Conto alla rovescia per il Crotone: domani il turno infrasettimanale propone il Brescia

Pubblicato in Stadio
Martedì, 15 Febbraio 2022 18:20

Serie BKT 23esima giornata│Crotone vs Brescia stadio Ezio Scida mercoledì 16 febbraio ore 18.30. Contro le rondinelle un'altra sfida da ultima spiaggia per la salvezza dei pitagorici. Indisponibili Canestrelli e Serpe. Mister Modesto: «Non credo al turnover come condizione per cambiare più "pedine" ad inizio gara. L'importante in questo momento è la ripartenza dopo la sconfitta di Reggio Calabria».

Crotone in campo nell'anticipo serale di Serie Bkt contro il Brescia capolista

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 16 Settembre 2021 18:22

Serie BKT quarta giornata│Brescia-Crotone stadio Rigamonti venerdì 17 settembre ore 20.30. Dalla Lombardia parte il tour de force per i rossoblù (3 incontri in 7 giorni). Rosa pitagorica tutta disponibile per la “felicità” di mister Modesto contro le Rondinelle.

COPPA ITALIA│Il Crotone ha la meglio ai rigori sul Brescia e passa il turno

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 16 Agosto 2021 22:54

Coppa Italia (32esimi)│Il Crotone batte il Brescia ai calci di rigore e nel secondo turno (sedicesimi) affronterà l'Udinese il 15 dicembre.

Il Crotone rimedia la 13esima sconfitta in campionato a Brescia: la classifica dei rossoblu' non mente

Pubblicato in Stadio
Sabato, 23 Febbraio 2019 17:27

Serie BKT 25esima giornata│Si allunga la coda delle sconfitte per il Crotone che perde fuori casa contro la capolista Brescia.

Tabellino.

Brescia                 2

Crotone               0

Marcatori: Molina (Aut.) 80°, Donnarumma 92°

Brescia (4-3-1-2) : Alfonso, Sabelli, Cistana, Romagnoli, Sampirini, Bisoli, Tonali, Ndoj (Gastaldello), Spalek, Tremolada (Donnarumma), Morosini (Dall’Oglio). All. Corini

Crotone (3-5-2) : Cordaz, Sampirisi, Spolli, Golemic, Marchizza (Milic), Rohden, Molina, Benali, Gomelt (Barberis), Mraz (Machach), Pettinari. All. Stroppa

Arbitro: Riccardo Ros di Pordenone

Assistenti: Bresmes - Cipressa

Quarto giudice: Francesco Guccini di Albano Laziale

Ammoniti:Cistana, Romagnoli, Semprini, Sabelli, Marchizza, Benali

Espulso: Machach

Angoli: 5 a 3 per il Brescia

Recupero: 5 minuti a fine ripresa

La partita.

Il Crotone fa tredici! Tante sono le sconfitte fino ad ora accumulati dai pitagorici. E se la precedente sconfitta interna contro il Pescara è stata anche per opera del direttore di gara con decisioni inventate che hanno penalizzato gli uomini di mister Stroppa, contro il Brescia nessun attenuante per l’ennesima sconfitta. Anzi, il signor Ros ha meritato un buon voto per come ha diretto l’incontro. Sul terreno del Rigamonti si è presentato un undici che ha evidenziato fin dai primi minuti pochezza di gioco, poca incisività in attacco, difesa per nulla ermetica nei momenti in cui si doveva difendere, centrocampo annebbiato e mai propositivo, condizione atletica dei giocatori sempre deficitaria nei confronti degli avversari. Un cliché che si sta ripetendo dall’inizio della stagione in moltissime partite ed il curriculum del Crotone è di sole quattro vittorie a fronte di tredici sconfitte e sette pareggi. Insomma, la classifica non mente mai, ogni squadra occupa il posto che merita, al netto di qualche punto in più o in meno per fattori legati ad eventi non preventivabili.

Continuare a sperare nella salvezza si deve, la logica pitagorica ancora non si è espressa e nel calcio mai dire mai. Gli uomini a disposizione di mister Stroppa non sono degli illustri sconosciuti, hanno disputato campionati di serie B e A, e alcuni vantano anche presenze nelle rispettive Nazionali. Occorre, però, cambiare rotta nell’immediato, a partire dagli allenamenti.

