Top Ad metalcarpenteria

LE PAGELLE│Andamento generale da rivedere, Stroppa dovra' rimettere mano allo schema

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 04 Novembre 2019 18:50

Crotone (3-5-2):

Cordaz, 5 Non è certo il miglior momento del capitano. Subìsce tre reti con la complicità della difesa.

Golemic, 6 Come al solito dignitosa la sua prestazione, purtroppo non ha saputo difendere la propria porta visto il risultato finale.

Marrone, 6 Un'ottima prestazione per lui vanificata dalla prestazione incolore della squadra in generale.

Gigliotti, 5,5 Pur essendo un punto di riferimento per la difesa pitagorica la sua prestazione non ha raggiunto la sufficienza.

Molina (Mazzotta), 6 Un po’ in sordina il suo lavoro, viene sostituito da Mazzotta anche se l’andamento della gara non cambia.

Benali, 6 Sembra riprendersi rispetto alle due precedenti partite, ma ancora difetta nei passaggi calibrati che lui sa fare. Si è visto privare una rete per l’intervento strepitoso dell’estremo difensore perugino.

Barberis (Gomelt), 6 Troppo stanco per il continuo correre... alla fine è crollato, ma senza risparmiarsi nella fase d’interdizione.

Crociata, 6 Buono il suo lavoro inficiato dai compagni di linea.

Mustacchio, 6,5 Splendido! Una prestazione di alto livello che ha finito per coronare con due bellissime reti.

Messias (Vido), 5,5 Stanchezza e confusione nella sua mente, sempre più lontano dalla porta e oggi anche nel dialogo con Simy.

Simy, 6,5 Si danna senza riuscire a realizzare una meritata rete anche per le pressioni subite da tutta la difesa perugina e le strepitose parate di Vicario.

All. Stroppa 6 Qualcosa non ha funzionato nel suo schema, forse si è trovato in grossa difficoltà con un centrocampo avversario che era più immediato e concreto nelle ripartenze.

Perugia (4-3-2-1):

Vicario, 7 È il vero trionfatore della giornata. Più volte ha salvato il risultato con parate in grande stile. Meno dignitoso il suo comportamento sul piano sportivo per aver più volte messo in campo il solito sistema per guadagnare tempo...

Rosi, 6,5 Una performance che supera la sufficienza. Sulla sua fascia c’è stato poco da fare per gli avanti rossoblù.

Gyomber, 6 Altra colonna della difesa perugina ha saputo tenere a bada le folate pitagoriche.

Falasco, 6 Stesso impegno dei suoi compagni di linea, con la sua prestazione ha rinfrancato l’operato generale.

Di Chiara, 6,5 In continuo movimento fino all’ultimo minuto della partita. Protagonista, tra l’altro, della terza rete dei grifoni che ha dato più coraggio all’intera squadra.

Carraro, 6 Il tramite tra difesa e attacco, ha ben coordinato il suo ruolo facilitando le ripartenze sempre più incisive.

Balic, 6 Il suo fraseggio con reparto interno ha permesso di mettere in difficoltà il centrocampo rossoblù.

Mazzocchi, 5,5 Difensore di combattimento e scorrettissimo sul piano sportivo.

Melchiorri, 6 Protagonista del secondo gol perugino si è dimostrato pericoloso sin dal primo minuto.

Nicolussi (Dragomir), 6 Atleta dotato di una buona tecnica, ha fornito un pallone tutto d’oro a Iemmello che ha saputo depositare alle spalle dell’incerto Cordaz.

Bonaiuto (Melchiorre), 6,5 Il suo impegno dal primo all’ultimo minuto è stato sopra la sufficienza

Iemmello (Falzerano). 6 Ha sbloccato subito il risultato mettendo in difficoltà il Crotone nella fase migliore della partita che da quel momento ha cambiato verso.

All. Oddo 6,5 L’ex allenatore del Crotone ha dimostrato di avere un buon senso tattico confermato dagli uomini schierati in campo.

Arbitro: Ivano Pezzuto (Lecce) 5 Incerto il suo arbitraggio che ancora una volta ha penalizzato la compagine crotoniate.

 

Seconda sconfitta del Crotone in due partite: i rossoblu' sfiorano il pareggio nel finale contro il Perugia

Pubblicato in Stadio
Sabato, 02 Novembre 2019 16:58

Serie BKT 11esima giornata l Seconda sconfitta consecutiva del Crotone, la prima all'Ezio Scida, per 2-3 contro il Perugia. I rossoblu' sfiorano il pareggione nel finale di recupero del secondo tempo.

Taellino.

Crotone 2

Perugia 3

Marcatori: Iammello 12°, Melchiorre 52°, Mustacchio 57°, Di Chiara 64°, Mustacchio 92°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Molina (Mazzotta), Benali, Barberis (Gomelt), Crociata, Mustacch io, Messias (Vido), Simy.

