Nicola non si da' per vinto: «A Napoli con coraggio, il Barcellona ha dimostrato come le rimonte siano possibili»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 10 Marzo 2017 14:44

«Quello che ha fatto il Barcellona ha dimostrato che le rimonte sono possibili». Davide Nicola risponde così a chi gli chiede sulle probabilità di salvezza del suo Crotone prima della partenza verso Napoli in vista della sfida di domenica al San Paolo. «Non ci sarà alcun pullman davanti alla porta - spiega il tecnico dei calabresi -. Andiamo a Napoli per giocarci la nostra gara con grande attenzione sapendo di affrontare una squadra micidiale e che sarà indiavolata per l'eliminazione dalla Champions. Sappiamo che ci aspetta una bolgia, siamo consapevoli che saremo come gladiatori in un'arena soli contro tutti. Sappiamo che vorranno farci più gol possibile per rifarsi della immeritata eliminazione dalla Champions, sappiamo che li affronteremo con coraggio ed entusiasmo e daremo tutto quello che avremo in corpo», precisa Nicola. «Sarà importantissimo il ruolo degli attaccanti per tutti i 95', chi non svolge il suo compito come abbiamo previsto esce dopo cinque minuti», conclude.

Il Crotone si prepara alla difficile trasferta di Napoli, problemi nel reparto difensivo per Nicola: assenti per squalifica Rosi e Ceccherini

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 09 Marzo 2017 18:43

Serie A 28.esima giornata Napoli-Crotone stadio San Paolo domenica 12 marzo ore 15. Assenti per squalifica i difensori rossoblù Rosi e Ceccherini. Nel Napoli i dubbi riguardano i due bomber Hamsik e Insigne. Arbitro dell’incontro sarà Maurizio Mariani di Aprilia. Collaboratori Gianmattia Tasso e Giuseppe De Pinto Quarto giudice Giulio Dobsz di Frosinone (Add.1 Luca Pairetto - Add.2 Daniele Ghiffi). La terza forza del campionato, Napoli, contro la penultima, Crotone, distanti quarantacinque punti. Basterebbe già questo dato per affermare la difficoltà dei pitagorici nell’affrontare i partenopei reduci dalla vittoria esterna contro la Roma, ma comunque delusi per l’eliminazione dalla Champions league dopo aver affrontato il Real Madrid. Come tutte le grosse squadre anche il Napoli accusa qualche debolezza sul terreno amico avendo subito due sconfitte e pareggiato in tre occasioni. All’andata, la squadra di mister Sarri inaugurò la ristrutturazione dell’Ezio Scida sotto la pioggia dopo che il Crotone aveva giocato le prime tre partite casalinghe sul neutro di Pescara. Insigne era assente e Hamsik fu sostituito nel corso della partita da Zielinski. Partita terminata 1-2 a favore degli ospiti con gol di Callejon (17°) e Maksimovic (33°), per il Crotone a segno Rosi al minuto 85°. Domenica prossima gli uomini di mister Nicola si troveranno di fronte a Martens, Hamsik, Insigne, Zielinski che nel frattempo hanno messo a segno complessivamente 40 gol. Non saranno dell’incontro, perché squalificati, i due difensori rossoblù Rosi e Ceccherini e questo costringerà il tecnico a rivoluzionare il reparto difensivo non essendosi ancora ristabilito dall’infortunio il difensore Claiton. I probabili sostituti dei due squalificati potrebbero essere Sampirisi a destra e Dussenne al centro in coppia con Ferrari. Che tipo d'incontro sarà al San Paolo lo abbiamo chiesto al difensore rossoblù Ferrari.Gian Marco, una vittoria contro il Napoli potrebbe significare per il Crotone la definitiva spinta per la salvezza?

Sarebbe una grandissima occasione e ci pagherebbe  di tante delusioni avute in precedenza contro altre squadre d’alta classifica cui abbiamo pagato pegno pur non demeritando. Faremo il massimo per ottenere ciò che è possibile.

Il Crotone concretizza ciò che produce in campo?

In campo, nel corso della partita, mettiamo in pratica quanto prepariamo durante la settimana sotto le direttive del tecnico. Non sempre però riusciamo a farlo e questo ci penalizza nel risultato finale.

