Finisce a reti inviolate allo Scida tra Crotone e Sassuolo, salvezza sempre più lontana. Nicola: «Rosicchiato punto all'Empoli»

Pubblicato in Stadio
Domenica, 05 Marzo 2017 19:22

Serie A 27.esima giornata, quinto pareggio stagionale del Crotone (il primo a reti inviolate). Un inutile punto per la salvezza.

Tabellino.

Crotone     0

Sassuolo    0

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden (Acosty) Capezzi, Crisetig, Stoian, Simy (Trotta), Falcinelli. All. Nicola

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Gazzola, Acerbi, Peluso, Dell'Orco, Missiroli (Aquilani),  Mazzitelli, Duncan, Berardi (Ragusa), Matri (Iemmello), Politano. All. Di Francesco

Arbitro: Michael Fabbri di Ravenna

Coll. Marco Barbanti - Alessio Tolfo

Quarto giudice: Fabrizio Posado di Schio

Add.1 Gian Luca Rocchi - Add.2 Ivano Pezzuto

Ammoniti: Rosi, Ceccherini, Martella,

Angoli: 9 a 8 per il Sassuolo

Recupero: 2 e 3 minuti

Spett. tot. 7.544 € 129.559; biglietti 1.301 € 8.358; abbonati 6.243 rateo 121.174 €

Il commento.

L'emorragia delle diciannove sconfitte (le ultime cinque consecutive) che stavano dissanguando la classifica del Crotone e' stata arrestata contro il Sassuolo. I romagnoli, nelle tre precedenti gare esterne, avevano conquistato altrettanti vittorie, con un deludente pareggio. «Non e' ancora tempo di vacanza – aveva dichiarato il portiere rossoblu' alla vigilia dell'incontro e lotteremo fino al termine della stagione per conquistare punti salvezza». Il risultato finale ha confermato che il successo non e' arrivato al di là della volonta' da parte dei pitagorici di conquistarlo. Non ci sono stati i soliti errori difensivi che in altre occasioni hanno determinato la sconfitta, ma sono mancate le giocate offensive di una certa pericolosita'. Assente per motivi fisici il difensore centrale Claiton, mister Nicola ha potuto contare sulla disponibilità di Ferrari (fine squalifica) e così schierarlo al centro della difesa al fianco di Ceccherini. Altri cambi nell'undici di casa hanno riguardato Rohden per Acosty, Capezzi in sostituzione di Barberis a centrocampo, Simy al posto dell'attaccante Trotta. Il tecnico romagnolo Di Francesco ha dovuto fare a meno dello squalificato Pellegrini e per motivi fisici non ha schierato inizialmente Defrel (otto gol realizzati) e Aquilani. Al loro posto inseriti rispettivamente Missiroli, Mazzitelli e Matri. Giornata molto ventilata che ha disturbato il gioco per l'intera partita. Vento che il Crotone, fra l’altro, ha avuto a sfavore il primo tempo questo gli ha comportando un maggiore spreco di energie. Nessun pericolo per la squadra, se si esclude l'errore commesso da Ferrari al ventiduesimo nell'appoggiare il pallone all'indietro costringendo Cordaz a effettuare una difficile respinta in angolo. Piu' presente in fase offensiva il Crotone con Falcinelli, Rosi, Simy, Stoian. Il reparto mediano con Rohden, Capezzi, Criserig e il sostegno di Stoian in piu' occasioni, ha fatto soffrire quello avversario. Le due punte neroverdi, Matri e Politano, pur con il vento a favore, non hanno mai impensierito Cordaz e questo e' stato un merito della difesa locale. Ripresa con il Sassuolo che spinge di piu' tenendo alto il baricentro con Politano, Matri, Berardi. Il pareggio non serve al Crotone. Lo sa bene Nicola che richiama lo spento Simy per fare posto a Trotta schierato al fianco di Falcinelli. Il cambio non sortisce alcun effetto positivo ai fini del successo e il tecnico tenta ancora di cambiare assetto con l'ingresso di Acosty in sostituzione di Rohden, una punta per un centrocampista. La palla gol è tra i piedi di Trotta al minuto ottantacinque, ma il giocatore la spedisce oltre la traversa a porta vuota. In precedenza, da segnalare un palo colpito da Ferrari al minuto settantanove. Adesso per la squadra di mister Nicola la retrocessione appare sempre piu' vicina, ma lottare nelle prossime undici partite e' un dovere per tutta la squadra e sicuramente sara' così. Davide Nicola parlando ai microfoni di Rai Sport ha affermato: «Abbiamo fatto punti, era importante visto che incontravamo una squadra temibile come il Sassuolo. Questa squadra ha diversi meriti, sul campo non c’era tutta questa differenza. Abbiamo preso un palo e c’era anche un fuorigioco dubbio, potevano arrivare i tre punti, ma alla fine ne abbiamo rosicchiato uno all’Empoli».

