I rossoblù Ajeti, Mandragora e Rohden convocati nelle rispettive Nazionali per impegni amichevoli e incontri ufficiali In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Giovedì, 24 Agosto 2017 21:14

Ajeti, Mandragora e Rohden convocati nelle rispettive Nazionali per impegni amichevoli e incontri ufficiali. Giusto il tempo di fare la doccia dopo la partita contro il Verona del 27 settembre all’Ezio e già si deve parlare di incontri nazionali per tre pitagorici. Rolando Mandragora (difensore centrocampista scuola Juve) convocato dal tecnico dell’Under 21, Luigi Di Biagio, per le amichevoli contro la Spagna e la Slovenia in programma rispettivamente l’1 e il 4 settembre. Arlind Ajeti (difensore centrale) convocato dalla nazionale albanese impegnata contro il Liechtestein (2 settembre) e Macedonia (5 settembre) incontri valevoli per la qualificazione ai Mondiali che si svolgeranno in Russia il 2018. Con riferimento alle partite di qualificazione Russia 2018 convocato anche il centrocampista esterno Marcus Rohden dalla Svezia che affronterà la Bulgaria (31 agosto) e la Bielorussia (3 settembre).    

Letto 1052 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Agosto 2017 21:37

Articoli correlati (da tag)

  • Rohden: «Contro la Lazio ripetere le stesse prestazioni fatte contro la Juventus e il Sassuolo allo Scida»

    Serie A 37esima giornata│Crotone-Lazio stadio Ezio Scida domenica 13 maggio ore 15. Laziali senza l’infortunato bomber Immobile e lo squalificato difensore Luiz Felipe. Ancora assente Parolo. Nel Crotone probabile staffetta Rohden, Stoian. L’arbitro della partita sarà Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo, assistito dai signori Gian Luca Vuoto (Livorno) e Giorgio Peretti (Verona), con quarto giudice Eugenio Abbattista di Molfetta, coadiuvati da Luca Banti (Livorno) alla Var e Giorgio Schenone (Genova) all’Avar. Nel calcio alcuni avvenimenti sembrano fatti per ripetersi nel tempo. La sfida Crotone-Lazio, ultima in calendario allo Scida, si tinge di particolare significato per i pitagorici, come la passata stagione quando la vittoria contro i bianco/celesti di Inzaghi all’ultima giornata consentì di rimanere nella massima serie. Sarà così anche domenica dopo i novanta minuti più recupero? Perché avvenga ciò, domenica sera, oltre al successo dei pitagorici, dovrà arrivare la sconfitta del Cagliari in quel di Firenze, o del Chievo impegnato a Bologna, altrimenti si dovrà attendere l’ultima partita della stagione. In ogni caso sarà un incontro con la tensione di un thriller tra due formazioni che non possono rinunciare al successo per non pagare un prezzo elevato al raggiungimento dei rispettivi obiettivi. L’ultima partita il Crotone la giocherà in trasferta a Napoli (20 maggio ore 18) che vuole congedarsi dai propri tifosi nel migliore dei modi, mentre la Lazio dovrà affrontare sul terreno dell’Olimpico l’Inter il cui risultato vale la Champions League. Allo Scida mister Inzaghi non potrà schierare il bomber Ciro Immobile per infortunio e il difensore Luiz Felipe squalificato il cui posto sarà occupato da Radu. Sicuro assente anche il centrocampista Parolo (problemi muscolari) mentre potrebbe essere presente il centrocampista Luis Alberto che sta forzando i tempi del recupero per non mancare. Nuova coppia d’attacco Caicedo, già in campo contro l’Atalanta, prima punta sostenuto da Felipe Anderson. Contro il Crotone il duo d’attacco avrà il difficile compito di non far rimpiangere Immobile, Luis Alberto. Nessun problema per mister Zenga a proposito dei disponibili. La novità della formazione l’ingresso fin dall’inizio del centrocampista Rohden (oggi compie gli anni insieme a Ceccherini), in sostituzione di Stoian. Per il resto nessun altro cambio rispetto a quelli sconfitti dal Chievo. Come da abitudine consolidata, venerdì trasferimento all’Hotel Park Jonio in quel di Steccato di Cutro per il pranzo e gli ultimi due giorni d’allenamento. Sabato mattina rifinitura e consueta conferenza stampa di mister Zenga per parlare dell’ultima sfida casalinga contro la Lazio. Un incontro che il centrocampista Rohden, probabile componente della Nazionale Svedese ai prossimi mondiali di giugno, ha così commentato ai microfoni di Fctv: “Spero in un buon risultato per noi, ne abbiamo bisogno per la seconda salvezza. Contro la Lazio sappiamo che dobbiamo correre tanto, combattere e mettere in essere una grossa prestazione perché affrontiamo una squadra composta d'ottimi giocatori. Dobbiamo ripetere le stesse prestazioni fatte contro la Juventus e il Sassuolo allo Scida e contro l’Udinese in trasferta – ha detto Rohden – e sono convinto che ciò avverrà domenica prossima sostenuti da un grosso pubblico. In precedenza – ha dichiarato il giocatore – ho avuto problemi fisici che mi hanno tenuto fermo per due mesi, adesso mi sento bene. Nell’assieme il Crotone è un ottimo gruppo che è piacevole farne parte”. Ed a proposito dei Mondiali in Russia, Marcus ha dichiarato: “La prossima settimana ci saranno le convocazioni, se sarò chiamato sarebbe una grande opportunità. Ora però penso solo alla salvezza del Crotone che in occasione dell’incontro di domenica sarà sostenuto da uno Scida sold out, una bella cornice di pubblico che si trasformerà nel dodicesimo uomo in campo”.