All. Stroppa

Perugia (4-3-2-1): Vicario, Rosi, Gyomber, Falasco, Di Chiara, Carraro, Balic, Mazzocchi, Carraro, Balic, Nicolussi ( Dragomir), Bonaiuto (Melchiorre), Iemmello (Falzerano). All. Oddo

Arbitro: Ivano Pezzuto (Lecce)

Collaboratori di linea: Scarpa - Pagliardini

Quarto giudice: Francesco Carrione (Castellamare di Stabia)

Angoli: 10 a 2 per il Crotone

Recupero: 2 e 6 minuti

Spett. tot. 6.218 € 43.064; biglietti 1.919 € 14.686; abbonati 4.299 rateo € 28.378

La partita. Ancora l'amaro di una sconfitta nell'ultima delle tre partite che, in otto giorni, ha visto impegnato il Crotone. La sconfitta arriva per mano di un'altra candidata alla promozione, il Perugia, arrivato allo Scida con soli due punti di distanza dai pitagorici ed in zona play-off. Contro il grifo le motivazioni "polemiche" per riscaldare il tifo sugli spalti non sono mancate. La presenza sulla panchina ospite del tecnico Massimo Oddo che per sette giornate ha diretto il Crotone in sostituzione di Giovanni Stroppa la passata stagione. L'ex difensore Rosi tra le fila del Perugia. La maggiore attenzione era però rivolta alla sfida a distanza tra i bomber Simy (sette gol) Iemmello (otto gol). Ha vinto il Perugino che ha messo a segno il nono gol stagionale. Prima sconfitta casalinga del Crotone, dopo lo stop immeritato contro il Chievo. Turnover obbligato da parte di mister Stroppa rispetto alla precedente formazione per effetto degli incontri ravvicinati e per l'assenza dello squalificato Zanellato. Trio difensivo con il ritorno di Marrone centrale e di Gigliotti a sinistra per sostituire Cuomo e Spolli. Al posto dello squalificato Zanellato schierato Crociata, in attacco Messias dal primo minuto preferito a Vido. Quattro i cambi operati dal tecnico Oddo: Giomber, Balic, Mazzocchi, Nicolussi in sostiruzione di Sgarbi, Falzerano, Dragomir, Falcinelli. Parte il Crotone ma è subito il Perugia a mettere in difficoltà Cordaz che, primo minuto, deve rinviare oltre la traversa un insidioso tiro. Lo scampato pericolo costringe i pitagorici a mettere in essere una maggiore spinta offensiva con Molina a sinistra e Mustacchio a destra lungo le fasce. Crotone ben disposto a centrocampo con il trio Benali, Barberis, Crociata. in attacco il solito Messias protagonista di ottimi dribbling senza però alcuna soluzione pericolosa. Simy isolato negli appoggi. Perugia in vantaggio con una ripartenza lungo la fascia sinistra dove trova terreno fertile Bonaiuto e Iemmello, proprio quest'ultimo ha castigato al minuto dodicesimo Cordaz. Crotone alla ricerca del pareggio con una combinazione Mustacchio-Messias-Simy sostenuti da Benali, Crociata, Barberis. Il gol del pareggio sarebbe potuto arrivare al minuto trentuno se Vicario non avesse compiuto un vero miracolo respingendo all'incrocio dei pali il pallone olpito di testa da Simy. Peggiore in campo nel primo tempo l'arbitro Pezzuto di Lecce. Migliore tra gli ospiti il difensore Rosi. Ripresa con diversa motivazione da parte del Crotone alla confinua ricerca del pareggio. Perugia raccolto nella metà campo concede pochi spazi agli avversari per concludere a rete. È il Perugia che in dipartenza trova il secondo gol con Melchiorre che, con un preciso pallonetto scavalca Cordaz uscito dalla porta. Partita chiusa a favore degli ospiti fino al gol di Mustacchio al minuto cinqauantasette. Gli ospiti vogliono il successo e lo consolidano al minuto sessantaquattro con Di Chiara che in diagonale trafigge per la terza volta Cordaz. Perde la seconda posizione il Crotone in seguito ad una prestazione poco lucida rispetto alle gare precedenti dal versante atletico e tatfico. Da stasera mister Stroppa deve rivedere alcune posizioni dei suoi uomini.

 

Fc Crotone: Benali non e' sul mercato, acquistato dal Perugia il centrocampista Mustacchio. Altra amichevole contro il Morrone

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 24 Luglio 2019 20:31

Serie BKT│Altra amichevole estiva con il Morrone mentre continua il duro lavoro dei pitagorici per raggiungere la giusta forma tecnico/atletica. Ingaggiato l’esperto Mustacchio. Benali non è sul mercato, così ha dichiarato la società.

Tabellino.

