Paulo Sousa avverte i viola: «Attenti al Crotone perché è squadra che segna, la partita di domani è pericolosa»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 25 Ottobre 2016 14:56

«Dobbiamo dare continuità alle nostre ultime vittorie, per questo dovremo avere la stessa fame e la stessa intensità del Crotone. Le partite come quella di domani sono molto pericolose». È l'avvertimento lanciato da Paulo Sousa alla Fiorentina, in vista della sfida interna contro la formazione calabrese, ultima in classifica con un solo punto. «Non dimentico che il Crotone, tranne in una partita, ha sempre fatto gol - ha continuato l'allenatore dei viola - quindi dovremo essere attentissimi, altrimenti rischieremo di trasformarci in una squadra vulnerabile e fragile». Nel gruppo viola sono tutti al momento a disposizione anche se qualche elemento, come Ilicic e Bernardeschi, accusano un po' di acciacchi. (ANSA)

 

 

 

Nicola: «Abbiamo tenuto testa al Napoli che è una grossa squadra, nessuno ci ha ridicolizzati»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 23 Ottobre 2016 18:40

«Credo nella salvezza». Ha risposto così, con molta tranquillità, mister Nicola alle domande "a caldo" dei giornalisti durante le interviste dagli spogliatoi. Nicola ha detto di crederci nonostante la sua squadra abbia racimolato un solo punto in classifica dopo nove giornate. Situazione, questa, che rende la sua panchina non più tanto sicura, anche se il tecnico ha sempre potuto contare, almeno fino a questo momento, sulla fiducia più volte rinnovatagli dalla società. E poi difficilmente potrebbe cambiare qualcosa sulla panchia dei rossoblù visto il turno infrasettimanale a Firenze e poi l’altro match domenicale in casa col Chievo. «Non mi importa – ha proseguito Nicola nel merito – ciò che dicono gli altri. Abbiamo tenuto testa al Napoli che è una grossa squadra. Ci davano sconfitti – ha sottolineato il tecnico – con più gol di scarto ed invece potevamo pareggiare. Nessuno ci ha ridicolizzato». Tira un sospiro di sollievo invece mister Sarri dopo tre confitte consecutive del suo Napoli che oggi a Crotone ritrova la vittoria. «A Crotone – ha sottolineato il tecnico dei partenopei – è difficile vincere, io non avevo mai vinto in precedenza. Il Crotone – ha detto il tecnico – non merita la classifica attuale. Abbiamo giocato in dieci per molto tempo e questo ha inciso sul nostro modo di gestire la partita Cordaz ci ha negato la possibilità di segnare altri gol. Gabbiadini sarà multato per l' espulsione».

 

 

Mai nessuna squadra aveva fatto tanto poco in serie A: il Crotone perde col Napoli e resta a un punto in classifica

Pubblicato in Stadio
Domenica, 23 Ottobre 2016 17:10

Serie A nona giornata, ottava sconfitta del Crotone, la prima tra le mura amiche. Il Crotone s'illude di tenere testa al Napoli per appena 17 minuti. È a questo minuto del primo tempo infatti che Callejon, avvantaggiato da un passaggio avventato al'indietro di Salzano, s'invola verso Cordaz e lo batte sul primo palo. Raddoppio partenopeo al 33' del primo tempo con Maksimovic che interviene sotto porta deviando un pallone su calcio d'angolo e lisciato da Cordaz. Al 44' del secondo tempo Rosi approfitta di una corta respinta della difesa del Napoli su calcio d'angolo e mette in gol da pochi passi.

Tabellino.

Crotone   1

Napoli      2

Marcatori: Callejon 17°, Maksimovic 33°, Rosi 85°

Crotone (4-3-3): Cordaz 4.5, Rosi 5, Claiton 5, Ferrari 5, Martella 5, Capezzi 5, Salzano 5 (1' st Stoian 6), Crisetig 5, Tonev 5 (9' st Nwanko 5.5), Falcinelli 5.5, Palladino 5 (30' st Rodhen 5) (5 Festa, 95 Cojocaru, 15 Mesbah, 17 Ceccherini, 18 Barberis, 23 Dussenne, 29 Trotta, 31 Sampirisi, 77 Fazzi). All.: Nicola 5.