La delusione accumulata dal Napoli per l’eliminazione dalla Champions League potrebbe essere un punto a vostro favore?

Contro di noi vogliono continuare a vincere per agganciare la seconda posizione alle spalle della Juve. In noi esiste la delusione di aver conquistato un solo punto nelle ultime due partite casalinghe. Dobbiamo guardare avanti e pensare alla prossima sfida cancellando le cose negative e migliorare di più. Crediamo sempre nella salvezza che rappresenterebbe un’impresa per noi e il concretizzarsi di un sogno per il Crotone.

Come ti stai preparando per affrontare Insigne o Hamsik?

Sono ottimi giocatori che non li scopriamo al momento. Dobbiamo tutti limitare i danni che potrebbero provocare alla nostra porta.

(Foto Facebook: F. C. Crotone)

 

 

Nicola: «Abbiamo tenuto testa al Napoli che è una grossa squadra, nessuno ci ha ridicolizzati»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 23 Ottobre 2016 18:40

«Credo nella salvezza». Ha risposto così, con molta tranquillità, mister Nicola alle domande "a caldo" dei giornalisti durante le interviste dagli spogliatoi. Nicola ha detto di crederci nonostante la sua squadra abbia racimolato un solo punto in classifica dopo nove giornate. Situazione, questa, che rende la sua panchina non più tanto sicura, anche se il tecnico ha sempre potuto contare, almeno fino a questo momento, sulla fiducia più volte rinnovatagli dalla società. E poi difficilmente potrebbe cambiare qualcosa sulla panchia dei rossoblù visto il turno infrasettimanale a Firenze e poi l’altro match domenicale in casa col Chievo. «Non mi importa – ha proseguito Nicola nel merito – ciò che dicono gli altri. Abbiamo tenuto testa al Napoli che è una grossa squadra. Ci davano sconfitti – ha sottolineato il tecnico – con più gol di scarto ed invece potevamo pareggiare. Nessuno ci ha ridicolizzato». Tira un sospiro di sollievo invece mister Sarri dopo tre confitte consecutive del suo Napoli che oggi a Crotone ritrova la vittoria. «A Crotone – ha sottolineato il tecnico dei partenopei – è difficile vincere, io non avevo mai vinto in precedenza. Il Crotone – ha detto il tecnico – non merita la classifica attuale. Abbiamo giocato in dieci per molto tempo e questo ha inciso sul nostro modo di gestire la partita Cordaz ci ha negato la possibilità di segnare altri gol. Gabbiadini sarà multato per l' espulsione».

 

 

Mai nessuna squadra aveva fatto tanto poco in serie A: il Crotone perde col Napoli e resta a un punto in classifica

Pubblicato in Stadio
Domenica, 23 Ottobre 2016 17:10

Serie A nona giornata, ottava sconfitta del Crotone, la prima tra le mura amiche. Il Crotone s'illude di tenere testa al Napoli per appena 17 minuti. È a questo minuto del primo tempo infatti che Callejon, avvantaggiato da un passaggio avventato al'indietro di Salzano, s'invola verso Cordaz e lo batte sul primo palo. Raddoppio partenopeo al 33' del primo tempo con Maksimovic che interviene sotto porta deviando un pallone su calcio d'angolo e lisciato da Cordaz. Al 44' del secondo tempo Rosi approfitta di una corta respinta della difesa del Napoli su calcio d'angolo e mette in gol da pochi passi.

Tabellino.

Crotone   1

Napoli      2

Marcatori: Callejon 17°, Maksimovic 33°, Rosi 85°

Crotone (4-3-3): Cordaz 4.5, Rosi 5, Claiton 5, Ferrari 5, Martella 5, Capezzi 5, Salzano 5 (1' st Stoian 6), Crisetig 5, Tonev 5 (9' st Nwanko 5.5), Falcinelli 5.5, Palladino 5 (30' st Rodhen 5) (5 Festa, 95 Cojocaru, 15 Mesbah, 17 Ceccherini, 18 Barberis, 23 Dussenne, 29 Trotta, 31 Sampirisi, 77 Fazzi). All.: Nicola 5.

