''Terremoto'' plusvalenze fittizie di Chievo e Cesena: il Crotone intanto rimane in sospeso sul calciomercato... In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Venerdì, 06 Luglio 2018 12:06

TERREMOTO SERIE A, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE. Non si placa lo scossone prodotto dal terremoto "plusvalenze gonfiate" che ha colpito la serie A, il Chievo Verona potrebbe subire una retrocessione modificando così la lista delle 20 squadre protagoniste nella prossima stagione calcistica della massima serie. Tale eventualità potrebbe includere inaspettatamente il Crotone, opzione da non escludere. Se per giorni in casa rossoblù si è  mantenuto un cauto riserbo, adesso si comincia a notare un certo fermento per via della strutturazione del nuovo Crotone che porta parecchie incognite in sé. Fino al 17 luglio, infatti, giorno in cui è prevista l'udienza del tribunale federale per il Chievo, non è dato conoscere al Crotone se dovrà costruire una squadra per il massimo campionato oppure per la serie cadetta. Intanto il tempo stringe. La città spera in silenzio e si mostra a dire il vero piuttosto scettica.

LA RETROCESSIONE AMARA. Il Crotone è stato protagonista di un campionato che lo ha visto fino all'ultima giornata impegnato nel tentativo di salvarsi e che lo ha chiamato nella fase finale anche a giocarsi il tutto per tutto con una big in grande forma, come il Napoli. Fanno da contorno, poi, un calendario finale difficile, alcuni errori degli squali e le ingiustizie arbitrarie che, insieme, hanno contribuito a decretare un'amara e immeritata retrocessione. Non ingiustizia, ma un vero e proprio errore lo ha definito l'ex arbitro Paolo Tagliavento il gol annullato al Crotone col Cagliari all'andata. Dalle colonne della Gazzetta dello Sport, Tagliavento ha ammesso che il gol di Ceccherini, da lui annullato in pieno recupero era regolare. L'episodio ha però influito fortemente sulla retrocessione della squadra allenata dall'ex bandiera interista Walter Zenga.

PLUSVALENZE FITTIZIE. La vicenda plusvalenze fittizie, per quanto concerne il deferimento del Chievo, riguardano i tesseramenti da giugno 2014 a dicembre 2017, l'accusa è che veniva corrisposto un valore superiore a quello reale dei giocatori. Le plusvalenze fittizie, scrive il pm Pecoraro nel deferimento al  Chievo, pare siano servite: «a far apparire un patrimonio netto superiore a quello realmente esistente, così da ottenere l'iscrizione al campionato di Serie A delle stagioni 2015 - 2016, 2016 - 2017 e 2017 - 2018, in assenza dei requisiti». L'accusa è chiara e pesante come un macigno e il Chievo non è l'unica squadra accusata, come anche il Cesena, chiamati a rispondere dell'articolo 1 sulla lealtà e sull'articolo 8, commi 1, 2 e 4, del Codice della Giustizia sportiva (Cgs). Questa tipologia di illeciti, con la riforma del Cgs, sono considerati gravissimi, più gravi degli illeciti sportivi, la punizione può andare dalla penalizzazione in classifica alla retrocessione. 

IL CHIEVO DAL CANTO SUO SI DIFENDE. «Aspettiamo l'udienza del Tribunale il 17 luglio con grande fiducia. Abbiamo sempre lavorato rispettando le regole senza mai sgarrare...», ha dichiarato il presidente del Chievo, Luca  Campedelli, rompendo il silenzio ieri in una conferenza stampa.

Davide Pirillo

Letto 1356 volte Ultima modifica il Venerdì, 06 Luglio 2018 17:03
Stadio RossoBlu

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909  -  Email: stadio@laprovinciakr.it

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}