     

  • Mandragora: «Ho esordito in A col Genoa... ma sabato faro' di tutto per avvicinare la mia squadra alla salvezza»

    Intensita' di impegno e concentrazione: queste le parole d'ordine del Crotone in vista dell'anticipo di sabato con il Genoa a Marassi. Una gara piu' che delicata per la squadra calabrese, che sta lottando per salvarsi ancora una volta. Nello schieramento di Zenga anche un ex importante, Rolando Mandragora, che con il Genoa e' cresciuto ed ha debuttato in Serie A prima di passare alla Juventus. "Stiamo preparando bene la gara di sabato - dice Mandragora - per ottenere i punti salvezza. Io sono cresciuto a Genova e nel Genoa ho esordito in A, posso solo parlarne bene. Sabato ci giochero' da avversario e spero di fare quanto piu' possibile per avvicinare il Crotone alla salvezza". Ventinove presenze in campionato, il capitano dell'Under 21 abbina quantita' e qualita' in mezzo al campo. Infatti e' ai primi posti per palle recuperate (104) e chilometri percorsi (quasi 12 a partita). "Non spetta a me - dice Mandragora - dare giudizi sulle prestazioni. Sono contento di quello che sto facendo, ma il mio obiettivo primario e' la permanenza nella massima serie del Crotone che sarebbe il coronamento del sogno che abbiamo noi e tutta la citta'. Gli aspetti che ci devono contraddistinguere sono grinta, determinazione e agonismo, che non devono mai mancare per centrare la salvezza".

     

  • Obiettivo salvezza per Crociata e Ajeti e' l'imperativo: «Lotteremo su ogni campo per ottenere punti utili»