Napoli (4-3-3): Reina 7, Hisaj 6, Maksimovic 7, Koulibaly 6.5, Strinic 6, Allann 6, Diawara 6.5, Hamsik 6 (18' st Zielinski 6); Callejon 7 (30' st Giaccherini 6) Gabbiadini 5, Mertens 6 (38' st El Kaddouri sv). (1 Raffael, 22 Sepe, 8 Jorginho, 11 Maggio, 21 Chiriches, 24 Insigne, 30 Rog, 31 Ghoulam, 62 Tonelli). All.: Sarri 6.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo 5

Coll. Di Liberatore - Schenone

Quarto giudice: Paganesi

Add. 1 Banti  Add. 2 Chiffi

Ammoniti: Crisetig,

Espulsi: Gabbiadini 31°

Angoli: 8 a 6 per il Crotone

Recupero: minuti nella ripresa

Il commento.

La tanto attesa prima partita allo Scida non si e' tramutata in una festa. La brutta sconfitta subìta dal Crotone contro una grande del girone ha diradato l'entusiasmo dei tifosi. A fine partita hanno contestato squadra e allenatore. Da stasera la panchina di mister Sarri non sara' piu' calda come in precedenza avendo interrotto la striscia delle tre sconfitte consecutive (due in campionato, una in Champions League). Mister Nicola ha sempre dichiarato che la sua squadra nei precedenti incontri aveva evidenziato di essere all'altezza della massima serie, indipendentemente dai risultati, contro il Napoli non c'e' stata la conferma. La musica non cambia, gli orchestrali eseguono sempre lo stesso spartito e per una diversa esibizione sarebbe ora di un diverso direttore d'orchestra. Formazione rossoblu' identica alla precedente giornata. Mister Sarri ha optato per il turnover lasciando fuori Ghoulan, Jorginho, Insigne ed al loro posto String, Mertens, Maksimovic. Crotone privo di idee fin dall'inizio ed imbambolato in difesa. In queste condizioni e' stato fin troppo facile per i partenopei andare in gol con Callejon e Maksimovic rispettivamente al 17° e al 33°. Primo tempo terminato tra i fischi dei sostenitori rossoblu' delusi e non poco per questa prima apparizione sul tereno dello Scida. Nessuno dei locali ha meritato la sufficienza. Ospiti bravi nel sapere sfruttare le occasioni favorevoli per deficienza degli avversari. Assegnare voti di merito ai singoli giocatori del Napoli in occasini del genere non e' il caso essendo di un altro spessoe tecnico e contro il Crotone hanno ottenuto il massimo conil minor sforzo. Torna alla vittoria il Napoli e l'ottiene ancora in trasferta dopo quella di Palermo (0-3) terza giornata. Per un'eventuale vittoria del Crotone si spera nell'arrivo della Befana sperando che si ricordi del regalo. Il gol per accorciare le distanze sui piedi di Simy al 67° sciupata banalmente da dentro l'area. Le partite scorrono velocemente e dopo la nona il Crotone ancora con un punto in classifica. Mai nessuna squadra aveva fatto tanto poco in serie A. Finche' la logica pitagorica non si pronuncia esistono i miracoli nel calcio. Il miracolo potra' esserci anche da parte del Crotone, se pero' si creano i presupposti. Gli schemi messi in campo da Nicola partita dopo partita  on sortiscono nessun effetto. Ripetiamo la svolta con un diverso direttore d'orchestra potrebbe esserci e la posizione Nicola adesso è più in bilico che mai se non fosse per il turno infrasettimanale che dovrà affrontare la squadra. La tranquillita' con cui ha gestito l'incontro il Napoli ha conzentito al Crotone di spingersi piu' sovente in attacco ottenendo una serie di calci d'angolo. In una di queste azioni l'esterno Rosi accorcia le distanze endendo meno amara l'ennesima sconfitta.

