«Davide Nicola è il nuovo allenatore del Crotone»: l'annuncio ufficiale della società

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 23 Giugno 2016 16:38

Il Football Club Crotone comunica di aver affidato, a partire dall'1 luglio 2016, la guida tecnica della prima squadra al signor Davide Nicola. Nei prossimi giorni verrà comunicata la data della presentazione ufficiale del neollenatore rossoblù attraverso apposita conferenza stampa. «La società - è scritto nella comunicazione - dà il benvenuto a mister Nicola e gli augura un grosso in bocca al lupo per il nuovo incarico». Davide Nicola è nato a Luserno San Giovanni (Torino) il 5 marzo del 1973. Nonostante abbia iniziato a fare l’allenatore da pochi campionati, il tecnico ha già diretto squadre della cadetteria e della serie A. È più noto alla tifoseria rossoblù come avversario all’Ezio Scida quando allenava il Livorno nella stagione 2012/2013. Al termine di quel campionato Nicola conquistò con la squadra toscana la promozione in serie A dopo aver vinto i play-off. La promozione gli valse la conferma sulla panchina del Livorno anche in serie A campionato 2013/2014, ma fu esonerato ad inizio del girone di ritorno (13 gennaio 2014) a causa della pessima classifica dei toscani. Nella stagione della serie B 2014/2015 divenne il nuovo tecnico del Bari dalla quindicesima giornata in sostituzione dell’esonerato Mangia. Sulla panchina dei pugliesi Nicola ha trascorso anche il campionato successivo (sempre in serie B) fino alla ventunesima giornata quando, per esonero, lasciò la panchina a Camplone.

Nicola pista percorribile per il Crotone: ore cruciali per la designazione del nuovo tecnico rossoblù

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 23 Giugno 2016 01:45

Il giovane tecnico Davide Nicola piace alla società pitagorica che è sul punto di fargli firmare il contratto per la prossima stagione. Lui è nato a Luserno San Giovanni il 5 marzo del 1973 e figura tra i "papabili" allenatori della massima serie rossoblù. Nonostante abbia iniziato a fare l’allenatore da pochi campionati, il tecnico ha già diretto squadre della cadetteria e della serie A. È noto alla tifoseria rossoblù già come avversario all’Ezio Scida quando allenava il Livorno nella stagione 2012/2013. Al termine di quel campionato Nicola conquistò con la squadra toscana la promozione in serie A dopo aver vinto i play-off. La promozione gli valse la conferma sulla panchina del Livorno anche in serie A campionato 2013/2014, ma fu esonerato ad inizio del girone di ritorno (13 gennaio 2014) a causa della pessima classifica dei toscani. Nella stagione della serie B 2014/2015 divenne il nuovo tecnico del Bari dalla quindicesima giornata in sostituzione dell’esonerato Mangia. Sulla panchina dei pugliesi Nicola ha trascorso anche il campionato successivo (sempre in serie B) fino alla ventunesima giornata quando, per esonero, lasciò la panchina a Camplone. Se l’accoppiata Crotone-Nicola venisse ufficializzata, in queste ore, o prima del fine settimana, si chiuderebbe così la "pratica" realtiva all'allenatore e, subito dopo, si aprirebbe invece quella pertiente all'organico a sua disposzione prevista per l’inizio di luglio. Soprattutto da quest’ultimo versante, non si hanno ancora notizie certe. Intanto l’affaire Budimir con la Sampdoria non è stato ancora ufficializzato e stessa cosa succede per quanto riguarda il passaggio del difensore Ferrari al Genoa.

 

 

 

 

Il Crotone la squadra più corretta del campionato: assegnata la Coppa disciplina di Serie B 2015/16

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 22 Giugno 2016 17:04

 Il Crotone si è aggiudicato la Coppa Disciplina per il campionato di Serie B 2015/16. Lo scrive il sito ufficiale dell'Fc Crotone. Gli squali sono in testa secondo la classifica ufficiale pubblicata dalla Lega B che premia la correttezza degli atleti in campo. La squadra rossoblù è risultata la più corretta del campionato cadetto. Nella classifica si tiene conto dei provvedimenti disciplinari adottati dal Giudice sportivo per il comportamento in campo dei tesserati delle società.

