Stadio, Cosenza possibile alternativa. Vrenna: «Entro il 20 giugno comunicheremo alla Lega dove giocare». In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Giugno 2016 13:47

"Chiedo la possibilita' della ristrutturazione dello 'Scida', partendo immediatamente dalla tribuna, cercando di ampliarla per dare la possibilita' di ospitare piu' calabresi e gente da fuori, portando lo stadio a 16mila posti". Cosi' il presidente del Catania, Raffaele Vrenna, intervenuto nella trasmissione della Tgr Rai Calabria 'Buongiorno Regione Rai. "Ero disponibile come societa' a costruire gli spogliatoi e ad ampliare la curva, in attesa che l'amministrazione si concentrasse sulla tribuna, che deve essere da Serie A - spiega il numero uno del club calabrese, fresco della promozione nel massimo torneo - Se giocheremo la prima di campionato in casa? Entro il 20 giugno dobbiamo dire alla Lega dove giocheremo e spero possa essere a Crotone, come sarebbe giusto per la societa' e i tifosi. Dovremo anche indicare un secondo stadio, qualora non riuscissimo a completare i lavori. La citta'? Spero almeno sia in Calabria - conclude Vrenna - Potrebbe essere Cosenza, se lo stadio e' sistemato per giocare".

 

 

 

Letto 1468 volte Ultima modifica il Venerdì, 03 Giugno 2016 13:53
giuliano

Giuliano Carella

Articoli correlati (da tag)

  • Crotone-Juventus: sabato (ore 20.45) porte aperte per mille tifosi allo stadio ''Ezio Scida''

    Serie A Tim│Porte aperte allo stadio Ezio Scida per mille spettatori in occasione dell’incontro Crotone – Juventus, sabato 17 ottobre ore 20.45.

  • LE PAGELLE│Primo gol in rossoblu' per Maxi Lopez: modulo e schemi da rivedere per mister Stroppa

    CROTONE (3-5-2)

    Cordaz, 6 nulla da fare per i gol subiti, troppo lineare la facilità con cui li hanno messi a segno gli attaccanti spezzini.

    Golemic, 6 un gladiatore, aggredisce gli avversari su tutti i palloni nella sua area di competenza.

    Marrone, 6 anche lui consapevole di dover affrontare avversari di capacità tecno-fisica, si è fiaccato nella parte finale della partita.

    Gigliotti, 6 come gli altri ha mantenuto duro fino a quando non ha visto entrare per due volte la sfera alle spalle di Cordaz.

    Molina, 6 primo tempo da manovale, nella seconda parte del match è calato di molto sul piano delle giocate.

    Crociata (Nalini), 5,5 qualche sprazzo isolato, ma poi si è perso anche lui nel buio del centrocampo.

    Barberis, 5,5 il capitano accusa stanchezza nelle ultime partite forse anche a causa delle presenze continue, magari ha bisogno di un po’ di riposo per recuperare la sua proverbiale lucidità.

    Benali, 5,5 ancora debole sulle gambe, da lui oggi sono partiti pochi palloni giocabili e sui tackle con gli avversari ha poco vigore.

    Mazzotta 5 (Mustacchio s.v.), completamente assente nella partita, ma ha dalla sua di essersi guadagnato un rigore messo a segno da Lopez.

    Messias, 5 davvero sorprendente la sua giornata: nervoso, non si è visto proprio in campo rispetto al suo modo di giocare.

    Simy (Lopez). 5 giornata nera per lui un primo tempo davvero difficile da far arrabbiare tifosi e all’allenatore che ha dovuto lasciarlo negli spogliatoi nella seconda parte della gara.

    Lopez 6 ha il merito di segnare il gol della speranza per i rossoblù, si dimostra giocatore di categoria superiore

    All. Stroppa: 5,5 a questo punto forse si dovrebbe rivedere un po’ il modulo di gioco tenuto conto che i ragazzi, quasi tutti, dimostrano di subire un calo fisico che non gli permette di portare a buon fine i suggerimenti del mister.