Napoli (4-3-3): Reina 7, Hisaj 6, Maksimovic 7, Koulibaly 6.5, Strinic 6, Allann 6, Diawara 6.5, Hamsik 6 (18' st Zielinski 6); Callejon 7 (30' st Giaccherini 6) Gabbiadini 5, Mertens 6 (38' st El Kaddouri sv). (1 Raffael, 22 Sepe, 8 Jorginho, 11 Maggio, 21 Chiriches, 24 Insigne, 30 Rog, 31 Ghoulam, 62 Tonelli). All.: Sarri 6.

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo 5

Coll. Di Liberatore - Schenone

Quarto giudice: Paganesi

Add. 1 Banti  Add. 2 Chiffi

Ammoniti: Crisetig,

Espulsi: Gabbiadini 31°

Angoli: 8 a 6 per il Crotone

Recupero: minuti nella ripresa

Il commento.

La tanto attesa prima partita allo Scida non si e' tramutata in una festa. La brutta sconfitta subìta dal Crotone contro una grande del girone ha diradato l'entusiasmo dei tifosi. A fine partita hanno contestato squadra e allenatore. Da stasera la panchina di mister Sarri non sara' piu' calda come in precedenza avendo interrotto la striscia delle tre sconfitte consecutive (due in campionato, una in Champions League). Mister Nicola ha sempre dichiarato che la sua squadra nei precedenti incontri aveva evidenziato di essere all'altezza della massima serie, indipendentemente dai risultati, contro il Napoli non c'e' stata la conferma. La musica non cambia, gli orchestrali eseguono sempre lo stesso spartito e per una diversa esibizione sarebbe ora di un diverso direttore d'orchestra. Formazione rossoblu' identica alla precedente giornata. Mister Sarri ha optato per il turnover lasciando fuori Ghoulan, Jorginho, Insigne ed al loro posto String, Mertens, Maksimovic. Crotone privo di idee fin dall'inizio ed imbambolato in difesa. In queste condizioni e' stato fin troppo facile per i partenopei andare in gol con Callejon e Maksimovic rispettivamente al 17° e al 33°. Primo tempo terminato tra i fischi dei sostenitori rossoblu' delusi e non poco per questa prima apparizione sul tereno dello Scida. Nessuno dei locali ha meritato la sufficienza. Ospiti bravi nel sapere sfruttare le occasioni favorevoli per deficienza degli avversari. Assegnare voti di merito ai singoli giocatori del Napoli in occasini del genere non e' il caso essendo di un altro spessoe tecnico e contro il Crotone hanno ottenuto il massimo conil minor sforzo. Torna alla vittoria il Napoli e l'ottiene ancora in trasferta dopo quella di Palermo (0-3) terza giornata. Per un'eventuale vittoria del Crotone si spera nell'arrivo della Befana sperando che si ricordi del regalo. Il gol per accorciare le distanze sui piedi di Simy al 67° sciupata banalmente da dentro l'area. Le partite scorrono velocemente e dopo la nona il Crotone ancora con un punto in classifica. Mai nessuna squadra aveva fatto tanto poco in serie A. Finche' la logica pitagorica non si pronuncia esistono i miracoli nel calcio. Il miracolo potra' esserci anche da parte del Crotone, se pero' si creano i presupposti. Gli schemi messi in campo da Nicola partita dopo partita  on sortiscono nessun effetto. Ripetiamo la svolta con un diverso direttore d'orchestra potrebbe esserci e la posizione Nicola adesso è più in bilico che mai se non fosse per il turno infrasettimanale che dovrà affrontare la squadra. La tranquillita' con cui ha gestito l'incontro il Napoli ha conzentito al Crotone di spingersi piu' sovente in attacco ottenendo una serie di calci d'angolo. In una di queste azioni l'esterno Rosi accorcia le distanze endendo meno amara l'ennesima sconfitta.

 

 

 

 

Tutte le curiosità su Crotone-Napoli: Nicola promosso in serie A col Livorno battendo l'Empoli di Sarri

Pubblicato in Stadio
Sabato, 22 Ottobre 2016 11:18

Il Crotone sarà la prima squadra calabrese a vincere l’esordio in serie A tra le mura amiche?