Allenamenti a porte aperte per il Crotone allo Scida. Nicola: «Non siamo spacciati, mancano ancora 12 partite»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 02 Marzo 2017 18:20

Serie A 27.esima giornata Crotone – Sassuolo stadio Ezio Scida domenica 5 marzo ore 15. Tra i rossoblù disponibile per fine squalifica il difensore Ferrari. Mister Di Francesco non potrà disporre dello squalificato Pellegrini. Ennesimo appuntamento decisivo per il Crotone di mister Nicola sempre più a rischio retrocessione dopo le cinque sconfitte registrate nelle precedenti giornate. Il margine di salvezza, anche in caso di successo, rimane sottilissimo, ma si evita alla logica matematica di pronunciarsi definitivamente con così largo anticipo e magari sperare nell’eventuale miracolo. Mister Nicola ed i suoi giocatori non vogliono sentir parlare di retrocessione quasi avvenuta e insieme continuano ad affermare che il campionato si conclude fra dodici partite. Contro il Cagliari la sconfitta è stata subìta in rimonta dopo aver sciupato molte occasioni da gol, un fatto che, purtroppo, si verifica di continuo. Nel mirino è il reparto arretrato. Ma gli errori del Crotone, sia in attacco, che in difesa si palesano partita dopo partita. Contro il Sassuolo mister Nicola riavrà disponibile per fine squalifica il difensore centrale Ferrari, un elemento di cui il reparto difensivo non può più fare a meno. Farà sicuramente parte della prossima formazione in sostituzione di Claiton che contro il Cagliari ha passato una brutta giornata. Qualche novità potrebbe verificarsi anche a centrocampo con il ritorno di Capezzi (assente la scorsa partita) in sostituzione di Barberis anche lui non al meglio della forma. Tra gli ospiti non sarà della partita per squalifica il centrocampista Pellegrini. Il turnover che mister Di Francesco ha annunciato di volere mettere in atto potrebbe riguardare anche il giovane Dell’Orco al posto di Letschert o Cannavaro. In attacco Matri si gioca la presenza con Defrel, ma non è esclusa quella a sorpresa di Ragusa. Come il Crotone, anche il Sassuolo è reduce dalla sconfitta interna contro il Milan. Una sconfitta molto contestata dalla squadra del Patron Squinzi. Nelle ultime sei giornate i neroverdi sembrano aver invertito il fattore campo: perdono in casa, vincono in trasferta e questo è anche un avvertimento per mister Nicola in occasione della prossima sfida allo Scida. Come la precedente settimana, anche in occasione del prossimo incontro, mister Nicola ha preferito effettuare la preparazione di metà settimana all’Ezio Scida a porte aperte, per il pubblico e la stampa. Non vi ha preso parte il difensore Ceccherini perché febbricitante, Tonev ha svolto un lavoro differenziato. All’andata, l’incontro si concluse a favore degli emiliani dopo che i pitagorici si erano portati in vantaggio con Falcinelli al primo minuto di gioco. La rimonta della squadra di mister Di Francesco in tre minuti con Sensi e Iammello rispettivamente all’ottantatreesimo e ottantaseiesimo. L’arbitro del prossimo incontro sarà Michael Fabbri della sezione di Ravenna. Collaboratori di linea Marco Barbiranti e Alessio Tolfo. Quarto giudice Fabrizio Posado di Schio. Add. 1 Gian Luca Rocchi, add. 2 Ivano Pezzuto.  

