Colpo del Crotone a Verona contro il Chievo: i rossoblù agguantano la prima vittoria esterna e tornano a sperare

Pubblicato in Stadio
Domenica, 02 Aprile 2017 17:01

Serie A 30.esima giornata, prima vittoria stagionale esterna del Crotone. Pitagorici bestia nera dei clivensi. Ora la salvezza è possibile. Falcinelli migliore in campo. Distanza ridotta a cinque punti dalla quartultima posizione. Miglior debutto per Gianni Vrenna come neopresidente del Crotone.

Tabellino.

Chievo       1

Crotone     2

Marcatori: 50° Ferrari, 57° Pellissier, 82° Falcinelli

Chievo (4-3-1-2): Seculin, Frey, Dainelli, Gamberini (Spolli), Cacciatori, Castro, Radovanovic, De Guzman, Birsa (Meggiorini), Pellissier, Inglese. All. Maran

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden (Nalini), Capezzi (Barberis), Crisetig, Stoian, Trotta, Falcinelli (Sampirisi). All. Nicola

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo

Coll. Giorgio Schenone – Emanuele Prenna

Quarto giudice: Mauro Vivenzi di Brescia

Add.1 Luca Banti Add.2 Gianluca Manganiello

Ammoniti: Ceccherini, Castro, Rosi, Radovanovic

Angoli 8 a 2 per il Crotone

Recupero: 5 minuti nella ripresa

Il commento.

La tanto attesa prima vittoria in trasferta del Crotone è arrivata. Ad aver pagato dazio per la caparbietà dei pitagorici è stato il Chievo. I rossoblù non volevano rimanere ancora a secco di vittorie in trasferta e ci sono riusciti. All’andata sul terreno dell’Ezio Scida, il Crotone aveva conquistato il suo primo successo casalingo contro gli uomini di Maran. È una vittoria che potrebbe, ad otto partite dal termine della stagione, cambiare il percorso di marcia della bassa classifica. Tre le novità del Crotone rispetto alla precedente gara interna contro la Fiorentina. Fuori Mesbah, Barberis, Tonev ed al loro posto rispettivamente Martella difensore esterno sinistro, Capezzi centrocampista in coppia con Crisetig, Trotta punta al fianco di Falcinelli. Mister Maran non potendo disporre di Gobbi, Sardo, Hetemaj (affaticamento al flessore), ha lasciato fuori anche Cesar ed al loro posto ha preferito schierare una formazione con Dainelli e Gamberini difensori centrali nel quartetto composto da Frey e Cacciatori esterni; Castro, Radovanovic, De Guzman, trio di centrocampo. Dietro le due punte Maggiorini e Inglese inserito Birsa per creare spazi ai due attaccanti con le sue incursioni. Un bel primo tempo disputato dal Crotone dopo aver sofferto i primi cinque minuti quando Cordaz ha salvato la propria rete al terzo minuto sventando con i piedi un pericoloso pallone calciato da Inglese e dopo due minuti il numero uno pitagorico si è ripetuto su Pellissier. Dopo c’è stato soltanto il Crotone con un ottimo Falcinelli che, sorretto dai centrocampisti centrali, Crisetig e Capezzi, ha tenuto sulle spine il portiere Seculin. Lo stesso si è dovuto esibire al minuto ventisei in una respinta miracolosa in angolo per evitare a Trotta di segnare. Qualche negatività da parte dell’esterno Stoian che ha sbagliato molti appoggi. Oltre la sufficienza il reparto difensivo che ha annullato la coppia Pellissier, Inglese. Gli esterni bassi Rosi a destra e Martella a sinistra, hanno costretti i rispettivi avversari, Castro e De Guzman, a continue rincorse per limitare la spinta offensiva dei due pitagorici. Insomma, un Crotone che per quanto ha fatto vedere nella prima parte della gara non merita la posizione di classifica. La conferma della buona prestazione si concretizza al minuto cinquantesimo quando in seguito a calcio d’angolo Ferrari mette dentro il suo terzo gol stagionale. L’angolo ottenuto per respinta miracolosa di Seculin su tiro ravvicinato di Trotta. Al minuto cinquantatre Trotta sfiora il raddoppio e due minuti dopo il guardalinee annulla il gol a Falcinelli per dubbio fuorigioco. È sempre il Crotone che detta i tempi delle giocate sotto la direzione dei centrocampisti. Un innocuo cross dalla sinistra operato da Castro al minuto  cinquantasettesimo è sfruttato bene da Pellissier che mette dentro il pallone del pareggio. Maran vuole la vittoria e toglie lo spento centrocampista Birsa (poco utile alle due punte) per inserire Meggiorini. Al sessantaquattresimo fuori anche Gamberini, dentro Spolli. Nicola non sta a guardare e cambia Rohden per Nalini e fuori anche Capezzi per Berberis. Gol capolavoro di Falcinelli al minuto ottantadue con un’azione da campione che manda il pallone ad insaccarsi all’incrocio destro della porta di Seculin. Nono centro stagionale del pitagorico. Le sue ultime marcature (tripletta) alla ventiduesima giornata contro l’Empoli allo Scida. Ora tutto è possibile per la salvezza quando mancano ancora otto partite da giocare. Miglior debutto di Gianni Vrenna come neo presidente del Crotone non poteva esserci.   

