Vincere sabato allo Scida contro il Bologna per continuare a sperare. Mister Nicola: «Inseguiamo il nostro sogno!»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 13 Gennaio 2017 19:31

Serie A 20.esima giornata, Crotone-Bologna sabato 14 gennaio ore 18 stadio Ezio Scida. Ex di turno saranno Mirante, Maietta, Gastaldello, Gomis (tra le fila del Bologna) Claiton, Crisetig (tra i pitagorici). I 23 convocati da mister Nicola sono: Cordaz, Festa, Viscovo, Sampirisi, Rosi, Claiton, Dussenne, Ferrari, Ceccherini, Martella, Rohden, Nalini, Capezzi, Barberis, Salzano, Palladino, Stoian, Crisetig, Trotta, Falcinelli, Simeon, Gnahore, Sucjic.

Probabili formazioni:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden, Barberis, Crisetig, Trotta, Falcinelli, Palladino. All. Nicola

Bologna (4-3-3): Mirante, Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina, Donsah, Viviani, Dzemaili, Krejci, Destro, Di Francesco. All. Donadoni

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo

Coll. Fiorito – Di Vuolo

Quarto giudice: Mauro Vivenzi di Brescia

Add.1 Manganiello – Add.2 Serra

Contro il Bologna (prima gara del girone di ritorno) il passaparola tra tutti i pitagorici è mantenere accesa la fiammella della salvezza. I rossoblù non vogliono rassegnarsi all’idea di una retrocessione che già si trova dietro l’angolo a causa della penultima posizione di classifica, distante otto lunghezze dalla quartultima. La regola che assegna tre punti alla squadra che vince non esclude la scalata in classifica, ma a condizione che si concretizzino almeno otto vittorie da qui alla fine del campionato. Il Crotone è ora chiamato a fare nel girone di ritorno ciò che non ha mai fatto nella prima parte del campionato: vincere più partite di seguito. Se gli uomini di mister Nicola saranno capaci di farlo (le prossime tre partite non sono proibitive dovendo affrontare Bologna e Empoli all’Ezio Scida con l’intermezzo della trasferta in Liguria per incontrare il Genoa di Juric) tutto si rimetterebbe in gioco a proposito della salvezza. Dal calciomercato ancora nessuna notizia per quanto riguarda eventuali arrivi, nell’attesa il compito di conquistare punti salvezza spetta a chi già veste la maglia rossoblù. Il calciomercato invernale è sempre più complicato di quello estivo a causa del rifiuto di molti giocatori nell’accettare il trasferimento per pochi mesi, in particolare nella squadra in fondo alla classifica. In ogni caso c’è tempo fino al trentuno gennaio per operazioni in entrata e uscita. Nel frattempo occorre continuare a giocare e contro il Bologna mister Nicola potrebbe presentare inizialmente gli stessi nove/undicesimi sconfitti contro la Lazio negli ultimi minuti grazie alla superficialità dell’arbitro e del collaboratore di linea che hanno annullato ai pitagorici un gol valido. L’unica certezza è il ritorno tra i pali per fine squalifica di Cordaz. Le altre varianti iniziali potrebbero essere la presenza di Rosi difensore destro in sostituzione di Sampirisi e quella di Palladino al posto di Stoian. L’indisponibilità tra i rossoblù felsinei di Sadiq, Taider, Verdi, Helander, costringe il tecnico Donadoni a confermare quasi in blocco la formazione sconfitta (3-0) dalla Juventus la precedente giornata. L’unica novità per il bologna sarà il ritorno al centro della difesa dell’ex Gastaldello al fianco dell’altro ex Maietta. I due difensori e il portiere Mirante furono infatti compagni di squadra nel Crotone (campionato serie B 2004/2005) sotto le direttive del tecnico Gasperini. Daniele Gastaldello tra le fila dei pitagorici disputò anche il precedente campionato di C1 (2003/2004) terminato con la promozione in serie B e anche in quell’occasione a dirigere la squadra fu il tecnico Gian Piero Gasperini.  

