Il lockdown di Messias: «Mangio in maniera corretta e mi alleno nel miglior modo possibile» In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 08 Aprile 2020 17:59

Crotone e' una piazza importante, quella che puo' aiutarlo a raggiungere i massimi livelli. Il 28enne brasiliano sogna la A dopo tanta gavetta, ma prima di parlare di calcio il suo pensiero va a chi sta patendo maggiormente gli effetti della pandemia coronavirus. Sta vivendo il suo periodo di isolamento in citta', a casa con la moglie Thamyrys e due figli Emanuel (4 anni) e Miguel (7 anni da compiere a fine mese) e al sito del club calabrese racconta: "E' un momento molto triste e posso solo ringraziare Dio per la mia famiglia e per tutti i miei conoscenti che stanno bene. Coloro che vivono la vera difficolta' sono le persone che stanno perdendo familiari o amici, oppure coloro che stanno combattendo da vicino questo virus come i dottori e gli infermieri. E' un momento di riflessione, dobbiamo capire e rivedere i nostri concetti, dobbiamo vedere quali sono realmente le nostre priorita'. Diamo valore alle cose solo quando le perdiamo come sta accadendo in questi giorni, come stare a casa senza vedere nessuno. Dobbiamo sempre aiutarci gli uni con gli altri".

Messias racconta che in questi giorni cerca "di mangiare in modo corretto e di allenarmi nel migliore dei modi possibile. Ovviamente non e' come allenarsi al campo, ma cerco di mantenermi in forma. Mi piace molto giocare con i miei figli e cerco di farli divertire". Il campo gli manca, ma..."riprendere a giocare per me sarebbe una cosa bella, pero' bisogna pensare prima alla salute delle persone e non si deve mettere a rischio nessuno". In Brasile la situazione "e' piu' tranquilla rispetto all'Italia e all'Europa, ma stanno iniziando a salire i decessi, come in altre zone del mondo non ci sono strutture attrezzate, dobbiamo pregare e avere fede". C'e' spazio per parlare della sua lunga gavetta, dai tornei amatoriali al Crotone. "Non e' facile partire dal campionato amatori e arrivare a giocare in una squadra di alto livello in Serie B. Sono molto contento e spero sempre di arrivare il piu' in alto possibile perche' credo che posso far sempre di piu'. Non e' stato facile, in passato avevo pensato anche a smettere di giocare, ma Dio mi ha dato la forza e devo ringraziarlo. Sono molto credente e la fede e' stata la chiave di tutto cio' perche', nei momenti di difficolta', puoi contare solo su te stesso e su Dio. Crotone? Ho vissuto sempre nel nord Italia pero' quando mi e' arrivata la chiamata ho accettato subito. Mi sono adattato molto bene al Sud e mi trovo benissimo con tutti, dalla societa' ai compagni, con i tifosi e con tutta la gente che e' molto calorosa".

Letto 557 volte Ultima modifica il Mercoledì, 08 Aprile 2020 18:10
Stadio RossoBlu

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909  -  Email: stadio@laprovinciakr.it

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}