Stroppa risponde ai tifosi del Foggia: «Non sono scappato, ma andato via per mancanza di un progetto per il futuro»

Pubblicato in Stadio
Martedì, 04 Settembre 2018 19:03

Al termine del poker rifilato al Foggia, mister Stroppa ha concesso alla squadra due giorni di meritato riposo. Il gruppo, privo di ben 7 Nazionali, si ritroverà mercoledì pomeriggio (ore 16:30 pronti) al centro sportivo “Antico Borgo” per la ripresa degli allenamenti. Giovedì e venerdì doppie sedute (ore 9:30 e ore 16) sempre al centro sportivo; sabato invece è in programma una sgambata in famiglia allo Scida contro la Primavera (ore 10:30) e domenica un allenamento al centro sportivo (ore 9).

Serie BKT seconda giornata│Il Crotone batte nettamente il Foggia, 4-1, con una prova esaltante soprattutto nel secondo tempo. Quattro spettacolari reti. Inizia Faraoni con un piatto al volo nel primo tempo. Nella ripresa il Crotone si scatena. Il 2-0 è segnato da Firenze con un tiro a giro; fantastico gol di Nalini per il 3-0 con un pallonetto da oltre 30 metri che sorprende Bizzarri; il quarto gol di Rohden il cui cross in area beffa Bizzarri. Nel primo dei nove minuti di recupero Mazzeo segna il gol della bandiera del Foggia su rigore.

Tabellino.

Crotone  4

Foggia    1

Marcatori: Faraoni 31°, Firenze 49°, Nalini 54°, Rohden 64°, Mazzeo ( r) 90°

Crotone (3-5-2): Cordaz, Cuomo, Sampirisi, Marchizza, Faraoni, Rohden, Benali, Firenze, Martella (Molina), Budimir (Simy), Nalini (Stoian). All. Stroppa

Foggia (4-4-2): Bizzarri, Martinelli, Camporese, Tonucci (Ranieri), Loiacono (Gori), Carraro, Agnelli, Kragl, Cicerelli (Gerbo), Chiaretti, Mazzeo. All. Russo, Grassadonia squalificato

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

Coll. Raspolini - Di Gioia

Quarto giudice: Santoro

Ammoniti: Tonucci, Benali,

Angoli: 7 a 4 per il Crotone

Recupero: 2 e 9 minuti

Spett. tot. 5.711 € 45.560; biglietti 1.938 € 18.100; abbonati 3700, rateo € 27.460

La partita.