 

 

Due mesi all'avvio del campionato e niente lavori allo Scida: la società si "cautela" in quel di Pescara

Pubblicato in Stadio
Martedì, 21 Giugno 2016 16:20

Quando è ormai il promo giorno d'estate, non si hanno amcora notizie certe sull’inizio dei lavori di ristrutturazione dello stadio Ezio Scida. Le settimane trascorrono e l’inizio della stagione agonistica rimane per quando prevista: il 21 agosto prossimo. Sono due mesi esatti. Di fronte a questa scadenza i cittadini cominciano ad essere pessimisti circa la possibilità di poter vedere dai seggiolini dell’Ezio Scida la prima sfida casalinga del Crotone. Ma c'è anche un’altra domanda che pervade tutta la tifoseria rossoblù in queste ore: “Le elezioni che hanno interessato anche Crotone potrebbero allungare i tempi d’inizio e fine lavori all’Ezio Scida?”. Tali risposte interessano anche la società pitagorica che, nell’attesa, ha inteso cautelarsi in anticipo nell’identificazione di un secondo stadio da poter utilizzare nel caso l’Ezio Scida non sia utilizzabile inizialmente. «Il Football Club Crotone - scrive attraverso il sito ufficiale della società - nella persona del presidente Raffaele Vrenna rende noto che nella giornata di lunedì 20 giugno è stata depositata presso la Commissione criteri infrastrutturali la documentazione comprovante la licenza d’uso di cui all’articolo 68 del Tulps per l’eventuale utilizzo dello stadio “Adriatico-Cornacchia” di Pescara. Un adempimento necessario, in attesa dell'adeguamento dello stadio “Ezio Scida” ai parametri richiesti per gli incontri di Serie A Tim: presso lo Scida è infatti prevista la costruzione di una tribuna mobile da 7000 posti in sostituzione dell'attuale e l'implementazione della Goal-line Technology. Raffaele Vrenna ringrazia il Comune, la Prefettura e la Questura di Pescara, nonché il presidente della Delfino Pescara 1936 Daniele Sebastiani per la disponibilità dimostrata».

"Pressing" del Crotone su Grosso: potrebbe essere questione di ore l'annuncio del nuovo tecnico

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 17 Giugno 2016 13:27

Potrebbe essere forse questione di ore perché il Crotone renda noto il nome del nuovo tecnico. La società sta trattando Fabio Grosso, attuale allenatore della squadra Primavera juventina. La società bianconera non si opporrebbe ad un eventuale trasferimento del suo giovane tecnico ed è disponibile a concedergli il nulla osta per accasarsi nella città di Milone come allenatore della massima serie. Nato a Roma il 28 novembre 1977 potrebbe essere il più giovane allenatore della serie A se l’affare con il Crotone dovesse andare in porto. La conferma dell’avvenuto ingaggio potrebbe esserci già nelle prossime ore al massimo nel fine settimana quando tutti i preliminari saranno stati concordati. Da giocatore Fabio Grosso è stato un difensore che ha indossato con successo la maglia Azzurra conquistando la Coppa del Mondo del 2006. La notizia ha già invaso la tifoseria pitagorica che giudica positivo l’eventuale arrivo di Grosso sulla panchina del Crotone.

Trattative tra Crotone e Genoa per la cessione di Juric: la società pitagorica pensa a scambio giocatori

Pubblicato in Stadio
Martedì, 14 Giugno 2016 17:51

Gian Piero Gasperini è il nuovo allenatore dell'Atalanta. Lo ha annunciato ufficialmente il club bergamasco sul suo sito internet. Finisce così l'attesa del nuovo tecnico: Gasperini e l'Atalanta avevano già raggiunto l'intesa da giorni, ma si attendeva la rescissione del contratto con il Genoa, formalizzata solo nella mattinata di oggi. Domani la presentazione ufficiale. Diventato ufficiale il divorzio da Gian Piero Gasperini, il Genoa è, al momento, senza allenatore. La scelta della società di puntare sull'allenatore del Crotone vincente Ivan Juric non riesce a diventare ancora ufficiale. Il tecnico croato è infatti ancora sotto contratto con il Crotone, con cui ha conquistato la promozione in serie A, sino al 30 giugno 2017 e dovrà essere liberato dalla società del presidente Vrenna. A sbloccare la situazione sarà un incontro tra i due presidenti Preziosi e Vrenna, che stanno trattando l'affare di persona. Tra oggi e domani la situazione si dovrebbe sbloccare. A frenare la chiusura dell'intesa è la contropartita richiesta dal Crotone, che non vorrebbe una buonuscita per liberare Juric ma preferirebbe trattare alcuni giocatori sia tra quelli che interessano al Genoa e militano nel Crotone, sia tra i possibili esuberi del Grifone che potrebbero fare il tragitto inverso. Il divorzio tra Gasperini ed il Genoa chiude un'era in casa rossoblù. L'allenatore piemontese, da oggi neo tecnico dell'Atalanta, ha scritto pagine di storia con il club più antico d'Italia. Gasperini ha superato Gigi Simoni per il numero di panchine alla guida del Grifone diventando il più longevo tecnico del dopoguerra nonché il secondo in assoluto alle spalle di William Garbutt per presenze. In otto stagioni, sei intere, una da esonerato e una da subentrato, Gasperini ha collezionato quasi 300 panchine tra campionato, Coppa Italia e competizioni europee. Arrivato nel 2006 in B, al primo campionato ha conquistato la promozione in A e nel 2010 si è classificato quarto a pari merito con la Fiorentina, riportando il Genoa in Europa 20 anni dopo l'impresa di Osvaldo Bagnoli. E' stato inoltre il primo tecnico del Genoa a vincere il derby per tre volte consecutive. Esonerato a novembre 2010 è stato richiamato a settembre 2013 conquistando la salvezza con largo anticipo e, l'anno dopo, la qualificazione all'Europa League, persa solo per motivi economici. Quest'anno il suo Genoa è arrivato undicesimo.