Nulla da dire sul Brescia per la posizione che occupa in classifica, la vetta l’ha conquistata a suon di vittorie (12) grazie al rendimento dei suoi giocatori e al lavoro di mister Corini, tra i più preparati della categoria ed i risultati lo confermano. La promozione in serie A per la sua squadra è dietro l’angolo.

Crotone in campo con cinque novità rispetto alla precedente partita dello Scida. Il prossimo incontro ravvicinato di martedì ha suggerito a mister Stroppa un ampio turnover. Dentro Marchizza, Molina, Rohden, Gomelt (debutto in assoluto), Mraz; fuori Vaisanen, Barberis, Zanellato, Milic, Machach. Difesa a quattro con Sampirisi quarto difensore. Brescia senza l’attaccante Torregrossa squalificato e Martella infortunato, sostituiti da Semprini e Tremolada, con il bomber Donnarumma schierato in panchina.

Cronaca dell’incontro: Partenza piuttosto lenta senza forzare l’andatura da entrambe. Il Crotone controlla bene a centrocampo con Rohden, Molina, Benali e Gomelt, tant’è che ben quattro rondinelle sono ammoniti. Pettinari e Mraz bene nella fase di rientro ma con pochi palloni giocabili in avanti. Il primo tiro nella porta avversaria il Crotone lo effettua al minuto quarantadue con Molina che scaglia il pallone oltre la traversa. Due minuti dopo è Morosini del Brescia ad effettuare un tiro verso la porta di Cordaz a fil d’erba ma a lato. Nervoso Corini per come la sua squadra è bloccata dal Crotone sia a centrocampo, sia in difesa. Tutto sembra scorrere bene anche nella ripresa da parte dei pitagorici che però si accorciano nella propria metà campo. Unica azione offensiva da parte degli uomini di mister Stroppa al cinquantunesimo con Pettinari che di testa manda alto il pallone. Poi soltanto Brescia con Morosini che di continuo impegna la difesa pitagorica. Al minuto sessantesimo Cordaz deve compiere il miracolo sul bresciano per evitare il gol. Minuto ottantadue fallo di Machach nella metà campo del Crotone, batte Bisoli calciando il pallone in area avversaria dove Molina lo mette dentro la propria porta. Per l’occasione espulso Machach. Nessuna reazione del Crotone rimasto in dieci. Il Brescia manda in campo il goleador Donnarumma e come tale non si smentisce. Al minuto novantadue il cannoniere del girone fulmina Cordaz. Raddoppio dei locali e tredicesima sconfitta del Crotone. 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE PAGELLE│Budimir bomber ritrovato, difesa tutta sotto accusa. Mister Stroppa dovra' rivedere qualcosa nel modulo

Pubblicato in Stadio
Sabato, 29 Settembre 2018 12:38

Crotone

Cordaz 6: primo tempo inattivo tranne per la rete subìta su calcio di rigore battuto da Donnarumma. Incolpevole poi sul secondo gol opera di Dell’Oglio, ma sono preziosi i suoi interventi per salvare il risultato.

Sampirisi 6: è ben lontano dalla sua forma migliore.

Golomic 5: si è reso subito protagonista in negativo quanto al 9’ dal primo tempo, in grave ritardo su Terragrossa, preferisce stenderlo a terra per evitare di farlo segnare, ma l’arbitro lo espulso facendo restare la squadra in dieci per tutta la durata della gara.

Marchizza 5: nelle ripartenze avverse spesso si è trovato in grosse difficoltà.

Firenze 5: davvero una partita incolore per lui, si vede la sua stoffa quando imbocca Budimir sotto porta per il gol del momentaneo pareggio.

Folina 5: si è perso sulla confusione generale del centrocampo.

Benali 6: buona prestazione con particolare riferimento all’impostazione di gioco, ma in questa partita ha preferito giocare più in orizzontale che verticalizzare e non ha giovato all’esito positivo della partita.

Stoian 6: gran volume di gioco, non appariscente e prezioso nell’azionea  che ha poi portato alla sua prima rete di giornata.