 

 

 

 

Tutte le curiosità su Crotone-Napoli: Nicola promosso in serie A col Livorno battendo l'Empoli di Sarri

Pubblicato in Stadio
Sabato, 22 Ottobre 2016 11:18

Il Crotone sarà la prima squadra calabrese a vincere l’esordio in serie A tra le mura amiche?

Il Crotone debutta finalmente allo stadio “Scida” in serie A dopo i lavori di rimodernamento. I rossoblù sono la terza compagine della Calabria a calcare i campi della massima divisione, ma nessuna tra Catanzaro e Reggina ha finora vinto l’esordio casalingo nel proprio stadio: nel 1971 i giallorossi vennero battuti 0-2 dall’Inter, nel 1999 gli amaranto pareggiarono 2-2 contro la Fiorentina.

Crotone, unica della A 2016/17 senza vittorie

Il Crotone è rimasta l’unica formazione della serie A 2016/17 senza vittorie: l’ultima affermazione rossoblu in match ufficiali risale al 20 maggio scorso, 1-0 allo “Scida” sull’Entella nell’ultima giornata della Lega B 2015/16.

Crotone, squadra della A 2016/17 che impiega più giocatori

Il Crotone ha schierato 25 giocatori nelle prime 8 giornate della serie A 2016/17, squadra che ne ha messi in campo di più, assieme all’Udinese.

Gli sprechi del Crotone nelle riprese

Il Crotone è la formazione della serie A 2016/17 che ha gettato al vento più punti di tutte nelle prime 7 giornate di campionato tra i risultati al 45’ e quelli finali: -10 il saldo negativo rossoblu. A Bologna, i calabresi sono passati dallo 0-0 della pausa allo 0-1 finale, a Pescara contro il Genoa da 1-0 a 1-3, poi da 1-1 a 1-2 ad Empoli, da 1-0 ad 1-1 al “Cornacchia” contro il Palermo e da 1-0 a 1-2 a Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Nicola, in serie A: un solo punto nelle ultime 16 partite

Un pareggio (1-1 contro il Palermo, primo punto nella sua storia in serie A del Crotone), nel mezzo 15 sconfitte nelle ultime 16 partite giocate, di cui 8 con il Livorno 2013/14 ed 8 con i calabresi quest’anno. L’ultima vittoria di Nicola su una panchina di serie A risale al 3 novembre 2013, Livorno-Atalanta 1-0.

Crotone gol subiti a cavallo della pausa

Il Crotone, che vanta la peggior difesa del campionato - 18 reti al passivo -, ha subito ben 11 di questi gol a cavallo della pausa, di cui 5 dal 31’ al 45’ inclusi recuperi e 6 dal 46’ al 60’.

Napoli: mai dire rigore nel 2016/17

Il Napoli è rimasta una delle 3 compagini della serie A 2016/17 senza rigori nelle proprie prime 8 giornate di campionato, ne pro, ne contro. Come gli azzurri partenopei ChievoVerona ed Empoli.

La grande crisi azzurra

Il Napoli ha perso le ultime 3 partite ufficiali disputate, 0-1 a Bergamo e 1-3 al San Paolo dalla Roma in A e 2-3 dal Besiktas (ancora in casa) in Champions. Nelle ultime 4 gare, inclusa quella dell’ultimo risultato positivo, 4-2 sul Benfica in Champions, al San Paolo, la difesa azzurra ha subito 9 reti. Numeri da crisi o poco ci manca. E se anche oggi arrivasse un k.o., il quarto di fila, si dovrebbe risalire al dicembre 2012 per rivedere un Napoli perdere 4 gare ufficiali consecutive: allora fu 1-3 al San Paolo dal Psv Eindhoven (Europa League), 1-2 a Milano dall’Inter (serie A), 2-3 e 1-2 sempre dal Bologna a Napoli, prima in campionato, poi in coppa Italia.