Il Crotone debutta finalmente allo stadio “Scida” in serie A dopo i lavori di rimodernamento. I rossoblù sono la terza compagine della Calabria a calcare i campi della massima divisione, ma nessuna tra Catanzaro e Reggina ha finora vinto l’esordio casalingo nel proprio stadio: nel 1971 i giallorossi vennero battuti 0-2 dall’Inter, nel 1999 gli amaranto pareggiarono 2-2 contro la Fiorentina.

Crotone, unica della A 2016/17 senza vittorie

Il Crotone è rimasta l’unica formazione della serie A 2016/17 senza vittorie: l’ultima affermazione rossoblu in match ufficiali risale al 20 maggio scorso, 1-0 allo “Scida” sull’Entella nell’ultima giornata della Lega B 2015/16.

Crotone, squadra della A 2016/17 che impiega più giocatori

Il Crotone ha schierato 25 giocatori nelle prime 8 giornate della serie A 2016/17, squadra che ne ha messi in campo di più, assieme all’Udinese.

Gli sprechi del Crotone nelle riprese

Il Crotone è la formazione della serie A 2016/17 che ha gettato al vento più punti di tutte nelle prime 7 giornate di campionato tra i risultati al 45’ e quelli finali: -10 il saldo negativo rossoblu. A Bologna, i calabresi sono passati dallo 0-0 della pausa allo 0-1 finale, a Pescara contro il Genoa da 1-0 a 1-3, poi da 1-1 a 1-2 ad Empoli, da 1-0 ad 1-1 al “Cornacchia” contro il Palermo e da 1-0 a 1-2 a Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Nicola, in serie A: un solo punto nelle ultime 16 partite

Un pareggio (1-1 contro il Palermo, primo punto nella sua storia in serie A del Crotone), nel mezzo 15 sconfitte nelle ultime 16 partite giocate, di cui 8 con il Livorno 2013/14 ed 8 con i calabresi quest’anno. L’ultima vittoria di Nicola su una panchina di serie A risale al 3 novembre 2013, Livorno-Atalanta 1-0.

Crotone gol subiti a cavallo della pausa

Il Crotone, che vanta la peggior difesa del campionato - 18 reti al passivo -, ha subito ben 11 di questi gol a cavallo della pausa, di cui 5 dal 31’ al 45’ inclusi recuperi e 6 dal 46’ al 60’.

Napoli: mai dire rigore nel 2016/17

Il Napoli è rimasta una delle 3 compagini della serie A 2016/17 senza rigori nelle proprie prime 8 giornate di campionato, ne pro, ne contro. Come gli azzurri partenopei ChievoVerona ed Empoli.

La grande crisi azzurra

Il Napoli ha perso le ultime 3 partite ufficiali disputate, 0-1 a Bergamo e 1-3 al San Paolo dalla Roma in A e 2-3 dal Besiktas (ancora in casa) in Champions. Nelle ultime 4 gare, inclusa quella dell’ultimo risultato positivo, 4-2 sul Benfica in Champions, al San Paolo, la difesa azzurra ha subito 9 reti. Numeri da crisi o poco ci manca. E se anche oggi arrivasse un k.o., il quarto di fila, si dovrebbe risalire al dicembre 2012 per rivedere un Napoli perdere 4 gare ufficiali consecutive: allora fu 1-3 al San Paolo dal Psv Eindhoven (Europa League), 1-2 a Milano dall’Inter (serie A), 2-3 e 1-2 sempre dal Bologna a Napoli, prima in campionato, poi in coppa Italia.

Nicola promosso in A battendo Sarri

Davide Nicola e Maurizio Sarri si sono già affrontati 7 volte in partite ufficiali: in bilancio 3 successi per Nicola, 2 pareggi e 2 vittorie di Sarri. Le ultime due sfide risalgono alla finale playoff serie B 2012/13, con il Livorno di Nicola che conquistò la promozione in serie A battendo l’Empoli di Sarri: 1-1 all’andata al “Castellani” e 1-0 amaranto nel ritorno all’Ardenza.