 

Il Crotone sprofonda sempre di più: non basta la reazione inziale contro il Sassuolo, la sconfitta arriva nei minuti finali

Pubblicato in Stadio
Domenica, 16 Ottobre 2016 18:40

Serie A ottava giornata, settima sconfitta del Crotone. Sfugge nei minuti finali la vittoria per distrazioni difensive. "Una sconfitta che mi dà molto fastidio. Siamo arrivati vicinissimi a conquistare la nostra prima vittoria che avremmo meritato dopo due settimane di intenso lavoro". Così il tecnico del Crotone, Davide Nicola, dopo il ko col Sassuolo. "Tatticamente abbiamo giocato una partita perfetta - sottolinea -. Non voglio parlare di sfortuna, ma alla fine dal possibile 2-0 a nostro favore, abbiamo subito due reti che ci hanno condannato ingiustamente. Personalmente sono molto sereno anche per la mia posizione perché credo che giocando con questa intensità il Crotone dimostrerà che può essere competitivo in questo campionato".

Tabellino.

Sassuolo               2

Crotone               1

Marcatori: 1° Falcinelli, 83° Sensi, 85° Iammello

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini (Sensi), Magnanelli, Pellegrini, Politano, Defrel (Iemmello), Ricci (Matri). All. Di Fancesco

Crotone (4-3-3):  Cordaz, Rosi, Claiton (Dussenne), Ferrari, Martella, Salzano, Crisetig, Capezzi, Tonev (Rohden), Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Tasso – Di Iorio

Quarto giudice: Liberti

Add. 1 Russo, Add. 2 Saia

Ammoniti: Crisetic, Capezzi, Palladino

Angoli: 15 a 1 per il Sassuolo

Recupero: 1 e 3 minuti

Il commento.

Ciò che il Crotone riesce a fare nel primo tempo contro qualsiasi avversario, non lo fa nella seconda parte nei minuti finali. In quel di Reggio Emilia, di fronte a un folto pubblico amico ha così accumulato la settima sconfitta stagionale per due distrazioni difensive in tre minuti (82°-83°). I duemila tifosi pitagorici rappresentavano il dodicesimo uomo in campo ben sfruttato fin dall’inizio. Bel colpo d’occhio in una bella giornata di sole che stava per trasformarsi in una domenica di festa e invece, quando si cominciava a pensare che sarebbe arrivata la prima vittoria, sono arrivati i tre minuti “mortali”. Mister Nicola lo aveva detto alla vigilia: sul terreno del Mapei Stadium ci sarà un Crotone diverso per atteggiamento mentale e approccio alla partita e così è stato. Le novità in campo rispetto all’ultima formazione schierata al Sant’Elia contro il Cagliari hanno riguardato Salzano e Capezzi in sostituzione di Ceccherini e Rohden. Crotone schierato per la prima volta con il 4-3-3 ma suscettibile di cambiamento in corso d’opera dove i difensori bassi, Rosi e Martella in alcuni casi si predisponevano come centrocampisti insieme al trio Salzano-Criserig-Capezzi. Il tecnico emiliano Di Franceco ha rinunciato a Antei, Acerbi, Letschert, Mazzitelli, Adjapong rimpiazzati da Biondini, Peluso, Acerbi, Ricci. Difesa a quattro con Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; trio di centrocampo con Petrini, Magnanelli, Pellegrini; prima linea formata da Politano, Defrel, Ricci. Parte subito bene il Crotone ed a meno di un minuto dall’inizio passa in vantaggio con l’ex Falcinelli su assist laterale di Rosi. Primo gol del giocatore con la maglia rossoblù e tripudio sugli spalti da parte dei duemila crotonesi. Immediata la reazione dei locali al terzo minuto con Defrel che colpisce la traversa, ed al minuto ottavo un grossolano errore del difensore Ferrari costringe Cordaz ad effettuare una difficile respinta in angolo. Il Crotone soffre ma si difende bene sorretto da un buon centrocampo dove Crisetig sa come dettare i tempi delle giocate. Il migliore è sempre Palladino che sulla fascia sinistra mette in continua difficoltà gli avversari. Nervoso sulla panchina i rispettivi tecnici ma per opposti motivi. Mister Di Franceco ad inizio ripresa lascia negli spogliati lo spento Ricci per fare posto a Matri in attacco. Il cambio non preoccupa gli ospiti che al minuto quarantanove colpiscono la traversa con Falcinelli su assist dalla sinistra di Palladino. È un continuo botta e risposta a proposito di azioni pericolosi. Traverse colpite da una parte e dall’altra, l’ultima di Capezzi al minuto 82. In occasione della ripartenza dopo la traversa il Sassuolo trova il gol del pareggio con Sensi ma Cordaz era in netto ritardo sul pallone. Due minuti dopo la debacle, in seguito al quindicesimo angolo il Sassuolo fa suo l’incontro con Iemmello che di testa raddoppia. Una vera pillola di veleno per i rossoblù dopo aver condotto la gara fino a pochi minuti dal termine. Continua la tradizione sfavorevole del Crotone sempre sconfitto in trasferta dal Sassuolo. Crotone che progredisce ancora ma deve continuare a farlo ancora, specie in difesa per eliminare le continue distrazioni. La nota positiva: al Crotone necessita il sostegno del pubblico e il 23 ottobre contro il Napoli si prevede il tutto esaurito all’Ezio Scida.         