Nicola promosso in A battendo Sarri

Davide Nicola e Maurizio Sarri si sono già affrontati 7 volte in partite ufficiali: in bilancio 3 successi per Nicola, 2 pareggi e 2 vittorie di Sarri. Le ultime due sfide risalgono alla finale playoff serie B 2012/13, con il Livorno di Nicola che conquistò la promozione in serie A battendo l’Empoli di Sarri: 1-1 all’andata al “Castellani” e 1-0 amaranto nel ritorno all’Ardenza.

 

 

Nicola: «Contro il Napoli dovremo essere perfetti. Emozionati di vedere la cornice del nostro pubblico»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 22 Ottobre 2016 11:02

«La prima, vera notizia a proposito del prossimo incontro con il Napoli è il ritorno allo Scida». Davide Nicola scuote i rossoblù in vista della sfida di domenica col Napoli. È la prima gara della stagione che il Crotone giocherà nel suo stadio. «Aver giocato sempre in trasferta – ha specificato il tecnico rossoblù – non è un attenuante per le sconfitte subite. Ma è anche vero che il tutto esaurito che ci sarà domenica sugli spalti aumenterà il potenziale offensivo dei miei giocatori. Daremo tutto ciò che è in noi per regalare il primo successo stagionale ai tifosi. In settimana – aggiunge il tecnico – abbiamo effettuato alcuni allenamenti sul nuovo terreno e devo dire che la tribuna emoziona pensando che nel corso della partita si trasformerà in una muraglia umana che tiferà Crotone. Siamo emozionati e desiderosi di vedere la cornice del nostro pubblico. Affrontare il Napoli non è cosa da poco, ci troveremo di fronte ad un avversario che ha accumulato due consecutive sconfitte in campionato ed una in Champions League. A Crotone il Napoli vorrà ripartire a nostre spese e dobbiamo impedirlo impostando un’accorta gara senza rinunciare ad offendere. Dobbiamo essere quasi perfetti se vogliamo conquistare un risultato positivo contro una squadra che ha giocatori la cui qualità è elevata. Contro il Sassuolo – analizza Nicola – vincevamo e per ottantasei minuti, se non avessimo steccato nel finale, avremmo conquistato un grosso risultato contro una delle migliori squadre del campionato. Dobbiamo essere bravi a mantenere il giusto equilibrio nei reparti.  In considerazione delle prossime tre ravvicinate partite – ha spiegato il tecnico - ci sarà il turnover e chi gioca contro il Napoli potrebbe non essere schierato a Firenze. Tutti i miei giocatori devono mantenere la giusta concentrazione e questo potrà avvenire se giocano. Ci sono elementi in rosa che stanno crescendo bene e anche velocemente. Claiton e Martella sono stati eccezionali contro il Sassuolo, la loro sostituzione è avvenuta per motivi fisici. Siamo una squadra molto strutturata – ha aggiunto Nicola – ed il cambio di un solo giocatore potrebbe cambiare l’assetto della squadra. Barberis cresce giorno dopo giorno e sarà compito mio quando farlo giocare. Rosi come difensore destro ha qualcosa più degli altri e sicuramente sarà in campo nelle prossime tre partite. Capezzi e Crisetig si trovano bene nel centrocampo a tre, devono migliorare qualcosa ancora. Tonev deve prendersi più responsabilità sotto porta ed è in grado di farlo.  Pensando al Napoli ripeto, si tratta di una squadra che ha un attacco dalle grosse potenzialità e noi dobbiamo impedire che si esprimono al massimo. Cordaz – ha tenuto a sottolineare il tecnico è un portiere con una grossa personalità e responsabilità, nelle partite fin qui giocate ha pagato anche per errori commessi dal reparto difensivo, specie in occasione dei palloni inattivi. Mesbak è stato fermo per qualche settimana a causa di un infortunio, è un giocatore da inserire gradualmente, in occasione delle prossime tre ravvicinate partite potrebbe essere inserito in formazione. È stato inserito nella mischia contro il Sassuolo ma non è ancora pronto per un'intera gara».        