Mister Stroppa approfitta del post gara per rispondere a quanti da Foggia gli avevano buttato fango addosso per essere passato ad un'altra squadra e butta acqua sul fuoco dell'entusiasmo dopo la goleada della sua squadra. "Non sono scappato da Foggia, la squadra pugliese e tutta la tifoseria mi sono rimasti nel cuore per ciò che è stato fatto in due anni. Ho interrotto il rapporto con la società perché non esisteva un progetto con le dovute garanzie per il futuro". Per quanto riguarda l'incontro il tecnico pitagorico ha dichiarato: "non abbiamo cancellato tutti gli errori che ci portiamo ancora dietro, regalati agli avversari molte occasioni, ma è anche vero  che i miei hanno realizzato ottimi gol per esecuzione e preparazione delle giocate. Il Foggia è tra le squadre più forte del girone. E contro questi avversari non era facile per noi giocare a Crotone dopo la pesante sconfitta di Cittadella. L'ottimo pubblico crotonese ci ha aiutato a superare questa difficoltà. Abbiamo una squadra forte se tutti metteranno in essere le qualità tecniche di cui dispongono". Crotone a secco di vittorie dopo due giornate non era nelle cose possibili stando a quanto avevano dichiarato alla vigilia dell'incontro il tecnico Stroppa ed alcuni pitagorici. Contro il Foggia la voglia di conquistare il primo successo stagionale al cospetto dei propri tifosi non è rimasta negli spogliatoi ma si evidenziava fin dai primi minuti di gioco. Assenti lo squalificato Golemic, gli indisponibili Vaisanen e Barberis, in campo inizialmente sette undicesimi della precedente giornata. Le novità hanno riguardato in primis il debutto stagionale dell'attaccante Budimir (la lunga assenza dalle partite ufficiali si è notata) in sostituzione di Simy dirottato in panchina, Cuomo difensore esterno al posto di Golemic, Martella per Molina. Mister Grassedonia ha optato per la conferma dei nove undicesimi vittoriosi sul Carpi. Le due sostituzioni hanno interessato Agnelli in sostituzione di Busellato e Mazzeo al posto di Gori. Foggia aggressivo in difesa al limite della sportività. Crotone timoroso a centro campo e poco incisivo in attacco i primi trenta minuti. Firenze al quinto minuto su punizione dal limite obbliga Bizzarri ad una difficile respinta in angolo. Leggerezza di Cordaz nel respingere il pallone, in alcune occasioni, crea qualche problema difensivo. Il vero Crotone si ammira al minuto trentuno quando Martella dalla sinistra crossa un ottimo pallone per Faraoni  che in diagonale lo mette dentro. Vantaggio meritato dei pitagorici ma con qualche lacuna a centrocampo dove sono stati commessi errori di disimpegno e nelle giocate. Bene hanno fatto nella prima parte Benali, Martella, Faraoni, Nalini, Rohden. Ripresa, anche il Crotone sa come mettere dentro il pallone nei primi minuti e lo fa con Firenze al quarantanove. Dalla destra un perfetto assist di Budimir consente al suo compagno dalla distanza di mettere dentro il pallone con un perfetto diagonale. Il doppio svantaggio costringe il tecnico del Foggia a togliere un difensore, Loiacono, per fare posto ad un attaccante, Gori, ma peggiora l'assetto difensivo senza migliorare la fase offensiva per la buona prova del reparto arretrato del Crotone. Il terzo gol porta la firma di Nalini che visto il portiere lontano dalla porta lo trafigge con un perfetto pallonetto. È un Crotone che ricorda quello del recente passato da serie A. Infatti Rohden, tra i migliori in campo, realizza la quaterna. Il meno cinque in classifica del Foggia rimane tale dopo la partita di Crotone e per mister Grassedonia sarà un bel lavorare per riuscie a portare in quota positiva la sua squadra. Sarà stato merito del Crotone, ma il Foggia visto allo Scida e stato sotto la sufficienza. Pur con ottimi giocatori. Miglior debutto del Crotone al cospetto dei propri tifosi non poteva esserci. Al minuto novanta, per fallo in area di Faraone concesso il rigore al Foggia. Dal dischetto batte Mazzeo ed è il gol della bandiera per i pugliesi.

B come sabato│Prenderà il via il 15 settembre su RAI2 e RADIO2 alle 13:30, B COME SABATO, il nuovo programma condotto da Andrea Delogu e Gabriele Corsi con Marco Mazzocchi e la partecipazione di Gigi & Ross. In diretta dalla sede RAI di Napoli, ogni sabato, l’inedita coppia di conduttori ci accompagnerà in un pomeriggio leggero e divertente, con il pretesto di raccontare i luoghi e gli incontri del campionato di calcio della Serie BKT, ma anche l’anticipo di Serie A delle 15.00, alcuni incontri delle altre Serie e tante altre discipline sportive, dalle più popolari alle più inesplorate. Le partite saranno l’occasione per scoprire la provincia italiana attraverso gli inviati che, oltre a seguire l’evento sportivo in diretta dalla tribuna, racconteranno in prima persona la loro esperienza nella città che li ospita: la gente, le tradizioni e le caratteristiche di ogni urbe, paese e provincia che stanno visitando. Si cercherà di entrare nell’Italia più periferica e profonda, andando a scoprire nuovi personaggi, talenti inespressi e promesse non mantenute negli angoli meno battuti del paese. In studio, a seguire i match giocati tra le 13:30 e le 17.00, ci saranno ospiti del mondo dell’intrattenimento, della musica e del giornalismo, supportati dal prezioso commento tecnico di Marco Mazzocchi. Durante la presentazione dell’evento, dopo i saluti del direttore di Rai2, Andrea Fabiano, è intervenuto il presidente della Lega B, Mauro Balata: “Ci tengo molto a ringraziare la Rai. È con grande entusiasmo che in Lega abbiamo accolto la loro proposta anche perché noi vogliamo portare il calcio dei territori alla massima diffusione e nessuno meglio della tv di Stato può agevolarci in questo compito. Nel nostro campionato ci sono valori fondamentali che sono quelli dell’italianità e della valorizzazione dei giovani e non lo dico per fare l’eco a quanto ha detto il Commissario Tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, ma sono effettivamente obiettivi che da tempo ci diamo nel nostro torneo. I dati ci confortano, in queste due giornate il 79,53% dei calciatori in rosa nei club di B è rappresentato da italiani, il 30,32% da under 21 e il 44,46% da under 23. Questa è la nostra mission e quello che serve per far ripartire il calcio, mettendo in campo i talenti del nostro sport. Ecco perché ci sentiamo in linea con il desiderio del selezionatore azzurro. Noi vogliamo essere promotori di quelle riforme che da tempo il calcio non vede e chiede. Siamo disposti a parlarne con chi ci vuole stare, ma è scaduto il periodo di perdere tempo”.