Martella 5,5: sembra riprendersi rispetto alle giornate precedenti, ma ancora ci vuole tempo per rientrare nella forma fisica ideale.

Budimir 6,5: ritorno del tipico bomber che alterna a giocate stupende ad altre da dimenticare. Alla fine però porta il risultato concreto che fa dimenticare le cattive prestazioni di tutti.

Nalini 5,5: si danna l’anima il ragazzo con ottime movenze ma non trova ancora la via giusta della rete.

Faraoni 5,5: subentrato a Molini ha dato una spinta più vivace nelle ripartenze ma ha commesso un grave errore sbagliando un appoggio che ha consentito a Dall’Oglio di riportare in vantaggio il Brescia.

Rohden (s.v.) Simy (s.v.)

All. Giovanni Stroppa 5: forse è il caso che cambia modulo di gioco dal momento che la difesa non risponde. Una difesa lenta e impacciata che lascia molto a desiderare.

Brescia

Alfonso 6: alterna parate difficilissime a svarioni per la sua esuberanza, come il rigore da lui causato per il pareggio del Crotone a tempo scaduto.

Sabelli 6,5: un vero e proprio difensore eclettico. Oltre a avere una perfetta interdizione per tutta la gara ha fornito palloni preziosi ai suoi attaccanti.

Romagnoli 6: in buon raccordo sia nella fase di copertura che di proiezione.

Gastaldello 6: l’ex ha dato tutta la sua anima per tenere a bada Budimir e Nalini alla fine però è calato di tono.

Curcio 6: Un po’ lento ma dotato di una buona tecnica.

Martinelli 5,5: una partita per lui vissuta con molta confusione, nonostante il suo disordine è stato utile alla squadra.

Tonali 6: veloce e manovriero sempre presente nelle occasioni pericolose portate avanti dai suoi compagni.

Dell’Oglio 6,5: sempre pronto nelle azioni offensive, prontissimo a bucare la porta di Cordaz.

Bisoli 6: nonostante alcuni grossolani errori è stato una vera spina nel fianco per la difesa pitagorica.

Terragrossa 6: l’ex ha riconfermato la sua tenacia e le sue dote tecniche ne sanno qualcosa i difensori pitagorici.

Donnarumma 5,5: molto fermo rispetto ai suoi colleghi tanto da essere sostituito da Morosini al 19’ del secondo tempo.

Spalek (s.v.), Cistana (s.v.)

All. Eugenio Corini 6: ha impostato la sua squadra in maniera perfetta a centro campo avvantaggiandosi dalla buona forma fisica dei suoi ragazzi.

Arbitro Marinelli di Tivoli 5,5: molto discutibili alcune sue decisioni.

Il Crotone acciuffa il pareggio in extremis nello scontro casalingo col Brescia: una doppietta di Budimir salva i rossoblu', ma troppi errori difensivi

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 28 Settembre 2018 23:19

Serie BKT setsa giornata│Evitata sul filo di lana la terza sconfitta consecutiva del Crotone contro un buon Brescia. Una doppietta di Budimir salva il Crotone e fissa il risultato sul pareggio.

Tabellino.

Crotone   2

Brescia   2

Marcatori: 11° Donnarumma ( r), 56° Budimir, 70° Dall'Oglio, 93° Budimir (r)

Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Golemic, Marchizza, Firenze, Molina (Faraoni), Benali, Stoian (Rohden), Martella, Nalini (Simy), Budimir. All. Stroppa

Brescia (4-3-1-2): Alfonso, Sabelli (Cistana), Gastaldello, Romagnoli, Curcio, Dall'Oglio, Tonali, Martinelli (Spalak), Bisoli, Torregrossa, Donnarumma (Morosini). All. Corini

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli

Assistenti: Tardini - Marchi

Quarto giudice: Federico Longo di Paola

Ammoniti: Martinelli, Faraoni

Angoli: 7 a 4 per il Crotone

Recupero: 2 e 6 minuti

Spett. tot. 5.191 € 37.468; biglietti 1.027 € 7.401; abbonati 4.164 rateo € 37.468

La partita.