Primo allenamento dei rossoblù sul nuovo manto erboso dello Scida. Col Napoli probabili Ceccherini e Stoian

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 20 Ottobre 2016 18:34

Serie A nona giornata: Crotone - Napoli stadio Ezio Scida domenica 23 ottobre ore 15.00. Nell'attesa mister Nicola ha fatto svolgere stamattina il primo allenamento dei rossoblù sul nuovo manto erboso dello stadio Ezio Scida. 

Probabili formazioni:

Crotone (3-4-3): Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Martella, Rosi, Crisetig, Capezzi, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Maksimovic, koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamcik, Collejon, Gabbiadini, Insigne. All. Sarri

Arbitro: Mazzoleni

Coll. Di Liberatore - Schenone

Quarto giudice: Paganesi

Add. 1 Banti  Add. 2 Chiffi

Porte aperte all'Ezio Scida nella mattinata di oggi, ma solo per consentire ai rossoblu' di prendere confidenza, per la prima volta in questa stagione, con il nuovo manto erboso. Subito dopo l'allenamento il commento del centrocampista Leo Capezzi: «Contenti di tornare a casa nostra davanti al pubblico amico che ci segue sempre e comunque. Abbiamo fatto un ottimo allenamento sul nuovo terreno di gioco dello Scida che è perfetto. Il non aver giocato a Crotone non deve essere un attenuante per i risultati negativi, ma il pubblico amico è un valore aggiunto in certi momenti dell'incontro. Qualche vittoria la  meritavamo. Contro il Sassuolo - commenta Capezzi - sembrava fatta, purtroppo il calcio e' anche questo, si e' puniti per una distrazione. A Reggio Emilia - riferisce il centrocampista - abbiamo dimostrato che siamo sulla strada giusta per conquistare punti. In occasione della prossima sfida con il Napoli ci stiamo caricando al punto giusto sapendo d'incontrare una grande del campionato. Nel modulo che prevede tre centrocampisti - ha concluso - mi trovo bene, devo apprendere altri movimenti ma la strada è quella giusta». Tornando al prossimo incontro, l'ultima volta di Crotone-Napoli fu nel campionato serie B 2006/2007, ventinovesima giornata, successo (2-1) del Crotone grazie ai gol di Sedivec (7°), Giampaolo (17°), il gol dei partenopei un autorete del portiere rossoblu' Zamboni (40°). La classifica vedeva il Napoli secondo inseguire la Juventus capolista, ed il Crotone terzultimo alla ricerca dei punti salvezza. Come allora in serie B anche in occasione della prossima giornata entrambe inseguono lo stesso obiettivo: Napoli che vuole tornare al successo dopo due sconfitte consecutive per non distanziarsi troppo dalla capolista Juventus, Crotone con l'intento di conquistare la prima vittoria stagionale. Formazione rossoblu' che potrebbe presentare poche novita' rispetto a quella che ha affrontato il Sassuolo nella precedente giornata. Claiton sembra aver recuperato e potrebbe essere della partita insieme a Ferrari difensoe centrale con il ritorno di Ceccherini a destra e Martella a sinistra. Novita' anche nel centrocampo con l'esclusione di Salzano e lo spostamento di Rosi esterno destro per un centrocampo a tre che comprende Crisetig e Capezzi. Trio d'attacco con la presenza iniziale di Stoian esterno destro al posto di Tonev, Falcinelli punta centrale, Palladino esterno sinistro. Il Napoli dopo la sconfitta in Champions League si presenta a Crotone come un leone ferito avendo subito altre due sconfitte in campionato nelle ultime due giornate. Un altro stop targato Ezio Scida potrebbe costare caro al tecnico Sarri. Tra i probabili undici iniziali sembra certa la conferma in attacco di Gabbiadini e Insigne, a loro e' affidato il compito di penetrare tra le maglie della difesa piu' perforata del campionato e battere Cordaz.