    SPEZIA (4-3-3):

    Scuffet, 6 completamente indisturbato dagli avanti crotoniati per tutto il primo, strepitoso nel secondo tempo su un tiro maligno lanciato da Barberis.

    Ferrer, 6 molto attivo, ha sulla coscienza di aver causato un rigore atterrando Mazzotta.

    Erlic, 6 dinamico e preciso nei passaggi, buon dialogo con il resto dei compagni.

    Capradossi, 6 anche lui si è dato un gran da fare per portare un risultato positivo a casa.

    Marchizza, 6 l’ex di turno ha sofferto molto nel marcare Molina, ma tutto sommato ha fatto la sua parte per portare i tre punti a casa sua.

    Maggiore (Acampora s.v.), 6 ha avuto la meglio su Crociata e compagni.

    M.Ricci, 6,5 un vero lottatore al centro campo che ha fatto da pistone vero tra difesa e attacco.

    Mora, 6 giusta partita volta all’insegna della dinamicità e dell’armonia atletica a centrocampo.

    Ragusa (Galatino), 6,5 raccoglie e mette a segno un delizioso gol intascando tre punti preziosi in classifica.

    Nzola (F.Ricci s.v.), 6,5 stessa manovra, per lui buca la difesa crotoniate e depone facilmente la sfera alle spalle di Cordaz.

    Gyasi. All. Italiano 7 ha messo in campo una squadra fresca e determinata su ogni reparto che gli ha consentito un meritata vittoria.

     

  • I bruzi si accorgono delle sviste arbitrali solo quando le subiscono? Dg Vrenna dice la sua sul ''dopo-partita''

    Serie BKT│Bando alle polemiche di parte e guardare avanti pensando al prossimo impegno casalingo contro lo Spezia di mister Italiano che per il Crotone può valere la seconda posizione.

  • Condotta violenta: inibito fino al 31 marzo prossimo il direttore generale del Crotone

    MILANO - Il Giudice sportivo della Serie Btk ha deciso l’inibizione fino al 31 marzo e un’ammenda di 20.000 euro per il direttore generale del Crotone Raffaele Vrenna. «Per avere – scrive il giudice –, al temine della gara, negli spogliatoi, aggredito verbalmente l'allenatore in seconda della squadra avversaria Roberto Occhiuzzi, che era intento a discutere con il presidente del Crotone, apostrofandolo con epiteti gravemente offensivi e cercando il contatto fisico che non si verificava grazie all'intervento di alcuni addetti alla sicurezza e dei dirigenti del Crotone. Per avere, successivamente, mentre Occhiuzzi si apprestava ed uscire dagli spogliatoi, cercando di chiarire con il presidente del Crotone quanto accaduto in precedenza, lanciato verso lo stesso signor Occhiuzzi, una bottiglietta di plastica vuota che lo colpiva al viso, ponendo in essere una condotta gravemente violenta».

    Tre giornate di squalifica per il calciatore del Livorno Matteo Di Gennaro e per quello della Virtus Entella Andrea Schenetti per essersi messi reciprocamente le mani al collo nel corso del match dell'ultimo turno di serie B tra Livorno ed Entella. Due turni a Falasco (Perugia), un turno a Claiton (Cremonese), Da Cruz, Gerbo (Ascoli), Grillo (Trapani), Settembrini, Contini Baranovsky, Paolucci (Entella), Siega (Pisa), Fiordilino (Venezia), Boben, Luci, Marras (Livorno), Busellato (Pescara), Canotto (Juve Stabia), Ciano, Dionisi (Frosinone). Tra i dirigenti; squalifica di due turni per Lupo (Venezia); tra i medici squalifica due turni per Bonofiglio (Cosenza); tra gli operatori sanitari un turno a Scappini (Livorno).

  • Al Crotone va il derby di Calabria: la terna arbitrale non coglie un gol di Sciaudone

    Serie BKT 20esima giornata│ Il Crotone batte nel posticipo il Cosenza e prosegue nel suo campionato d'avanguardia. Al contrario, la formazione di Braglia continua ad annaspare in acque torbide.

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}