alla guida del Grifone diventando il più longevo tecnico del dopoguerra nonché il secondo in assoluto alle spalle di William Garbutt per presenze. In otto stagioni, sei intere, una da esonerato e una da subentrato, Gasperini ha collezionato quasi 300 panchine tra campionato, Coppa Italia e competizioni europee. Arrivato nel 2006 in B, al primo campionato ha conquistato la promozione in A e nel 2010 si è classificato quarto a pari merito con la Fiorentina, riportando il Genoa in Europa 20 anni dopo l'impresa di Osvaldo Bagnoli. E' stato inoltre il primo tecnico del Genoa a vincere il derby per tre volte consecutive. Esonerato a novembre 2010 è stato richiamato a settembre 2013 conquistando la salvezza con largo anticipo e, l'anno dopo, la qualificazione all'Europa League, persa solo per motivi economici. Quest'anno il suo Genoa è arrivato undicesimo.

 

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}