(Foto Facebook: Muro Rossoblù)

La Lega di Serie A ha dato il via libera ufficiale all'utilizzo dell'Ezio Scida per la partita Crotone-Napoli

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 20 Ottobre 2016 18:18

La Lega di Serie A ha dato il via libera per l'utilizzo già dal prossimo turno di campionato del 23 ottobre, in occasione della gara col Napoli, dello stadio 'Ezio Scida' per le partite interne del Crotone. La decisione sblocca definitivamente le problematiche legate all'utilizzo dello stadio e dà alla formazione calabrese una possibilità di riscatto dopo l'infelice avvio di campionato. L'ufficialità per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida è contenuta nel comunicato emesso oggi dalla Lega di Serie A dopo il sopralluogo effettuato stamattina nell'impianto. É stata accolta, così, l'istanza del Crotone da parte della Commissione criteri infrastrutturali della Lega di Serie A.

"Raggelata" del presidente Abodi (Lega B) sullo stadio: «Con nuove regole Figc, Crotone non potrebbe giocare in serie A»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 20 Ottobre 2016 14:21

Con le nuove regole sulle licenze nazionali legate alla riforma attualmente in discussione in seno alla Figc, una societa' priva di uno stadio in regola come il Crotone non potra' disputare il campionato di Serie A. Lo ha spiegato il presidente della Lega B, Andrea Abodi a margine del Forum Sport e Business del Sole 24 Ore. «In Federazione - ha commentato Abodi - stiamo valutando di elaborare il sistema licenze nazionali su ciclo pluriennale. A fine di ciclo si iscrivera' al campionato chi ha acquisito il diritto sportivo, ma anche chi risponde a criteri finanziari, organizzativi e infrastrutturali. Nello specifico - spiega Abodi, commentando la decisione di concedere una deroga allo stadio Scida per poter ospitare gli incontri della massima serie - il raggiungimento di determinati obiettivi sportivi dovrà essere compatibile con i criteri infrastrutturali. Ad esempio con le regole future il Crotone non potra' andare in Serie A, non avendo un impianto adatto per giocare nella massima serie. Vogliamo regalare alla Serie A tre squadre che abbiamo le caratteristiche giuste - ha concluso il numero uno della Lega B - e non correre il rischio di creare danno allo spettacolo». (AGI)

Il Crotone sprofonda sempre di più: non basta la reazione inziale contro il Sassuolo, la sconfitta arriva nei minuti finali

Pubblicato in Stadio
Domenica, 16 Ottobre 2016 18:40

Serie A ottava giornata, settima sconfitta del Crotone. Sfugge nei minuti finali la vittoria per distrazioni difensive. "Una sconfitta che mi dà molto fastidio. Siamo arrivati vicinissimi a conquistare la nostra prima vittoria che avremmo meritato dopo due settimane di intenso lavoro". Così il tecnico del Crotone, Davide Nicola, dopo il ko col Sassuolo. "Tatticamente abbiamo giocato una partita perfetta - sottolinea -. Non voglio parlare di sfortuna, ma alla fine dal possibile 2-0 a nostro favore, abbiamo subito due reti che ci hanno condannato ingiustamente. Personalmente sono molto sereno anche per la mia posizione perché credo che giocando con questa intensità il Crotone dimostrerà che può essere competitivo in questo campionato".

Tabellino.

