Zenga lancia l'attacco alla Fiorentina: «In campo voglio squali che aggrediscono e non subiscono» In evidenza

Scritto da 
Pubblicato in Stadio
Giovedì, 29 Marzo 2018 18:58

Serie A 30esima giornata│Fiorentina-Crotone stadio Artemio Franchi sabato 31 marzo ore 15. Viola senza gli squalificati Biraghi (difensore) Benassi (centrocampista). Dubbi sulla presenza dei nazionali Chiesa e Badelj.  Ex l’attaccante Falcinelli. Il pitagorico Nalini nuovamente disponibile dopo l’infortunio subito contro la Roma. 

Probabili formazioni:

Fiorentina (4-3-1-2): Sportiello, Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Olivera, Cristoforo, Badelj, Veretout, Saponara, Simeone, Chiesa. All. Pioli

Crotone (4-3-3): Cordaz, Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella, Stoian. Mandragora, Benali, Ricci, Trotta, Nalini. All. Zenga

Arbitro: Paolo Valeri di Roma 2

Giudici di linea: Matteo Bottegoni (Terni) – Antonio Santoro (Catania)

Quarto giudice: Davide Ghersini di Genova

Var: Daniele Doveri (Roma1) – Avar: Matteo Passeri (Gubbio)

Fiorentina sabato prossimo e Torino (recupero 27esima giornata) dopo quattro giorni, il doppio turno ravvicinato lontano dall’Ezio Scida che obbliga i pitagorici ad incamerare punti salvezza. Non potrebbe essere diversamente in considerazione del terzultimo posto in classifica e con le partite che diminuiscono. Contro i viola, imbattuti nelle ultime quattro giornate (3 vittorie, 1 pareggio), l’impresa non è proibitiva avendo i pitagorici superato indenni ostacoli più grossi, ma la parola d’ordine deve essere: le azioni da gol che si producono durante l’incontro vanno concretizzate. Contro la Roma all’Ezio Scida l’imprecisione in fase offensiva è stata la causa della sconfitta. All’Artemio Franchi sarà una sfida a distanza anche nei confronti della Spal, Chievo, Sassuolo impegnati rispettivamente con Genoa, Sampdoria, Napoli. Dal risultato di queste gare si determinerà la parte bassa della classifica. La Fiorentina vuole i tre punti per non perdere di vista l’Europa League e per “vendicare” la sconfitta (2-1) subita all’andata sul terreno dell’Ezio Scida. Una battuta d’arresto, dopo tre consecutive vittorie, che provocò molte polemiche nei confronti del tecnico Pioli da parte dei propri tifosi. Un Crotone compatto in ogni reparto e con la giusta concentrazione nelle giocate più delicate dovranno essere le armi che mister Zenga dovrà pretendere dai suoi sabato prossimo per rientrare imbattuti negli spogliatoi. La prima nota positiva a proposito della formazione è la disponibilità di Nalini, uscito per infortunio contro la Roma. Se l’attaccante sarà della partita potrebbe essere schierato insieme a Trotta e Ricci. Alle loro spalle il trio Stoian, Mandragora, Benali, ma ci potrebbe essere anche il ritorno del nazionale Ajeti per un centrocampo a quattro affinché garantisca una maggiore copertura alla difesa. Se così sarà, il sacrificato iniziale sarebbe Stoian il cui posto verrebbe occupato da Ricci. Quartetto difensivo con Faraoni a destra, Ceccherini e Capuano difensori centrali, Martella difensore sinistro. Cordaz tra i pali. Mister Pioli dovrà rivedere alcuni reparti per la squalifica del difensore Biraghi e del centrocampista Benassi. Altre probabili assenze quelle degli azzurri Chiesa e Badelj usciti acciaccati dopo l’ultimo incontro della Nazionale contro l’Inghilterra. In sostituzione dei primi due spazio a Olivera e Cristoforo, se Chiesa non dovesse farcela largo all’ex pitagorico Falcinelli. Modulo tradizionale da parte di Pioli con quattro difensori, tre centrocampisti, due attaccanti sorretti da Saponara trequartista.

Le dichiarazioni pre-partita.

“L’atteggiamento in campo da parte dei miei giocatori – ha dichiarato il tecnico pitagorico Zenga – dovrà fare la differenza in campo e da sabato prossimo dobbiamo stare in apnea e non soffocare di fronte ai difficili impegni che ci aspettano. Ma la partita più importante da giocare è sempre la prima che per l’occasione si chiama Fiorentina che sta facendo bene sotto le direttive del tecnico Pioli e che può contare su giocatori in quota Nazionale quali Badelj e Chiesa, quest’ultimo figlio d’arte di un campione con cui sono stato assieme ai tempi della Sampdoria. Ma i miei uomini hanno le giuste motivazioni per fare bene contro questa squadra che possiede tenacia e voglia di combattere. Il Crotone è uno “Squalo” – ha affermato Zenga – e come tale aggredisce e non subisce. Fino al termine della stagione queste saranno le caratteristiche dei miei giocatori”. Prima ancora di parlare del prossimo incontro, mister Zenga ha ricordato il tecnico Emiliano Mondonico morto all’alba. “E’ stato un maestro del calcio, il suo carattere l'ha portato a lottare con determinazione per un male incurabile. Nonostante la malattia non ha mai fatto notare la sua sofferenza tenendola nascosta dietro il suo solito sorriso. È una perdita molto sentita specie tra noi che lo conoscevamo da diverso tempo come giocatore e tecnico avversario. Nel calcio ha scritto cose importanti”.        

Letto 913 volte Ultima modifica il Giovedì, 29 Marzo 2018 19:26

Articoli correlati (da tag)

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom

Seguici su

Redazione

Indirizzo: Uffici e Redazione 88900 CROTONE (KR) Via San Francesco, 6 Pal.8

Tel: +(039) 0962.1920909 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stadio RossoBlù - Supplemento alla testata La Provincia Kr di Antonio Carella|FONDATO NEL 1994


Uffici e Redazione  88900 CROTONE (KR)  Via San Francesco, 6 Pal.8 tel. 0962.1920909
Autorizzazione n. 70 del 12.8.94 - Tribunale di Crotone | PI 00961990793 | All Rights Reserved
DIRETTORE RESPONSABILE Antonio CARELLA : DIRETTORE EDITORIALE Giuliano CARELLA

WebSite  {MEDIA24WORK'S - GG}