 

 

Nicola e il Crotone: «Non mi importa del mio futuro. Penso solo a salvare il Crotone»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 31 Marzo 2017 16:55

Chievo – Crotone 30.esima giornata. "Al momento – ha detto Nicola - non mi importa del mio futuro. Penso solo a salvare il Crotone e se riusciremo resterò". Così l'allenatore del Crotone, Davide Nicola, nella conferenza stampa in vista della trasferta di domenica con il Chievo. "Al momento – ha detto Nicola - non mi importa del mio futuro. Penso solo a salvare il Crotone e se riusciremo resterò".

Probabili formazioni:

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Spolli, Frey; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Pellissier, Inglese. All. Maran

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Mesbah, Rohden, Barberis, Crisetig, Falcinelli, Trotta. All. Nicola

I ventiquattro convocati da mister Nicola per la prossima trasferta:

Cordaz, Festa, Viscovo, Dussenne, Sampirisi, Ferrari, Rosi, Claiton, Ceccherini, Martella, Mesbah, Nalini, Rohden, Crisetig, Capezzi, Barberis, Stoian, Acosty, Kotnik, Falcinelli, Tonev, Trotta, Simeon.

Tutti arruolabili per la probabile formazione, le condizioni fisiche di Nalini (si è allenato a parte per un colpo subito in allenamento), Ceccherini, Rohden e di qualche altro acciaccato sono buone e questo contribuisce a tranquillizzare mister Nicola. Il commento del tecnico alla vigilia della partenza per Verona: «La sosta ha consentito di recuperare fisicamente e mentalmente dallo stress del campionato. Avevamo bisogno di staccare la spina per una settimana e allenarci senza pensare al risultato e all’avversario. Un buon recupero psicologico per lavorare più intensamente potendo poi riposare due giorni di seguito. Contro il Chievo sono tutti candidati per scendere in campo considerando, però, che il campionato è al termine e non è più tempo di esperimenti. Qualche cambio rispetto alla precedente formazione potrà esserci». Sulla partita interna persa contro la Fiorentina mister Nicola ha dichiarato: «Era difficile fare più di quanto abbiamo fatto nel corso dell’intera gara. In campo tutti corrono per come deve essere. In generale le occasioni li creiamo, poi succede sempre qualche imprevisto che ti condanna. Dobbiamo essere qualitativi al massimo per realizzare ciò che produciamo in termini di gol. Se da otto partite non segniamo significa che sotto porta non mettiamo in essere la giusta qualità».  Per quanto riguarda la mancanza del gol da parte dei centrocampisti, il tecnico pitagorico ha affermato: «Non dipende dal modulo del gioco, è la caratteristica del ruolo che li porta a realizzare poco nel corso dell’intera stagione. Non arrivano di frequente in area avversaria, quando ci arrivano devono essere più precisi. In campo siamo sempre motivati e concentrati per vincere. Spero di raggiungere la salvezza, tutto il resto conta poco». Che tipo di squadra affronterà il Crotone la prossima partita? Mister Nicola ha identificato il Chievo in una squadra esperta e tosta con la possibilità di conquistare l’Europa. «Con l’augurio – ha affermato Nicola – che i punti necessari per tale obiettivo, il Chievo inizi a conquistarli dopo l’incontro con il Crotone. Abbiamo già incontrato il Chievo, come tutte le altre squadre, lo conosciamo bene e sappiamo come giocano e cosa riescono a dare in campo. Abbiamo la possibilità di poterli contrastare indipendentemente da chi giocherà. In questo momento non mi sto concentrando sulle caratteristiche dei miei avversari, penso alla forma dei miei giocatori per allestire la formazione da mandare in campo». Mister Maran si porta dietro un solo dubbio e riguarda la conferma del difensore centrale Cesar per motivi fisici. Non dovesse farcela, al suo posto sarà schierato Dainelli.   