Sassuolo               2

Crotone               1

Marcatori: 1° Falcinelli, 83° Sensi, 85° Iammello

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini (Sensi), Magnanelli, Pellegrini, Politano, Defrel (Iemmello), Ricci (Matri). All. Di Fancesco

Crotone (4-3-3):  Cordaz, Rosi, Claiton (Dussenne), Ferrari, Martella, Salzano, Crisetig, Capezzi, Tonev (Rohden), Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Tasso – Di Iorio

Quarto giudice: Liberti

Add. 1 Russo, Add. 2 Saia

Ammoniti: Crisetic, Capezzi, Palladino

Angoli: 15 a 1 per il Sassuolo

Recupero: 1 e 3 minuti

Il commento.

Ciò che il Crotone riesce a fare nel primo tempo contro qualsiasi avversario, non lo fa nella seconda parte nei minuti finali. In quel di Reggio Emilia, di fronte a un folto pubblico amico ha così accumulato la settima sconfitta stagionale per due distrazioni difensive in tre minuti (82°-83°). I duemila tifosi pitagorici rappresentavano il dodicesimo uomo in campo ben sfruttato fin dall’inizio. Bel colpo d’occhio in una bella giornata di sole che stava per trasformarsi in una domenica di festa e invece, quando si cominciava a pensare che sarebbe arrivata la prima vittoria, sono arrivati i tre minuti “mortali”. Mister Nicola lo aveva detto alla vigilia: sul terreno del Mapei Stadium ci sarà un Crotone diverso per atteggiamento mentale e approccio alla partita e così è stato. Le novità in campo rispetto all’ultima formazione schierata al Sant’Elia contro il Cagliari hanno riguardato Salzano e Capezzi in sostituzione di Ceccherini e Rohden. Crotone schierato per la prima volta con il 4-3-3 ma suscettibile di cambiamento in corso d’opera dove i difensori bassi, Rosi e Martella in alcuni casi si predisponevano come centrocampisti insieme al trio Salzano-Criserig-Capezzi. Il tecnico emiliano Di Franceco ha rinunciato a Antei, Acerbi, Letschert, Mazzitelli, Adjapong rimpiazzati da Biondini, Peluso, Acerbi, Ricci. Difesa a quattro con Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; trio di centrocampo con Petrini, Magnanelli, Pellegrini; prima linea formata da Politano, Defrel, Ricci. Parte subito bene il Crotone ed a meno di un minuto dall’inizio passa in vantaggio con l’ex Falcinelli su assist laterale di Rosi. Primo gol del giocatore con la maglia rossoblù e tripudio sugli spalti da parte dei duemila crotonesi. Immediata la reazione dei locali al terzo minuto con Defrel che colpisce la traversa, ed al minuto ottavo un grossolano errore del difensore Ferrari costringe Cordaz ad effettuare una difficile respinta in angolo. Il Crotone soffre ma si difende bene sorretto da un buon centrocampo dove Crisetig sa come dettare i tempi delle giocate. Il migliore è sempre Palladino che sulla fascia sinistra mette in continua difficoltà gli avversari. Nervoso sulla panchina i rispettivi tecnici ma per opposti motivi. Mister Di Franceco ad inizio ripresa lascia negli spogliati lo spento Ricci per fare posto a Matri in attacco. Il cambio non preoccupa gli ospiti che al minuto quarantanove colpiscono la traversa con Falcinelli su assist dalla sinistra di Palladino. È un continuo botta e risposta a proposito di azioni pericolosi. Traverse colpite da una parte e dall’altra, l’ultima di Capezzi al minuto 82. In occasione della ripartenza dopo la traversa il Sassuolo trova il gol del pareggio con Sensi ma Cordaz era in netto ritardo sul pallone. Due minuti dopo la debacle, in seguito al quindicesimo angolo il Sassuolo fa suo l’incontro con Iemmello che di testa raddoppia. Una vera pillola di veleno per i rossoblù dopo aver condotto la gara fino a pochi minuti dal termine. Continua la tradizione sfavorevole del Crotone sempre sconfitto in trasferta dal Sassuolo. Crotone che progredisce ancora ma deve continuare a farlo ancora, specie in difesa per eliminare le continue distrazioni. La nota positiva: al Crotone necessita il sostegno del pubblico e il 23 ottobre contro il Napoli si prevede il tutto esaurito all’Ezio Scida.         