Pareggio più che meritato del Crotone, ottenuto con l'uomo in meno (espulsione di Golemig nei minuti iniziali per fallo da rigore da ultimo uomo). Un pareggio acciuffato contro una squadra guidata da appena tre giornate da Corini, candidata alla promozione in serie A e arrivata a Crotone con l'intento di confermare il buon momento dopo il precedente successo contro il Palermo. Non poteva e non doveva il Crotone rinviare ad altra data il ritorno a fare punti dopo le ultime due sconfitte consecutive. L'obiettivo dichiarato dalla società, d'altronde, è il ritorno nella massima serie, senza se e senza ma. Formazione locale con quattro novità rispetto a quella schierata nella precedente giornata. Dentro Cordaz, Sampirisi, Martella, Nalini in sostituzione di Festa, Cuomo, Faraoni, Rohden. Rondinelle con i dieci/undicesimi della passata formazione, unica novità Martinelli in sostituzione di Ndoj. Non cambia assetto tattico mister Stroppa e schiera i suoi con il canonico 3-5-2 diversamente da mister Corini che ha preferito schierare i suoi con quattro difensori a presidiare la difesa con una certa rigidità. L'ex Gastaldello si è rivelato il solito gigante dell'area di rigore. Inizialmente è il Crotone che parte bene aggredendo l'area avversaria. Fatale, però, la solita distrazione a centrocampo che consente a Torregrossa di involarsi verso Cordaz. Dentro l'area di rigore l'attaccante è atterrato da Golemic che provoca  il calcio di rigore e guadagna l'espulsione. Dagli undici metri realizza Donnarumma. L'uomo in meno non penalizza nel gioco il Crotone che ha la possibilità di pareggiare in più occasioni. Il mancato pareggio si chiama imprecisione di Budimir in più occasioni, esattamente al ventinovesimo e al quarantaduesimo minuto. Nel mezzo la parata miracolosa del portiere che evita il gol al minuto tentaqatresimo su colpo di testa di Budimir. Ancora un Crotone lento sulle fasce ed a centrocampo dove viene scavalcato in diverse occasioni dai centrocampisti avversari Martinelli, Tonali, Martinelli. Bisoli a ridosso delle due punte, Toregrossa e Donnarumma, ha svolto bene il ruolo. Nessun cambio ad inizio ripresa da parte di Stroppa, Firenze a destra e Martella a sinistra come difensori in fase di ripiegamento. Il Crotone vuole il pareggio e l'ottiene al minuto cinquantasei quando dalla sinistra Stoian crossa un perfetto pallone in area per Budimir che di testa lo mette in porta. Pareggio dei pitagorici e primo gol stagionale dell'attaccante. Un minuto prima Stroppa aveva sostituito Molina con Faraoni. Dopo il gol subito, Corini manda negli spogliatoi l'attaccante Donnarumma per fare posto al Centrocampista Morosini con l'intento di rafforzare ancora di più il centrocampo. Altro cambio: fuori il difensore Martinelli, dentro il centrocampista Spalek. Brescia con il 4-4-1-1. I cambi portano bene al Brescia che si porta nuovamente in vantaggio con Dall'Oglio grazie ancora una volta ad un errato disimpegno difensivo da parte di Faraoni. È la serata no del Crotone. Ma il pareggio arriva sul filo di lana grazie al fallo di rigore commesso su Budimir dal portiere avversario che gli frana addosso in uscita. Dal dischetto non sbaglia il pitagorico. Da domani, passata la nottata, un'attenta riflessione dovrà essere fatta per quanto riguarda la questione tecnica a proposito del campionato che il Crotone dovrà fare in fururo. Il Brescia non ha rubato nulla, ha saputo sfruttare le occasioni al meglio conquistando un punto importanti in chiave promozione.  