 

Chievo-Crotone, parla il numero uno Cordaz: «Col coltello tra i denti a Verona per ottenere la prima vittoria esterna»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 30 Marzo 2017 17:48

Per la 30.esima giornata del campionato di Serie A il calendario prevede, tra l’altro, lo scontro tra Chievo Verona e Crotone in programma domenica 2 aprile alle ore 15 presso lo stadio Bentegodi. Arbitrerà Gianpaolo Calvarese di Teramo coadiuvato da Giorgio Schenone ed Emanuele Prenna: con il quarto giudice Mauro Vivenzi di Brescia (Add.1 Luca Banti Add.2 Gianluca Manganiello). La rassegnazione non alberga ancora nella mente dei pitagorici nonostante il penultimo posto in classifica, distante otto lunghezze dalla salvezza. Parola d’ordine è onorare la maglia che indossano fino al termine del campionato senza nulla concedere agli avversari. Il Chievo di Maran è avvisato: la conquista dei tre punti è un argomento che al Crotone interessa ancora giacché la matematica non ha emesso alcun verdetto. Non sarà un’impresa facile conquistare i punti salvezza considerando gli avversari da affrontare nelle ultime nove partite: Chievo, Torino, Sampdoria, Pescara, Juventus, in trasferta; Inter, Milan, Udinese, Lazio all’Ezio Scida. Il calcio però insegna che mai dire mai prima del triplice fischio, tutto può accadere nel corso dei novanta minuti più recupero. Il Crotone ha ricevuto molti torti arbitrali di grosso spessore che hanno determinato alcune delle sconfitte subìte. È bene che certe cose si dicano di continuo: il Crotone sta pagando un prezzo alto per la mancata professionalità di alcuni arbitri. Il designatore dei fischietti dovrebbe mettere a riposo coloro che di continuo alterano il risultato finale della partita con le loro decisioni inappropriate. Indietro non si può tornare e così i pitagorici guardano alle prossime partite, decisive per la salvezza, senza vittimismo, ma con la convinzione di conquistare punti. Saranno nove finali e, come detto dagli interessati, si giocherà con il “coltello tra i denti”. Questo il parere di Alex Cordaz: «Ci manca tanto la prima vittoria esterna e contro il Chievo cercheremo di interrompere questa negatività. La sosta ci ha consentito di recuperare fisicamente e questo è importante in previsione di una trasferta alquanto difficile. Contro il Chievo sappiano di giocarci l’ultima chance per rimanere in corsa salvezza e non vogliamo sciuparla. Abbiamo un finale di campionato difficilissimo. Non dobbiamo pensare contro chi giochiamo ma cercare di centrare alcuni risultati positivi di seguito. Ci crediamo sempre che ciò possa accadere prima della fine del campionato indipendentemente dall’avversario di turno». Ed a proposito del cambio della presidenza, Cordaz ha dichiarato: «Cambia la proprietà ma nessuna novità in quanto l’attuale presidente Gianni è stato vicino a noi da sempre. Ci siamo parlati e speriamo che la “novità” dirigenziale sia di buon auspicio fin da domenica prossima». Ancora non è tempo di calciomercato, a chi gli ha chiesto cosa intende fare in futuro (si parla di un interessamento di squadre straniere), Cordaz ha detto: «È prematuro parlare di calciomercato, al momento sono concentrato insieme ai miei compagni sul finale di campionato con la maglia rossoblù».    

(Foto: F.C. Crotone)

Da domani in vendita i biglietti per Crotone-Inter: ecco come e dove trovare i ticket disponibili per il match

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 29 Marzo 2017 15:19

L’Fc Crotone comunica attraverso il proprio sito ufficiale «avrà inizio domani, giovedì 30 marzo, alle ore 10 la vendita dei biglietti per la partita tra Crotone e Inter, in programma domenica 9 aprile alle ore 15 presso lo Stadio Ezio Scida. La vendita partirà contemporaneamente: su internet (sito Listicket); presso i punti vendita della rete fisica Listicket; presso il Ticket Point di via G. Di Vittorio, Crotone».