 

 

Crotone avrai il "tuo" pubblico contro il Sassuolo. Martella: «Dobbiamo tornare con i tre punti da Reggio Emilia»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 13 Ottobre 2016 17:47

Serie A ottava giornata, Sassuolo – Crotone domenica 16 ottobre ore 15.00 Mapei Stadium di Reggio Emilia. Ex di turno saranno l’attaccante rossoblù Falcinelli e l’esterno Ricci. Disponibili i nazionali Markus Rohden e Aleksandar Tonev dopo gli impegni con le rispettive Nazionali, in gruppo anche Mesbak.

Probabili formazioni:

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Antei, Acerbi, Peluso, Mazzitelli, Magnanelli, Biondini, Politano, Defrel, Ragusa. All. Di Fancesco

Crotone (3-4-3):  Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Rosi, Crisetig, Salzano, Martella, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Tasso – Di Iorio

Quarto uomo: Liberti

Add. 1 Russo Add. 2 Saia

Nella prossima trasferta in quel di Reggio Emilia in cui affronterà il Sassuolo al Mapei Stadium, il Crotone giocherà davanti ad un numeroso pubblico amico proveniente da tutta l’Emilia Romagna, Lombardia, Toscana. Per la prima volta dall’inizio della stagione, i rossoblù potranno contare sul dodicesimo uomo in campo. Non è cosa da poco dovendo incontrare una squadra costruita dal Patron Squinzi per entrare nel giro della Champions League e i risultati gli stanno dando ragione. L’ultima volta di Sassuolo – Crotone (2-1 per i neroverdi) in occasione della seconda giornata campionato serie B 2012/2013 in quel di Modena sul terreno del Braglia dove gli emiliani giocavano prima di spostarsi a Reggio Emilia. La tradizione è stata sfavorevole ai rossoblù anche negli altri tre precedenti incontri di serie B (2011/2012 – 2010/2011 – 2009/2010), avendo subito tre sconfitte con il doppio svantaggio senza segnare alcun gol. Nell’attesa del prossimo incontro la preparazione di metà settimana mister Nicola l’ha effettuata presso la struttura di Steccato facendo disputare la partita preceduta dalle varie fasi di riscaldamento fisico, riscaldamento tecnico, lavoro per reparti. Tutti i rossoblù disponibili e questo per mister Nicola significa poter allestire la migliore formazione. Rispetto alla precedente trasferta di Cagliari le novità potrebbero essere Salzano in sostituzione di Rohden e Stoian (autore del gol contro i sardi) al posto di Tonev. Per il resto la conferma dei novi/undicesimi sconfitti in Sardegna. Bruno Martella, difensore da tre stagioni al Crotone: 2014/2015 (24 presenze), 2015/2016 (32 presenze 2 gol), 2016/2017 (7 presenze) ha parlato della prossima trasferta proprio questa mattina: «La prima parte del campionato non è stata negativa dal versante del gioco, siamo stati sfortunati in più occasioni. Non siamo stati capaci di concretizzare le occasioni da gol create sotto la porta avversaria penalizzando il risultato finale. Dopo due mesi dall’avvio della stagione abbiamo fatto notevoli progressi e imparato come evitare certe negatività. Da Reggio Emilia dobbiamo portare via punti, e per la classifica e per dare il giusto segnale che siamo anche noi una squadra in grado di lottare alla pari contro chiunque». Mister Di Francesco recupera Cannavaro, Matri, Sensi, Antei ma non è sicuro di poter disporre per domenica di Missiroli, Ducan, Berardi, Gozzola. La concorrenza per fare parte dei probabili undici iniziali riguarda Antei (Cannavaro); Ragusa (Matri); Ragusa (Ricci).

 

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}