La classifica│Cittadella 6 punti, Padova, Perugia e Pescara 4; Crotone, Spezia e Venezia 3; Cremonese, Salernitana, Lecce e Palermo 2; Benevento , Ascoli, Cosenza, Verona, e Brescia 1; Livorno e Carpi 0; Foggia -5.

Prossimo turno│Venerdì 14 settembre ore 21 Venezia-Benevento; sabato 15 ore 15 Cittadella-Cosenza, Ascoli-Lecce, Brescia-Pescara, ore 18 Cremonese-Spezia; domenica 16 ore 15 Verona-Carpi e Salernitana-Padova, ore 21 Foggia-Palermo; lunedì 17 ore 21 Livorno-Crotone. Queste le previsioni del sito specializzato NetBet.

 

 

 

 

 

Prima giornata amara per il Crotone: rimedia un secco 3-0 contro il Cittadella, per Stroppa c'e' ancora da lavorare

Pubblicato in Stadio
Domenica, 26 Agosto 2018 23:47

Serie B, prima giornata amara per il Crotone. Per mister Stroppa c’è ancora molto da lavorare per presentare una squadra competitiva.

Tabellino.

Cittadella            3

Crotone               0

Marcatori: Scappini 3°, Schenetti 49°, Strizzolo 89°

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Chiringhenlli, Adorni, Drudi, Benedetti, Settembrini, Iori, Branca (Proio), Schenetti, Scappini (Strizzolo), Finotto (Panico). All. Venturato

Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Golemic, Marchizza, Faraoni (Spinelli), Molina (Martella), Benali, Rohden, Firenze, Simy (Stoian), Nalini. All. Stroppa

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze

Coll. Valerio Vecchi (Lamezia Terme) – Filippo Bercigli (Valdarno)

Quarto giudice: Daniele Amabile di Vicenza

Ammoniti: Iori, Drudi,

Espulso: Golemic

Angoli: 7 a 6 per il Crotone

Recupero: 1 e 4 minuti

La partita.

Il Crotone non ha fretta di tornare in serie A se è come dimostrato dopo la pesante sconfitta subita nella prima di campionato. Mister Stroppa alla vigilia dell’incontro aveva affermato: “il Crotone deve conquistare punti in ogni partita indipendentemente dalla forza dell’avversario”. Sul terreno del Tombolato contro il Cittadella, formazione accreditata nel gruppo delle squadre che si contenderanno la promozione, i pitagorici non hanno rispettato le consegne del tecnico ed inanellato la prima sconfitta stagionale accreditandosi come squadra che deve ancora lavorare se vuole tornare nella massima serie. La formazione iniziale messa in campo dal tecnico pitagorico non comprendeva l’infortunato centrocampista Barberis per intervento chirurgico al menisco mediale sinistro, al suo posto schierato Molina. Altro assente l’esterno difensore Martella (quinto di centrocampo) sostituito da Firenze. Assente inizialmente anche il centrocampista interno Stoian per fare posto a Rohden. Confermato il duo d’attacco Nalini, Simy. Mister Venturato ha ridato fiducia alla coppia d’attacco Scappini, Finotto autori dei tre gol segnati all’Empoli in Coppa Italia. Assente il difensore Cancellotti rimpiazzato da Benedetti. Tre minuti ed il Crotone è già in svantaggio. Dalla sinistra Pinotti, indisturbato per la mancanza di una marcatura, crossa per la testa di Scaffini che non ha problemi a mettere dentro il pallone. Per tutto il primo tempo non c’è stata altra azione di rilievo da parte dei locali. C’è stata, in compenso, tanta confusione a centrocampo ed in attacco da parte degli ospiti. L’assenza di Barberis si sta rivelando decisiva per quanto concerne le impostazioni e le ripartenze. Molina ha dimostrato di non essere ancora un buon sostituto. Benali ha sbagliato troppi appoggi. In attacco Simy è riuscito a divorarsi gol fatti. Nalini, Firenze, Rohden, ancora distanti  dal rendimento che hanno avuto in serie A la passata stagione. Questo il Crotone visto nel primo tempo contro il Cittadella. Mister Stroppa ha dovuto sprecare molto fiato per richiamare Molina e Firenze ad una più corretta posizione in campo. Ancora fatali al Crotone i primi minuti della ripresa. Schenetti al quarantanovesimo raddoppia con un perfetto diagonale dalla sinistra ed anche in questa occasione la difesa pitagorica assente. L’ingresso in campo di Martella al posto di Malina, Stoian in sostituzione dell’inesistente Simy, non cambia il corso della partita. Poche ripartenze offensive in grado di mettere sotto pressione gli avversari, centrocampo annebbiato nelle manovre, difesa poco ermetica per la mancanza del sostegno dei centrocampisti esterni. Si aspettava un Crotone più preparato sotto la guida dei veterani Nalini, Sampirisi, Faraoni, Benali, Rohden, Simy, ed invece non hanno dato il giusto apporto come si conviene a giocatori da serie A. Cittadella sulla scia della passata stagione: squadra attenta in difesa ed aggressiva nei minuti iniziali con il duo Scappini, Finotto e con l’aggiunta di Strizzolo mai domi in fase offensiva, tant’è che nei minuti finali lo stesso Strizzolo ha messo a segno il terzo gol. Crotone tutto da rifare per quanto concerne tenuta atletica e schemi di gioco.             