Prezzi:

Tribuna Centrale BASSA: 140,00 (intero);  N.D. (ridotto over 65);  N.D. (ridotto under 14);

Tribuna Centrale ALTA: 130,00 (intero);  N.D. (ridotto over 65);  100,00 (ridotto under 14);

Tribuna Laterale BASSA: 110,00 (intero);  N.D. (ridotto over 65);  80,00 (ridotto under 14);

Tribuna Laterale ALTA: 100,00 (intero);  N.D. (ridotto over 65);  80,00 (ridotto under 14);

Distinti centrali e laterali: --------

Curva Sud: 35,00 (intero);  N.D.(ridotto under 14)

Settore Ospiti: 35,00 (intero);  N.D. (ridotto Under 14) – Solo presso punti vendita Listicket

Inoltre:

Per accedere allo stadio gli “Under 14” (ovvero, coloro nati dal 01/01/2003) dovranno essere accompagnati da un parente, maggiorenne, entro il 4°grado. Si intendono over 65 le persone nate entro il 31/12/1951 I biglietti del settore Ospiti sono acquistabili solo nei punti vendita Listicket fino alle 19,00 del giorno precedente la gara – Obbligo TDT per tutti i residenti nella regione Lombardia.

Settore ospiti:

vendita on-line tramite servizo Home Ticketing e/o caricamento TDT con obbligo TDT (valide tutte società)

Vendita on-line per tutti i settori tramite servizo Home Ticketing (stampa a casa) e/o caricamento TDT

Orario Ticket Point (Via G. Di Vittorio): 10.00-13.00 / 16.00-19.00 (Venerdi e Sabato); Domenica orario continuato 9.30-15.30

Per tutte le info sulle altre tipologie di richiesta accrediti si rimanda al seguente link: http://www.fccrotone.it/stadio/

Falcinelli suona la carica in vista della trasferta di Verona: «Dare tutto per noi stessi, per questa maglia, per il nostro pubblico»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 28 Marzo 2017 18:52

Serie A 30.esima giornata, il Crotone di nuovo al lavoro per la prossima trasferta in Veneto dove affronterà il Chievo. Dal Veneto, con la trentesima giornata, inizia il percorso del Crotone sotto l’egida del nuovo presidente Gianni Vrenna che oggi ha fatto visita in allenamento ai rossoblù. All’andata l’incontro dell’Ezio Scida contro il Chievo di Maran fu salutato con la prima vittoria stagionale del Crotone. Un netto 2 a 0 con gol su rigore realizzato da Trotta (46°) e raddoppio ad opera di Falcinelli al 94°. Tre punti importanti conquistati senza aver subito per la prima volta il gol. Un episodio, questo, che face pensare a un diverso percorso del Crotone nelle successive partite. L’ermeticità della difesa non durò a lungo, però, nelle partite che seguirono e i gol subiti dai pitagorici sono stati ventiquattro, mentre i punti conquistati soltanto otto. Poi il pareggio casalingo a reti inviolate contro il Sassuolo (ventisettesima giornata) e, a seguire, altre due sconfitte contro Napoli e Fiorentina. In Veneto il Crotone arriva penultimo in classifica distante otto punti dalla quartultima Empoli e, un eventuale successo contro gli uomini di mister Maran, manterrebbe accesa la fiammella della salvezza. La sosta del campionato per gli impegni della Nazionale ha consentito ad alcuni pitagorici di recuperare la totale efficienza fisica. Ciò permetterà anche a mister Nicola di scegliere gli undici in grado di dare più affidabilità tecnica per affrontare una squadra che, seppur sconfitta (4-1) dal Bologna nella precedente giornata, naviga tranquilla nella parte centrale della classifica. Il parere di Diego Falcinelli sugli allenamenti di oggi: «Siamo scesi in campo con tanta voglia ed entusiasmo. La pausa del campionato ha consentito di recuperare energie fisiche e mentali, dopo diverse settimane d’intenso lavoro. Siamo tutti determinati e concentrati su un unico obiettivo che è quello della salvezza. Il fatto che settimana dopo settimana questo obiettivo sia diventato più difficile da raggiungere, non ha fatto altro che rendere la prossima sfida più avvincente. Non ci scoraggeremo per questo, noi andiamo avanti e ci crediamo sempre e comunque nella salvezza. A chi mi chiede se abbiamo ancora la voglia di lottare rispondo che il nostro lavoro non concepisce la resa. E se mai le cose non dovessero andare come speriamo, avremo comunque degli obiettivi: continuare infatti a dare tutto per noi stessi, per questa maglia, e per il nostro pubblico che ci ha sempre seguito e sostenuto. Affrontiamo domenica una squadra forte e organizzata ma che abbiamo già battuto. Sarà davvero molto dura ma vogliamo provare a ripeterci, nella prestazione e speriamo anche nel risultato. A giudicare dalla grinta messa oggi in campo e dalle parole scambiate con il mister e i miei compagni, posso affermare che siamo tutti già proiettati a Verona, pronti e desiderosi di scendere in campo e gareggiare al massimo delle nostre possibilità. Personalmente spero di poter giocare e ritrovare la via del gol. Sarebbe fantastico per me, i compagni e tutti i tifosi. Ma l’importante sarà fare bene».     