 

 

Nicola: «Contro il Napoli dovremo essere perfetti. Emozionati di vedere la cornice del nostro pubblico»

Pubblicato in Stadio
Sabato, 22 Ottobre 2016 11:02

«La prima, vera notizia a proposito del prossimo incontro con il Napoli è il ritorno allo Scida». Davide Nicola scuote i rossoblù in vista della sfida di domenica col Napoli. È la prima gara della stagione che il Crotone giocherà nel suo stadio. «Aver giocato sempre in trasferta – ha specificato il tecnico rossoblù – non è un attenuante per le sconfitte subite. Ma è anche vero che il tutto esaurito che ci sarà domenica sugli spalti aumenterà il potenziale offensivo dei miei giocatori. Daremo tutto ciò che è in noi per regalare il primo successo stagionale ai tifosi. In settimana – aggiunge il tecnico – abbiamo effettuato alcuni allenamenti sul nuovo terreno e devo dire che la tribuna emoziona pensando che nel corso della partita si trasformerà in una muraglia umana che tiferà Crotone. Siamo emozionati e desiderosi di vedere la cornice del nostro pubblico. Affrontare il Napoli non è cosa da poco, ci troveremo di fronte ad un avversario che ha accumulato due consecutive sconfitte in campionato ed una in Champions League. A Crotone il Napoli vorrà ripartire a nostre spese e dobbiamo impedirlo impostando un’accorta gara senza rinunciare ad offendere. Dobbiamo essere quasi perfetti se vogliamo conquistare un risultato positivo contro una squadra che ha giocatori la cui qualità è elevata. Contro il Sassuolo – analizza Nicola – vincevamo e per ottantasei minuti, se non avessimo steccato nel finale, avremmo conquistato un grosso risultato contro una delle migliori squadre del campionato. Dobbiamo essere bravi a mantenere il giusto equilibrio nei reparti.  In considerazione delle prossime tre ravvicinate partite – ha spiegato il tecnico - ci sarà il turnover e chi gioca contro il Napoli potrebbe non essere schierato a Firenze. Tutti i miei giocatori devono mantenere la giusta concentrazione e questo potrà avvenire se giocano. Ci sono elementi in rosa che stanno crescendo bene e anche velocemente. Claiton e Martella sono stati eccezionali contro il Sassuolo, la loro sostituzione è avvenuta per motivi fisici. Siamo una squadra molto strutturata – ha aggiunto Nicola – ed il cambio di un solo giocatore potrebbe cambiare l’assetto della squadra. Barberis cresce giorno dopo giorno e sarà compito mio quando farlo giocare. Rosi come difensore destro ha qualcosa più degli altri e sicuramente sarà in campo nelle prossime tre partite. Capezzi e Crisetig si trovano bene nel centrocampo a tre, devono migliorare qualcosa ancora. Tonev deve prendersi più responsabilità sotto porta ed è in grado di farlo.  Pensando al Napoli ripeto, si tratta di una squadra che ha un attacco dalle grosse potenzialità e noi dobbiamo impedire che si esprimono al massimo. Cordaz – ha tenuto a sottolineare il tecnico è un portiere con una grossa personalità e responsabilità, nelle partite fin qui giocate ha pagato anche per errori commessi dal reparto difensivo, specie in occasione dei palloni inattivi. Mesbak è stato fermo per qualche settimana a causa di un infortunio, è un giocatore da inserire gradualmente, in occasione delle prossime tre ravvicinate partite potrebbe essere inserito in formazione. È stato inserito nella mischia contro il Sassuolo ma non è ancora pronto per un'intera gara».        

Primo allenamento dei rossoblù sul nuovo manto erboso dello Scida. Col Napoli probabili Ceccherini e Stoian

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 20 Ottobre 2016 18:34

Serie A nona giornata: Crotone - Napoli stadio Ezio Scida domenica 23 ottobre ore 15.00. Nell'attesa mister Nicola ha fatto svolgere stamattina il primo allenamento dei rossoblù sul nuovo manto erboso dello stadio Ezio Scida. 

