Supremazia Juve all'Allianz stadium: i rossoblu' reggono un solo tempo contro i bianconeri, tre reti risolvono il match In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Domenica, 26 Novembre 2017 22:52

rie A 24.esima giornata. Un Crotone tutto difesa riesce a resistere 52' allo Stadium ma poi deve inchinarsi alla rete di Mandzukic, che sblocca la la partita per la Juve, reduce dalla sconfitta con la Samp, e la riporta a -2 dall'Inter e a -4 dal Napoli capolista. Nel primo tempo la Juve, priva di Higuain e con Howedes all'esordio, aveva sfiorato il vantaggio con Matuidi e Mandzukic. Nella ripresa la rete del croato (7') è stata seguita da quelle di De Sciglio (15'), la sua prima in maglia bianconera, e di Benatia (26').

Tabellino.

Juventus              3

Crotone               0

Marcatori: Manduzukic 51°, De Sciglio 59°, Benatia 71°

Juventus (3-4-2-1): Buffon, Barzagli, Benatia, Howedes, Lichtsteiner (De Sciglio), Matuidi, Marchisio (Sturaro), Alex Sandro, Dybala, Douglas Costa, Mandzukic. All. Allegri

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Ajeti, Pavlovic, Rohden, Barberis, Mandragora, Nalini (Faraoni), Budimir, Tonev (Trotta). All. Nicola

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Ass. Stefano Liberti (Pisa) – Riccardo Mondin (Schio)

Quarto giudice: Riccardo Ros (Pordenone)

Var: Luca Banti (Livorno) - Avar: Andrea Crispo (Genova)

Ammoniti: Budimir, Benatia, Matuidi,

Angoli: 7  a 1 per la Juve

Recupero: 2 e 1 minuti

La partita.

Né un sogno, né un miracolo c’è stato contro i campioni d’Italia, ma una prestazione normale da parte dei pitagorici. Mister Nicola aveva chiesto alla vigilia: “contro la Juventus occorre essere incoscienti e mettere in essere tanta forza di volontà”. Al cospetto della “corazzata” Juventus, però, le consegne impartite dal tecnico ai suoi giocatori sono state confermate soltanto nella prima parte. La fuga verso la parte buona della classifica da parte del Crotone non c’è stata neanche in questa occasione. E se il risultato è stato quello che tutti conosciamo, la classifica in ogni caso non ne risente in considerazione dei risultati delle altre squadre. La sfida dell’Allianz Stadium ha dimostrato che il materiale umano a disposizione del tecnico è in grado di poter tagliare il traguardo della salvezza anche nell’attuale campionato, ma qualcosa in termini di giocate deve cambiare. Occore maggiore precisione e più convinzione nelle ripartenze e qualche tiro in più da fuori area. In occasione dell’ultima sfida mister Nicola ha preferito concedere un turno di riposo a Simic, Martella, Stoian,Trotta e al loro posto ha schierato Ajeti difensore centrale, Pavlovic difensore esterno sinistro, Rohden centrocampista esterno, Tonev punta al fianco di Budumir. Il terzo impegno consecutivo a breve distanza, e pensando alla prossima partita di Napoli, hanno consigliato a mister Allegri di lasciare fuori Higuain, Cuadrado, Pjanic, Rugani, Kheidira. Trio difensivo con Barzagli a destra, Benatia centrale, Howedes sulla sinistra. Centrocampo con Lichtsteiner, Matuidi, Marchisio, Alex Sandro. Alle spalle della punta Mandzukic la coppia Dybala, Douglas Costa.  Un bel primo tempo giocato dal Crotone nella propria metà campo. Tattica prevedibile pensando alla forza della Juve. Poche azioni da gol da parte dei locali per la buona prestazione del duo difensivo centrale Ceccherini, Ajeti. Non solo loro due, in fase di ripiegamento, spesso, il Crotone si è saputo difendere bene con gli esterni Rohden e Nalini difensori aggiunti. Juve pericolosa al minuto trentasettesimo quando Cordaz ha deviato in angolo un sinistro di Alex Sandro, ed al minuto quarantadue Barzagli serve Mandzukic che di testa manda di poco a lato il pallone. Pitagorici ancora imbattuti nella ripresa ma fino al minuto cinquantuno quando Mandzukic di testa mette dentro il primo vantaggio per la sua squadra. Il Crotone non cambia lo spartito ed è la stessa esibizione del primo tempo: tutti a difendere nella propria metà campo le folate degli avversari. Al 15' arriva così il raddoppio di De Sciglio con un bel fendente da fuori area su cui cordaz non arriva. Molta volontà nel chiudere gli spazi ma poca lucidità nelle ripartenze. In queste condizioni arriva il terzo gol dei bianconeri con Benatia facilitato da una corta respinta di Cordaz. Bene il solito portierone rossoblù e la coppia difensiva centrale, in particolare Ceccherini. Poco propositivo il centrocampo con Mandragora e Barberis. Attacco ancora incapace di segnare il primo gol alla Juventus anche in questa occasione. Rohden preferito a Stoian si è fatto notare soltanto in fase difensiva. Stessa cosa per Nalini. Bene Budimir che ha tenuto in apprensione la difesa locale specie nei palloni alti. Della Juve inutile fare considerazioni per ciò che rappresentano quando hanno di fronte squadre con un diverso tasso tecnico.     

 

 

 

Letto 1169 volte Ultima modifica il Domenica, 26 Novembre 2017 23:04

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}