Nicola ammente nel dopo partita: «Non possiamo competere, non abbiamo i mezzi: miei giocatori danno l'anima in campo»

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 20 Marzo 2017 10:21

Davide Nicola è arrivato sorridente ieri sera in sala stampa dopo la sconfitta del Crotone con i viola, ma era una maschera della sua delusione. Maschera che è caduta alla prima domanda: «Non posso dire nulla ai ragazzi, li ho elogiati per aver creato tante occasioni per fare gol. Anche la Fiorentina ha creato tanto, ma loro hanno segnato e noi no. A questo punto è giusto riconoscere che non si hanno i mezzi per poter competere fino in fondo. Io non posso che fare un plauso ai ragazzi che non si danno mai per vinti e continueremo a non darci per vinti. Potremmo fare di più, ma questo al momento è il massimo di quello che possiamo fare». Anche Sousa si dice orgoglioso della sua squadra: «Non dobbiamo pensare agli avversari, ma a noi: oggi abbiamo creato tantissimo, ma fatto un solo gol. Quindi dobbiamo migliorare in fase realizzativa, ma siamo contenti per la vittoria», dice il tecnico dopo la vittoria in extremis a Crotone. «Siamo tutti concentrati, e questi due successi cercati e trovati nei minuti finali ne sono la prova – ha proseguito il tecnico portoghese a Premium Sport –. Noi cerchiamo sempre di dare il meglio di noi stessi, crediamo di poter vincere ogni partita perché, nonostante alcuni limiti, ne abbiamo la capacità e io sono orgoglioso di questa squadra».

Crotone ancora Ko: sonfitta casalinga contro la Fiorentina, il gol-vittoria dei viola arriva oltre il 90esimo con Kalinic

Pubblicato in Stadio
Domenica, 19 Marzo 2017 17:12

Serie A 29.esima giornata altra sconfitta casalinga e questa volta veramente decisiva per la salvezza. Cordaz migliore in campo in senso assoluto. Stoian il peggiore. Negato un rigore al Crotone. Colpito un palo per parte.

Tabellino.

Crotone        0

Fiorentina     1

Marcatore: Kalinic 92°

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini (Dussenne), Ferrari, Mesbah, Rohden, Barberis (Barberis), Crisetig, Stoian, Tonev (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu, Astori, Gonzalo, Ilicic (Babacar), Vecino, Badelj (Olivera), Tello, Borja Valero, Kalinic, Chiesa (Saponara), Sanchez. All. Sousa)

Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino

Coll. Alessandro Costanzo - Luca Mondin

Quarto giudice: Pasquale De Meo di Foggia

Add.1 Daniele Orsato - Add.2 Aleandro Di Paolo

Ammoniti: Cordaz, Gonzalo

Angoli: 5 a 3 per il Crotone

Recupero: 1 e 3 minuti

Spett. tot. 7997 € 142; biglietti 1.776 € 21.505; abbonati 6.221 rateo € 120.886

Il commento.