Crotone domenica all'esordio nel campionato di Serie B col Cittadella. Stroppa: «Voglio la giusta concentrazione fin dalla prima partita»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 24 Agosto 2018 19:11

Serie B prima giornata│Cittadella-Crotone, stadio Tombolato domenica 26 agosto ore 21. Pitagorici con l’intento di conquistare i primi tre punti. Sicuro assente Barberis, lesione menisco mediale del ginocchio sinistro. Sarà sottoposto ad intervento chirurgico presso Villa Stuart a Roma. Budimir ha ripreso ad allenarsi col gruppo, ma non farà parte della formazione. Gli altri tutti in perfette condizioni fisiche e idonei per scendere in campo. Raggiunto il numero di 1.500 abbonati nei primi tre giorni.
Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze
Coll. Valerio Vecchi (Lamezia Terme) – Filippo Bercigli (Valdarno)
Quarto giudice: Daniele Amabile di Vicenza
Serie B al via senza alcun ritardo dalla data d’inizio. Il rinvio della stagione chiesto dall’Aia (Associazione calciatori) dietro la minaccia dello sciopero, per il mancato ripescaggio di alcune squadre, non c’è stato. La prima quattro giorni della 87esima edizione della serie B inizia, dunque, con diciannove compagini per un totale di nove partite e questo significa che a turno ognuna dovrà effettuare il riposo settimanale. Venerdì 24 agosto anticipo tra Brescia – Perugia ore 21 (arbitro Pezzuto) trasmessa in diretta su Rai 2. Sabato 25 con inizio alle ore diciotto: Cremonese – Pescara (Ros); Salernitana – Palermo (Abbattista); Venezia – Spezia (Pillitteri). Domenica 26 gli incontri: Verona – Padova ore 18 (Fourneau); Ascoli – Cosenza ore 21,00 (Volpi); Foggia – Carpi ore 21,00 (Dionisi). Chiusura di giornata lunedì 27 ore 21,00 con Benevento – Lecce (Sacchi). Il Crotone sarà impegnato sul terreno del Tombolato in quel di Cittadella domenica 26 (ore 21) contro un avversario che ha dimostrato in Coppa Italia il suo valore superando i primi due turni a spese del Monopoli e dell'Empoli. Per i pitagorici, nuovi e confermati, un solo obiettivo dichiarato: l’immediato ritorno in serie A. Non più una possibile salvezza come gli anni passati, ma essere protagonisti fin dall’avvio di stagione pur incontrando una forte formazione. Cordaz, Sampirisi, Faraoni, Martella, Rohden, Barberis, Stoian, Benali, Nalini, Simy, già in rossoblù la passata stagione in serie A, non hanno dimenticato d’aver perso la massima categoria per colpa di errori arbitrali e, anche, per qualche evitabilissimo risultato negativo e ci vogliono tornare dalla porta principale. Mister Stroppa che conosce bene i prossimi avversari per averli affrontati lo scorso campionato, a proposito della preparazione per la sfida del Tombolato ha detto: “Finalmente ho potuto vedere l’attaccante Budimir allenarsi con la squadra e questo mi ha fatto enorme piacere. È un giocatore che sta crescendo per l’utilità del Crotone. Per quanto riguarda il centrocampista Berberis perdiamo una pedina importante. Il giocatore era un leader per come sapeva mantenere il giusto equilibrio nell’intera partita. Contiamo di riaverlo disponibile dopo la sosta del campionato. Il resto della squadra sta crescendo e si vede che ha dell’altra qualità da esprimere”. Con riferimento alle precedenti sfide tra Stroppa e il Cittadella terminate a favore dei veneti, il tecnico pitagorico ha dichiarato: “Nessuna rivincita, ogni partita e campionato ha una sua storia. Di sicuro ho però due pensieri: affrontiamo una squadra forte, nonostante si sia rinnovata con qualche giocatore, in grado di mantenere ottimo agonismo e capacità di sapere soffrire per tutta la partita. Ed avendo superato, come noi, i primi due turni di Coppa Italia, vuole continuare a rimanere imbattuta nelle gare ufficiali”. “Di fronte a ciò – ha detto mister Stroppa – dobbiamo scendere in campo con la giusta concentrazione fin dalla prima partita per fare punti”. Per quanto riguarda le squadre candidate alla promozione, il tecnico ha affermato: “La serie B di solito candida le squadre retrocesse quali leader del girone, al netto di qualche sorpresa che potrebbe essere qualche neo promossa. Il calciomercato è stato fatto bene da diverse squadre con l’intento di ben figurare. Il Crotone possiede un buon equilibrio in ogni reparto, non ci sono al momento giocatori che si evidenziano più degli altri per qualità, c’è molta omogeneità tra i reparti e questo lo ritengo un fatto positivo. Per rimanere sempre in zona alta, dobbiamo fare punti in ogni partita, quantomeno non avere pause di più partite per quanto riguarda il risultato positivo, ed il Crotone è in grado di farlo”.