 

  

Mister Stroppa non vuole sentir parlare di crisi: «Lavoriamo bene, normale percorso di crescita della squadra»

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 27 Settembre 2018 19:41

Serie BKT sesta giornata│Crotone-Brescia, stadio Ezio Scida venerdì 28 settembre ore 21. Mister Stroppa: sono fiducioso del percorso che farà la mia squadra in questo campionato. Ex il tecnico Eugenio Corini, il difensore Gastaldello, l’attaccante Torregrossa. Convocati 24 pitagorici per la sfida contro le rondinelle, assente il difensore Cuomo per motivi fisici. La lista completa: Cordaz, Curado, Golemic, Rohden, Firenze, Stoian, Nalini, Benali, Faraoni, Figliuzzi, Crociata, Budimir, Barberis, Marchizza, Milina, Zanellato, Festa, Vaisanen, Simy, Martella, Valietti, Sampirisi, Spinelli, Aristoteles. La lista dei convocati da mister Eugenio Corini comprende 19 giocatori: Alfonso, Andrenacci, Sabelli, Mateju, Gastaldello, Cristana, Curcio, Romagnoli, Tonoli, Ndoj, Martinelli, Dall’Oglio, Morosini, Bisoli, Tremolada, Spalek, Donnarumma, Ferrari, Torregrossa.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Festa, Sampirisi, Golemic, Marchizza, Faraoni, Rohden, Benali, Stoian, Firenze, Nalini, Budimir. All. Stroppa  

Brescia (4-3-2-1): Alfonso, Sabelli, Gastaldello, Romagnoli, Curcio, Ndoj, Tonoli, Dall’Oglio, Bisoli, Donnarumma, Torregrossa. All. Corini

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli

Assistenti: Tardino – Marchi

Quarto giudice: Federico Longo di Paola

Un eventuale risultato negativo del Crotone in casa col Brescia, dopo le tre precedenti sconfitte in cinque partite, aprirebbe di fatto una crisi di risultati il cui prezzo lo potrebbe pagare mister Stroppa. Il Crotone schierato nelle precedenti gare si è rivelato fragile nel reparto difensivo, schierato a tre, con uomini che in campo non hanno mai reso per come avrebbero dovuto. Non privo di peccati il reparto mediano dove, a parte Benali e Stoian, ha commesso errori grossolani nel gestire il possesso palla. Un modo di fare che ha consentito agli avversari di conquistare spesso il pallone e ripartire. Tutto questo dovrà scomparire contro il Brescia, dell’ex tecnico Eugenio Corini alla guida della squadra da due giornate in sostituzione di Souzo. “Il successo della settimana precedente ottenuto contro il Palermo – ha affermato mister Corini – è stato un punto di partenza. Contro il Crotone sarà un’altra sfida di livello avendo di fronte una squadra che gode dei favori del pronostico”. La formazione che scenderà in campo non è stata annunciata, di sicuro faranno parte i difensori Gastaldello (ex pitagorico) e Sabelli.

Le dichiarazioni di mister Stroppa: «I numeri nel calcio hanno la loro importanza, ed in questo momento non sono favorevoli al Crotone – ha dichiarato il tecnico rossoblù –, ma a parte i risultati, la mia sensazione è che la squadra stia crescendo dopo ogni partita. Determinati episodi ci hanno condannato oltre misura per quanto riguarda il risultato finale. Nel complesso, la mia, è una squadra con una propria identità, che ha un gioco, che sa costruire azioni da gol. Quello che stiamo facendo in queste prime giornate è un percorso di crescita non privo di identità. Tutto ciò mi convince che bisogna continuare a lavorare in una certa maniera. Stiamo pagando a caro prezzo certi episodi che dobbiamo eliminare al più presto. Occorre essere bravi nella fase offensiva e d'interdizione, con particolare riferimento ad alcuni attaccanti e centrocampisti. Il centrocampo non è lento, anzi la squadra a centrocampo ha un ottimo passo e non ha mai subito l’avversario. Sono fiducioso del percorso che farà in questo campionato la mia squadra. C’è da limare qualche situazione che si crea in campo e, forse, qualche scelta sbagliata. Questo è insito nel normale percorso di crescita della squadra». La formazione pitagorica non comprenderà il difensore destro Cuomo, non convocato per motivi fisici. Al suo posto dovrebbe essere schierato Sampirisi insieme a Golemic e Marchizza. Benali sarà della partita, il giocatore è insostituibile, ma giocherà con la spada di Damocle della diffida avendo accumulato quattro cartellini gialli. Fin dall’inizio anche Nalini. Probabile assente per motivi fisici Martella.

 

 

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}