Giudice sportivo: due giornate di squalifica per Messias, una per Simy e Marrone

Pubblicato in Stadio
Martedì, 28 Gennaio 2020 17:04

Due turni di squalifica al calciatore del Crotone Walter Junior Messias e tre a quello della Juve Stabia Magnus Troest. Lo ha deciso il giudice sportivo della serie B Emilio Battaglia esaminando le gare dell'ultimo turno della serie cadetta

Cade in casa il Crotone contro lo Spezia: gol di Maxi Lopez su rigore

Pubblicato in Stadio
Domenica, 26 Gennaio 2020 16:53

Serie BKT21esima giornata│Brutta sconfitta casalinga del Crotone contro lo Spezia.

Tabellino.

Crotone  1

Spezia    2

Marcatore: 24° Nzola, 46° Lopez (r), Ragusa 78°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Molina, Crociata (Nalini), Barberis, Benali, Mazzotta (Mustacchio), Messias, Simy (Lopez). All. Stroppa

Spezia (4-3-3): Scuffet, Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza, Maggiore (Acampora), M.Ricci, Mora, Ragusa ( Galatino), Nzola (F.Ricci), Gyasi. All. Italiano

Arbitro: Marco Serra di Torino

Assistenti: M.Robilotta - Saccenti

Quarto giudice bordo campo: I.Robilotta di Sala Consilina

Ammoniti: Simy, M.Ricci,

Angoli: 8 a 7 per il Crotone

Recupero: 1 e 4 minuti

Spett. tot. 5.720 € 36.129; biglietti 1.421 € 7.751; abbonati 4.299 rateo € 28.378

La partita. Calcio d'avvio a favore del Crotone e subito si nota la poca incisività dei locali nel cercare l'affondo, non solo per incapacità dei  centrocampisti nell'appoggiare le due punte, ma per una migliore disposizione tattica dei locali che riescono a giocare alti sotto la revia di M.Ricci. In avanti, Simy una nullità nel giocare quei pochi polloni ricevuti. Nessun tiro in porta da parte del Crotone per tutto il primo tempo. L'unica vera azione da gol è sfruttata al meglio con Nzola al minuto trentaquattro dopo aver ricevuto l'assist da parte di M.Ricci dalla fascia sinistra. Per l'occasione la difesa è stata poco attenta. Lo svantaggio non sortisce nessuna reazione nei pitagorici a proposito di giocate pericolose.

Mazzotta lungo la fascia sinistra più spettatore che protagonista di giocate in velocità. La contestazione dei tifosi cella curva sud convince Stoppa ad operare subito il cambio ad inizio ripresa. Dentro Lopez, fuori Simy. Minuto quarantasei affondo di Mazzotta sulla fascia sinistra atterrato in area da Ferrer che significa rigore a favore del Crotone. Dal dischetto batte Lopez ed è il pareggio. Cambio operato da Stroppa (Lopez per Simy) azzeccato. Migliorano le giocate in velocità da parte del Crotone ma senza fare gridare al possibile gol. Nel mo ento in cui Stroppa opera la doppia sostituzione, dentro Nalini e Mustacchio al posto di Crociata e Mazzotta, è lo Spezia a passare in vantaggio  con Ragusa dopo un affondo lungo la fascia sinistra. Più squadra lo Spezia in ogni reparto, poco reattivo il Crotone. Seconda sconfitta casalinga che ha impedito la scalata al secondo posto. Continua la serie dei risultati utili consecutivi degli ospiti (otto).

Con risoluzione alle ultime vittorie il Crotone si ferma all'Ezio Scida  contro lo Spezia. Un percorso che nel momento clou della stagione ha messo in evidenza la necessità di rivecere il materiale umano. Contro il forte Spezia nessun segno di squadra leader dopo le sfide precedenti. Gli spezzini di mister Italiano, arrivati all'Ezio Scida imbattuti da sette giornate, (una sola sconfitta nelle ultime dodici partite) non hanno mai smesso di rincorrere il risultato fin dall'inizio. La sconfitta casalnga della vice capolista Pordenone (partita giocata sabato) doveva ampliare la voglia di successo del Crotone che da stasera significava solitario secondo posto con due lunghezze di vantaggio ma ciò non è avvenuto.

Squadra che vince non si cambia e contro lo Spezia nessun cambio rispetto agli undici iniziale schierati la precedente giornata. Il precedente pareggio casalingo contro il Cittadella ha, invece, indotto il tecnico ligure ad effettuare cinque cambi. Fuori Marchi, Bartolomei, Mastino, F.Ricci, Gudjohnsen ed al loro posto rispettivamente Marchizza, M. Ricci, Mora, Ragusa, Nzola. 