Ultima amichevole del Crotone contro il Rende: risultato finale in favore dei silani di mister Modesto

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 20 Agosto 2018 18:10

Amichevole Crotone - Rende a favore dei silani di mister Modesto. Crotone poco aggressivo in difesa e svogliato in attacco

Tabellino.

Crotone  1

Rende    2

Marcatori: 4° Actis Goretta, 69° Laaribi, 73° Rohden ( r )

Crotone: Cordaz (Festa), Curado (Cuomo), Golemic (Marchizza), Sampirisi, Faraoni, Molina (Vailetti), Benali (Suljic), Stoian (Rohden), Martella (Crociata), Simy (Spinelli), Nalini (Firenze). All. Stroppa

Rende: Savelloni (Borsellini), Germino, Minelli, Sabato (Sanzone), Viteritti (Godano), Awua (Di Giorno), Franco, Blaze, Rossini, Actis Goretta (Laaribi), Gigliotti. All. Modesto

Arbitro: Nicoletti di Catanzaro

Coll.  Cantafio - Terenzio

Angoli: 10 a 4 per il Crotone

Recupero: 4 minuti

Spettatori: 2000

La partita.

Ultimo test amichevole del Crotone, dopo i due precedenti impegni di Coppa Italia, prima dell'inizio della stagione di serie B che vedrà i pitagorici impegnati in trasferta contro il forte Cittadella domenica 26 agosto ore 21,00. L'amichevole contro il Rende, allenato dall'ex Ciccio Modesto, ha consentito al tecnico Giovanni Stroppa di sincerarsi delle condizioni tecniche/atletiche di Curado, Golemic, Molina schierati fin dall'inizio quantunque fossero arrivati a Crotone da pochi giorni. Il giudizio nel corso del campionato, contro il Rende prova insufficiente. Conferma per gli otto/undicesimi della passata stagione. Trio difensivo pitagorico poco ermetico inizialmente. Ne approfitta il Rende che riesce a portarsi in vantaggio con Actis Goretta al quarto minuto, grazie anche ad un errato rinvio del pallone da parte di Cordaz (prima rete subita dai pitagorici in questo inizio di stagione tra amichevole e Coppa Italia). Nei minuti successivi il Rende ha dimostrato di meritare il vantaggio costruendo altre giocate offensive. Al trentesimo minuto il palo ha impedito al pallone di entrare per la seconda volta nella porta del Crotone. Centrocampo pitagorico poco propositivo con gli interni Benali, Stoian, prima linea completamente assente in fase di conclusione con Nalini e Simy. Qualche preoccupazione al portiere ospite è stata creata sul finire del primo tempo da Nalini dalla distanza. Bene hanno fatto nella prima parte gli ospiti Awua e Blaze in fase di ripartenza. Difesa attenta, non ha mai concesso la possibilità agli attaccanti locali di impensierire Savelloni. Rohden entrato nella ripresa al posto di Stoian ha migliorato il centrocampo ma sono gli uomini di Modesto a raddoppiare con Laaribi al sessantanovesimo minuto. Anche in questa occasione difesa locale distratta. Il gol del Crotone arriva su calcio di rigore calciato da Rohden. È stato l'ultimo test prima del campionato. Domenica prossima la trasferta di Cittadella dove mister Stroppa dovrà presentare l'undici iniziale competitivo. Rende già a buon punto come tenuta aletica e tecnica collettiva per affrontare il difficile campionato di serie C.