 

Il Crotone della promozione in serie A sarà tra le 6 figurine speciali proposte dalla Panini

Pubblicato in Stadio
Martedì, 14 Giugno 2016 15:19

Sei figurine speciali della collezione "Calciatori 2015-2016" per celebrare la Juventus Campione d'Italia, la vittoria del Cagliari nel campionato cadetto e i protagonisti della stagione appena conclusa. Le realizzerà la Panini, che renderà omaggio anche al capocannoniere della Serie A TIM, Gonzalo Higuain, e alla sua rovesciata contro il Frosinone, a Crotone e Pescara, rispettivamente secondo classificato e vincitore dei play-off in Serie B. L'ultima figurina propone infine la prima pagina de "La Gazzetta dello Sport" del 26 aprile scorso dedicata allo scudetto della Juventus. Queste 6 figurine potranno essere attaccate sull'album "Calciatori 2015-2016" nella sezione "Film del Campionato", che racconta i momenti salienti della stagione. Altre 18 figurine speciali - relative alla "Corsa d'inverno", al "Calcio di Primavera" e allo "Sprint Scudetto" - sono state distribuite nei mesi scorsi.

Quattro ex rossoblù tra le fila della nazionale agli Europei. Il Crotone su Gucher e Sadiq

Pubblicato in Stadio
Sabato, 11 Giugno 2016 21:03

La prima sfida europea dell’Italia contro il Belgio (lunedì 13 ore 21.00), ma anche tutte le altre che gli azzurri disputeranno in questo torneo europeo, saranno seguite con maggiore enfasi dai tifosi del Crotone. Soprattutto quando si annunceranno i nomi degli azzurri che faranno parte della formazione e di quelli che siederanno sulla panchina. Un applauso in più, infatti, i crotonesi lo dedicheranno agli azzurri che sono degli ex del Crotone e che oggi sono tra le fila della Nazionale. forse il nome del primo giocatore che ascolteranno dal commentare (in quanto difensore) sarà Ogbonna, poi ascolteranno via via il nome del centrocampista Florenzi e degli attaccanti Pellè e Bernardeschi. Quattro giocatori che da rossoblù hanno lasciato a Crotone un buon segno al saldo delle loro prestazioni allo Scida. Ogbonna, arrivato a Crotone dal Torino in occasione del campionato di C1 stagione 2006/2007 (tecnico Indiani), è stato impiegato in 26 partite (24 di campionato, 2 play-off). Al termine di quella stagione il difensore di colore ha spiccato il volo per la massima serie. Il centrocampista Florenzi venne in prestito dalla Roma al Crotone campionato serie B 2011/2012. Registrò trentacinque presenze e undici gol realizzati. Anche per lui si segnalò il ritorno alla Roma da titolare nella massima serie durante la stagione successiva. Pellè al Crotone arrivò nel campionato 2005/2006 della serie B. Proveniva dal Lecce e realizzò con la maglia rossoblù sei gol in diciassette partite. La presenza di Bernardeschi, proveniente dalla giovanile della Fiorentina, tra le fila del Crotone è di recente memoria, avendo vestito la maglia rossoblù nel campionato 2013/2014. Ha accumulato trentotto presenze in rossoblù e realizzato dodici gol. La Fiorentina, a fine stagione, non ha esitato un solo istante a richiamarlo nella propria rosa. Dopo di loro la storia di calciatori che dal Crotone sono approdati in Nazionale potrebbe continuare. Oggi l’attenzione della massima serie è rivolta ai vari Ricci, Ferrari, Martella, Capezzi, Cordaz, al croato Budimir, a Yao, tutti giocatori che la società rossoblù vorrebbe trattenere anche per il prossimo campionato. Non solo loro, all’attenzione del presidente Raffaele Vrenna ci sono giovani in forza ad altre squadre e tra questi si fa il nome del centrocampista austriaco Gucher (Frosinone) e dell’attaccante nigeriano Sadiq (Roma).