 

Il Crotone chiude la partita in 5 minuti al ''Picco'' di La Spezia: doppio Simy, gran gol dell'ex Ricci

Pubblicato in Stadio
Sabato, 31 Agosto 2019 20:07

Zerie BKT 2^ giornata│Un ottimo Crotone nella prima parte dell’incontro esce imbattuto dal Picco e si porta a casa i tre punti si piazza in alto alla classifica.

Tabellino.

Spezia       1

Crotone    2

Marcatori: Simy ( r ) 24, Simy 29°, F. Ricci 44°

Spezia (4-3-3): Krapikas, Vignali (Ferrer), Ramos, Mora (Maggiore),  M. Ricci, Galabinov, F. Ricci, Gyasi (Gudjohsen), Capradossi, Bartolomei, Terzi. All. Italiano

Crotone(3-5-2): Cordaz, Cuomo (Marrone), Golemic, Gigliotti, Molina, Benali, Barberis, Zanellato, Mazzotta (Mustacchio) , Messias (Vido), Simy. All. Stroppa

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo

Assistenti: Damiano Margani, Filippo Bercigli

Quarto giudice: Andrea Colombo

Ammoniti: Barberis, Benali, Zanellato

Angoli: 8 a 2 per lo Spezia

Recupero: 2 e 5 minuti

La partita. Crotone promosso dopo la prima e assai impegnativa trasferta, pur evidenziando qualche negatività in corso d’opera, in particolare nella ripresa. Sbavature giustificate, giacché, il top della forma tecnico/atletica, è sempre difficile raggiungerlo ad inizio stagione per qualsiasi squadra. Confermato quanto detto da mister Stroppa alla vigilia dell’incontro: “Gli Spezzini hanno qualità individuale e collettiva, noi siamo in grado di contrapporre le giuste misure per non soccombere se ripeteremo l’ottima prova della precedente giornata e non commetteremo grossi errori”. Il campo ha confermato un Crotone lucido in difesa mai sofferente nei confronti del trio d’attacco spezzino: Galabinov, Gyasi, Ricci, solido a centrocampo con mediani capaci di chiudere gran parte degli spazi che i locali tentavano di aprirsi, cinico in attacco. Tutto questo con la conferma dei 10/11 della precedente formazione. Assente Spolli per infortunio, al suo posto schierato Cuomo. Il tecnico ligure ha preferito dare fiducia all’undici che ha sconfitto il Cittadella in trasferta (formazione che vince non si cambia avrà pensato mister Italiano) senza, però, ottenere lo stesso risultato. Crotone subito in evidenza fin dall’inizio con Mazzotta a sinistra e con Simy che tiene in apprensione la difesa locale. Il pressing degli ospiti si concretizza al minuto ventuno, quando Gyasi atterra in area di rigore Zanellato. Dagli undici metri Simy mette dentro e dopo tre minuti il nigeriano raddoppia su assist di Messias. Non accorcia la squadra mister Stroppa per non dare la possibilità allo Spezia di affollare l’area di rigore. Il gol dei locali arriva al minuto quarantaquattro per merito dell’ex Federico Ricci che dalla distanza mette dentro il pallone all’incrocio dei pali. Primo tempo a favore dei pitagorici su tutti i fronti. Benali, Barberis (100 partite in serie B), Zanellato e soprattutto Mazzotta sulla fascia sinistra, hanno dimostrato di non temere le giocate dello Spezia. Messias al fianco di Simy è una vera spina nel fianco della difesa avversaria. La stanchezza è protagonista nel secondo tempo. A pagare pegno più degli altri al caldo Messias e Mazzotta per aver sorso corso molto nel primo tempo. Infatti, nello spazio di soli quattro minuti entrambi sostituiti rispettivamente da Vido (debutto nel Crotone) e Mustacchio schierato a destra e Molina a sinistra. Soffre il Crotone il pressing dello Spezia dopo che Italiano ha sostituito i difensori Vignali e Mora con Ferrer e Maggiore per una maggiore spinta offensiva. Soffrono gli ospiti ma non si fa trovare mai impreparato Cordaz che in tre occasioni salva la porta. Si ribalta la situazione al minuto settantasei quando Benali da fuori area ha colpito l’incrocio dei pali. Il gol avrebbe chiuso la partita a favore del Crotone. Prossima sfida all’Ezio Scida domenica 15 settembre. 