 

 

 

Secondo turno Coppa Italia, buon test del Crotone che passa facile col Giana Erminio

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 06 Agosto 2018 18:31

Secondo turno Coppa Italia│Il Crotone passa il turno ed affronterà la vincente tra Livorno-Casertana. Stoian mattatore della serata.

Tabellino.

Crotone            4

Giana Erminio  0

Marcatori: 4° Stoian, 38° Nalini, 53° Stoian, 86° Firenze

Crotone: Cordaz, Cuomo, Sampirisi, Marchizza, Faraoni, Barberis, Benali (Zanellato), Stoian (Crociata), Firenze, Nalini, Simy (Nanni). All. Stroppa

Giana Erminio (3-4-1-2): Taliento, Perico, Bonalumi, Montesano, Lanini (Ligotti), Pinto, Palma, Rocchi, Chiarello, Rocco (Capano), Perna (Mandelli). All. Bertarelli

Arbitro: Ivano Pezzuto (Lecce)

Coll. Luciano - Vecchi

Quarto giudice: De Santis

Angoli: 7 a 4 per il Giana Erminio

Recupero: 1 e 7 minuti

Spettatori 2.890, € 18.285

Note: serata calda e umida. Minuto 67esimo si spengono i fari della torre angolo sinistro curva sud per quattro minuti.

La partita.

Il Crotone non stecca la prima uscita ufficiale della stagione e si qualifica al terzo turno della Coppa Italia dopo aver sconfitto sul terreno dell'Ezio Scida il Giana Erminio. La formazione lombarda del tecnico Bertarelli, approdata al secondo turno dopo aver eliminato in trasferta l'Alessandria, sapeva fin dalla vigilia che non era facile avere la meglio nei confronti degli avversari e così è stato. Inizialmente il tecnico pitagotico ha schierato gli otto/undicesimi che hanno giocato in serie A la passata stagione e questo ha fatto la differenza. Giana Erminio alquanto volenterosa e con buoni sprazzi di buon gioco nel corso dell'incontro lascia Crotone e saluta la Coppa Italia con la consapevolezza di avercela messa tutta per superare il turno. Per gli uomini di mister Stroppa si è trattato di un impegnativo test pensando al prossimo turno e al campionato. Unica nota poco allegra di questo inizio di stagione, il prolungarsi dei tempi per la sentenza nei confronti del Chievo a proposito delle plusvalenze fittizie. Il non sapere in tempi utili, prima che iniziano i campionati, quale sarà la pena sportiva che il Chievo e il presidente Campedelli dovranno scontare, lascia intendere che esiste la concreta volontà di arrivare alla prescrizione del "reato" e fare in modo che tutto finisca in una bolla di sapone, come nel 2008 quando Campedelli fu incolpato per altre plusvalenze fittizie. Per quanto riguarda la cronaca dell'incontro la differenza in campo si è evidenziata fin dall'inizio. Crotone con Cuomo, Sampirisi, Marchizza, difensori; Faraoni, Barberis, Stoian, Nalini, Firenze sulla linea mediana; Nalini, Simy punte. In fase di ripiego Faraoni a destra, Firenze a sinistra, difensori aggiunti per sbarrae la strada agli avversari. Benali e Barberis responsabili delle giocate a centrocampo. Pitagorici subito in gol al quarto minuto con Stoian dalla sinistra. Ospiti ii balia del Crotone fino al minuto ventisei, quando Perna  costringe Cordaz a deviare in angolo un difficile rasoterra. Più Viana Erminio nei minuti successivi si procura tre calci d'ango senza esito positivo. Il doppio svantaggio subito al minuto trentotte da Nalini dopo una perfetta triangolazione con Barberis e Stoian, evidenzia la  volontà del Crotone di voler superare il turno. La conferma arriva al minuto cinquantatre, quando Stoian galoppa palla al piede verso la porta avversaria e da fuori area trafigge Talienti con un perfetto rasoterra. Quarto gol ad opera di Fienze al minuto ottantasei. Crotone a buon punto per quanto riguarda la preparazione. Ancora da lavorare a proposito degli schemi. Qualche incertezza dicensiva e alcuni passaggi errati a centrocampo. Ma ancora per il campionato ci vuole ed il calciomercato è aperto. Giana Erminio buona formazione che non deluderà in serie C.