Crotone               6

Morrone             2

Marcatori: Simy 14 ( R )-41°, 15° Nanni, 18°-60° Ruggiero, 24° Azzinaro, 62° Messias, 66° Ferraro,   

Crotone: Cordaz (1°s.t. Lupescu), Bellodi (16° Panza), Spolli (1° s.t Golemic), Cuomo, Rutten (1° s.t. Rodio), Ruggiero, Gomelt (1° s.t. Barberis), Zanellato, Molina, Simy, Nanni (1° s.t. Messias). All. Stroppa

Morrone: Risoli (1° s.t. Bance), Orsino, D’Acri (1° s.t. Vodopiver), Batarilo (1° s.t. Mazzei D.), Bruno, De Luca, Mazzei De, Nagore, Ferraro, Azzinnaro (1° s.t.Cissè), Perez. All, Stranges 

Arbitro: Spizzini di Cosenza

Il punto. A distanza di tre giorni del primo test estivo con lo Scandale, squadra di prima categoria, è toccato alla Morrone (formazione che milita in Eccellenza) contribuire ad elevare la preparazione tecnico/atletica degli uomini di mister Stroppa attraverso la seconda amichevole di preparazione. Il programma degli incontri, sul terreno del Villaggio Baffa, non sarà però soltanto con squadre dilettanti: venerdì 26 luglio (ore 17) è prevista la partita con il Monopoli, squadra di serie C. Contro i pugliesi, allenati dall’esperto Giorgio Rosselli (oltre 600 panchine al suo attivo) si inizierà a vedere veramente a che punto della preparazione si trova il Crotone e quali giocatori servirebbero ancora per affrontare il difficile campionato di serie B.

Dopo l’incontro con il Monopoli, sarà il Castrovillari (serie D) lunedì 29 luglio (ore 17) che affronterà gli Squali sul terreno del Villaggio Baffa. L’amichevole contro il Morrone, giocata oggi, è da definire come da copione quando il valore tecnico tra le formazioni che entrano in campo è distante. Diversamente dalla precedente amichevole, le novità hanno riguardato il debutto del difensore Bellodi neopitagorico e di Rutten. Non hanno preso parte all’incontro perché affaticati, Kargbo e Benali.

A proposito di Benali, la società ha confermato che non è sul mercato. Per quanto riguarda l’assenza di Curado è dovuta a motivi fisici, il giocatore forse verrà operato. Ma la novità in assoluto è l’ingaggio a titolo definivo del centrocampista Mattia Mustacchio, prelevato dal Perugia, con il quale la società pitagorica ha sottoscritto un contratto di due anni e opzione per il terzo. Giocatore noto alla tifoseria pitagorica per averlo visto come avversario tra le fila del Perugia all’Ezio Scida e con il Carpi in trasferta lo scorso campionato. Esperto trentenne di molti campionati anche della massima serie ha al suo attivo oltre 200 partite. L'aveva annunciato mister Stroppa al termine dell’incontro con lo Scandali che in settimana sarebbero arrivati altri giocatori e così sta avvenendo.   

 

LE PAGELLE│Simy: ancora una prestazione super. L'asse con Cordaz-Benali-Barberis rilancia il Crotone

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 03 Aprile 2019 00:26

Crotone (3-5-2):

Cordaz, 7 rappresenta il miracolo in persona: una vera e propria “saracinesca”.

Curado, 6 ordinato e in armonia con i compagni di linea.

Vaisanen, 6 raggiunge con fatica la sufficienza. Una partita molto sudata per lui.

Golemic, 6,5 un vero gladiatore ha letteralmente messo la museruola al tenace Sadiq.

Sampirisi, 6,5 buona difesa e lunghi lanci con precisione peccato che gli attaccanti pitagorici non hanno saputo approfittarne al meglio.

Barberis, 6,5 ormai non sbaglia una partita, sempre presente in fase di rilancio e addirittura oggi è andato a rete nel momento giusto per mandare in estasi i tifosi pitagorici.

Benali (Gomelt s.v.), 7 è stato l’anima del centrocampo; preziosissimo nel dare un pallone d’oro a Simy che ha portato in vantaggio i rossoblù.

Zanellato (Molina 6), 6 una partita un po’ sottotono la sua, di solito la sua resa è una quasi sempre meritevole di lode.

Firenze, 6 si è dato un gran da fare ma senza particolare apprezzamento.

Pettinari (Machach 6), 6 un po’ sbiadita la sua prestazione non è riuscito a dialogare con Simy azioni che potessero impensierire la porta perugina.

Simy. 7 è la salvezza del Crotone… cosa dire di più!

 All. Stroppa 7 lo schema a rombo adottato ha dato i frutti che lui e soprattutto i tifosi si aspettavano.

Perugia (4-3-1-2):

Gabriel, 5,5 incolpevole sulle reti subite.

Rosi, 6 ha retto sufficientemente bene la sua area d’azione.

Gyomber, 6 molta tecnica poco costrutto, per il resto ordinaria amministrazione.

Sgarbi, 5,5 spesso falloso deconcentrato con i compagni di linea.

Mazzocchi, 6 combattivo e utilissimo al dialogo con Dragomir e Carraro.

Kingsley, 6 buon fraseggio con Dragomir ma lontano dalle ripartenze.

Carraro, 6 prezioso in fase di appoggio.

Dragomir (Falzerano s.v.), 6 da lui sono partiti i migliori assist per gli attaccanti perugini.

Verre (Vigo s.v.), 5 una nera giornata per lui.

Melchiorre (Han 6), una partita da dimenticare tanto che Nesta è stato costretto a sostituirlo.

Sadiq. 5 non è riuscito a superare il suo diretto avversario che lo ha saputo tenere a freno per tutto l’arco della partita.