 

 

 

Mister stroppa disegna la formazione in vista della trasferta di La Spezia: «Abbiamo curato tutti i particolari per ben figurare»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 30 Agosto 2019 17:27

Spezia – Crotone 2^ giornata│Diretta in chiaro su Rai 2 sabato 31 agosto alle ore 18. Ex dell’incontro l’attaccante Federico Ricci. Crotone con l’incognita del debutto di Marrone. I 22 convocati dal tecnico pitagorico per la prossima trasferta:

Cordaz, Cuomo, Golemic, Gigliotti, Mustacchio, Benali, Vido, Figliuzzi, Bellodi, Crociata, Molina, Barberis, Gomelt, Kargbo, Zanellato, Festa, Mazzotta, Simy, Zak, Panza, Messias, Marrone.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Krapikas, Vignali, Terzi, Capradossi, Ramos, Bartolomei, M. Ricci, Mora, F. Ricci, Galabinov, Gyasi. All. Italiano

Crotone(3-5-2): Cordaz, Golemic, Cuomo, Gigliotti, Mustacchio, Barberis, Benali, Zanellato, Mazzotta, Simy, Messias. All. Stroppa

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo

Assistenti: Damiano Margani, Filippo Bercigli

Quarto giudice: Andrea Colombo

Il pre-partita. Gli ultimi sgoccioli di calciomercato potrebbero essere impegnati dalla società pitagorica per mettere a segno un altro importante colpo dopo il difensore Marrone e l’attaccante Lopez. A proposito di quest’ultimo, mister Stroppa ha dichiarato: “Lopez è un lusso per la serie B in considerazione del suo valore. Il presidente Gianni Vrenna ha voluto fare un ottimo regalo a tutta la tifoseria portandolo a Crotone. Per quanto mi riguarda ringrazio il presidente per avermi messo a disposizione un simile giocatore”. L’ultimo arrivo in ordine di tempo nella famiglia pitagorica potrebbe essere un altro difensore, lo svincolato Agustin Silvestre, argentino passaporto italiano nato a Mercedes il 25 settembre 1984, noto ai crotonesi per essere stato avversario in serie A con la maglia della Sampdoria. Per tesserarlo occorre vincere la concorrenza del Perugia, di più a proposito del suo ingaggio ne sapremo nelle prossime ore.

Nel prossimo incontro a La Spezia, sul terreno del Picco, il Crotone potrebbe schierare i 9/11 della partita contro il Cosenza. Uniche novità: Cuomo al posto del difensore centrale Spolli infortunato, Mustacchio a destra per Molina. Rimane l’interrogativo Marrone che potrebbe essere della partita fin dall’inizio se in questi due giorni di presenza a Crotone ha evidenziato una discreta preparazione fisica. Mister Italiano, a differenza del suo collega, non deve conciliare la formazione con assenze forzate e questo potrebbe significare la conferma dello schieramento che ha sconfitto in trasferta il Cittadella. Punto di forza dei ligure i fratelli Ricci, centrocampista e attaccante.

Le dichiarazioni di mister Stroppa alla vigilia del match: “Lo Spezia a Cittadella ha fatto ottime cose meritando la vittoria. Ma ha anche rischiato di perdere. Possiede dei valori importanti e con il cambio del tecnico sono stati apportati da parte dello Spezia pochi ritocchi rispetto al passato campionato. Una squadra propositiva che sa palleggiare con buoni giocatori in prima linea. Grandissimo rispetto per questa formazione. Noi come abbiamo dimostrato contro il Cosenza possediamo tutti gli accorgimenti per affrontarla al meglio. È vero che abbiamo sbagliato troppe occasioni da gol ma questo significa che siamo in grado di offendere di continuo l’avversario. Stiamo migliorando con il passare dei giorni e come prima trasferta abbiamo curato tutti i particolari per ben figurare. Nelle retrovie mancano alcuni uomini per un certo lavoro, ma con la positività che nella prima di campionato non abbiamo subito il gol. Tecnicamente dobbiamo migliorare e di continuo. Dopo Spezia saremo ancora più competitivi potendo usufruire di quindi giorni senza incontri e questo ci consente di recuperare qualche acciaccato. Con Vido, Simy, Lopez, indipendentemente da chi giocherà, il Crotone sarà fortemente competitivo e farà divertire tutti i tifosi. Stessa cosa con il pieno recupero di Mazzotta e Marrone che eleveranno il tasso tecnico sulla fascia sinistra e nel reparto arretrato”.          