 

 

Crotone avrai il "tuo" pubblico contro il Sassuolo. Martella: «Dobbiamo tornare con i tre punti da Reggio Emilia»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 13 Ottobre 2016 17:47

Serie A ottava giornata, Sassuolo – Crotone domenica 16 ottobre ore 15.00 Mapei Stadium di Reggio Emilia. Ex di turno saranno l’attaccante rossoblù Falcinelli e l’esterno Ricci. Disponibili i nazionali Markus Rohden e Aleksandar Tonev dopo gli impegni con le rispettive Nazionali, in gruppo anche Mesbak.

Probabili formazioni:

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Lirola, Antei, Acerbi, Peluso, Mazzitelli, Magnanelli, Biondini, Politano, Defrel, Ragusa. All. Di Fancesco

Crotone (3-4-3):  Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Rosi, Crisetig, Salzano, Martella, Stoian, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Davide Massa di Imperia

Coll. Tasso – Di Iorio

Quarto uomo: Liberti

Add. 1 Russo Add. 2 Saia

Nella prossima trasferta in quel di Reggio Emilia in cui affronterà il Sassuolo al Mapei Stadium, il Crotone giocherà davanti ad un numeroso pubblico amico proveniente da tutta l’Emilia Romagna, Lombardia, Toscana. Per la prima volta dall’inizio della stagione, i rossoblù potranno contare sul dodicesimo uomo in campo. Non è cosa da poco dovendo incontrare una squadra costruita dal Patron Squinzi per entrare nel giro della Champions League e i risultati gli stanno dando ragione. L’ultima volta di Sassuolo – Crotone (2-1 per i neroverdi) in occasione della seconda giornata campionato serie B 2012/2013 in quel di Modena sul terreno del Braglia dove gli emiliani giocavano prima di spostarsi a Reggio Emilia. La tradizione è stata sfavorevole ai rossoblù anche negli altri tre precedenti incontri di serie B (2011/2012 – 2010/2011 – 2009/2010), avendo subito tre sconfitte con il doppio svantaggio senza segnare alcun gol. Nell’attesa del prossimo incontro la preparazione di metà settimana mister Nicola l’ha effettuata presso la struttura di Steccato facendo disputare la partita preceduta dalle varie fasi di riscaldamento fisico, riscaldamento tecnico, lavoro per reparti. Tutti i rossoblù disponibili e questo per mister Nicola significa poter allestire la migliore formazione. Rispetto alla precedente trasferta di Cagliari le novità potrebbero essere Salzano in sostituzione di Rohden e Stoian (autore del gol contro i sardi) al posto di Tonev. Per il resto la conferma dei novi/undicesimi sconfitti in Sardegna. Bruno Martella, difensore da tre stagioni al Crotone: 2014/2015 (24 presenze), 2015/2016 (32 presenze 2 gol), 2016/2017 (7 presenze) ha parlato della prossima trasferta proprio questa mattina: «La prima parte del campionato non è stata negativa dal versante del gioco, siamo stati sfortunati in più occasioni. Non siamo stati capaci di concretizzare le occasioni da gol create sotto la porta avversaria penalizzando il risultato finale. Dopo due mesi dall’avvio della stagione abbiamo fatto notevoli progressi e imparato come evitare certe negatività. Da Reggio Emilia dobbiamo portare via punti, e per la classifica e per dare il giusto segnale che siamo anche noi una squadra in grado di lottare alla pari contro chiunque». Mister Di Francesco recupera Cannavaro, Matri, Sensi, Antei ma non è sicuro di poter disporre per domenica di Missiroli, Ducan, Berardi, Gozzola. La concorrenza per fare parte dei probabili undici iniziali riguarda Antei (Cannavaro); Ragusa (Matri); Ragusa (Ricci).