 

 

 

Amichevoli d'estate, ancora un test positivo per i ragazzi di mister Stroppa contro il Corigliano

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 01 Agosto 2018 12:48

Amichevole d’estate, ancora un successo del Crotone contro il Corigliano

Prima amichevole stagionale per Rohden.

Tabellino.

Crotone                              3

Corigliano                           0

Marcatori: 48° Nalini, 89° Stoian, 90° Firenze

Crotone:  Cordaz, Sampirisi, Cuomo (Dussenne), Marchizza, Faraoni, Barberis (Zanellato), Benali (Stoian), Rohden (Crociata), Martella (Firenze), Nalini (Suljic), Simy (Markovic). All. Stroppa

Corigliano:  D’Aquino, Lieto, Sorrentino, Catalano, Bertini, Lamorte, Criniti, Biondo, Piemontese, De Simone, Bezziccheri. All. De Feo

Corigliano 2° T. D’Aquino, Gulli, Lombardi, Lamorte, Bertini, Foderaro M., Cosenza, Biondo, Isgrò, Piemontese, Foderaro G. All. De Feo

Arbitro: Catanoso di Reggio Calabria

Nell’attesa della prima sfida ufficiale contro il Giana Erminio, secondo turno eliminatorio Frecciarossa Cup, i pitagorici di mister Giovanni Stroppa hanno concluso la serie delle amichevoli. Contro il Corigliano, squadra che milita in eccellenza, ultimo test in quel di Trpidò sul terreno del Villaggio Baffa. Crotone inizialmente in campo con i nove/undicesimi della passata stagione tra cui i nazionali Simy e Rohden, quest’ultimo al suo primo incontro amichevole della stagione. Ancora assente l’attaccante Ante Budimir, ma il suo rientro in formazione a breve. Crotone ben disposto a centrocampo con Barberis regista, in attacco Nalini ha affiancato Simy rendendo difficile la vita ai difensori ed al portiere ospiti. Il tutto, naturalmente, considerando la differenza tecnica esistente tra le squadre. Adesso si attende la prima uscita ufficiale che dovrebbe avvenire domenica cinque agosto sul terreno dell’Ezio Scida. Ed a proposito dello stadio, ancora non è stata definitivamente allontanata la preoccupazione della disponibilità della struttura. Cosa succederà fino a domenica e come si evolverà la situazione è tutto da scrivere. Il Sindaco Ugo Pugliese non intende lasciare nulla di intentato affinché il Crotone possa giocare all’interno del proprio stadio. Ma parlando di stadi, la Calabria sembra essere rimasta all’anno zero se si considera che anche il Cosenza rischia di non iniziare il campionato in casa a causa della inidoneità del San Vito. Eppure è risaputo con largo anticipo che ad ogni campionato occorre un adeguato impianto a seconda della categoria in cui milita la squadra.   

CALCIOMERCATO│Il Crotone cede il difensore Federico Ceccherini alla Fiorentina

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 12 Luglio 2018 18:30

Crotone calciomercato, il difensore centrale Federico Ceccherini ceduto alla Fiorentina. Dopo l’attaccante Tumminello ed il centrocampista Mandragora, passati rispettivamente all’Atalanta e all’Udinese, i due erano in prestito, un altro pezzo “pregiato” del Crotone” edizione serie A non farà parte della prossima stagione. Due campionati di serie A tra le fila dei pitagorici, Ceccherini è stato giudicato tra i migliori difensori della categoria con l’abitudine del gol. Contro la Lazio alla penultima giornata aveva realizzato sul terreno dello Scida il gol del momentaneo vantaggio pitagorico. La Fiorentina lo ha rilevato a titolo definitivo per 3 milioni di euro e con la clausola del 20% al Crotone sulla prossima vendita del giocatore. Altro elemento che potrebbe lasciare Crotone il mediano Marcus Rohden. Il centrocampista componente la nazionale Svedese interessa a diverse squadre di serie A.   