Sabato prima importante trasferta del Crotone contro il temibile Spezia: Spolli out, probabile debutto in difesa di Marrone

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 29 Agosto 2019 19:30

Serie BKT 2^ giornata│Spezia-Crotone stadio “Picco” sabato 31 agosto ore 18. Pitagorici senza l’infortunato difensore Spolli ma con il probabile debutto del neo acquisto Luca Marrone. Arbitro dell’incontro sarà Manuel Volpi di Arezzo, assistenti Damiano Morgani e Filippo Bercigli, quarto giudice Andrea Colombo.

Prima impegnativa trasferta dei pitagorici contro un avversario il cui obiettivo è la promozione nella massima serie. Traguardo che lo Spezia aveva già tentato la passata stagione attraverso gli spareggi play-off. La vittoria (0-3) in trasferta dei liguri nella precedente giornata contro il forte Cittadella, altra formazione che intende lottare per la promozione, conferma il valore degli uomini del tecnico Italiano. Il Crotone non potrà schierare per motivi fisici il forte difensore Spolli. Il resto della rosa tutta a disposizione del tecnico Stroppa che nel corso della settimana, con due sedute giornaliere, sta pressando i suoi per meglio presentarli sul terreno del Picco. L’attaccante Lopez non sarà della partita dovendo scontare una giornata di squalifica.

Probabile debutto in difesa del neopitagorico Luca Marrone. Nato a Torino il 28 marzo 1990, Marrone è cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della Juventus con la quale ha giocato in serie A nel 2009 conquistando in seguito tre scudetti. Tra le squadre con cui ha militato Siena, Sassuolo, Carpi, Zulte Waregen (Belgio).  La passata stagione in forza all’Hellas Verona, serie B, è stato avversario del Crotone nel doppio incontro. Difensore solido che può giocare come centrocampista. La società pitagorica lo ha ingaggiato con la formula del prestito.

Le dichiarazioni dell’attaccante Junior Messias per quanto concerne la prossima trasferta e il risultato del derby nella prima giornata: «Contro il Cosenza abbiamo giocato bene alla continua ricerca del gol, anche se non siamo riusciti a realizzarlo rimane la soddisfazione di una buona partita disputata da parte nostra. Sono anche soddisfatto della mia prima prestazione in questo campionato. Per quanto mi riguarda non è un punto d’arrivo, ma deve essere l’inizio di una forma in crescita. Lo Spezia è partito bene ad inizio campionato battendo una forte squadra. Ci troveremo di fronte ad un avversario entusiasta e sostenuto dal pubblico di casa. Noi lo affronteremo disputando di sicuro una positiva gara. Durante la settimana ci stiamo preparando con il solito impegno per conquistare i tre punti».  

Il Crotone si complica la vita nella trasferta di La Spezia: sconfitta meritata e partita-salvezza rinviata all’ultimo scontro con l’Ascoli

Pubblicato in Stadio
Sabato, 04 Maggio 2019 17:21

Serie BKT 37esima giornata│Si complica la vita in trasferta il Crotone e rinvia la salvezza all’ultima partita interna contro l’Ascoli.

Tabellino.

Spezia       2

Crotone   0

Marcatori: Galabinov 25°, Bidaoui 80°

Spezia (4-3-3): Lamanna, Vignali, Capradossi, Terzi, Augello, Bartolomei (Maggiore), Ricci, Mora, Gyasi (Crimi), Galabinov, Da Cruz (Bidaoui). All. Marino

Crotone(3-5-2): Cordaz, Curado (Sampirisi), Vaisanen, Marchizza, Molina, Zanellato, Barberis, Firenze (Kargbo), Milic, Maschach (Mraz), Simy. All. Stroppa