    Prosegue la preparazione del Crotone in vista del match casalingo di sabato in casa della Fiorentina. I rossoblu', dopo l'appuntamento in sala video, sono scesi in campo iniziando la seduta con la fase dell'attivazione, quindi Zenga ha impegnato i suoi con il pallone, tra esercizi di possesso e circolazione di palla e lavoro tattico. Il tecnico rossoblu' ha potuto contare oggi anche su Ajeti e Crociata rientrati dai rispettivi impegni con le Nazionali, mentre Diaby e Mandragora saranno a disposizione dall'allenamento di domani. "Sono contentissimo per l'esordio con l'Under 20 - ha dichiarato Crociata - peccato per la sconfitta. Devo ringraziare la Societa' per l'opportunita' che mi ha dato di misurarmi nella massima serie, e il mister che mi fornisce utili consigli e mi sta facendo crescere. Ora c'e' spazio solo per un unico obiettivo, quello della salvezza del Crotone". Reduce dall'impegno contro la Norvegia, Ajeti dice: "sono soddisfatto, ho aggiunto un altro gettone con la maglia dell'Albania, ora testa solo al campionato". L'albanese, grazie all'intuizione di Zenga, e' stato utilizzato dal tecnico rossoblu' anche da centrocampista con buonissimi risultati: "E' un ruolo che in passato avevo provato soltanto in allenamento, invece mister Zenga mi ha anche schierato in partita e io sono pronto a giocare dovunque mi chieda l'allenatore, l'importante e' la squadra e lotteremo su ogni campo per ottenere punti utili per la salvezza".

     

  • Mandragora: «Sono felice per il gol, ma resta rammarico per non aver vinto la gara: peccato!»

    "Dispiace non aver portato a casa i tre punti. Sono felice per il gol ma resta rammarico per non aver vinto la gara. Peccato, abbiamo fatto una buona gara: guardiamo avanti. Adesso, infatti, dobbiamo pensare gia' alla prossima partita". Cosi', al termine di Crotone-Atalanta, Rolando Mandragora, autore della rete che aveva illuso i padroni di casa, prima del pareggio degli orobici.

     

  • CALCIOMERCATO│Presentati gli ultimi due acquisti Arlind Ajeta e Giovanni Crociata, abbonamenti a quota 4.500

    «Squadra quasi al completo, mancano altri due elementi che contiamo di portarli a Crotone nel breve periodo». ha affermato il dg Raffaele Vrenna. «Sarò a Milano – ha aggiunto il dg – per chiudere un altro colpo. Vogliano consegnare a mister Nicola la Rosa al completo prima dell’inizio del campionato e così sarà. Portare a Crotone Ajeti – ha spiegato – non è stato facile, abbiamo dovuto vincere la concorrenza della Spal e di altre società. Crociata pur essendo giovanissimo evidenzia la qualità di un professionista» ha sottolineato il dg Vrenna.  E del prossimo campionato che il Crotone si appresta a disputare il giovane manager ha dichiarato: «Stiamo costruendo una squadra “affamata” di serie A in ogni sua componente. La prossima stagione dovrà consacrare il Crotone nella massima serie non essendo più una squadra debuttante nella categoria, ma con esperienza acquisita sul campo.  Se poi consideriamo che anche la passata stagione nessuna squadra ci ha messo sotto, indipendentemente dal risultato, il Crotone ha le carte in regola per fare bene anche quest’anno avendo confermato molti giocatori». Il dg non ha escluso il colpo grosso negli ultimi giorni di calciomercato per quanto riguarda il centrocampo e l’attacco ma non ha fatto nomi per non scoprire le carte alla concorrenza. Ma se altri arriveranno significa che alcuni pitagorici già in forza al Crotone dovranno essere ceduti. Soddisfatta la società per quanto riguarda i 4.500 abbonati sottoscritti fino ad ora ha detto il dg Vrenna, e per quanto riguarda la copertura della tribuna dovrebbe essere ultimata e collaudata prima dell’inizio della stagione. I due ultimi acquisti del Crotone, Ajeti e Crociati, contenti di essere arrivati a Crotone. «Onorato di indossare questa maglia», ha detto Giovanni Crociata in conferenza stampa. Ajeti, non avendo giocato molto la passata stagione, ha dichiarato che intende recuperare con la maglia rossoblù quello che non ha fatto il passato campionato.           

     

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}