Stadio Ezio Scida, una ''telenovela'' che va in onda sulla città a cinque secoli dall'antico splendore... In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Giovedì, 19 Luglio 2018 19:11

Stadio Ezio Scida, una telenovela che va in onda nella città dopo cinque secoli. La vicenda dello stadio Ezio Scida sembra che abbia fatto scoprire ai crotonesi le origini della città di Pitagora e su dove sorgeva che era in parte l'area attualmente occupata dalla struttura sportiva. Un'importantissima scoperta, non certo recente, che deve però avere un seguito: riportare cioè alla luce senza alcun intoppo tutto ciò che testimonia le origini di Crotone. Tradotto in pratica: abbattere parte della struttura dello stadio e iniziare a scavare. Nel quinto secolo a. C. Crotone contava oltre 300.000 abitanti, considerando il modello urbanistico di allora è facile immaginare la vastità del territorio in cui sorgeva la città di Pitagora. Ovunque si compiano scavi vengono così rinvenuti reperti archeologici. La zona antistante lo stadio Ezio Scida, quella che ospita anche la fiera Mariana, le giostre o il circo, è da sempre a disposizione per eventuali scavi. Lo stesso spazio occupato attualmente dalla struttura amovibile era disponibile fino a meno di due anni fa. Nonostante ciò nessuna istituzione, soprintendenza e ministero dei beni culturali, si sono mai preoccupati di effettuare i dovuti scavi per recuperare i reperti archeologici. Dell'antica Kroton (riportarla alla luce) si è parlato per la prima volta dicembre 2014  presso un noto locale del lungomare cittadino. Sono passati tre anni e mezzo e nessun cantiere è stato ancora aperto nonostante i 62.000.000 di euro disponibili (inizialmente i milioni di euro erano cento). Fare partire i lavori dell'antica Kroton significherebbe dare lavoro a tanti disoccupati, e Crotone di cittadini senza lavoro ne conta tantissimi. Per non parlare della bonifica o altri importanti interventi mai avviati. C'è il problema dell'Ezio Scida che deve essere liberato dalle strutture amovibili il prima possibile, questo affermano le iIstituzioni competenti. il Sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, a tal proposito ha affermato: "Ho dato mandato agli uffici tecnici comunali di intraprendere le attività preliminari per lo smontaggio delle strutture". La domanda nasce spontanea: lo smantellamento delle strutture amovibili quando inizierà? Ed i lavori termineranno in tempo utile affinché lo stadio sia idoneo con l'inizio del nuovo campionato (serie B 24 agosto, serie A 19 agosto) affinché si eviti al Crotone di recarsi in trasferta per giocare alcune partite casalinghe? I lavori per la realizzazione del nuovo stadio, saranno una priorità immediata per l'amministrazione comunale, o si parlerà di questo nuovo stadio come da anni si sta parlando dell'antica Kroton e della bonifica? 

Letto 1490 volte

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}