Le dichiarazioni del tecnico pitagorico Davide Nicola: «I punti raccolti non evidenziano la qualità della squadra. Stiamo lavorando bene. Se in occasione del calciomercato non dovesse arrivare nessuno, andiamo avanti con i giocatori dell’attuale rosa che hanno i requisiti per potersi salvare. Il mio compito è anche far crescere i giocatori al livello della serie A. Per quanto riguarda il Bologna, nostro prossimo avversario, abbiamo la possibilità di giocare contro una squadra che sa come vincere contro le squadre di bassa classifica. Il Bologna per due terzi è già salvo mentre il Crotone è ancora lontano dalla salvezza. Dobbiamo giocare per conquistare i tre punti ed inseguire il nostro sogno evitando di commettere ancora qualche errore che si sta rivelando decisivo per il risultato finale. Il girone di ritorno per noi deve essere disputato con questa intensità ogni partita e contro qualsiasi avversario concentrando tutte le nostre energie. L’incontro di sabato contro il Bologna è per noi una tappa importante che si deve concludere con la conquista dei tre punti. Invertendo, magari, quegli episodi che fino ad ora non ci hanno fatto raccogliere i punti che meritavamo (il riferimento di Nicola anche alle sviste arbitrali che non concedono al suo Crotone gol validi). Capezzi, Palladino, Nalini sono tornati in forma e sono stati convocati, non annuncio chi giocherà. Posso affermare che Cordaz è il portiere titolare mentre Ceccherini e Ferrari al momento sono insostituibili. Palladino è un esterno di fascia e come tale lo utilizzo, anche se in qualche occasione ha giocato da centrale di prima linea».

Crotone sconfitto nel finale a Bologna: i rossoblù tengono bene all'esordio in serie A

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 22 Agosto 2016 15:06

Bologna               1

Crotone               0

Marcatori: Destro 86°

Bologna (4-3-3): Mirante, Kraft, Gastaldello, Maietta (Marios 55°), Masina, Taider, Pulgar, Nagy, Verdi (Rizzo 55°), Destro, Krejci. All. Donadoni

Crotone (3-4-3): Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Sampirisi, Rohden, Salzano, Martella (Fazzi 83°), Stoian (De Giorgio 80°), Samy, Palladino. All. Nicola

Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Coll. De Pinto (Bari) – Liberti (Pisa)

Quarto giudice: Di Vuolo (Castellammare di Stabia)

Ammoniti: Rohden, Pulgar

Angoli: 5 a 3 per il Bologna

Recupero: 2 e 4 minuti  

 

La voglia di fare bene, attraverso l’impegno costante senza alcun timore reverenziale nei confronti del più quotato avversario, sono state le caratteristiche del Crotone contro il Bologna nella prima di serie A sul terreno del Dall’Ara. Il Crotone non paga alcun pegno al noviziato della categoria dal versante dell’emozione e torna negli spogliatoi a testa alta. Il ritorno nella serie A di mister Nicola e di alcuni suoi giocatori è stato bagnato dalla buona prestazione collettiva. Pitagorici un po’ impacciati in difesa quando erano costretti a difendersi su pressione degli avversari, ma ordinati quando dovevano impostare la ripartenza. Mister Nicola ha preferito schierare sette undicesimi della passata stagione con l’aggiunta di Ceccherini difensore destro a comporre il trio con Claiton e Ferrari. Le altre novità hanno riguardato i centrocampisti Sampirisi a destra, Rohden centrale insieme a Salzano, Martella a sinistra. Trio d’attacco con Palladino e Stoian senza fissa dimora (cambiavano continuamente posizione) Nwankwo l’uomo nuovo dell’attacco rossoblù. Allo schieramento del Crotone mister Donadoni ha opposto un 4-3-3 con il quartetto difensivo composto da Krafth, Gastaldello, Maietta, Masina. Reparto mediano con il trio Taider, Pulgar, Nagy. In attacco schierato Verdi a destra, Krejci a sinistra, Destro al centro. Ai punti avrebbe meritato la vittoria il Bologna nei primi quarantacinque minuti. Gli emiliani si sono resi pericolosi in più occasioni colpendo due pali al settimo ed al trentaseiesimo minuto rispettivamente con Nacy e Taider. Annullati anche due gol per posizione di fuorigioco  a Destro e Verdi. La differenza tra le due squadre sta proprio in queste giocate che hanno visto i difensori del Crotone poco reattivi nel contrastare gli attaccanti avversari. In fase offensiva gli uomini di Nicola si sono affacciati spesso in area avversaria ma non sono mai riusciti a liberare l’uomo per il tiro. Simy ha impegnato il suo diretto avversario Maietta ma non ha mai tirato in porta. Palladino e Stoian controllati bene anche loro in fase d’attacco. Un Crotone che nel primo tempo ha suscitato un’ottima impressione per essere una matricola della serie A. Ripresa sfortunata per il cirotano del Bologna Maietta uscito dopo appena dieci minuti per infortunio, al suo posto Marios. In contemporanea sostituito anche l’attaccante Verdi con il centrocampista Rizzo. Bologna formato 4-4-2  per contrastare le giocate sulle fasce del Crotone dove hanno sempre la meglio Martella, Palladino a sinistra; Ceccherini, Sampirisi a destra. Un migliore Crotone nel primo terzo del secondo tempo che controlla bene gli avversari in difesa ed a centrocampo dove primeggia il duo Salzano, Rohden. L’azione pericolosa il Bologna la costruisce al minuto 73 con Destro che da dentro l’area manda il pallone a sorvolare di poco la traversa. La stanchezza e la voglia di non subire il gol costringono il Crotone a rinchiudersi in area con più frequenza. La tattica non sortisce l’effetto sperato. Al minuto ottantacinque Destro palla al piede s'invola in contropiede, favorito da un errore di Palladino, fino all’area del Crotone e fulmina Cordaz. Delusione dei pitagorici che si stavano difendendo bene e con ordine dopo l’ingresso di De Giorgio e Fazzi in sostituzione rispettivamente di Stoian e Martella. Per il Crotone, pur sconfitto, si è trattato di un debutto onorevole che ha dato tante indicazioni positive a mister Nicola per il prosieguo del campionato. Il Bologna dopo otto campionati riesce a vincere una partita alla prima giornata ma per mister Donadoni c’è ancora tanto lavoro da fare.   