 

CALCIOMERCATO│Il Crotone si assicura le prestazioni del giovane e promettente attaccante Augustus Kargbo

Pubblicato in Stadio
Giovedì, 12 Luglio 2018 13:16

Il Football Club Crotone comunica che «il calciatore Augustus Kargbo ha firmato un contratto di addestramento tecnico. Classe 1999, Augustus compirà 19 anni il prossimo 24 agosto: si tratta di un giovane e promettente attaccante nato a Freetown, in Sierra Leone, che nell'ultima stagione ha militato in Serie D nel Campobasso mettendo a segno ben 6 reti in 20 presenze. Salito alla ribalta per la cavalcata contro l'Empoli nel Torneo di Viareggio con la Rappresentativa Nazionale della Lnd, Kargbo sembra proprio avere tutte le carte in regola per affermarsi nel calcio professionistico. Ad Augustus va un caloroso abbraccio di benvenuto dalla società e da tutto il popolo rossoblù!».

 

Partiti! Tra baci, abbracci e il calori dei tifosi e' cominciata questo pomeriggio la nuova avventura dei rossoblu'

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 11 Luglio 2018 19:44

Il caldo torrido che si registra in questi giorni a Crotone non ha impedito ai pitagorici di ritrovarsi presso l’Ezio Scida ed iniziare questo pomeriggio la preparazione in vista del prossimo campionato che potrebbe essere di serie A dopo la sentenza del 17 luglio nei confronti del Chievo. Intanto un nutrito gruppo di tifosi ha atteso l’arrivo dei convocati e quando sono entrati sul rettangolo di gioco li ha accolti con un prolungato applauso. Il primo appuntamento il mister l'ha dedicato parlando con ogni singolo calciatore e successivamente con tutto il gruppo. A seguire la prima intervista rilasciata dal portiere Alex Cordaz. «Mi auguro – ha affermato Cordaz – che il Crotone sarà protagonista l’intero campionato, questo deve essere il punto di partenza dell’intero gruppo giacché sarà dura affrontare un campionato di serie B, se in questa categoria dobbiamo giocare». A proposito dell’incontro con il nuovo tecnico Cordaz ha dichiarato: «Un’ottima impressione e questo è già un elemento importante per partire con il piede giusto. Il tecnico ha evidenziato le giuste motivazioni per un campionato vincente. Abbiamo le stesse idee sul fare calcio e questo è fondamentale». Ripartire dopo una retrocessione lascia sempre un po’ di amaro in bocca, ma Cordaz non ne fa un dramma: «Al momento siamo in serie B e ci dobbiamo concentrare per affrontare bene questa categoria, cancellando quello che è avvenuto la passata stagione. Siamo stati sconfitti ma ripartiamo con il piglio della grossa squadra». Con riferimento ad un campionato vincente Cordaz ha detto: «Sappiamo che tutta la tifoseria si aspetta da noi la promozione nella massima serie ed è ciò che vogliamo fare pur sapendo che non sarà facile. Quest’anno ci sono molte squadre agguerrite e bene attrezzate che intendono tornare nella massima serie. Per avere ragione su avversari di questo calibro dobbiamo lottare in ogni partita. Quindi, evitiamo di urlare grande cavalcata e traguardo scontato perché non sarà facile. Il campionato di serie B è spigoloso, noi sappiamo cosa significa e, ripeto, il gruppo che ancora esiste nel Crotone è in grado di farsi valere avendo una gran voglia di rivincita per ciò che abbiamo subito, ingiustamente, il passato campionato di serie A».         

L'11 luglio il raduno del Crotone targato Stroppa: sgambata allo Scida, poi domenica si parte per il ritiro

Pubblicato in Stadio
Martedì, 03 Luglio 2018 20:00

La stagione 2018/19 per il Crotone iniziera' mercoledi' 11 luglio, giorno in cui e' stato fissato il raduno in citta' con la prima sgambata che si svolgera' alle ore 17 sul manto erboso dell'Ezio Scida. Giovedi' e venerdi' sono in programma i test atletici in preparazione al ritiro e le visite mediche di rito. Sabato giornata libera e domenica mattina la comitiva rossoblu' si trasferira' nella Sila crotonese, a Villaggio Palumbo nel comune di Cotronei, dove sara' ospitata dalla struttura "Il Brigante". Nel pomeriggio di domenica e' in programma il primo allenamento sul campo sportivo "Stadio Ampollino" di Villaggio Baffa che sara' il teatro di tutte le sedute dei rossoblu' fino al 3 agosto, giorno della fine del ritiro, dove gli uomini di Giovanni Stroppa potranno prepararsi al meglio per la nuova stagione.

 

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}