 

Conto alla rovescia per Crotone-Sassuolo. Ceccherini: «Noi penalizzati da voglia di fare, in difesa occorre più attenzione»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 11 Ottobre 2016 19:24

Mentre a Reggio Emilia i crotonesi stanno assediando i punti vendita per accaparrarsi il biglietto della prossima partita tra Sassuolo e Crotone, sul campo di Margherita è iniziato il conto alla rovescia in casa rossoblù per la prossima trasferta in quel di Reggio Emilia, dove, sul terreno del Mapei Stadium, si giocherà l’ottava giornata contro una squadra tra le più in forma del campionato. A dirigere la ripresa della preparazione in località Margherita, Manuele Cacicia. Mister Nicola e il difensore Claiton erano assenti per impegni istituzionali (incontro Società/arbitri). Altri assenti, ma per impegni con le rispettive nazionali, Tonev e Rohden (si uniranno al gruppo domani) e Capezzi febbricitante. È stato un allenamento che ha evidenziato molta aggressività e impegno da parte di tutti i presenti. Trame di gioco veloci tra le squadre allestite dal tecnico Cacicia, tipo torneo. Al termine della seduta, lavoro fisico per tutti. Il difensore Federico Ceccherini, quattro campionati in forza al Livorno dove ha centrato la promozione in serie A (2012-2013) sotto la guida tecnica di Davide Nicola, al termine dell’allenamento, è stato intervistato in previsione della prossima trasferta:

Ceccherini, perché il Crotone continua a non vincere?

L’attuale classifica del Crotone è bugiarda perché in alcune partite, pur avendo espresso un buon gioco, non abbiamo raccolto punti come meritavamo. Nel Crotone è mancata la giusta concretezza e la cattiveria, così nei secondi tempi siamo calati di concentrazione e questo ha favorito gli avversari.

Il campionato scorre e il Crotone è sempre ultimo. Contro il Sassuolo è d’obbligo invertire la rotta per non complicare ancora di più la classifica...

È arrivato il momento di dire basta a tutto questo. C’è stata la sosta del campionato e questo ha consentito di avere più tempo disponibile per eliminare le negatività che si verificano in alcuni reparti, difesa in primis, giacché stiamo subendo molti gol. Contro il Sassuolo sono convinto che si vedrà una diversa squadra dall’inizio alla fine.

Hai giocato tutte le partite fin qui disputate, che pensiero ti sei fatto sull’attuale campionato di serie A?       

È vero che la serie A è un diverso campionato in tutto: più veloce, più tecnico, ma non è vero che non ci siamo abituati a questa categoria. Abbiamo pagato in alcuni casi qualche emozione in più, ma è anche vero che abbiamo incontrato squadre più esperte e brave di noi. Stiamo crescendo e contro il Sassuolo lo dimostreremo. A volte per la troppa voglia di fare per andare in gol abbiamo lasciato sguarnita la difesa e siamo stati puniti dagli attaccanti avversari. In serie A, il pensiero del giocatore deve anticipare la giocata, basta meno di un secondo per perdere il pallone e consentire all’avversario di andare in gol. Con il Livorno in serie A ero più giovane ed ero circondato da giocatori più esperti. A Crotone ci sono tanti giovani alla prima esperienza in A, questo da molta gioia e voglia di fare, però manca un po’d’esperienza. 

 

Pagina 2 di 2

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}