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli 

Assistenti di linea Grossi - Capone

Quarto giudice Manuel Volpi di Città della Pieve

Ammoniti: Vaisanen, Milic, Zanellato

Angoli: 6 a 4 per il Crotone

Recupero: 3 e 4 minuti

La partita. Quando il campionato è alle battute finali e le squadre che si affrontano devono assolutamente conquistare punti per non compromettere la stagione, ne potrebbe risentire lo spettacolo. E così, Spezia e Crotone sono entrate in campo con l’obbligo del risultato, mettendo da parte ogni tatticismo speculativo e disputato una gara per centrare i rispettivi traguardi. Per i pitagorici era importante non perdere (era sufficiente anche il pareggio per la matematica salvezza). Gli uomini di mister Stroppa hanno però subìto la sconfitta dopo tre risultati utili consecutivi e rinviato il discorso salvezza alla prossima partita interna contro l'Ascoli. Non erano poche le preoccupazioni da parte di mister Stroppa alla vigilia dell’incontro dovendo fare a meno di alcuni giocatori che nelle ultime partite si sono rivelati determinanti. Assenti per squalifica Benali e Golemic, non utilizzabili Pettinari, Rohden, Spolli per motivi fisici e dirottato in panchina Sampirisi per questioni tecniche; le novità della formazione iniziale rispetto alla precedente giornata hanno riguardato Marchizza, Firenze, Milic. Mister Marino che ci teneva molto a quest’incontro, tant’è che nel corso della conferenza stampa pre partita ha chiamato a raccolta tutti i tifosi, per scardinare la difesa ospite si è affidato  al trio Gyasi, Galabinov, Da Cruz. Centrocampo con Bartolomei a destra, Ricci centrale, Mora a sinistra. Difesa a quattro con Vignali a destra, Capradossi e Terzi centrali, Augello a sinistra. Fuori, rispetto alla trasferta di Palermo, il difensore Ligi, il centrocampista esterno Maggiore e Da Cruz. 

Cronaca. Batte il calcio d’inizio il Crotone e nei minuti successivi gli uomini di mister Stroppa evidenziano una certa prudenza negli affondi preferendo il possesso palla a centrocampo e in difesa. Simy poco servito non riesce mai a liberarsi per il tiro finale. Il trio di centrocampo: Zanellato, Barberis, Firenze, poco propositivi in fase offensiva. Partita che, però, stava trascorrendo senza patemi d’animo anche perché lo Spezia non si dimostrava pericoloso con il trio d’attacco ben controllato dai difensori pitagorici. Fatale il minuto venticinque al Crotone quando, dalla fascia sinistra Gyasi effettua un perfetto traversone per la testa di Galabinov che di testa mette dentro il pallone. Per l’occasione Cordaz non è uscito dalla propria porta e Vaisanen non ha marcato l’autore del gol. Pitagorici disuniti subito dopo lo svantaggio e in diverse azioni Vaisanen, Milic, Zanellato commettono falli d’ammonizioni. Minuto quarantatre cambio obbligato per il Crotone: fuori Curado per essersi infortunato nell’intento di rinviare il pallone, dentro Sampirisi schierato difensore destro. Primo tempo mediocre per la squadra di Stroppa sia nel controllo delle giocate, sia nelle ripartenze. Nessun tiro in porta all’indirizzo di Lamanna.

Buona ripresa nei minuti iniziali da parte del Crotone che cerca di tornare in parità. Dalla panchina Stroppa incita i suoi a non giocare palloni all’indietro. Milic al minuto cinquantuno impegna Lamanna ad una difficile respinta. Poi soltanto un correre senza alcuna concretezza in fase offensiva. Mister Stroppa tenta di rinforzare la spinta offensiva con l’ingresso di Mraz prima e Kargbo dopo ma nessun segnale che i pitagorici potessero andare in gol. È lo Spezia che al minuto ottanta raddoppia con l’ex Bidaoui dopo l’assist di Gyasi. Niente è perduto, domenica arriva all’Ezio Scida l’Ascoli ed in quell’occasione il Crotone si gioca un’intera stagione. Nessuna voto sufficiente nei confronti dei pitagorici. Spezia ancora in corsa per i play-off e li dovrà conquistare il prossimo turno in trasferta in quel di Lecce. Partita mediocre.            

 

 

 

 

Crotone ''incerottato'' alla volta di La Spezia, mister Stroppa: «Chiudero' la formazione poco prima dell'inizio partita»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Maggio 2019 19:13

Serie BKT 37esima giornata│Contro lo Spezia un Crotone "incerottato" per alcune assenze forzate. Mister Stroppa proverà a rinviare la qualificazione play-off alla sua ex squadra.

Probabili formazioni:

Spezia (4-3-3): Lamanna, Vignali, Capradossi, Ligi, Augello, Maggiore, Ricci, Mora, Gyusi, Galabinov, Okereke. All. Marino

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Marchizza, Vaisanen, Sampirisi, Barberis, Zanellato, Molina, Firenze, Machach, Simy. All. Stroppa   

Vigila con il fiato sospeso da parte del tecnico pitagorico a proposito di qualche assenza forzata per squalifica e infortunio. “Non chiedetemi di una probabile formazione o chi dovrebbe giocare al posto degli assenti – ha detto in sala stampa mister Stroppa – la formazione iniziale la comporrò qualche ora prima della partita”. Sicuri assenti saranno Benali e Golemic squalificati ai quali si aggiungono l’attaccante Pettinari, il centrocampista Rohden e in dubbio la presenza dei difensori Spolli mentre Vaisanen ha recuperato dall’infortunio subito all’undicesimo del primo tempo la precedente partita.