All. Nesta 6 purtroppo per lui oggi ha dovuto far fronte ad un Crotone motivato volitivo concreto e il risultato finale parla chiaro.

Arbitro: Daniele Minelli di Varese 6,5

 

 

 

Il Crotone marcia da ''capolista'' verso la salvezza. Seconda vittoria consecutiva contro il Perugia allo Scida

Pubblicato in Stadio
Martedì, 02 Aprile 2019 23:05

Serie BKT 31esima giornata│Crotone con il piglio della capolista batte il Perugia e conquista il sesto risultato utile consecutivo e 10 punti in classifica.

Tabellino.

Crotone  2

Perugia  0

Marcatori: Simy 34°, Barberis 81°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Vaisanen, Golemic, Sampirisi, Barberis, Benali (Gomelt), Zanellato (Molina), Firenze, Pettinari (Machach), Simy.  All. Stroppa

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi, Kingsley, Carraro, Dragomir (Falzerano), Verre (Vigo), Melchiorre (Han), Sadiq. All. Nesta

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

Coll. Lombardo - Cangiano

Quarto giudice: Marco Acanfora di Castellamare di Stabia

Ammoniti: Dragomir, Vaisanen

Angoli:7 a 5 per il Crotone

Recupero: 1 e 5 minuti

Spett. tot. 6.782 € 35.670; biglitti 2.618 € 5.603; abbonati 4.164 rateo € 30.067

La partita.

Giusto il tempo di riprendere fiato, effettuare una breve sgambatura dopo il successo di Carpi, e per il Crotone è un altro incontro la cui posta in palio era sempre la stessa: conquistare altri punti pesanti sul proprio terreno per uscire anche dai play-out. Avversario di turno il Perugia del tecnico Nesta, in piena zona play-off. Due squadre tra le più in forma del momento a suon di successi nelle ultime cinque giornate: quattro vittorie conquistati dal Grifo; tre vittorie e due pareggi a favore degli squali. Avversari di tutto rispetto che nel corso dell'incontro non hanno deluso le aspettative. Crotone in campo con lo spessore della squadra leader fin dalle prime battute, Perugia che non ha mai desistito dal conquistare i tre punti. Formazione pitagorica con i dieci/undicesimi schierati in Emilia. Ancora assenti Milic, Spolli, Rohden, Nalini, mister Stroppa ha optato per la sola sostituzione di Machach a beneficio di Pettinari schierato al fianco di Simy. Stesso modulo con il trio difensivo, Sampirisi e Firenze quarto e quinto di centrocampo. Perugia con pochi cambi rispetto agli undici della precedente giornata: il centrocampista Kingsley e l'attaccante Melchiorri al posto di Falzerano e Song. Conferma del cannoniere Verre trequartista alle spalle degli attaccanti. Dopo l'ultima sfida un altro successo è stato aggiunto alla striscia positiva del Crotone che tradotta in cifre significa quattro vittorie e due pareggi per un totale di quattordici punti nelle ultime sei giornate. Media promozione da prima in classifica.

Cronaca: la sfida nella sfida tra il pitagorico Simy (undici gol) e il grifo Verre (dodici gol) entrambi a segno con una doppietta la precedente partita, è stata vinta dal nigeriano di casa che ha realizzato il suo dodicesimo gol stagionale mentre il suo rivale ha abbandonato il campo in anticipo. Buone giocate a centrocampo da parte dei rispettivi protagonisti. Più degli altri il pitagorico Benali vero metronomo. Il Crotone spinge di più alla ricerca della conclusione a rete. Minuto trenta fallo di mano in area del Perugia da parte di Carraro non rivelato dall'arbitro. È questione di pochi minuti per il vantaggio dei locali. Al trentaquattresimo dopo una perfetta triangolazione in area Simy mette dentro il sesto gol consecutivo in quattro giornate, dodicesimo stagionale. Quarantesimo minuto Firenze per Simy che di testa manda il pallone a sfiorare il palo alla destra di Gabriel. Minuto quarantaquattro Sadiq da fuori area, para senza alcuna difficoltà Cordaz. Un bel primo tempo senza ammonizioni e questo significa giocare al calcio senza ostruzionismo. Sampirisi sulla fascia destra  buon cursore, bene il trio difensivo che non ha mai consentito agli ospiti di preoccupare Cordaz. Il duo d'attacco del Grifo, Melchiorre, Sadiq, non pervenuto. Ripresa più aggressiva da parte del Perugia nei minuti iniziali. Al minuto cinquantaquattro Cordaz salva il risultato. Tanta buona volontà da parte del Perugia senza alcuna conclusione a rete. È il Crotone, invece, che al minuto ottantuno raddoppia con Berberis dopo aver ricevuto l'assist da Simy.

Domani arriva allo Scida il Perugia di Nesta, mister Stroppa potrebbe effettuare il turn-over. Simy verso la Lazio?

