Doppiopasso, Crotone costretto a barcamenarsi tra scorrettezze degli avversari ed errori arbitrali... In evidenza

Scritto da  Antonio Carella
Pubblicato in Stadio
Martedì, 29 Novembre 2016 16:50

Che mister Nicola avesse provveduto a trovare soluzioni adeguate per superare la “sindrome” degli ultimi 15 minuti di gara non vi erano dubbi, ma sicuramente mai avrebbe pensato di dover far fronte anche ad a una scorrettezza sportiva per impedire una beffa costata 2 punti d’oro ai rossoblù. Tralasciando quanto è successo anche col Torino (quando addirittura si è subìto una rete in netta posizione di fuorigioco, in più non è stato concesso un evidente rigore su Falcinelli), se ingenuità c’è stata contro la Samp questa è da attribuire senza ombra di dubbio alla difesa crotoniate che non si è trovata pronta davanti alla scorrettezza comminata dai blucerchiati a danno dei pitagorici. La rete segnata dal sampdoriano Fernandes è stata davvero una rapina, una vera e propria scorrettezza, uno sgarbo al mondo sportivo perché nata dalla mancata osservanza di una regola principe, non scritta: restituire la palla agli avversari quando questa è stata allontanata da loro per un infortunio in campo. Una principio non rispettato, questo, con un Crotone che ci ha rimesso 2 punti preziosi, utilissimi alla scalata della classifica per conquistare la salvezza. Perdere sul campo per demeriti di gioco è una cosa, ma perdere per una mancanza di etica diventa una cosa davvero insopportabile. Se da un lato c’è stata la scorrettezza dei blucerchiati ci chiediamo come mai non ci sia stato l’intervento del tecnico Giampaolo a imporre la restituzione del pallone ai rossoblù? Nel contesto di tutto ciò va evidenziata l’aggravante del ritardo nell’entrata in campo di Martella nella fase di sostituzione con Mesbak. È stato un errore a incrocio? Una deficienza informatica? Perché non ha funzionato immediatamente il tabellone luminoso che indica le sostituzioni? O c’è da fare riferimento all’attardarsi del calciatore che non si è fatto trovare pronto al momento dell’entrata in campo? È stata tutta una fase rocambolesca costata cara al Crotone. Ma ritornando al calcio giocato, sembrerebbe che i ragazzi di Nicola abbiano intrapreso la via giusta per conquistare una posizione felice che gli consenta la permanenza in serie A. Si auspica, inoltre, che gli errori arbitrali si riducano al livello fisiologico in modo tale da non danneggiare una squadra di valore le cui aspettative sono di grande importanza per la città pitagorica.

 

Letto 1186 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Novembre 2016 17:00

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}