I convocati per Spezia dopo la rifinitura mattutina (la squadra è partita alla volta di Spezia nel pomeriggio) sono ventiquattro e prenderanno parte alla trasferta anche gli squalificati Benali e Golemic. Cordaz, Curado, Cuomo, Firenze, Spolli, Machach, Figliuzzi, Tripaldelli, Tripicchio, Gomelt, Milic, Kargbo, Barberis, Marchizza, Molina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Nanni, Simy, Valietti, Pettinari, Sampirisi, Mraz.

Mister Stroppa alla vigilia della prossima trasferta in chiave salvezza: “A causa delle assenze ho fatto una rifinitura diversa provando diverse soluzioni. Per quanto riguarda la probabile formazione il tutto sarà rinviato a domani dopo aver fatto la conta e vedere chi realmente può scendere in campo”. A proposito del prossimo incontro mister Stroppa ha confermato che si tratta di un’altra difficilissima finale: “Come in precedenza, il Crotone in questo scorcio di campionato dovrà giocare soltanto finali. Dobbiamo fare molta attenzione durante la partita giacché affrontiamo una squadra che sa come disporsi in campo per dare fastidio alle giocate avversarie. Lo Spezia – ha detto Stroppa – è eccezionale, costruito bene in tutti i reparti e bisogna fare i complimenti a chi l’ha costruito. A questo si aggiunga che ha un allenatore da me stimato moltissimo. In passato ho preso come riferimento il suo modo di allenare. In definitiva – ha dichiarato Stroppa - lo Spezia è una squadra che ha ottime individualità ed un buon collettivo e questa partita arriva in un momento importane sia per noi che per loro”. Un appunto mister Stroppa intende farlo anche sul calendario per quanto riguarda le ultime giornate riferite ad alcune squadre in lotta per la retrocessione che giocano in orari e giorni diversi: “è strano fare giocare il Crotone sabato pomeriggio alle ore quindici; Benevento – Padova e Livorno - Carpi domenica ore quindici; Foggia – Perugia lunedì ore ventuno. Tutte le partite con lo stesso obiettivo si devono giocare in contemporanea. Ne prendiamo atto, dobbiamo cercare di recuperare al massimo le forze mentali e fisiche per disputare una partita importante”.  E per quanto riguarda un probabile turnover il tecnico pitagorico ha dichiarato: “non lo posso confermare pur dovendo giocare un incontro ravvicinato dal precedente, debbo sincerarmi effettivamente delle condizioni fisiche di tutti. Al momento posso solo affermare che potrebbe anche non esserci”.

Ma in serie BKT in questo scorcio di campionato è anche il tempo degli esoneri allenatori. Al termine della 35esima giornata è stata la volta del tecnico Stellone ad essere esonerato dalla guida tecnica del Palermo e sostituito con Delio Rossi, in precedenza, settima giornata, Stellone aveva rimpiazzato Tedino. Niente di anormale, per il presidente dei rosanero Zamparini sostituire più allenatori nel corso del campionato è ordinaria amministrazione. All’indomani della sconfitta casalinga del Verona ad opera del Livorno (36esima giornata) la società veneta ha esonerato mister Grosso ed al suo posto chiamato Aglietti. Le rispettive società hanno giustificato l’esonero dei due tecnici con la inadeguatezza della squadra in previsione dei play-off. In totale trentacinque allenatori fino ad ora si sono alternati sulle panchine delle diciannove squadre, il Foggia ne ha cambiato quattro. Soltanto otto società hanno mantenuto lo stesso allenatore: Benevento (Bucchi), Cittadella (Venturato), Cosenza (Braglia), Lecce (Liverani), Livorno (Lucarelli), Perugia (Nesta), Pescara (Pillon), Spezia (Marino).

Al Crotone basta poco per la salvezza matematica: sabato c'e' gia' la trasferta delicata di La Spezia

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 02 Maggio 2019 18:44

Serie BKT 37esima giornata│Spezia-Crotone stadio comunale Alberto Picco sabato 4 maggio ore 15. Squali, senza lo squalificato Benali e con qualche acciaccato da recuperare, con l’intento di conquistare la matematica salvezza contro una candidata alla promozione. Dirigerà l’incontro il signor Livio Marinelli di Tivoli; assistenti di linea Grossi e Capone; quarto giudice Manuel Volpi di Città della Pieve.