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 01 Aprile 2019 18:38

Serie BKT 31esima giornata│Crotone-Perugia stadio Ezio Scida martedì 2 aprile ore 21. Tra i pitagorici ancora assenti Milic, Spolli, Rohden, Nalini, Figliuzzi. Pettinari in campo fin dall’inizio. I 23 convocati dal tecnico Giovanni Stroppa sono: Cordaz, Curado, Cuomo, Golemic, Firenze, Benali, Machach, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Kargbo, Marchizza, Molina, Vaisanen, Simy, Valietti, Pettinari, Sampirisi, Mraz, Latella.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Vaisanen, Golemic, Sampirisi, Barberis, Benali, Molina, Firenze, Pettinari, Simy. All. Stroppa

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Rosi, Gyomber, Sgarbi, Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Dragomer, Verre, Vido, Ranocchia. All. Nesta

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

Coll. Lombardo – Cangiano

Quarto giudice: Marco Acanfora di Castellamare di Stabia

Il pre-partita.

Avanti senza troppa sosta tra una giornata e l’altra. Così hanno deciso nelle alte sfere della Lega e così dovrà essere fatto. Appena tre giorni dopo l’ultima giornata (sabato 30 marzo) squadre di B nuovamente in campo per evadere il trentunesimo impegno del campionato. Il Crotone, dopo la vittoria di Carpi, dovrà affrontare sul proprio terreno la forte formazione del Perugia guidato dal tecnico Nesta. Anche in occasione della prossima sfida mister Stroppa non potrà utilizzare chi è stato assente per motivi fisici in Emilia: Milic, Spolli, Rhoden, Nalini, Figliuzzi, ancora convalescenti. Ciò significherà non poter effettuare un ampio turnover a proposito della formazione. «Saranno due o tre i probabili cambi nella formazione – ha dichiarato Stroppa nella conferenza stampa pre partita – che farò entrare in campo inizialmente». E non potrebbe essere diversamente considerando i disponibili.

Sarà, quindi, con ogni probabilità un Crotone che inizialmente potrebbe fare registrare la presenza dell’attaccante Pettinari al fianco di Simy, l’uomo gol del momento. Altra possibile novità potrebbe essere quella di Molina in sostituzione di Zanellato nel reparto mediano. Ma il giocatore del momento, quello che sta facendo parlare tutte le squadre, è il nigeriano Simy. Undici gol in totale nell’attuale campionato, cinque realizzati nelle ultime tre partite. La passata stagione in serie A ha realizzato contro la Juventus il gol del pareggio alla stessa maniera di Ronaldo con una rovesciata in area di rigore. Il calciomercato sta già impazzendo per accaparrarselo a fine campionato. Sembrerebbe che la Lazio di Inzaghi abbia già interpellato la società pitagorica per sapere le quotazioni del giocatore. Ancora è presto e di tutto questo né Simy, né la società, vogliono discutere. L'unico pensiero del giocatore è salvare il Crotone. E per quanto riguarda i suoi gol Simy afferma che il merito è di tutta la squadra.

Stroppa così alla vigilia di Crotone-Perugia: «La qualità di questa squadra – ha dichiarato Simy – mi lascia sorpreso positivamente, soprattutto in questo momento. Approcciano sempre bene ogni incontro. Contro il Perugia sarà una bella sfida dovendo affrontare una formazione imprevedibile che sa giocare al calcio e gli ultimi risultati favorevoli (4 vittorie, 1 sconfitta) lo dimostrano». Però mister Stroppa ancora non è del tutto soddisfatto della sua squadra: «L’esperienza – ha dichiarato il tecnico – ci dice che non dobbiamo mai mollare fine al termine del campionato. Dobbiamo ancora crescere. Sono un tecnico che in collaborazione con il suo staff, riesce a far terminare la stagione in piena forma a tutti i giocatori. Mi auguro che questo avvenga anche con il Crotone. Crotone e Perugia sono divisi da una diversa posizione in classifica – ha detto Stroppa –. Dobbiamo continuare a fare punti pesanti nelle prossime prestazioni». Ed a proposito della forma fisica dei suoi Stroppa ha affermato: «Mi auguro che sia avvenuto il totale recupero fisico da parte di tutti dopo la partita giocata a Carpi con una temperatura di venticinque gradi. Giocando di sera abbiamo la possibilità di sfruttare ore in più dall’ultima prestazione. Contro il Perugia ci saranno due o tre cambi, non di più».  Mister Nesta ha recuperato tutti gli effettivi ma, come il collega pitagorico, effettuerà qualche turnover che potrebbero essere Ranocchia e Vido.   

Crotone nel tunnel: altra sconfitta esterna rimediata a Perugia e la classifica adesso parla chiaro ai rossoblu'

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 09 Novembre 2018 23:19

Serie BKT 12esima giornata│Il Crotone combatte, ma deve arrendersi al Curi contro il Perugia che vince 2-1 nell'anticipo del 12/o turno di serie B. Rossoblù sconfitti anche grazie a un’autorete di Simy e scivolano sempre più giù in classifica.

Tabellino.