 

 

L'approccio determinato del Crotone per la prima di serie A. Il mister Nicola: «A Bologna voglio i 3 punti»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 19 Agosto 2016 19:25

Il tanto atteso debutto del Crotone nella massima serie è alle porte e miglior palcoscenico dello stadio Dall’Ara non poteva esserci per questo primo, importantissimo esame. L’intera Emilia è la residenza per lavoro, o studio di migliaia di crotonesi che in occasione del prossimo incontro invaderanno le varie gradinate dello stadio per sostenere la squadra del cuore. Non solo dall’Emilia, sugli spalti del Dall’Ara ci sarà anche la presenza di tantissimi tifosi rossoblù provenienti da altre Regioni del Nord. Sarà festa grande contro un avversario già conosciuto in serie B in più occasioni i cui risultati finali sul terreno del Dall’Ara sono stati anche favorevoli ai pitagorici. Stagione 2005/2006 vittoria (1-2) del Crotone, stesso risultato (1-2) campionato 2014/2015, vittoria del Bologna (2-0) stagione 2006/2007. In occasione della prossima sfida sarà l’inizio di un'altra storia che le due squadre vorranno iniziare a scrivere a proprio favore. Il Crotone si porta dietro l’eliminazione dalla Tim Cup per opera del Verona mentre il Bologna ha superato il turno battendo (2-0) il Trapani. In occasione della prossima sfida entrambi i tecnici non schiereranno la stessa formazione vista in Tim Cup. Nel Crotone tornano disponibili Sampirisi e Capezzi e nel Bologna potrebbe debuttare il centrocampista Dzemaile neo acquisto. Ex di turno sarà il portiere Mirante, i difensori Gastaldello e Maietta, il centrocampista Crisetig. Tra i rossoblù certo l’impiego di Samy in attacco.

Mister Nicola in conferenza stampa: «Vogliamo i primi tre punti contro un avversario che si è salvato dalla retrocessione la passata stagione ed è guidato da un ottimo allenatore. Noi – ha affermato Nicola – abbiamo lavorato assiduamente nel corso della preparazione. In campo sarà schierata - ha detto il tecnico rossoblù -una formazione che comprenderà i confermati e qualche nuovo arrivato, quelli che hanno più minuti nelle gambe. I miei giocatori dovranno essere capaci di approcciare l’intera partita senza alcuna pausa. Dovranno essere in grado di saper soffrire minuto dopo minuto. Il gruppo a mia disposizione ha qualità morale, fisiche, tecniche per competere contro tutti. Contro il Bologna cerco di recuperare chi non ha giocato in Tim Cup a Verona. Palladino sarà impiegato nel ruolo di esterno non essendo una punta centrale, il suo utilizzo in questo ruolo per necessità, ora è arrivato Simy e sarà lui l’attaccante, anche se, al momento, accusa un po’ di ritardo con la preparazione. La mia squadra non deve sentirsi inferiore a nessun avversario e con il passare delle giornate deve scoprire i propri valori e da questo versante deve essere aiutata da tutto l’ambiente che la circonda. Il Crotone può contare su una solida difesa che da sicurezza e questo rappresenta un valore aggiunto per affrontare il Bologna che ha qualcosa in più potendo contare su giocatori che conoscono da più campionati la serie A».

Le probabili formazioni: Crotone: Cordaz, Ceccherini, Claiton, Ferrari, Tonev, Capezzi, Barberis, Martella, Stoian, Samy, Palladino; All. Nicola. Bologna: Mirante, Kraft, Gastaldello, Maietta, Masina, Taider, Nagy, Donsah, Verdi, Brienza, Di Francesco; All. Donadoni.
Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina Coll. De Pinto (Bari) – Liberti (Pisa). Quarto giudice: Di Vuolo (Castellammare di Stabia)   

Pagina 3 di 3

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}