Brescia già promosso in serie A con due giornate d’anticipo, Lecce che, invece, dovrà assolutamente vincere in casa l’ultima partita di campionato (la prossima giornata riposa) per poter festeggiare la promozione. Un eventuale passo falso potrebbe costare caro alla squadra di mister Liverani essendo inseguita dal Palermo che si trova in terza posizione distante quattro punti. Benevento, ha come unico obiettivo conquistare la terza piazza con i risultati delle ultime due giornate iniziando dalla prossima in casa contro il Padova (ultimo in classifica). La bagarre per guadagnarsi un posto nei preliminari e finali play-off coinvolge ancora molte squadre, sette per l’esattezza.

Argomento retrocessione diretta ancora aperto anche se Padova e Carpi, distanti cinque punti dal terzo posto, hanno poca possibilità di evitare il ritorno in Serie C. Foggia, Venezia e Livorno con l’obiettivo di allontanarsi dalla diretta retrocessione. Salernitana a quota trentotto punti può festeggiare la salvezza domenica prossima (ore 21,00) se all’Arechi batte il Cosenza già salvo. Il Crotone, impegnato in quel di La Spezia sabato prossimo, ha dovuto rinviare i festeggiamenti della matematica salvezza dopo l’ultimo successo sul Benevento. Ad aver impedito ai pitagorici di tirarsi già fuori dalla mischia retrocessione la vittoria (2-3) del Livorno a Verona.

Il tutto rinviato a sabato prossimo quando i pitagorici affronteranno gli spezzini del tecnico Marino, in piena lotta per confermare i play-off e sarà ancora un'altra dura finale. Nella probabile formazione non ci sarà Benali squalificato, ma in questo momento tutta la rosa a disposizione di mister Stroppa evidenzia un ottimo stato di salute. E senza voler togliere niente a nessuno, un elogio particolare per ciò che stanno facendo nel girone di ritorno, spetta a Molina e Simy. Il bomber nigeriano (13 gol in totale) ne ha realizzato nove nelle sedici partite del girone di ritorno. L’ultimo contro il Benevento che ha significato tre punti e la quasi matematica salvezza.

Il Crotone lo vorrebbe trattenere anche per il prossimo campionato ma sarà difficile resistere alle tante richieste che arrivano da squadre della massima serie per accaparrarsi il giocatore. Molina contro il Benevento ha giocato senza alcun dubbio la sua migliore partita da quando indossa la maglia rossoblù. L’esterno di centrocampo che sa anche difendere la propria area di rigore quando è necessario e contro i sanniti ha dovuto fare spesso il difensore esterno a causa dell’uomo in meno. In questo momento, però, è tutto il Crotone che gioca con il piglio della squadra leader contro qualsiasi avversario. Alla Spezia non ci sarà Benali, Pettinari, mentre Vaisanen e Spolli devono smaltire qualche acciacco insieme a Rohden.

Molina dopo l’ultimo incontro: “È un momento felice per tutta la squadra, sicuramente rispetto al Venezia è stata una partita più difensiva, io mi sono dovuto occupare di diagonali e di uno contro uno in fase di non possesso palla, però è bene così. A me piace giocare a prescindere dalla zona del campo dove devo operare. È il tecnico che sceglie dove giocare ed io sono sempre a disposizione. La partita con il Benevento l’abbiamo vinta principalmente sul carattere, giocare in dieci per tutto il secondo tempo e parte del primo, non era facile. Siamo stati bravi a sbloccarla. Prima della partita con il Foggia, girone di ritorno, eravamo ultimi a quota quattordici punti, adesso di punti ne abbiamo quaranta e questo significa che abbiamo fatto un gran lavoro e ci siamo messi alla pari con le squadre d’alta classifica. Se contro il Benevento abbiamo fatto una certa prestazione grazie al lavoro continuo che facciamo settimanalmente. Adesso abbiamo le ultime due partite, pensiamo prima alla prossima contro Lo Spezia e poi a quella casalinga con l’Ascoli. La vittoria di mercoledì la dedico a tutto il gruppo che è meraviglioso per ciò che sta facendo, alla mia famiglia, a tutti i tifosi”.       

       

L'anno nero del Crotone: i rossoblu' subiscono un'altra pesante sconfitta casalinga contro lo Spezia

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 27 Dicembre 2018 23:06

Serie BKT 18esima giornata│Crisi nerissima per il Crotone che in casa subisce tre gol dallo Spezia. Oddo sarà ancora il tecnico dei pitagorici? Contestata la squadra a fine partita.

Tabellino.