La lunga astinenza di vittorie del Crotone (ultimo successo contro l'Empoli 22.esima giornata) non si arresta. Contro la Fiorentina gli uomini di mister Nicola non sono riusciti a conquistare il quarto successo stagionale e così incamerare i tre punti importantissimi per rincorrere la salvezza. Un traguardo quasi irragiungibile dopo l'ennesima battuta d'arresto e quando mancano nove giornate al termine del campionato. La vittoria contro una squadra che lotta per un posto in Europa non e' stata conquistata dal Crotone. La vittoria doveva essere conquistata minuto dopo minuto con un'attenta strategia preparata dal tecnico Nicola nel corso della settimana. La diversa formazione schierata da quella che ha affrontato in trasferta il Napoli la scorsa partita non ha cambiato così il corso delle sconfitte. Fuori Sampirisi, Dussenne, Martella, Capezzi, Trotta, dentro i difensori Rosi, Ceccherini, Mesbah schierati rispettivamente a destra, centrale, esterno sinistro; centrocampo con il rientrante Barberis al fianco di Crisetig; in attacco Tonev, altra novita' della giornata, insieme a Falcinelli. Mister Sousa non potendo schierare il difensore Tomovic squalificato, l'attaccante Bernardeschi infotunato, ha preferito non utilizzare anche il difensore Rodriguez e il centrocampista Saponara, in sostituzione degli assenti Gonzalo, Ilicic, Badeli, Sanchez. Cambi a parte, di fronte al Crotone di oggi non e' stato per niente difficile per i viola, e anche se manca la controprova, oggi qualsiasi altra squadra avrebbe avuto ragione del Crotone. Nessun timore reverenziale da parte dei pitagorici al cospetto dei piu' quotati avversari inizialmente. Il trio difensivo predisposto dal tecnico Sousa con Gonzalo, Sanchez, Astori ed il folto centrocampo con cinque uomini per contrastare quello locale non ha impedito a Falcinelli in due occasioni (10°e 19°) di rendersi pericoloso al punto tale da far gridare al quasi gol. Altra occasione per il Crotone al minuto sedicesimo con Ferrari che in seguito a calcio d'angolo manda il pallone poco oltre la traversa dopo averlo colpito di testa. A favore degli ospiti il palo colpito da Kalinic al minuto trenta. Piu' attiva la Fiorentina nel reparto mediano che ha sempre piazzato l'uomo in piu' per impostare le giocate in ripartenza. Meno lucidi in attacco i gigliati ma per merito del quartetto difensivo pitagorico composto da Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah. Il suo vero volto il Crotone lo evidenzia nella ripresa dopo qualche minuto dall'inizio, quando esce Tonev (sotto la sufficienza la sua prestazione) ed entra Trotta. Fuori anche il difensore Ceccherini per motivi fisici rimpiazzato da Dussenne. È un continuo botta e risposta da una parte e dall'altra alla ricerca del gol. Falcinelli al quarantanovesimo non centra la porta da posizione favorevole. Al minuto sessantuno, lo stesso giocatore rossoblù colpisce il palo a portiere battuto. Un minuto dopo l'arbitro nega un evidente rigore al Crotone per fallo del portiere su Falcinelli. Le sostituzioni operati da Sousa: Saponara al posto di Chiesa, Babacar per Ilicic e Olivera per Badelj, non hanno per nulla impensierito il Crotone. Sembra consolidarsi il nulla di fatto a rete inviolate, ma a pochi minuti dal termine la solita ingenuita' costringe il Crotone alla resa con il gol di Kalinic. Niente da fare non e' l'annata giusta per il Crotone in zerie A.

Da Bari allo Scida per sostenere Nicola: la riconoscenza dei genitori di un'associazione per l'autismo. Probabili formazioni di Crotone e Fiorentina

Pubblicato in Stadio
Sabato, 18 Marzo 2017 18:17

Vigilia di Crotone – Fiorentina 29.esima giornata serie A. Non convocato dal tecnico viola Sousa l’ex Bernardeschi per motivi fisici (fastidio alla caviglia sinistra in seguito a recente trauma distorsivo). Tra i rossoblù certo il ritorno di Tonev al posto di Trotta. I convocati dai rispettivi allenatori, probabili formazioni ed il commento alla partita di mister Davide Nicola. I convocati del Crotone sono: Cordaz, Festa, Viscovo, Dussenne, Sampirisi, Ferrari, Rosi, Ceccherini, Nartella, Mesbah, Nalini, Rohden, Crisetig, Capezzi, Barberis, Suljic, Stoian, Acosty, Kotnik, Falcinelli, Tonev, Trotta, Simeon. Paolo Sousa porterà con sé a Crotone: Astori, Badelj, Cristoforo, De Maio, Hagi, Ilicic, Kalinic, Babacar, Maistro,Milic, Oliveira, Gonzalo, Salcedo, Sanchez, Saponara, Satalino, Sportiello, Tatarusanu, Tello, Valerio, Vecino.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Acosty, Capezzi, Crisetig, Mesbah, Tonev, Falcinelli. All. Nicola