Probabili formazioni:

Crotone (3-4-3): Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Martella, Rosi, Crisetig, Capezzi, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Napoli (4-3-3): Reina, Hysaj, Maksimovic, koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamcik, Collejon, Gabbiadini, Insigne. All. Sarri

Arbitro: Mazzoleni

Coll. Di Liberatore - Schenone

Quarto giudice: Paganesi

Add. 1 Banti  Add. 2 Chiffi

Porte aperte all'Ezio Scida nella mattinata di oggi, ma solo per consentire ai rossoblu' di prendere confidenza, per la prima volta in questa stagione, con il nuovo manto erboso. Subito dopo l'allenamento il commento del centrocampista Leo Capezzi: «Contenti di tornare a casa nostra davanti al pubblico amico che ci segue sempre e comunque. Abbiamo fatto un ottimo allenamento sul nuovo terreno di gioco dello Scida che è perfetto. Il non aver giocato a Crotone non deve essere un attenuante per i risultati negativi, ma il pubblico amico è un valore aggiunto in certi momenti dell'incontro. Qualche vittoria la  meritavamo. Contro il Sassuolo - commenta Capezzi - sembrava fatta, purtroppo il calcio e' anche questo, si e' puniti per una distrazione. A Reggio Emilia - riferisce il centrocampista - abbiamo dimostrato che siamo sulla strada giusta per conquistare punti. In occasione della prossima sfida con il Napoli ci stiamo caricando al punto giusto sapendo d'incontrare una grande del campionato. Nel modulo che prevede tre centrocampisti - ha concluso - mi trovo bene, devo apprendere altri movimenti ma la strada è quella giusta». Tornando al prossimo incontro, l'ultima volta di Crotone-Napoli fu nel campionato serie B 2006/2007, ventinovesima giornata, successo (2-1) del Crotone grazie ai gol di Sedivec (7°), Giampaolo (17°), il gol dei partenopei un autorete del portiere rossoblu' Zamboni (40°). La classifica vedeva il Napoli secondo inseguire la Juventus capolista, ed il Crotone terzultimo alla ricerca dei punti salvezza. Come allora in serie B anche in occasione della prossima giornata entrambe inseguono lo stesso obiettivo: Napoli che vuole tornare al successo dopo due sconfitte consecutive per non distanziarsi troppo dalla capolista Juventus, Crotone con l'intento di conquistare la prima vittoria stagionale. Formazione rossoblu' che potrebbe presentare poche novita' rispetto a quella che ha affrontato il Sassuolo nella precedente giornata. Claiton sembra aver recuperato e potrebbe essere della partita insieme a Ferrari difensoe centrale con il ritorno di Ceccherini a destra e Martella a sinistra. Novita' anche nel centrocampo con l'esclusione di Salzano e lo spostamento di Rosi esterno destro per un centrocampo a tre che comprende Crisetig e Capezzi. Trio d'attacco con la presenza iniziale di Stoian esterno destro al posto di Tonev, Falcinelli punta centrale, Palladino esterno sinistro. Il Napoli dopo la sconfitta in Champions League si presenta a Crotone come un leone ferito avendo subito altre due sconfitte in campionato nelle ultime due giornate. Un altro stop targato Ezio Scida potrebbe costare caro al tecnico Sarri. Tra i probabili undici iniziali sembra certa la conferma in attacco di Gabbiadini e Insigne, a loro e' affidato il compito di penetrare tra le maglie della difesa piu' perforata del campionato e battere Cordaz.

(Foto Facebook: Muro Rossoblù)

La Lega di Serie A ha dato il via libera ufficiale all'utilizzo dell'Ezio Scida per la partita Crotone-Napoli

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 20 Ottobre 2016 18:18

La Lega di Serie A ha dato il via libera per l'utilizzo già dal prossimo turno di campionato del 23 ottobre, in occasione della gara col Napoli, dello stadio 'Ezio Scida' per le partite interne del Crotone. La decisione sblocca definitivamente le problematiche legate all'utilizzo dello stadio e dà alla formazione calabrese una possibilità di riscatto dopo l'infelice avvio di campionato. L'ufficialità per l'utilizzo dello stadio Ezio Scida è contenuta nel comunicato emesso oggi dalla Lega di Serie A dopo il sopralluogo effettuato stamattina nell'impianto. É stata accolta, così, l'istanza del Crotone da parte della Commissione criteri infrastrutturali della Lega di Serie A.