Perugia     2

Crotone    1

Marcatori: Verre 23°, Simy ( R ) 55°, Falasco  62°

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Falasco, Bianco (Moscati), Michael, Verre (Mustacchio), Dragomer, Melchiorri, Vido (Yamiq). All. Nesta

Crotone (4-3-3): Festa, Curado, Vaisanen, Sampirisi, Faraoni (Budimir), Firenze, Barberis, Rohden, Molina (Valietti), Simy, Stoian (Crociata). All. Oddo 

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce

Assistenti: Robilotta – Vecchi

Quarto giudice: Francesco Meraviglia di Pistoia

Ammoniti: Mazzocchi, Faraoni, Bianco

Angoli: 7 a 5 per il Crotone  

Recupero: 2 e 4 minuti

La partita.

Il primo successo targato Oddo in trasferta non è arrivato e con conseguenze assai importanti sulla classifica. Contro il Perugia il Crotone si giocava le ambizioni d’inizio stagione, ovvero promozione in serie A. Tale situazione era nota al tecnico e ai suoi giocatori fin dalla vigilia dell’incontro. Occorreva, quindi, un'inversione di marcia come gioco e risultato. Ciò non è avvenuto e la prossima nottata trascorrerà ancora agitata da parte dei pitagorici. Tre cambi in formazione effettuati da mister Oddo, con riferimento a quella precedente, per squalifica o infortunio. Tra i pali in assenza dello squalificato capitano Cordaz schierato Festa tra i pali. In sostituzione dell’infortunato Martella, impiegato per la prima volta fin dall’inizio  Curado (al suo attivo soltanto pochi minuti nel precedente incontro casalingo contro il Carpi). Fuori l’attaccante Budimir, dentro Simy fin dall’inizio. Perugia con gli stessi undici della precedente giornata. Finché il primo tempo si è giocato con ritmi normali, il Crotone ha saputo mantenere testa agli avversari creando qualche pericolo a Gabriel con traversoni provenienti dalle fasce. Al minuto diciassette Firenze di testa potrebbe mettere dentro il pallone ma lo colpisce male. Sembra un Crotone voglioso di fare la partita ma si disunisce subito. Stoian sbaglia l’appoggio al compagno più volte, Rohden poco influente a centrocampo, Barberis il più attivo ma appena sufficiente. L’aumento del ritmo della partita per merito del Perugia, fa sparire i pitagorici dalla scena per quanto riguarda giocate pericolose. Il gol del vantaggio locale arriva per errore di Stoian a centrocampo che consente a Gyomber di involarsi verso la porta avversaria scavalcando Faraoni, ad onor del vero il pitagorico aveva subito anche una strattonata. Nei pressi dell’area Gyomber appoggia il pallone per Verre che lo mette dentro con la complicità della deviazione di Sampirisi. Il pareggio sarebbe potuto arrivare al minuto trentottesimo se Gabriel non avesse effettuato una deviazione miracolosa con il piede  su colpo di testa di Firenze. È stato un primo tempo solito del Crotone: poco concentrato a centrocampo, vulnerabile in difesa, assente in attacco. Il mal di trasferta è stato confermato nei primi quarantacinque minuti più i due di recupero. Iniziano bene la ripresa gli uomini di Oddo che si portano spesso nella metà campo avversaria ma nessun pitagorico riesce a presentarsi davanti a Gabriel. Nell’unica occasione ottiene il calcio di rigore. Minuto cinquantaquattro, Firenze per Simy atterrato in area da Gyomber. Dagli undici metri mette dentro lo stesso Simy che realizza il terzo gol stagionale. Al minuto sessantadue ancora Simy in gol con un colpo di testa ma il pallone lo mette dentro la sua porta su tiro di Falasco. La casualità punisce ancora il Crotone. Fuori Stoian (da qualche partita il giocatore è sempre sotto la sufficienza) dentro Crociata. Altro cambio fuori Faraoni, dentro Budimir a fare coppia con Simy in attacco, mentre Firenze opera sulla fascia sinistra e Molina sulla fascia destra. Difesa a tre con quattro centrocampisti, tre attaccanti. Squadra più offensiva ma senza creare pericoli per Gabriel. L’uomo pericoloso dell’area di rigore non esiste tra le fila del Crotone. In queste condizioni continua ad essere difficile conquistare il successo anche contro squadre modeste come il Perugia. Sul finire dell’incontro i locali potrebbero segnare ancora in ripartenza se Festa non l’avesse evitato. A questo punto del campionato non è più una questione del tecnico di turno il male del Crotone, diversi giocatori non hanno lo spessore tecnico e la mentalità per un campionato d’alta classifica. Oltre alla misera vittoria (1-0) di Livorno, i pitagorici non hanno conquistato nessun punto. Hanno subito nove gol e ne hanno segnato due. Troppo poco per una squadra che si era candidata ad inizio stagione per tornare in serie A.     