Fiorentina (3-4-1-2): Tatarusanu, Rodriguez, Astori, Salcedo, Vecino, Badelj, Tello, Valero, Saponara, Kalinic, Babacar. All. Sousa

Vigilia particolare per mister Nicola, da Bari sono giunti infatti a Crotone un gruppo consistente di cittadini pugliesi per incontrarlo e tifare forza Crotone nel corso della prossima partita contro la Fiorentina. Si tratta di famiglie che hanno un figlio sofferente di autismo. Del perché della loro venuta a Crotone ne parla una mamma di uno di questi ragazzi sofferenti di autismo. “Mister Nicola è stato l’allenatore del Bari la passata stagione – ha dichiarato la mamma – e noi lo abbiamo conosciuto nel corso di un allenamento e per l’occasione abbiamo realizzato un bellissimo video trailer mentre i ragazzi correvano sul terreno di gioco ed hanno assaporato anche l’emozione di stare seduti sulla panchina. Il video è stato regalato come ricordo ai ragazzi presenti. Quest’anno gli amici autistici tornano a trovare Davide Nicola per fargli sentire il loro calore in questo momento così caldo per la sua squadra, Crotone, e per l’occasione gli consegniamo una targa e lo nominiamo per quest’anno nostro padrino dell’associazione “Vinci con Noi”. Anche sul terreno dello Scida è stato realizzato per l’occasione il video trailer per promuovere l’associazione e sarà presentato il 2 aprile in occasione della giornata mondiale dell’autismo. Davide Nicola ha detto in merito: “Al di là del tifo, c’entra ciò che rappresentano questi ragazzi e l’associazione. Complimenti ai loro genitori che hanno una pazienza infinita nell’assistere con tanto amore i loro figli. Davanti ad iniziative del genere tanto di cappello. Oggi grazie al Crotone calcio sono stati accolti all’interno dello Scida per fargli vedere come ci prepariamo ad un incontro. Hanno fatto la foto di gruppo con i giocatori ed il video trailer e domani assisteranno all’incontro sperando che sia di buon auspicio la loro presenza per quanto concerne la vittoria”. Tornando al tema tecnico della prossima partita, mister Nicola ha affermato: “La Fiorentina è una squadra che ha giocatori esperti di qualità in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario. A noi tutto questo non interessa giacché l’unico pensiero è conquistare i tre punti. Un obiettivo che ci prefiggiamo di centrare anche nelle partite successive. Abbiamo ancora tanto da dare e le nostre possibilità di conquistare punti salvezza li metteremo in essere. Per la prossima sfida voglio un Crotone con tanta grinta per rendere per neutralizzare i loro punti di forza, in particolare i due esterni che sono bravi e difficili da controllare. Inoltre voglio che due dei miei giocatori non perdano mai di vista la loro punta che potrebbe essere Babacar o Kalinic. Inoltre dobbiamo stare attenti al continuo cambio di modulo che applica Sousa nel corso dell’incontro. Per quanto riguarda la mia formazione posso affermare che l’unico ad essere sicuro di giocare contro la Fiorentina è Tonev che ha ottime qualità fisiche tale da poter giocare in una grandissima squadra. In questo giocatore ho sempre creduto e aspetto i suoi gol. Nell’assieme il Crotone ha ancora ampia possibilità di miglioramento pur mancando dieci partite e questo mi rende fiducioso per un diverso finale di campionato”.  

   

 

 

Federico Bernardeschi salterà la trasferta di domani con il Crotone: sarebbe stato l'ex più atteso della sfida

Pubblicato in Stadio
Sabato, 18 Marzo 2017 16:39

Federico Bernardeschi salterà la trasferta di domani con il Crotone contro cui sarebbe stato l'ex più atteso della sfida. L'attaccante della Fiorentina continua ad avere dolore alla caviglia sinistra dovuto, si legge nel report medico diffuso dalla società viola, ad un recente trauma distorsivo. In alcune gare Bernardeschi, che è in odor di convocazione con la Nazionale per i match contro Albania e Olanda, ha giocato grazie a delle infiltrazioni.