Vrenna: «Fiducia al 100% per il tecnico Nicola. Nostra filosofia è puntare sui giovani, ma dobbiamo aspettarli»

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 17 Ottobre 2016 18:08

"Crotone-Napoli si giochera' allo Ezio Scida, abbiamo consegnato tutta la documentazione in giornata e aspettiamo solo l'ufficialita' che pero' e' solo una formalita'.E' normale che la Lega ancora oggi individui nello stadio di Pescara la sede di Crotone-Napoli, ma ma oggi la commissione si riunira' e comunichera' a tutti l'ufficialità". Lo ha dichiarato il presidente del Crotone Raffaele Vrenna, intervenuto ai microfoni di Radio Crc. "Lo Scida quanto puo' dare al Crotone? Tanto. E' importante anche perche' gia' due anni fa ci siamo salvati grazie al nostro stadio e proveremo a fare la stessa cosa quest'anno. Non possiamo permetterci di perdere la serie A e faremo di tutto per restarci" ha detto il numero uno della societa' calabrese. "Speravo che nella scorsa giornata di campionato vincessero Napoli e Crotone. Ieri abbiamo disputato un'ottima partita, meritavamo piu' punti, ma sono felice perche' ho visto una squadra attiva, pronta a combattere. Abbiamo tanti giovani in squadra e ragazzi che per la prima volta giocano in serie A, ma spero di affrontare ogni squadra alla pari, poi che vinca il migliore. Al di la' del nostro bilancio, se si potesse tornare indietro, tanti errori non si farebbero. Ma, la nostra filosofia e' quella di puntare sui giovani e dobbiamo aspettarli altrimenti non avrebbe senso. Se guardiamo anche al passato ci rendiamo contro che giocatori come Berardeschi, Cataldi, Florenzi con fiducia e pazienza sono esplosi e speriamo che anche questi ragazzi in rosa possano avere la stessa carriera". Il futuro sulla panchina crotonese e' di Nicola: "La fiducia al tecnico e' confermata al 100%, di solito quando le cose non vanno bene il primo a pagarne le spese e' l'allenatore, ma noi utilizziamo un'altra filosofia. Facciamo finta che il nostro campionato inizi col Napoli, nel nostro stadio. Quella azzurra e' una grande squadra, faccio gli auguri a Milik di una pronta guarigione, ma i giocatori che sono in panchina sono all'altezza del Napoli per cui non sara' facile per noi. Anzi, sara' una battaglia sportiva e dovremo fare molta attenzione. Allo Scida deve essere una festa, sara' una data storica per il Crotone e spero che i napoletani possano venire in tanti". Intanto allo Scida si stanno completanto gli ultimi ritocchi e non soltanto all'interno dello stadio. Si sta mettendo ordine anche alla viabilita' che circonda la struttura tagliando l'erba dei marciapiedi e imbiancando le mura di recinzione. Per quanto riguarda la parte tecnica in vista della prossima sfida  con il Napoli, mister Nicola ha radunato i suoi a Steccato per l'inizio della preparazione. Riscaldamento, possesso palla, e partitella a campo ridotto. Tutti disponibili, differenziato per Claiton (dolori al ginocchio). I tifosi non si allontanano dallo stadio, seguono con attenzione gli ultimi lavori e vorebbero partecipare anche loro per accellerare la consegna della tribuna. Tra loro c'e' ottimismo sul futuro della squadra iniziando dalla prossima partita interna.

Vrenna sui ritardi nell'adeguamento dello stadio: «Non incolpo nessuna istituzione, pronti per il Napoli»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 15 Settembre 2016 19:09