 

 

 

Le probabili formazioni di Perugia-Crotone: mister Oddo con il reparto difensivo da ridisegnare

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 08 Novembre 2018 18:19

Serie B 12esima giornata│I convocati dal tecnico Oddo per la dodicesima partita in quel di Perugia (venerdì 9 novembre ore 21), anche lo squalificato Cordaz fa parte della comitiva. Ex di turno sarà il difensore Cremonesi. Curado, Cuomo, Golemic, Rohden, Firenze, Stoian, Faraoni, Figliuzzi, Crociata, Budimir, Barberis, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Sampirisi, Spinelli, Aristoteles. Infortunati Benali, Marchizza, Martella, Nalini.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Gyomber, Cremonesi, Falasco, Michael, Bianco, Verre, Dragomer, Melchiorri, Vido. All. Nesta

Crotone (4-3-3): Festa, Faraoni, Sampirisi, Vaisanen, Golemic, Molina, Barberis, Rohden, Stoian, Simy, Firenze. All. Oddo 

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce

Assistenti: Robilotta – Vecchi

Quarto giudice: Francesco Meraviglia di Pistoia.

Alla vigilia dell'incontro. Compagni nella Nazionale mondiale del 2006, avversari per la prima volta a distanza di dodici anni come tecnici in occasione dell’anticipo di serie B tra Perugia e Crotone, è la novità in assoluto nei confronti di Alessandro Nesta e Massimo Oddo. Due grossi difensori che in passato hanno contribuito a fare conquistare il quarto titolo Intercontinentale all’Italia. Ora si preoccupano di trasmettere le loro conoscenze calcistiche ai propri giocatori per un campionato soddisfacente.

Il risultato finale di venerdì sera al Curi dovrà confermare il buon momento che sta attraversando nelle ultime partite il Perugia e, dal versante opposto, il ritorno al successo del Crotone dopo un’astinenza di tre giornate. Per mister Oddo i pitagorici sono sulla giusta strada per fare bene sul terreno del Renato Curi, pur contro una squadra entusiasta per gli ultimi risultati e potendo contare sull’apporto del proprio pubblico.

Il tecnico pitagorico non avrà disponibile il portiere Cordaz, squalificato, e per quanto riguarda il reparto difensivo mancherà anche Marchizza e Martella. L’apporto degli ultimi due, in particolare quello di Martella sulla fascia sinistra, non è facilmente sostituibile, ma da buon ex difensore Oddo non si allarma ed ha già fatto intendere che il sostituto sarà all’altezza dell’assente.

La scelta potrebbe cadere su Golemic che rientrerebbe in squadra fin dall’inizio dopo cinque giornate. Compito del difensore, se in campo, non perdere di vista il goleador biancorosso Vido che ha già realizzato cinque gol. Nessun cambio nel reparto mediano e conferma del trio impiegato contro il Carpi: Molina, Barberis, Rohden. In attacco Stoian e Firenze al fianco di Simy punta centrale, quest’ultimo in sostituzione di Budimir.

Mister Nesta conferma la regola di non cambiare la squadra vincente e si affida agli stessi undici iniziali che hanno sconfitto (2-3) il Livorno in trasferta la precedente giornata. Inizialmente il tecnico locale agirà con il modulo 4-3-1-2 con Michael, Bianco, Verre centrocampisti, Dragomir regista alle spalle del duo d’attacco Melchiorri, Vido. In corso d’opera e con il risultato a suo favore, il Perugia è solito disporsi con Bianco davanti al reparto difensivo per bloccare la verticalizzazione degli avversari.

VIDEO│Mister Oddo prepara il match esterno col Perugia: «Responsabilita' non solo in difesa, prima c'e' centrocampo»

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 07 Novembre 2018 18:59

Serie B 12esima giornata│Perugia-Crotone stadio ‘’Renato Curi’’ venerdì 9 novembre ore 21. Oltre agli assenti di lungo corso quali Benali e Nalini, mister Oddo non potrà disporre di Cordaz squalificato a cui si aggiungono per infortunio Marchizza e Martella. Giovedì mattina partenza per l’Umbria. Esonerati altri due tecnici: Mandorlini (Cremonese) sostituito da Rastelli; Bisoli (Padova) sostituito da Foscarini. La classifica non aspetta, va avanti chi fa punti ed il Crotone dopo undici partite procede a piccoli passi concedendosi anche qualche pausa di troppo. I dodici punti conquistati dai pitagorici dopo undici incontri rappresentano lo spartiacque tra la zona play-out e quella dei play-off. Il vertice della classifica è, al momento, zona off limite. Una posizione che ad inizio stagione era inimmaginabile. Il percorso fin qui fatto è ormai storia del passato, dalla prossima giornata, in quel di Perugia, gli squali ne dovranno scrivere una diversa come del resto si confà a una squadra che annovera i nove/undicesimi della passata stagione di serie A. Mister Oddo, tecnico che conosce bene come si deve giocare un campionato vincente di serie B, avrà già focalizzato in quale reparto occorre maggiore attenzione affinché il Crotone torni a conquistare con più frequenza i tre punti. Perché questo avvenga, dovrà indossare i panni del “mago” e cambiare la mentalità di quei giocatori che in alcuni momenti della partita si estraniano dal gioco collettivo. Occorre dare la “sveglia” al reparto mediano ed a quello difensivo per una maggiore attenzione nelle ripartenze degli avversari. Subire il gol quando si è in attacco, rappresenta la cartina di tornasole dell’estraneità dei giocatori in alcune fasi di gioco. Venerdì non sarà della partita lo squalificato Cordaz, al cui posto dovrebbe esserci Festa. Altre assenze forzate, ma per motivi fisici, saranno quelle dei difensori Marchizza e Martella, che si aggiungono a quelle in corso da più giornate di Nalini e Benali. Per i sostituti, la scelta cadrà di sicuro su Golemic e Curado. Per il resto nessun altro cambio nell’undici iniziale, anche se c’è da tener presente che la definitiva formazione mister Oddo la metterà assieme dopo l’allenamento mattutino di giovedì. Chi scenderà in campo fin dall’inizio si troverà di fronte avversari in serie positiva da due giornate con sei punti conquistati, sei gol realizzati, quattro subiti ed un solo punto di distanza dai play-off. Incontro non facile come hanno commentato mister Oddo e il centrocampista Barberis.