Mesbah non si arrende: «La matematica non ci condanna e le prossime dieci partite potranno essere decisive per la salvezza»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 16 Marzo 2017 17:38

Serie A 29.esima giornata: Crotone-Fiorentina, stadio Ezio Scida, domenica 19 marzo ore 15. Prima volta in assoluto dei gigliati allo Scida. Tra i rossoblù tornano disponibili per fine squalifica i difensori Rosi e Ceccherini. Ospiti senza il difensore Tomovic squalificato. Ex l’attaccante Bernardeschi. Arbitro designato per l’incontro è Luca Pairetto di Nichelino: con i collaboratori Alessandro Costanzo – Luca Mondin; quarto giudice Pasquale De Meo di Foggia (Add.1 Daniele Orsato - Add.2 Aleandro Di Paolo). Mercoledì ventisei ottobre 2016 all’Artemio Franchi in programma la decima giornata tra Fiorentina e Crotone. In quell’occasione Giove Pluvio sembrava non volesse che la partita si giocasse. Così, nella prima parte dell’incontro, ha mandato giù tanta di quella pioggia da costringere l’arbitro Gavillucci a interrompere il gioco per impraticabilità del campo (17° minuto). Squadre di nuovo negli spogliatoi sul risultato di parità. Si temeva per il definitivo rinvio ma dopo un’interruzione di quaranta minuti si è ripreso a giocare essendo diminuita d’intensità la pioggia. Mai decisione arbitrale fu bene accetta dal Crotone che ha evitato una seconda trasferta ed ha conquistato un importante pareggio (1-1). Crotone in vantaggio al 24° minuto con Falcinelli (seconda rete stagionale) raggiunto all’84° con il gol realizzato da Astori. Domenica prossima la sfida si ripete e questa volta non ci dovrebbe essere nessuna interruzione per motivi climatici considerando il periodo dell’anno. Ciò che invece si dovrà concretizzare sul terreno dell’Ezio Scida è la conquista dei tre punti da parte dei pitagorici (ultima vittoria 22.esima giornata Crotone – Empoli 4-1) ed il ritorno al gol di Falcinelli che ha segnato gli ultimi tre gol contro l’Empoli. Come da prassi consolidata da qualche periodo, mister Nicola apre le porte dello Scida a metà settimana per consentire ai tifosi ed alla stampa di seguire l’allenamento mattutino. Seduta alquanto intensa con la presenza di tutti i pitagorici. Disponibili per la prossima partita Rosi e Ceccherini (fine squalifica) e questo fa sorridere il tecnico che può disporre di altri due difensori per un loro eventuale impiego. Novità in senso assoluto la presenza allo Scida dei Gigliati tra le cui fila milita l’ex attaccante Bernardeschi in forza al Crotone stagione 2013/2014 sotto la guida tecnica di Massimo Drago. Annata felice per il giocatore che mise a segno 12 gol e per il Crotone che disputò i play-off. Domenica prossima Bernardeschi sarà avversario della squadra che l’ha lanciato nel calcio che conta. Un avversario temibile in fase di realizzazione, fino ad ora ne ha accumulato dieci (tre rigori). Del prossimo incontro ha parlato il pitagorico Mesbah assente dalla formazione iniziale da quattro giornate, ultima presenza contro la Roma all’Ezio Scida sostituito in corso d’opera da Sampirisi. «Sarà una partita importante ai fini della salvezza – ha dichiarato Mesbah – sappiamo che andremo ad affrontare una grossa squadra con molte individualità che creano problemi agli avversari. Dobbiamo moltiplicare le nostre forze per conquistare il successo e ridurre lo svantaggio dall’Empoli, cosa possibile pur con un finale di calendario che ci vede impegnati con grosse squadre, sia allo Scida dove abbiamo conquistato soltanto tre vittorie e tre pareggi, sia in trasferta dove i punti conquistati sono soltanto due. Ma in più occasioni siamo stati penalizzati da eventi negativi che hanno impedito di fare meglio in termini di risultati. Non siamo mai crollati di fronte a qualsiasi avversario e questo continueremo a fare. La matematica ancora non ci condanna e le prossime dieci partite potranno essere decisive per la salvezza. Sto bene fisicamente ed il lavoro che ci ha fatto svolgere mister Nicola in previsione della prossima sfida sarà l’arma in più per battere la Fiorentina».    

 

 

 

 

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}