La data di completamento dei lavori per la tribuna Stadio Ezio Scida sono previsti per il 23 ottobre. Ne ha parlato il presidente del Crotone calcio Raffaele Vrenna e il responsabile area stadio Stefano Perrone. Cresce intanto la smania della tifoseria rossoblù in attesa della prima partita casalinga da disputare sul terreno dell’Ezio Scida. Un appuntamento, questo, com’è noto, legato al completamento dei lavori di adeguamento dello stadio. Di sicuro il Crotone giocherà ancora in trasferta contro il Palermo la prossima partita e quella contro l’Atalanta. Ma per quanto riguarda la partita contro il Napoli (che è in calendario in casa per il 23 ottobre), il presidente Raffaele Vrenna ha evidenziato ottimismo in un’apposita conferenza stampa circa la possibilità della fine dei lavori già alcuni giorni prima dell’incontro. «Ho indetto questa conferenza stampa – ha dichiarato il presidente Vrenna – per fare chiarezza sui lavori dello Scida e per affermare quando il Crotone giocherà in casa la prima partita. Innanzitutto una premessa: insieme al Comune di Crotone – ha puntalizzato il patron – ho cercato in tutti i modi di realizzare a nostre spese una tribuna da serie A che faccia sentire orgogliosi i cittadini. Chiedo scusa – ha ammesso il presidente – se non ci sono riuscito nei tempi utili per l’inizio del campionato. Per il ritardo non incolpo nessuna istituzione, tutti hanno collaborato per la realizzazione dell’ampliamento stadio. I lavori – ha reso noto Vrenna – stanno continuando e, ripeto, a spese della società per un importo complessivo di 2.700.000 euro. Non è stata stanziata questa somma – è entrato nel merito – per un solo campionato di serie A, ma anche per le altre stagioni che intenderemo disputare nella massima serie. Sarà uno stadio che dovrà accogliere i tifosi calabresi e quelli provenineti da altre regioni. Abbiamo iniziato i lavori con delle prescrizioni fatte dal ministero dei Beni culturali e archeologici, ma non ci siamo fermati. Non abbiamo scavato, abbiamo rispettato il terreno su cui sorge la tribuna senza alterarlo, spero nell’ultimazione dei lavori per il 23 ottobre, data in cui il Crotone ospiterà il Napoli all’Ezio Scida. Occorre più entusiasmo attorno alla squadra –  ha esortato il patron rossoblù –, i tifosi devono tornare ad essere il dodicesimo uomo in campo. Per quanto riguarda gli abbonamenti ancora da sottoscrivere è stata fatta una convenzione con la Bper (Banca Popolare Emilia Romagna) per rateizzare la somma del costo dell’abbonamento in sei o dodici rate con un basso interesse, la somma che si può rateizzare va da 800 euro a 2.500». Stefano Perrone, responsabile area stadio, ha parlato della questione tecnica inerente ai lavori dello stadio: «Per lo stadio esiste un solo progetto, non esiste un progetto del Comune e uno della società – ha affermato Perrone – esistono due cantieri gestiti in maniera autonoma. Uno è un cantiere pubblico finanziato dal Comune, l’altro è un cantiere privato finanziato dalla società Crotone calcio. Entrambi i cantieri devono ultimare i lavori nella stessa data perché lo stadio sia accessibile. La realizzazione della tribuna rappresenta il cantiere più oneroso e importante giacché sotto la struttura saranno collocati tutti i servizi, spogliatoi compresi. A Crotone –  ha specificato Perrone – non si poteva giocare all’Ezio Scida, in deroga al lodo Treviso per quanto riguardava la capienza, poiché lo stadio era privo di tutti i requisiti idonei (spogliatoi, zona lavoro, zona doping) richiesti dalla Lega per autorizzare le partite. Il Comune nel mese di luglio – ha poi proseguito – ancora non aveva un adeguato progetto per rendere idoneo lo Scida. Oggi si sta completando la ristrutturazione dello stadio in seguito ad un secondo progetto (tribuna e servizi amovibili) approvato dalla Soprintendenza». Perrone ha poi elencato tutti gli accorgimenti tecnici che si sono dovuti apportare per superare il parere negativo della Soprintendenza. Accorgimenti, questi, che hanno ritardato la data consegna lavori. Per quanto riguarda le prescrizioni del Coni, Perrone ha chiarito che: «Ci ha fatto notare che l’omologazione dello Stadio deve riguardare tutti i settori e non soltanto quelli che si stanno ristrutturando». Al termine della conferenza visita guidata sul terreno di gioco dello Scida, con un manto erboso quasi perfetto. La squadra è arrivata munita di elmetto giallo in testa. Tutti insieme hanno potuto valutare di come stia cambiando lo stadio e, a sentire i loro commentio, non vedono l’ora si sentire il fiato sul collo dei propri tifosi.        

 

 

 

 

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}