Nel weekend potrebbe essere reso noto il nuovo tecnico del Crotone: rescissione contrattuale per Juric

Pubblicato in Stadio
Martedì, 07 Giugno 2016 18:16

Dopo il weekend potrebbe essere reso noto il nome del nuovo allenatore del Crotone. A giorni, infatti, si dovrebbe procedere con la rescissione del contratto che lega il tecnico Juric alla squadra dei fratelli Vrenna. Il passaggio ufficiale di Ivan Juric sulla panchina del Genoa, nel frattempo, è ancora in via di definizione giacché la società pitagorica è sì orientata a svincolare il tecnico croato dal contratto che lo lega per la prossima stagione, ma ancora non di è proceduto in tal senso. L’ex tecnico rossoblù prenderà il posto di Gian Piero Gasperini passato all’Atalanta con un contratto biennale (800 mila euro annui) e l’opzione per il terzo anno. Dal Genoa mister Gasperini ha ricevuto una buona uscita di 400mila euro. L’operazione dell’annullamento del contratto che lega Juric al Crotone avverrà dopo l’incontro previsto in questi giorni a Milano tra la dirigenza pitagorica e quella genoana. Il nome del nuovo tecnico che dovrà sostituire Juric si potrebbe conoscere già all'inizio della prossima settimana quando gli spareggi play-off di serie B e Lega Pro saranno terminati e il calcio giocato ha quindi evaso tutti gli impegni in calendario. I nomi più gettonati ai quali è interessato il Crotone fin dalla prima ora, da quando Juric ha fatto intravedere la possibilità di un suo passaggio al Genoa, sono Oddo (Pescara), De Zerbi (Foggia), Gattuso (Pisa) e il giovane Grosso allenatore della Primavera juventina. Se il Pescara dovesse salire in serie A, l’eventuale passaggio di Oddo in rossoblù potrebbe essere accantonato giacché il presidente abruzzese ha dichiarato che tratterebbe il tecnico nella massima serie. Per Gattuso e Grosso ci sarebbe da vincere la concorrenza anche di altre società a lui interessate. Ciò significa che sul taccuino del ds Giuseppe Ursino ci sono i nomi di altri tecnici che potrebbero fare al caso del Crotone. L’elenco di allenatori che nel passato campionato hanno diretto squadre professioniste è abbastanza lungo. La passata stagione sulle panchine delle ventidue squadre di serie B si sono seduti a rotazione quarantuno allenatori, in serie A i tecnici impegnati sono stati ventisette ed il cambio ha interessato anche grosse squadre come Milan, Roma, Lazio ed anche Verona, Chievo, Palermo e Bologna. La categoria degli allenatori, come quella dei giocatori, è abbastanza inflazionata come numero. Basta saper scegliere il tecnico che faccia al caso di una squadra come il Crotone e la dirigenza rossoblù ha sempre evidenziata molta oculatezza nella scelta.  

 

Vrenna: «Chiederemo al Comune di Napoli la possibilita' di giocare al San Paolo le partite del Crotone»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Giugno 2016 16:52

L'esordio casalingo del Crotone calcio in Serie A potrebbe avvenire al San Paolo di Napoli. E' quanto rivela il presidente della societa' pitagorica Raffaele Vrenna, al termine di una riunione in Prefettura per discutere del progetto di adeguamento dello stadio cittadino intitolato a Ezio Scida [LEGGI ARTICOLO]. A Vrenna non bastano le rassicurazioni del Comune di Crotone, proprietario dell'impianto sportivo, che si dice certo di poter garantire uno stadio omologabile per la massima serie, secondo i criteri stabiliti dalla deroga concessa alle societa' che partecipano al loro primo anno di Serie A. "Voglio una tribuna decorosa - ha affermato il presidente del Fc Crotone - al di la' della capienza dello stadio. Dobbiamo poter garantire la migliore ospitalita' alle squadre ed alle societa' che verranno a giocare qui. I lavori del Comune, quindi, dovrebbero concentrarsi innanzitutto sulla tribuna coperta; noi siamo disposti ad effettuare i lavori negli spogliatoi e in curva". Ma il progetto redatto dal Comune e relativo all'ampliamento della tribuna e' stato bocciato dalla Soprintendenza ai beni archeologici, che non ha dato il proprio nulla osta agli scavi necessari per rialzare gli spalti; l'Ezio Scida, infatti, sorge su un antico quartiere della Kroton magnogreca. E cosi' l'ufficio tecnico comunale dovra' rielaborare il progetto escludendo il ricorso ad operazioni di scavo. Ecco perche' Raffaele Vrenna ha affermato: "Chiederemo al Comune di Napoli la possibilita' di giocare al San Paolo, che e' lo stadio piu' vicino gia' omologato per la Serie A".

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}