Crotone  0

Spezia    3

Marcatori: 11° De Francesco, 77° Pierini, 89° Pierini

Crotone (4-3-3): Cordaz, Golemic, Vaisanen, Sampirisi, Vailetti, Molina, Zanellato, Barberis (Stoian), Martella (Firenze), Simy (Nalini), Budimir. All. Oddo

Spezia (4-3-3): Lamanna, De Col, Terzi, Capradossi, Crivello, Bartolomei, Ricci, De Francesco (Mora), Vignali, Gyasi (Giudjhonsen), Bidaoui (Pierini). All. Marino

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Coll. Cipressa - Opromolla

Quarto giudice: Mario Vigile di Cosenza

Ammoniti: Vignali, Crivello, Molina

Angoli: 4 a 3 per il Crotone

Repero: 1 e ? minuti

Spett. tot. 5.559 € 39.946; biglietti 1.395 € 9.879; abbonati 4.164 rateo € 30.067

La partita.

Lla vittoria è ormai un frutto proibito per il Crotone di Oddo. Contro lo Spezia, i rossoblù rimediano un'altra brutta serata. Tifosi pitagorici irrigiditi e non per il freddo... ma per quanto hanno dovuto vedere in campo nel corso dei novanta minuti più recupero. Trattandosi di giocatori (quelli pitagorici) con recente militanza in serie A, sarebbe il caso, da parte dei tifosi, chiedere agli stessi giocatori il rimborso del biglietto per il misero spettacolo andato in scena. Una rappresentazione che si ripete dall'inizio della stagione pur cambiando il regista. In ogni caso finché la logica pitagorica non emette il suo verdetto, occorre guardare avanti e pensare positivo. Il tunnel da percorrere per uscire dai play-out è ancora lungo e non è dato sapere quando la squadra di mister Oddo potrà vedere la luce. Il seguito alle prossime giornate ed a ciò che intende fare la società al prossimo calciomercato di gennaio.

Contro lo Spezia ancora una diversa formazione allestita da Oddo. Dentro i difensori Valietti, Vaisanen e gli attaccanti Molina, Simy. fuori Faraoni, Rohden, Firenze, Stoian, modulo 3-5-2. Mister Marino non potendo ancora disporre di Galabinov, Okereke, Maggiore, ha schierato gli stessi sette/undicesimi della formazione che ha pareggiato (1-1) in casa col Palermo. Le novità hanno riguardato l'ingresso di Crivello, De Francesco, Terzi e l'ex Bidaoui in sostituzione di Giani, Augello, Mora, Pierini. Modulo iniziale 4-3-3  con De Col e Crivello difensori esterni, Terzi e Capradossi centrali. Ricci mediano  centrale, Bartolomei e De Francesco centrocampisti. Gyasi punta centrale, Vignali e Bidaoui esterni. Crotone privo di idee fin dall'inizio con giocate al rallentatore. In queste condizioni è stato facile per i liguri leggere il gioco avversario. Bidaoui sulla fascia sinistra ha spaziato a suo piacimento. Noia assoluta i primi diciotto minuti ma non per lo Spezia che in questo minuto passa in vantaggio con De Francesco (primo gol in serie B) con un perfetto tiro da fuori area. Solitamente il gol scuote la squadra che lo subisce. Ciò non avviene per il Crotone che continua ad essere inesistente in area avversaria. L'unica azione degna di nota al minuto trentaquattro con Simy che da fuori area obbliga il portiere avversario ad una difficile respinta in angolo. De Francesco, Vignali, Gyasi, Bidaoui hanno sempre avuto la meglio nei confronti dei rispettivi avversari. Diverso l'atteggiamento dal fronte opposto dove Simy, Budimir, Zanellato e Barberis non hanno mai creato alcuna difficoltà allo Spezia. Questo il Crotone del primo tempo. Un piccolo sussulto di orgoglio nella ripresa con l'ingresso di Firenze al posto di Martella per motivi fisici ed in seguito con l'entrata in campo di Stoian al posto di Barberis (il giocatore sembra entrare in campo già pdivo di idee) e Nalini in sostituzione di Simy. Nessuno si accorge del buon momento del Crotone giacché dura poco. Al minufo sessantadue miracolo di Cordaz su De Francesco ed al minuto settantacinque altro salvataggio del portiere pitagorico su Piedini. Il ligure non fallisce il raddoppio al minufo settantasettesimo. È notte fonda per il Crotone  che da domani sicuramente non sarà più del tecnico Oddo. Terzo gol ancora da parte di Pierini al minuto 88. Spezia in zona play-off guarda con fiducia il prosieguo del campionato. Forte conteztazione del pubblico locale a fine partita.

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}