Mister Oddo: “La difesa non ha molte colpe sui gol che subìsce, prima della difesa c’è il centrocampo che deve intervenire su determinate giocate – ha dichiarato il tecnico – stiamo lavorando per un sistema difensivo diverso, non inteso soltanto come difesa, ma come squadra. Dobbiamo evitare di farci prendere in contropiede dagli avversari”. Per quanto riguarda gli assenti mister Oddo non ne fa un dramma: “Ho disponibili ventidue giocatori ed eventuali assenti saranno adeguatamente sostituiti. Non vorrei mai perdere giocatori importanti, ma non dobbiamo crearci problemi per le assenze. Anzi, sarà un’ottima occasione per chi ha giocato meno affinché si metta in evidenza”. “Il Perugia – ha dichiarato Oddo – è una buona squadra, ma ogni partita è una storia a sé, noi andiamo in Umbria per fare la nostra”. Parlando del traguardo che dovrà raggiungere a fine stagione il Crotone, mister Oddo ha affermato: “Al momento siamo distanti dai play-off di soli tre punti, dopo ogni partita dovrà essere questo il traguardo, se si raggiungerà quando mancano delle giornate guarderemo avanti. Per fare ciò abbiamo bisogno della dovuta tranquillità. Subire continue pressioni per come giochiamo potrebbe essere dannoso nei confronti dei giocatori”. Sulla precedente partita casalinga pareggiata contro il Carpi, il tecnico pitagorico ha detto: “La partita mi è piaciuta, buone giocate in molte occasioni, diverse azioni da gol mancate per pura casualità, sia da Budimir, che da Simy. Ripeto, questo Crotone sta crescendo grazie al lavoro settimanale. La classifica si rivoluzione con tre risultati utili consecutivi e noi abbiamo questa possibilità”.

Andrea Barberis, cento partite con il Crotone, potrebbe essere il capitano della squadra a Perugia in assenza di Cordaz. “Contro il Carpi – ha dichiarato il centrocampista – non abbiamo concretizzato le occasioni da gol, ma in campo abbiamo avuto un’ottima reazione e potevamo tornare negli spogliatoi con i tre punti”. Cosa pensa dell’attuale momento non positivo del Crotone? Andrea ha affermato: “Difficile fare un’attenta analisi di ciò che impedisce al Crotone di conquistare più punti. In campo entriamo determinati e sembra che tutto vada bene, poi arriva la giocata che ti fa perdere l’incontro e manda per aria il lavoro fatto nel corso della settimana. La classifica non ci soddisfa. Dobbiamo migliorarla a breve, per farlo occorrono i risultati positivi a ogni partita, iniziando dalla prossima”. Del Perugia il pitagorico ha detto: “E’ una buona squadra, ha fatto un ottimo calciomercato e disputato due buone ultime gare conquistando sei punti. Scenderanno in campo carichi per conquistare altri tre punti ed avvicinarsi di più ai play-off. La partita la stiamo preparando pensando al valore dei prossimi avversari per non ritardare ancora l’appuntamento con il successo”. “Questo Crotone – ha dichiarato Barberis – non merita l’attuale classifica ma evitiamo, al momento, di pensare ad una promozione diretta se prima non raggiungiamo i play-off”.  Intanto già sette squadre hanno cambiato il tecnico dopo undici giornate, questo significa che tutti vogliono conquistarsi un posto al sole nella cadetteria e quando le cose non girano per il giusto verso a pagare è sempre il tecnico: Brescia (Suazo – Corini), Carpi (Chezzi – Castori), Palermo (Tedino – Stellone), Venezia (Vecchi – Zenga), Crotone (Stroppa – Oddo), Cremonese (Mandorlini – Rastelli), Padova (Bisoli – Foscarini).            

Calciomercato, Crotone: ufficializzato il passaggio di Nicolo' Fazzi al Perugia

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 16 Gennaio 2017 15:49

Ceduto al Perugia il centrocampista del Crotone Nicolo' Fazzi. Si tratta di un giovane promettente arrivato nella citta' di Pitagora inizio stagione 2015/2016 dalla Fiorentina con la formula del prestito. Riscattato dalla societa' pitagorica a inizio dell'attuale campionato. Nato il 2 marzo 1995 e' stato impegnato in due sole occasioni nella passata stagione ed una sola presenza nell'attuale campionato di serie A.   

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}