La società: «Sviluppi positivi sul fronte stadio». La soluzione è una tribuna mobile di circa 7000 posti

Pubblicato in Stadio
Martedì, 14 Giugno 2016 17:07

«Sviluppi positivi sul fronte Stadio, grazie alla collaborazione tra Regione Calabria, Comune di Crotone e la stessa F.C. Crotone». Lo comunica l'ufficio stampa dell'Fc Crotone in una nota stampa. «La società pitagorica - prosegue la nota - è infatti impegnata assieme a tutte le parti coinvolte per conseguire l'adeguamento dell'impianto Ezio Scida agli standard richiesti dalla Lega Calcio per gli incontri di Serie A Tim. La soluzione ritenuta idonea - informa la nota - consiste in una tribuna mobile di circa 7000 posti che sarà costruita in sostituzione dell'attuale tribuna coperta e ospiterà, oltre ai posti a sedere per il pubblico, anche i box stampa completi di relativi allacciamenti. Progettazione e costruzione della struttura saranno affidate a società specializzate nel settore con comprovata esperienza in ambito internazionale. L'auspicio - conclude - di tutti, società e tifosi in primis, è quello di poter disputare la prima partita casalinga tra le mura dello stadio Ezio Scida che ha visto la squadra protagonista di un intenso campionato culminato nella storica promozione in massima serie».

 

 

Sopralluogo tra Vrenna, gli assessori comunali e società specializzata: «La serie A si giocherà allo Scida»

Pubblicato in Stadio
Lunedì, 13 Giugno 2016 19:40

«La serie "A" si giocherà allo Stadio "Ezio Scida"». Parola del profilo Facebook dell'Ufficio stampa del Comune di Crotone. «In queste esclusive immagini - informa nel post il comune - il sopralluogo allo stadio comunale con la partecipazione dei vertici dell'Fc Crotone (Raffaele Vrenna in testa, ndr), gli assessori comunali ai Lavori pubblici Giancarlo Devona ed allo Sport Claudio Molè. Assieme a loro - aggiunge il post - ci sono i rappresentanti di una società specializzata nel settore per valutare la possibilità di ampliare da parte della società sportiva la tribuna, dopo che è già previsto a cura del Comune l'ampliamento della curva Sud e l'adeguamento dello stadio rispetto alle prescrizioni previste dalla normativa. Il dato certo - assicura il post -: la capienza dello stadio sarà ampliata tra i 13.000 ed i 16.000 spettatori, ma che soprattutto l'avventura del Crotone Calcio in serie A sarà vissuta dai suoi sportivi nel mitico stadio "Ezio Scida"».

 

Adeguamento stadio: la Soprintendenza passa la "palla" al ministero, sara' lui a decidere sul progetto

Pubblicato in Stadio
Mercoledì, 08 Giugno 2016 20:58

Toccherà al ministero dei Beni Culturali decidere se il progetto per l’adeguamento dell’Ezio Scida potrà essere realizzato. La responsabile della Soprintendenza dei beni archeologici di Crotone, Caterina Annese, non è disponibile a prendersi la responsabilità di dare il via libera alla realizzazione di un progetto che prevede l’utilizzo di cemento in un’area a forte presenza archeologica. Non se la sente di prendersi la responsabilità alla luce di quanto è già successo a Capocolonna. Domani, quindi, Annesse andrà al ministero competente per sottoporre a valutazione il progetto proposto dai tecnici nei due incontri che si sono tenuti in prefettura a Crotone. Il progetto è stato redatto tenendo conto delle direttive della Lega Calcio che, in questa prima fase, accetterebbe anche un semplice ampliamento della capacità ricettiva dello stadio crotonese sino a 10.000 spettatori. Il progetto da approvare, comunque, prevede uno stadio che possa ospitare sino a 16.000 spettatori. Al di là di quanto sarà ampliato in prima battuta il progetto proposto all’attenzione della Soprintendenza è quello complessivo che potrà essere realizzato nel tempo (tre anni?). Senza il beneplacito del ministero ai Beni culturali gli uffici di Crotone non sono disponibili a dare il via libera nemmeno per la realizzazione di un magrone in cemento su cui poggiare i tubi innocenti della struttura che aumenta la capienza degli spettatori. Come si evolverà la vicenda nessuno è in grado di saperlo e l’unica cosa certa, a questo punto, è che si allungano i tempi dell’intervento e il Crotone rischia di dovere giocare fuori della Calabria la prima partita interna in serie A.

Vrenna: «Chiederemo al Comune di Napoli la possibilita' di giocare al San Paolo le partite del Crotone»

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Giugno 2016 16:52

L'esordio casalingo del Crotone calcio in Serie A potrebbe avvenire al San Paolo di Napoli. E' quanto rivela il presidente della societa' pitagorica Raffaele Vrenna, al termine di una riunione in Prefettura per discutere del progetto di adeguamento dello stadio cittadino intitolato a Ezio Scida [LEGGI ARTICOLO]. A Vrenna non bastano le rassicurazioni del Comune di Crotone, proprietario dell'impianto sportivo, che si dice certo di poter garantire uno stadio omologabile per la massima serie, secondo i criteri stabiliti dalla deroga concessa alle societa' che partecipano al loro primo anno di Serie A. "Voglio una tribuna decorosa - ha affermato il presidente del Fc Crotone - al di la' della capienza dello stadio. Dobbiamo poter garantire la migliore ospitalita' alle squadre ed alle societa' che verranno a giocare qui. I lavori del Comune, quindi, dovrebbero concentrarsi innanzitutto sulla tribuna coperta; noi siamo disposti ad effettuare i lavori negli spogliatoi e in curva". Ma il progetto redatto dal Comune e relativo all'ampliamento della tribuna e' stato bocciato dalla Soprintendenza ai beni archeologici, che non ha dato il proprio nulla osta agli scavi necessari per rialzare gli spalti; l'Ezio Scida, infatti, sorge su un antico quartiere della Kroton magnogreca. E cosi' l'ufficio tecnico comunale dovra' rielaborare il progetto escludendo il ricorso ad operazioni di scavo. Ecco perche' Raffaele Vrenna ha affermato: "Chiederemo al Comune di Napoli la possibilita' di giocare al San Paolo, che e' lo stadio piu' vicino gia' omologato per la Serie A".

Stadio, Cosenza possibile alternativa. Vrenna: «Entro il 20 giugno comunicheremo alla Lega dove giocare».

Pubblicato in Stadio
Venerdì, 03 Giugno 2016 13:47

"Chiedo la possibilita' della ristrutturazione dello 'Scida', partendo immediatamente dalla tribuna, cercando di ampliarla per dare la possibilita' di ospitare piu' calabresi e gente da fuori, portando lo stadio a 16mila posti". Cosi' il presidente del Catania, Raffaele Vrenna, intervenuto nella trasmissione della Tgr Rai Calabria 'Buongiorno Regione Rai. "Ero disponibile come societa' a costruire gli spogliatoi e ad ampliare la curva, in attesa che l'amministrazione si concentrasse sulla tribuna, che deve essere da Serie A - spiega il numero uno del club calabrese, fresco della promozione nel massimo torneo - Se giocheremo la prima di campionato in casa? Entro il 20 giugno dobbiamo dire alla Lega dove giocheremo e spero possa essere a Crotone, come sarebbe giusto per la societa' e i tifosi. Dovremo anche indicare un secondo stadio, qualora non riuscissimo a completare i lavori. La citta'? Spero almeno sia in Calabria - conclude Vrenna - Potrebbe essere Cosenza, se lo stadio e' sistemato per giocare".

 

 

 

Pagina 3 di 3

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}